PatchAi è una startup italiana di digital health che si propone di migliorare la ricerca clinica grazie al focus sull'engagement del paziente. PatchAi ha sviluppato un assistente virtuale empatico che utilizza l'intelligenza artificiale per personalizzare il dialogo con il paziente e raccogliere Conversational Patient Reported Outcomes (Co-PRO®). Adottando un approccio patient-oriented, PatchAi è in grado di migliorare l'autogestione alla salute degli utenti, l'aderenza al protocollo e alla terapia mentre supporta le equipe di professionisti sanitari grazie alla disponibilità di dati in real-time. La soluzione PatchAi, entrata sul mercato a fine 2019, ha fatto grandi passi avanti nel 2020 anche in seguito ai bisogni emergenti legati alla pandemia Covid-19. PatchAi è ora disponibile non solo per la digitalizzazione di studi clinici ma anche per la pratica clinica standard grazie all’offerta di Patient Support Programs (PSPs). Ce ne parla Alessandro Monterosso, CEO e Co-Fondatore, PatchAi.