Per la prima volta un farmaco antidiabetico, il dapagliflozin, riduce lo scompenso cardiaco anche nei non diabetici

Un farmaco antidiabetico ha dimostrato di poter ridurre sensibilmente la gravità e la mortalità dello scompenso cardiaco con frazione di eiezione ridotta, sia nei pazienti con diabete sia nei pazienti non diabetici.
Stiamo parlando del DAPAGLIFLOZIN un farmaco che apre nuova era nella cura dello scompenso cardiaco.
Ci siamo fatti spiegare i dati dello studio DAPA HF e il suo impatto nella pratica clinica da un esperto il prof Agostino Consoli che abbiamo incontrato a Barcellona al congresso europeo di diabetologia.


Rimani aggiornato sui video di PharmaStar. Iscriviti ora al canale YouTube, basta un Click!