La malattia renale cronica ogni anno costa 4 mld al SSN. Risparmi da diagnosi precoce e nuove terapie

La malattia renale cronica, oltre all'incremento della mortalità è associata a un consumo di risorse sanitare, costi sanitari diretti e indiretti, che aumenta in relazione alla gravità della malattia. Un intervento sulla diagnosi precoce, l'utilizzo di nuove terapie specifiche e il trattamento degli stadi iniziali della patologia possano contribuire, avendo un impatto sugli esiti clinici del paziente prevenendo e/o ritardando la progressione verso il suo stadio terminale a un rilevante risparmio di risorse e di costi per il SSN e il sistema di welfare nel suo complesso. Ce ne parla il Prof. Francesco Saverio Mennini, Professore di Microeconomia e Economia Sanitaria, Università di Roma Tor Vergata, Presidente della Società italiana di Health Technology Assessment (Sihta).

18-01-2023
Rimani aggiornato sui video di PharmaStar. Iscriviti ora al canale YouTube, basta un Click!