Melanoma, la diagnosi si basa esame clinico e dermatoscopia e microscopia confocale

Oltre alla diagnosi clinica, ci sono tecniche non invasive per diagnosticare il melanoma: la dermatoscopia e la microscopia confocale, di aiuto nelle lesioni della pelle del viso. Nel 50% dei pazienti con tumore o lesioni metastatiche viene riscontrata una mutazione a carico del gene Braf. In questi casi sono efficaci le terapie target nel contrasto alle recidive dopo la resezione chirurgica, terapia adiuvante che può prevenire il rischio di sviluppare metastasi nei melanomi al III stadio.
Ce ne parla la Prof.ssa Ketty Peris, Presidente SIDeMaST e Direttore Clinica Dermatologica Policlinico Gemelli, durante l'incontro, presso l'Università La Sapienza, "Melanoma: un destino che può cambiare", promosso da Inrete, con il patrocinio di IMI e il contributo di Novartis.

06-02-2020
Rimani aggiornato sui video di PharmaStar. Iscriviti ora al canale YouTube, basta un Click!