HIV: la combinazione di bictegravir/emtricitabina/TAF mantiene la soppressione virale fino a 4 anni

La quasi totalitÓ (98%) dei pazienti con Hiv na´ve al trattamento e sottoposti alla terapia BIC/FTC/TAF ha raggiunto e mantenuto una carica virale non rilevabile per quattro anni, a prescindere dalla farmacoresistenza trasmessa e in assenza di resistenza emergente dal trattamento. Sono i risultati a quattro anni di due studi di fase III, presentati sotto forma di poster alla Conference on Retroviruses and Opportunistic Infections (CROI) 2021, che si Ŕ tenuto in forma virtuale. Sempre al CROI2021 un'altra analisi ha mostrato che in oltre il 99% dei pazienti con infezione da Hiv-1 con preesistenti mutazioni associate a resistenza e na´ve al trattamento, il regime a singola compressa bictegravir/FTC/TAF ha consentito di raggiungere la soppressione virologica, dimostrando l'ampia utilitÓ clinica della combinazione, sia come terapia iniziale che di sostituzione. Ne parliamo con il prof. Sergio Lo Caputo, professore di Malattie Infettive presso l'UniversitÓ di Foggia.

22-04-2021
Rimani aggiornato sui video di PharmaStar. Iscriviti ora al canale YouTube, basta un Click!