L'importanza dei test genetici dopo la diagnosi di melanoma: BRAF mutato e MEK

I test genetici sono necessari per impostare una corretta terapia, dopo la diagnosi di melanoma, che nel 50% è associata alla mutazione del gene BRAF. I pazienti con mutazione possono essere trattati con farmaci a target molecolare, come gli inibitori di BRAF e MEC, sia nel melanoma metastatico che nella malattia localizzata ad alto rischio, al III stadio. Mentre ai pazienti senza mutazione è riservata l'immunoterapia.
Ce ne parla la Dott.ssa Virginia Ferraresi, del Consiglio Direttivo IMI e della Divisione Oncologia Medica IRCCS - Istituto Nazionale Tumori Regina Elena, durante l'incontro, presso l'Università La Sapienza, "Melanoma: un destino che può cambiare", promosso da Inrete, con il patrocinio di IMI e il contributo di Novartis.

06-02-2020
Rimani aggiornato sui video di PharmaStar. Iscriviti ora al canale YouTube, basta un Click!