Spondiloartriti, con ixekizumab malattia sotto controllo anche al terzo anno di terapia

Sono stati presentati al Congresso Eular svoltosi a Copenhagen i dati di sicurezza di ixekizumab, un anti-interleuchina 17, nei pazienti con spondilite assiale dopo tre anni di terapia.
Emerge un buon profilo di efficacia e sicurezza del farmaco, con meno del 7% dei pazienti che interrompono il trattamento per eventi avversi.
Ne parla ai microfoni di PharmaStar il Prof. Carlo Selmi, Responsabile dell'UO di Reumatologia e Immunologia Clinica in Humanitas, Ordinario di Medicina Interna, Humanitas University di Milano.

15-06-2022
Rimani aggiornato sui video di PharmaStar. Iscriviti ora al canale YouTube, basta un Click!