99 news PER "angiografia"


NEWS

Sabato 9 Febbraio 2019

Terapia biologica per la psoriasi riduce anche il rischio cardiovascolare

I farmaci anti-infiammatori biologici usati per il trattamento della psoriasi grave sembrano poter prevenire le malattie cardiache nei pazienti affetti da questo disturbo cutaneo. Dopo un anno di trattamento, la terapia biologica ha ridotto la placca[...]

Domenica 13 Gennaio 2019

Flusso lento coronarico in assenza di malattia ostruttiva alleviato dalla somministrazione di nicardipina

Il fenomeno del flusso lento coronarico, definito come flusso spontaneamente ritardato in assenza di malattia ostruttiva delle arterie coronariche, può essere efficacemente trattato con nicardipina. Lo rivela uno studio pubblicato online sul “Journal[...]

Domenica 4 Novembre 2018

Coronarografia, ridotti tassi di occlusione dell'arteria radiale con dosi più elevate di eparina

Affrontando una vexata quaestio, lo studio SPIRIT OF ARTEMIS – pubblicato online su “JACC Cardiovascular Interventions” - dimostra che l'uso di una dose più elevata di eparina aggiustata in base al peso durante un'angiografia coronarica transradiale [...]

Domenica 23 Settembre 2018

Registro SWEDEHART, i tassi di mortalità post-IMA dal 2010 non si riducono. La sfida dell'innovazione

Sono finiti i tempi delle grandi riduzioni di mortalità in seguito a infarto acuto del miocardio (IMA). Lo si evince dai nuovi dati del registro nazionale SWEDEHEART, presentati di recente a Monaco di Baviera, in occasione del Congresso della Società[...]

Alt alla confusione su come diagnosticare l’infarto. Nuove definizioni #ESC2018

Stop alla confusione che fino ad oggi ancora regnava sul come diagnosticare un attacco cardiaco. In occasione del congresso annuale della European Society of Cardiology (ESC), a Monaco, è stato infatti presentato e pubblicato contestualmente sullo Eu[...]

Martedi 11 Settembre 2018

Infarto NSTEMI, inutile angiografia molto precoce: studio VERDICT

I pazienti con infarto del miocardio NSTEMI non vanno incontro ad esiti clinici migliori quando sono sottoposti ad angiografia coronarica invasiva come intervento di routine entro le prime 12 ore dalla diagnosi di infarto anziché 2-3 giorni dopo (int[...]

Mercoledi 20 Giugno 2018

CAD subclinica, protezione dalle statine per aumento di calcificazione e stabilizzazione della placca

Le statine sembrano rallentare il ritmo di progressione della stenosi coronarica, anche non impedendo che la gravità della lesione progredisca nel tempo, ma piuttosto ostacolando una maggiore progressione del volume complessivo dell'aterosclerosi aum[...]

Domenica 17 Giugno 2018

ADHF, un nuovo dispositivo guida la titolazione del diuretico a un target di perdita di fluido

Una tecnica basata su un nuovo dispositivo per il dosaggio guidato di diuretici potrebbe evitare alcune insidie di diuresi aggressiva nei pazienti con insufficienza cardiaca acuta scompensata (ADHF). È quanto suggeriscono i risultati di un piccolo st[...]

Domenica 25 Marzo 2018

Post-ACS, scelta dell'antiaggregante più appropriato guidata dalla genotipizzazione al letto del paziente

Il più vasto trial randomizzato eseguito finora per testare al letto del paziente le capacità della genotipizzazione di guidare le decisioni relative alla terapia antiaggregante dimostra che tale approccio è fattibile e può ridurre il rischio di even[...]

Domenica 21 Gennaio 2018

Protezione vascolare precoce post-STEMI, necessarie statine ad alte dosi per giungere prima al target LDL

In pazienti con infarto del miocardio con sopraslivellamento del tratto ST (STEMI) sottoposti a intervento coronarico percutaneo (PCI) primario, la terapia con statine a dosaggio più elevato ha mostrato effetti protettivi vascolari maggiormente preco[...]

Sabato 18 Novembre 2017

By-pass aorto-coronarico, pervietà della safena migliore con DAPT rispetto ad ASA e ticagrelor da soli

Anaheim, California. Nel corso delle American Heart Association Sessions 2017 è stato presentato un nuovo studio, denominato DACAB, che dimostra come la combinazione di acido acetilsalicilico (ASA) più ticagrelor porta a miglioramenti significativi n[...]

Domenica 12 Novembre 2017

Angina stabile con scarso flusso coronarico, benefici da PCI in aggiunta alla terapia medica

L'intervento coronarico percutaneo (PCI) guidato dalla misurazione della riserva di flusso frazionale (FFR, indice di entità di una stenosi coronarica) più la terapia medica hanno migliorato i risultati a lungo termine nella maggioranza dei pazienti [...]

Primo statement dell'AHA sulla gestione dello shock cardiogeno

La gestione contemporanea dello shock cardiogeno (SC) è al centro di uno statement scientifico redatto dall'American Heart Association (AHA) e pubblicato su “Circulation”. Per la prima volta indicazioni distribuite in diverse linee guida sono raccolt[...]

Sabato 28 Ottobre 2017

Sindrome Coronarica Acuta, la colchicina a basse dosi riduce le placche coronariche

L'aggiunta di colchicina alla terapia farmacologica ottimale, nei pazienti con recente diagnosi di sindrome coronarica acuta (SCA), non solo riduce l'infiammazione ma determina anche una maggiore stabilità della placca coronarica. Lo rivelano gli aut[...]

Lunedi 9 Ottobre 2017

SMA tipo 1, accesso ampliato a nusinersen. Diario di un'esperienza italiana di successo

È stata riportata online su “Neuromuscular Disorders” la descrizione di un'esperienza di successo condotta in Italia con il programma di accesso ampliato (EAP) basata sull'uso di nusinersen in neonati e bambini con atrofia muscolare spinale di tipo 1[...]

Domenica 10 Settembre 2017

Dal Congresso ESC di Barcellona le nuove linee guida sulle malattie arteriose periferiche

Sono state presentate al Congresso 2017 dell'ESC (European Society of Cardiology) le nuove linee guida sulla diagnosi e il trattamento delle malattie arteriose periferiche (PAD). Sviluppato in collaborazione con l'ESVS (European Society for Vascular [...]

Sabato 9 Settembre 2017

Update 2017 delle linee guida ESC sull'IMA-STEMI, le novità salienti

In occasione del recente congresso dell'European Congress of Cardiology (ESC) sono state presentate le linee guida aggiornate sulla gestione dell'infarto acuto miocardico (IMA) in pazienti con elevazione del segmento ST (STEMI), pubblicate contestual[...]

Domenica 23 Luglio 2017

PCI in STEMI, mortalità ridotta da terapia preospedaliera precoce con tirofiban

Nei pazienti con infarto del miocardio con sovraslivellamento del tratto ST (STEMI), il livello basale di NT-proBNP (frammento aminoterminale del propeptide natriuretico di tipo B) è predittivo in modo indipendente della mortalità a lungo termine. Ne[...]

Domenica 25 Giugno 2017

Ictus ischemico, tenecteplase superiore ad alteplase in caso di occlusione vasale completa

Nei pazienti colpiti da ictus ischemico, tenecteplase può offrire una maggiore efficacia di ricanalizzazione rispetto ad alteplase nei pazienti con occlusioni complete dei vasi all'angiografia CT basale. Lo rivelano i dati di una ‘short communication[...]

Domenica 18 Giugno 2017

Steroidi anabolizzanti androgeni, un problema per il cuore

Utilizzare gli steroidi anabolizzanti androgeni per lunghi periodi di tempo può portare a disfunzione miocardica e aterosclerosi coronarica accelerata. Sono le preoccupanti conclusioni di uno studio trasversale, pubblicato sull’ultimo numero di Circu[...]

Sabato 25 Marzo 2017

Livello di ceramidi nel sangue, nuovo e potente marker predittivo di rischio cardiovascolare

Secondo una ricerca presentata al convegno dell'American College of Cardiology (ACC), a Washington, la misurazione delle concentrazioni nel sangue di una classe di lipidi noti come ceramidi può aiutare i medici a identificare gli individui con sospet[...]

Sabato 28 Gennaio 2017

TMAO, metabolita della flora intestinale, predice gli eventi cardiaci avversi nei pazienti con ACS

In uno studio pubblicato online sull'European Heart Journal, è stato verificato su pazienti statunitensi con sindrome coronarica acuta (ACS) che alti livelli di TMAO (trimetilammina-N-ossido, metabolita derivato dalla flora intestinale) sono preditti[...]

Mercoledi 16 Novembre 2016

Evolocumab fa regredire l’aterosclerosi in pazienti con malattia coronarica

Evolocumab in aggiunta alla terapia statinica ottimizzata ha determinato una regressione della placca aterosclerotica statisticamente significativa in pazienti con malattia coronarica. I risultati completi dello studio di Fase III GLAGOV, che utilizz[...]

Giovedi 6 Ottobre 2016

Sospensione di ticagrelor in vista di un by-pass: sicura se più di 24 ore prima dell’intervento

Il pretrattamento dei pazienti avviati a bypass coronarico (CABG) con ticagrelor è sicuro se la somministrazione dell’antitrombotico viene interrotta più di 24 ore prima dell'intervento chirurgico. È quanto emerge da una recente ricerca pubblicata on[...]

Sabato 25 Giugno 2016

PCI in STEMI, pretrattamento antiaggregante/antitrombotico rimedia al ritardo alla procedura

Secondo uno studio pubblicato online su Coronary Artery Disease, in pazienti colpiti da infarto miocardico con sopraslivellamento del tratto ST (STEMI) sottoposti a intervento coronarico percutaneo (PCI) primario, il pretrattamento con una combinazio[...]

Sabato 14 Maggio 2016

Sindrome coronarica acuta gestita con farmaci, la qualità di vita dipende dagli eventi non fatali

Nei pazienti con sindrome coronarica acuta (ACS) trattati senza rivascolarizzazione non si è rilevata alcuna differenza negli outcomes relativi alla qualità di vita correlata alla salute (HRQoL) tra i pazienti trattati con prasugrel rispetto a clopid[...]

Lunedi 28 Marzo 2016

Statine ad alte dosi più N-acetilcisteina riducono il rischio di nefropatia da mezzo di contrasto

La combinazione di statine ad alte dosi più N-acetilcisteina (NAC) risulta associata a una minore incidenza di nefropatia indotta da mezzo di contrasto (CIN) nei pazienti con infarto del miocardio con sopraslivellamento del tratto ST (STEMI) sottopos[...]

Domenica 20 Marzo 2016

Ultime da Rotterdam: il PCSK9 è anche un target per il trattamento dell’aterosclerosi coronarica

I livelli di PCSK9 nel siero risultano associati in modo lineare con la frazione e la quantità di tessuto necrotico nucleare (core) nell’aterosclerosi coronarica, indipendentemente dai livelli sierici di colesterolo delle lipoproteine a bassa densità[...]

Sabato 6 Febbraio 2016

Se manca l’ossigeno al cuore di una donna. 1° statement AHA sull’infarto miocardico femminile

La rilevanza della medicina di genere trova conferma in un recente documento rilasciato dall’American Heart Association (AHA), interamente dedicato all’infarto miocardico acuto (AMI) nelle donne, pubblicato online su Circulation, dove nella sua prima[...]

Sabato 30 Gennaio 2016

I lipidi sono mediatori tra il fibrinogeno e l’aterosclerosi: nuove tessere al mosaico delle statine

L'aumentato rischio di aterosclerosi coronarica determinato dai valori plasmatici di fibrinogeno sembra essere rafforzato da alti livelli sierici di lipidi aterogenici che mediano circa il 24% di questo effetto. Lo evidenzia uno studio condotto in Ci[...]

Lunedi 7 Dicembre 2015

I risultati dell’angiografia coronarica TAC possono modificare la prescrizione di statine e ASA

La conoscenza da parte dei medici dei risultati di un’angiografia coronarica in tomografia computerizzata (TC) porta a un migliore allineamento del trattamento con acido acetilsalicilico (ASA) o statine rispetto alla presenza e gravità di malattia co[...]

Domenica 29 Novembre 2015

Una “ricarica” di atorvastatina pre-PCI mobilizza progenitori endoteliali ed è cardioprotettiva

Uno studio italiano – pubblicato online sull’American Journal of Cardiology – dimostra che una “ricarica” di alte dosi di atorvastatina in pazienti in terapia cronica con statine prima dell’effettuazione di un intervento coronarico percutaneo (PCI) a[...]

Giovedi 22 Ottobre 2015

Ictus minore e TIA, con o senza stenosi intracraniche outcome invariati con ASA o DAPT

Si ha un tasso più elevato di ictus recidivanti nei pazienti con ictus minore o attacco ischemico transitorio (TIA) ad alto rischio nei pazienti con stenosi arteriosa intracranica (ICAS) rispetto a quelli senza, ma in entrambi i casi non vi è una dif[...]

Sabato 3 Ottobre 2015

Dal Giappone conferme positive di sicurezza per desmoteplase nella trombolisi tardiva post-ictale

Secondo uno studio svolto in Giappone e pubblicato su Stroke, la somministrazione di desmoteplase in pazienti con ictus ischemico acuto da 3 a 9 ore dopo l'insorgenza dei sintomi ha mostrato un profilo di sicurezza favorevole ed è risultato ben tolle[...]

Lunedi 31 Agosto 2015

Studio ALBATROSS, MRA benefici nell'IMA solo con HF. Da verificare ridotta mortalità in STEMI

L'aggiunta alla terapia standard di antagonisti dei recettori per i mineralcorticoidi (MRA) non offre benefici nei pazienti colpiti da attacco cardiaco senza scompenso cardiaco. È uno dei risultati più rilevanti emersi dallo studio ALBATROSS, present[...]

Domenica 5 Luglio 2015

NSTE-ACS, identificati i fattori predittivi di sanguinamento da trattamento con inibitori P2Y12

Nei pazienti con infarto del miocardio senza sovraslivellamento del tratto ST (NSTEMI) fattori predittivi di rischio di sanguinamento sono il pretrattamento (ovvero il trattamento al momento della conferma diagnostica) con un antagonista orale del re[...]

Giovedi 25 Giugno 2015

NSTE-ACS, identificati i fattori predittivi di sanguinamento da trattamento con inibitori P2Y12

Nei pazienti con infarto del miocardio senza sovraslivellamento del tratto ST (NSTEMI) fattori predittivi di rischio di sanguinamento sono il pretrattamento (ovvero il trattamento al momento della conferma diagnostica) con un antagonista orale del re[...]

Lunedi 22 Giugno 2015

Terapia medica ottimale precoce e rivascolarizzazione per i migliori outcome nella coronaropatia stabile

Nei pazienti affetti da coronaropatia stabile (CHD) il tasso di ricorso alla terapia medica ottimale (OMT) è basso. I pazienti che ricevono sia l’OMT sia la rivascolarizzazione raggiungono la maggiore riduzione della mortalità e dei ricoveri per infa[...]

Sabato 2 Maggio 2015

TIA e ictus vertebrobasilare, la migliore terapia medica supera lo stenting della stenosi arteriosa

Nei pazienti con recente attacco ischemico transitorio (TIA) o ictus ischemico vertebrobasilare lo stenting di una stenosi vertebrale sintomatica è associata a una complicazione vascolare maggiore periprocedurale in circa 1 paziente su 20 pazienti e [...]

Sabato 18 Aprile 2015

Un esame del sangue esclude una CAD ostruttiva in post-menopausa e la necessità di altri test

Il punteggio ASGES (age/sex/gene expression score) - test ematico che include dati relativi a età, genere ed espressione genica – può essere incorporato nelle decisioni mediche per aiutare i medici di cure primarie a escludere una coronaropatia (CAD)[...]

Domenica 29 Marzo 2015

MATRIX, 2 studi in 1: accesso radiale più sicuro del femorale, con bivalirudina niente vantaggi su eparina

Nei pazienti con sindrome coronarica acuta (ACS) sottoposti a management invasivo, l'uso dell’accesso radiale rispetto a quello femorale migliora i risultati per effetto delle riduzioni di sanguinamento maggiore e mortalità. Lo dimostrano i risultati[...]

Giovedi 19 Marzo 2015

Analisi economica, i costi dell'angioTC sono sovrapponibili a quelli dei principali stress test funzionali

Uno studio presentato alla 64ma Sessione scientifica annuale dell'American College of Cardiology, conclusosi da poco a San Diego, ha posto a confronto l'economia complessiva dell'angiografia tomografica computerizzata (angioTC) rispetto a vari tipi d[...]

Giovedi 12 Marzo 2015

Testosterone, due nuovi studi confermano la sicurezza cardiovascolare della terapia sostitutiva

Buone notizie per gli uomini che fanno la terapia sostitutiva con testosterone. Due nuovi studi, infatti, indicano che il trattamento potrebbe non aumentare il rischio cardiovascolare, come invece avevano suggerito alcuni studi precedenti.

Venerdi 6 Marzo 2015

Ictus ischemico acuto, il confronto tra outcome tra alteplase e tenecteplase finisce in pareggio

Dopo trattamento trombolitico per ictus ischemico, gli outcome neurologici e radiologici non sono differenti se si è utilizzato come agente farmacologico il tradizionale alteplase o il più recente tenecteplase. È l'esito del trial ATTEST, i cui risul[...]

Lunedi 2 Marzo 2015

Nelle donne la carenza di vitamina D non mette a rischio solo le ossa ma anche il cuore

Il genere femminile è associato in modo indipendente a una grave carenza di vitamina D. Inoltre l'ipovitaminosi D a sua volta è associata a un'aterosclerosi più aggressiva nelle donne rispetto agli uomini.

Giovedi 12 Febbraio 2015

Grazie alle statine mortalità e rivascolarizzazioni ridotte nella coronaropatia non ostruttiva

La terapia con statine risulta associata a un minore rischio di mortalità per qualsiasi causa anche nei pazienti con malattia coronarica (CAD) non-ostruttiva documentata da angiografia coronarica con tomografia computerizzata (CCTA), indipendentement[...]

Mercoledi 28 Gennaio 2015

PCI, danno renale acuto da mdc evitato previa atorvastatina ad alte dosi secondo meta-analisi

L'uso a breve termine di atorvastatina ad alte dosi può aiutare i pazienti a evitare il danno renale indotto da iniezione di mezzo di contrasto a seguito di un intervento coronarico percutaneo (PCI) o di un'angiografia coronarica. Il dato deriva da u[...]

Sabato 17 Gennaio 2015

STEMI, subito fibrinolisi se il tempo per giungere a un ospedale attrezzato per pPCI è eccessivo

Negli Stati Uniti, né la fibrinolisi né l'intervento coronarico percutaneo primario (pPCI) sono impiegati in modo ottimale per conseguire gli obiettivi di riperfusione miocardica raccomandati dalle linee guida.

Sabato 10 Gennaio 2015

Stent a eluizione di farmaco a confronto. Metallico o bioassorbibile, outcomes simili a 1 anno

La struttura bioassorbibile-dello stent e eluizione di everolimus ha dimostrato a 1 anno outcomes clinici secondari compositi simili a quelli dello stent metallico a eluzione di everolimus. Lo dimostrano i risultati di uno studio appena uscito su Lan[...]

Domenica 28 Dicembre 2014

Pre-trattamento con prasugrel nei pazienti con NSTEMI, dati dello studio ACCOAST

La somministrazione di prasugrel nei pazienti con infarto miocardico senza sopralivellamento del tratto ST (NSTEMI) dovrebbe essere fatta solamente dopo aver deciso quale tipo di strategia di rivascolarizzazione miocardica utilizzare. E' questa l'evi[...]

Venerdi 19 Dicembre 2014

NSTE-ACS, rosuvastatina ad alte dosi pre-angiografia previene nefropatia da mezzo di contrasto

Nei pazienti con sindrome coronarica acuta (ACS) senza elevazione del segmento ST (NSTE-ACS), che sono in procinto di sottoporsi a cateterismo cardiaco, la somministrazione precoce di alte dosi di rosuvastatina protegge contro il danno renale acuto ([...]

Giovedi 11 Dicembre 2014

Diabete, terapia medica ottimale meglio dell'imaging cardiaco per prevenire eventi cardiovascolari

Una terapia medica ottimale, basata sulle raccomandazioni delle linee guida, sembra essere più importante di uno screening coronarico di routine mediante TC per prevenire decessi ed eventi cardiaci nei pazienti con diabete ad alto rischio di malattia[...]

Sabato 8 Novembre 2014

Vasospasmo cerebrale dopo emorragia subaracnoidea: dantrolene risulta tollerabile e sicuro

Praticabile, tollerabile e sicuro. Così è stato giudicato il dantrolene somministrato per via endovenosa (IV-D) allo scopo di ridurre il vasospasmo cerebrale (cVSP) in pazienti affetti da emorragia subaracnoidea aneurismatica (SAH).

Venerdi 7 Novembre 2014

Steatosi epatica non alcolica, alto rischio di placche coronariche

La steatosi epatica non alcolica, o NAFLD, è associato ad alto rischio di sviluppo di placche coronariche. Questo risultato è stato riportato in un lavoro pubblicato sulla rivista Radiology in cui i ricercatori spiegano che hanno utilizzato la angiog[...]

Domenica 2 Novembre 2014

Ictus, miglioramento clinico e calo pressorio indici di ricanalizzazione, utile dato clinico

Nei pazienti colpiti da ictus, il miglioramento neurologico cono concomitante declino della pressione arteriosa sistolica di almeno 20 mmHg dopo iniezione endovenosa di attivatore tissutale del plasminogeno può rappresentare un segno clinico di rican[...]

Domenica 5 Ottobre 2014

Ictus ischemico acuto, outcome ottimali con trombolisi ponte diretto: pretrattamento IVT+EVT

Nei pazienti colpiti da ictus acuto con occlusione di grossi vasi, il pretrattamento con trombolisi endovenosa (IVT) mediante attivatore del plasminogeno ricombinante (rtPA) nel contesto dell’approccio ponte diretto, o direct bridging - ossia in comb[...]

Sabato 6 Settembre 2014

STEMI, ticagrelor somministrato in ambulanza riduce il rischio di trombosi dello stent

Nei pazienti con infarto STEMI (con sopraslivellamento del tratto ST) la somministrazione in ambulanza, ossia in fase preospedaliera, di ticagrelor, farmaco antipiastrinico (antagonista del recettore P2Y12), non porta vantaggi rispetto alla somminist[...]

Sabato 19 Luglio 2014

Più candidati alle statine per linee guida ACC/AHA sul colesterolo. Giusto secondo l’angiocardio-Tc

Le nuove linee guida congiunte emanate nel 2013 dall’American College of Cardiology (ACC) e dall’American Heart Association (AHA) sulla gestione del colesterolo identificano – rispetto a quelle del National Cholesterol Education Program Adult Treatme[...]

Domenica 13 Luglio 2014

Trombosi venosa cerebrale. Prime esperienze con rivaroxaban, pari benefici rispetto a VKA

Rivaroxaban, inibitore del fattore Xa, dimostra di determinare un beneficio clinico pari a quello di un antagonista della vitamina K (VKA) nel trattamento della trombosi delle vene e del seno venoso cerebrali (trombosi venosa cerebrale [CVT]). È il p[...]

Giovedi 26 Giugno 2014

TAVI, in evidenza i progressi clinici ottenuti dalla seconda generazione di protesi valvolari aortiche

La TAVI (Transcatheter Aortic Heart Valve) – ovvero la correzione della stenosi aortica mediante inserimento transcatetere di una protesi valvolare - è una procedura ormai consolidata ma il perfezionamento tecnico della metodica e delle protesi valvo[...]