Psoriasi, con risankizumab (anti interleukina-23) basterà una iniezione ogni 3 mesi

L'evoluzione dei farmaci biologici per la cura della psoriasi è stata rapidissima. E' già in arrivo una nuova classe di farmaci con un meccanismo completamente nuovo che ci siamo fatti spiegare dal prof. Antonio Costanzo dell'Università Humanitas.
Lo abbiamo incontrato a Parigi in occasione dell'EADV, il congresso europeo di dermatologia.
Con lui abbiamo parlato del risankizumab, un nuovo anti interleukina-23 che presto dovrebbe essere approvato dall'Fda e nel primo semestre del 2019 anche in Europa.