Linfoma follicolare, obinutuzumab si conferma meglio di rituximab nel ritardare la progressione

Sono appena stati presentati a San Diego in occasione del 60° congresso annuale dell'American Society of Hematology (ASH) i risultati aggiornati a 4 anni dello studio GALLIUM su obinutuzumab come trattamento per i pazienti affetti da linfoma follicolare. In quest'intervista, il professor Stefano Luminari, dell'Università di Modena, ci spiega di che cosa si tratta e cosa cambia per i pazienti affetti da questa neoplasia ematologica.


Rimani aggiornato sui video di PharmaStar. Iscriviti ora al canale YouTube, basta un Click!