I pazienti ematologici vengono informati adeguatamente sulla loro patologia?

Da un recente sondaggio emerge come al momento della diagnosi di una neoplasia ematologica il paziente afferma che riceve scarse informazioni sulla sua malattia e sulla possibilità di cura. La stessa cosa se viene inserito in una sperimentazione clinica. Sono lacune che andrebbero colmate al fine di migliorare il rapporto medico paziente e facilitare le cure. Ne parliamo con la dott.ssa Prassede Salutari, responsabile ambulatorio leucemie acute e mielodispalsie, ospedale civile Spirito Santo di Pescara. L'abbiamo incontrato a Roma durante l'evento di presentazione di F.A.V.O. Neoplasie Ematologiche, il primo network nazionale che riunisce le Associazioni Pazienti con malattie del sangue.


Rimani aggiornato sui video di PharmaStar. Iscriviti ora al canale YouTube, basta un Click!