Diabete, con empagliflozin ricoveri per scompenso ridotti del 40 per cento in studio di real life

L'uso di empagliflozin è associato a una riduzione relativa del 42 per cento del rischio di ospedalizzazioni per scompenso cardiaco o decessi in uno studio di real life in cui è stato confrontato con gli inibitori dell'enzima DPP-4. I dati provengono da un'analisi iniziale dello studio EMPRISE presentata al congresso annuale dell'American College of Cardiology di New Orleans e basata sui dati di 35mila pazienti. Ne abbiamo parlato con il prof. Agostino Consoli, Ordinario di endocrinologia presso l'Università Luigi D'Annunzio di Chieti e presidente eletto della Società Italiana di Diabetologia (SID).


12-05-2019
Rimani aggiornato sui video di PharmaStar. Iscriviti ora al canale YouTube, basta un Click!