364 news PER "anti pd-1"


NEWS

Martedi 12 Febbraio 2019

Carcinoma avanzato del rene, pembrolizumab più axitinib in prima linea dimezza il rischio di morte. Cambia il paradigma di cura

L'utilizzo in prima linea dell'associazione pembrolizumab più axitinib ha permesso di prolungare in maniera significativa la sopravvivenza libera da progressione e la sopravvivenza globale rispetto all'attuale standard of care, sunitinib, in pazient[...]

Domenica 10 Febbraio 2019

Carcinoma metastatico della mammella HER2 positivo, margetuximab migliora la PFS meglio di trastuzumab

Nello studio di fase III SOPHIA è stata evidenziata una sopravvivenza libera da progressione di malattia (PFS) più prolungata con l'anticorpo monoclonale margetuximab associato alla chemioterapia rispetto a trastuzumab più chemioterapia in pazienti p[...]

Sabato 9 Febbraio 2019

Carcinoma a cellule di Merkel, migliore sopravvivenza con pembrolizumab in prima linea

Nei pazienti con carcinoma avanzato a cellule di Merkel, pembrolizumab come terapia di prima linea ha consentito un controllo duraturo del tumore, effetti collaterali generalmente gestibili e una migliore sopravvivenza globale. Sono i risultati di un[...]

Martedi 5 Febbraio 2019

Glaxo si allea con Merck per immunoterapico sperimentale per il cancro ai polmoni

Continua l'operazione di rafforzamento della pipeline di GlaxoSmithKline in oncologia. Oggi la multinazionale britannica ha reso noto di aver acquisito dalla tedesca Merck la compartecipazione per i diritti su un nuovo immunoterapico, noto come M7824[...]

Domenica 3 Febbraio 2019

L'associazione tra durvalumab e tremelimumab migliora l'efficacia della terapia nel trattamento del CRC refrattario

Secondo i recenti risultati dello studio di fase II Canadian Cancer Clinical Trials Group (CCTG) CO.26, presentati al Gastrointestinal Cancers Symposium (GCIS) del 2019, l'associazione tra durvalumab e tremelimumab è efficace nei pazienti con tumori [...]

Domenica 27 Gennaio 2019

Nessun vantaggio dall’immunoterapia nei tumori neuroendocrini pretrattati

Lo studio che verrà illustrato di seguito ha dimostrato che pembrolizumab, un inibitore del checkpoint immunitario, è scarsamente efficace nel trattamento di tumori neuroendocrini (NET) pretrattati, come emerge anche da altri esperienze sull’uso dell[...]

Lunedi 21 Gennaio 2019

Tumore del polmone avanzato, per la prima volta un test molecolare identifica chi può beneficiare dell’immunoterapia. Studio italiano

Esaminare i segnali rilasciati dall'interazione tra tumore e ospite per identificare i pazienti con carcinoma polmonare avanzato che rispondono all’immunoterapia. È questo il riassunto dello studio esplorativo appena pubblicato su Clinical Cancer Res[...]

Domenica 20 Gennaio 2019

Carico mutazionale del tumore: un potenziale biomarker per l'immunoterapia adatto a tutti i tipi di tumore?

Una correlazione significativa tra un TMB elevato e la sopravvivenza globale (OS) in risposta al trattamento con inibitori del checkpoint immunitario è stata messa in luce in diversi tipi di tumore da uno studio del gruppo del Dr. Robert Samstein del[...]

Venerdi 18 Gennaio 2019

Fibrosi cistica, immunoterapia promettente nelle infezioni da P. aeruginosa

Il blocco dell’interazione tra 2 molecole coinvolte in meccanismi che presiedono all’immunità – PD-1 e PD-L1 potrebbe rivelarsi utile come strategia terapeutica per stimolare il sistema immunitario e trattare le infezioni croniche sostenute da P. aer[...]

Martedi 15 Gennaio 2019

Cancro esofageo, pembrolizumab riduce di un terzo la mortalità in seconda linea metastatica

Rischio di morte ridotto di un terzo rispetto alla chemioterapia in pazienti precedentemente trattati con carcinoma avanzato o metastatico dell'esofago o della giunzione esofagea, i cui tumori esprimevano PD-L1 (CPS ≥10). Sono questi i dati inc[...]

Venerdi 28 Dicembre 2018

Oncologia, Eli Lilly ottiene il via libera in Cina per nuovo anti PD-1

Eli Lilly e la biotech cinese Innovent Biologics hanno annunciato che la National Medical Products Administration ha approvato Tyvyt (sintilimab) per il trattamento di pazienti con linfoma classico di Hodgkin che hanno avuto una ricaduta o sono refra[...]

Giovedi 20 Dicembre 2018

Leucemia linfoblastica acuta, inibizione dei checkpoint può migliorare la persistenza delle CAR T-cells. #ASH2018

Al congresso dell’American Society of Hematology (ASH), terminato di recente a San Diego, grande interesse ha destato uno studio che, per quanto preliminare, lascia intravedere la possibilità di combinare il trattamento con le CAR T-cells con l'inibi[...]

Martedi 18 Dicembre 2018

Ema

Melanoma, pembrolizumab approvato in adiuvante

La Commissione Europea ha approvato l'anti-PD-1 pembrolizumab per il trattamento adiuvante di adulti con melanoma di stadio III e coinvolgimento linfonodale che sono stati sottoposti a resezione completa. L'approvazione di pembrolizumab per questa in[...]

Lunedi 3 Dicembre 2018

GlaxoSmithKline si rafforza in oncologia e compra Tesaro. Affare da $ 5,1 miliardi

GlaxoSmithKline torna a occuparsi di oncologia e ha formalizzato l'acquisizione della biotech americana Tesaro per $ 5,1 miliardi in contanti. Con questo accordo la multinazionale britannica fa suo il niraparib, un PARP-inibitore approvato per il tum[...]

Giovedi 29 Novembre 2018

Immunoterapia, effetti avversi nella ‘real life’ più frequenti del previsto

Gli eventi avversi degli inibitori dei checkpoint immunitari nel ‘mondo reale’ potrebbero essere più comuni di quelli riportati negli studi clinici iniziali che hanno portato all’ingresso nel mercato di questi agenti. A suggerirlo è uno studio retros[...]

Sabato 24 Novembre 2018

Leucemia mieloide acuta, promette bene la combinazione azacitidina-nivolumab

La combinazione del farmaco ipometilante azacitidina con l’inibitore di PD-1 nivolumab è risultata associata a tassi di risposta e risultati di sopravvivenza incoraggianti tra i pazienti con leucemia mieloide acuta recidivante o refrattaria, in uno s[...]

Carcinoma epatocellulare avanzato, nivolumab allunga la vita anche nei pazienti con Child-Pugh B

L'inibitore di PD-1 nivolumab può prolungare la sopravvivenza dei pazienti con carcinoma epatocellulare avanzato, anche quelli in classe Child-Pugh B, oltre che in classe Child-Pugh A. Lo dimostrano nuovi risultati dello studio di fase 2 CheckMate 04[...]

Sarcoma alveolare delle parti molli avanzato, risposte incoraggianti con atezolizumab

L’inibitore di PD-L1 atezolizumab sembra essere un trattamento promettente per il sarcoma alveolare delle parti molli avanzato. Ad alimentare le speranze sono i risultati di uno studio di fase 2 presentato a Roma, al congresso della Connective Tissue[...]

Mercoledi 21 Novembre 2018

Carcinoma della vescica, molto promettente terapia neoadiuvante con pembrolizumab

Il trattamento neoadiuvante con l’inibitore di PD-1 pembrolizumab si è dimostrato sicuro e ha fatto sì che una percentuale significativa di pazienti con carcinoma della vescica muscolo-invasivo sia arrivato alla cistectomia radicale avvendo raggiunto[...]

Mercoledi 14 Novembre 2018

Melanoma metastatico: con nivolumab e ipilimumab il 54% dei pazienti vivo a 4 anni. #ESMO2018

Conferme di efficacia a lungo termine per la combinazione di due farmaci immunoterapici  l’anti-PD-1 nivolumab e l’anti-CTLA4 ipilimumab  nel trattamento di prima linea del melanoma metastatico. A fornirle è un aggiornamento dello stu[...]

Martedi 13 Novembre 2018

Carcinoma della vescica non muscolo-invasivo, pembrolizumab promettente per chi non risponde alla cura standard. #ESMO2018

Nei pazienti con carcinoma della vescica non muscolo invasivo ad alto rischio che non rispondono al trattamento standard con il bacillo di Calmette-Guérin (BCG), l'immunoterapia sembra essere una strada percorribile e molto promettente. A suggerirlo [...]

Sabato 10 Novembre 2018

Fda

Carcinoma epatocellulare, Fda approva pembrolizumab per i casi più gravi

MSD ha reso noto che pembrolizumab ha ricevuto un'approvazione accelerata dall'Fda per il trattamento del carcinoma epatocellulare (HCC) avanzato in pazienti che in precedenza avevano ricevuto il sorafenib. Il produttore del farmaco ha spiegato che l[...]

Fda

Dermatologia oncologica: Fda approva cemiplimab, un anti PD-1, per il carcinoma a cellule squamose avanzato

L’Fda ha approvato cemiplimab per il trattamento di pazienti con carcinoma metastatico a cellule squamose cutanee (CSCC), o CSCC localmente avanzato, non resecabile. Il nuovo farmaco è la prima approvazione Fda specifica per il CSCC avanzato.

Lunedi 5 Novembre 2018

Immunoterapia sicura anche nei pazienti con cancro e infezione da Hiv. #ESMO18

L'avvento dell'immunoterapia ha rappresentato una svolta importante nel trattamento dei tumori, e oggi ci sono diversi farmaci approvati per un numero sempre crescente di neoplasie. Ma questo approccio, che stimola il sistema immunitario a combattere[...]

Linfoma di Hodgkin: inibitori del checkpoint primario pd-1 efficaci nella terapia di salvataggio. Documento italiano di consenso

Circa il 25% dei pazienti affetti da linfoma di Hodgkin non riesce a guarire con la chemioterapia standard e viene pertanto avviato a terapia di salvataggio e consolidamento con trapianto autologo. Di questi pazienti, circa il 50% risulterà chemioref[...]

Giovedi 1 Novembre 2018

Cancro del colon-retto metastatico, immunoterapia combinata in prima linea promettente nei pazienti con alta instabilità dei microsatelliti. #ESMO18

L'immunoterapia con nivolumab e ipilimumab a basso dosaggio ha dimostrato di offrire un beneficio clinico solido e duraturo, con effetti positivi sulla sopravvivenza associati a una buona tollerabilità, come terapia di prima linea per il carcinoma de[...]

Martedi 30 Ottobre 2018

Cancro al colon iniziale, dati molto promettenti con nivolumab più ipilimumab neoadiuvanti in alcuni pazienti. #ESMO18

Il trattamento preoperatorio con la combinazione di inibitori dei checkpoint immunitari nivolumab e ipilimumab ha portato a ottenere una risposta patologica maggiore nel 100% dei pazienti con tumore al colon in stadio iniziale, caratterizzato da defi[...]

Martedi 23 Ottobre 2018

Tumori testa-collo, pembrolizumab in prima linea riduce fino al 39% il rischio di decesso. #ESMO2018

L'immunoterapia con l'inibitore di PD-1 pembrolizumab in prima linea migliora in modo significativo la sopravvivenza dei pazienti affetti da un tumore del distretto testa-collo che ha recidivato o dato metastasi, e che esprimono la proteina PD-L1, ri[...]

Lunedi 22 Ottobre 2018

Carcinoma a cellule renali, avelumab più axitinib ritarda la progressione rispetto allo standard of care. #ESMO2108

La combinazione dell'inibitore del checkpoint immunitario PD-L1 avelumab e dell'inibitore delle tirosin chinasi (TKI) axitinib ha migliorato in misura sostanziale la sopravvivenza libera da progressione (PFS) in pazienti con carcinoma a cellule renal[...]

Sabato 20 Ottobre 2018

Cancro al polmone squamoso metastatico, pembrolizumab più la chemio allunga la vita

L'aggiunta dell’inibitore di PD-1 pembrolizumab alla chemioterapia prolunga sia la sopravvivenza globale (OS) sia la sopravvivenza senza progressione (OS) rispetto alla sola chemioterapia nei pazienti che hanno un carcinoma polmonare non a piccole ce[...]

Mercoledi 17 Ottobre 2018

Carcinoma polmonare a piccole cellule, nivolumab non raggiunge l'obiettivo di sopravvivenza globale

Nei pazienti con carcinoma polmonare a piccole cellule recidivante dopo chemioterapia a base di platino, nivolumab in monoterapia non ha migliorato la sopravvivenza globale rispetto alla terapia standard a base di topotecan o amrubicina, secondo i ri[...]

Martedi 16 Ottobre 2018

Carcinoma a Cellule di Merkel metastatico, disponibile in Italia avelumab, primo trattamento con questa indicazione

Il Carcinoma a Cellule di Merkel, un raro e aggressivo tumore della pelle per il quale finora non c'era un trattamento specifico, oggi ha una sua terapia, avelumab, anticorpo monoclonale inibitore della proteina PD-L1 completamente umano. Il farmaco [...]

Giovedi 11 Ottobre 2018

Carcinoma tiroideo, benefici duraturi con LOXO-292 nei pazienti RET-postivi

L'inibitore altamente selettivo di RET LOXO-292 è apparso efficace in pazienti pesantemente pretrattati con carcinoma midollare della tiroide con mutazioni di RET o carcinoma tiroideo con fusioni di RE, in un’analisi presentata al congresso annuale d[...]

Lunedi 1 Ottobre 2018

Nobel per la Medicina a Hallison e Honjo per la scoperta delle immunoterapie anticancro

Va a James P. Allison e a Tasuku Honjo il Nobel per la medicina per la scoperta dell'immunoterapia anticancro e in particolare per le nuove terapie che “tolgono il freno “ al sistema immunitario e gli consentono di meglio contrastare il tumore.

Domenica 30 Settembre 2018

Parkinson avanzato, sintomi non-motori migliorati da trattamento dopaminergico ottimizzato

I sintomi non motori sono comuni nella fase terminale della malattia di Parkinson (PD) poiché la frequenza e la gravità della maggior parte di questi sintomi aumentano con l'avanzare della malattia. Secondo quanto riportato in uno studio riportato su[...]

Sabato 29 Settembre 2018

Cancro al polmone ricaduto, promettente la combinazione epacadostat-pembrolizumab

Dati aggiornati sull'efficacia e sulla sicurezza dell’associazione dell’anti-PD-1 pembrolizumab con l’inibitore di IDO1 epacadostat, testata nello studio di fase I/II ECHO-202/KEYNOTE-037, evidenziano che la combinazione è attiva e ha un profilo di s[...]

Venerdi 28 Settembre 2018

Linfoma di Hodgkin: nivolumab disponibile in Italia

L’Aifa ha approvato la rimborsabilità di nivolumab per il trattamento di pazienti adulti colpiti da linfoma di Hodgkin classico (cHL) recidivante o refrattario dopo trapianto autologo di cellule staminali e trattamento con brentuximab vedotin.

Venerdi 21 Settembre 2018

Immunoterapia, possibili, ma rari, eventi tossici fatali con gli inibitori dei checkpoint

Eventi tossici fatali si sono verificati nello 0,3-1,3% dei pazienti trattati con inibitori dei checkpoint immunitari. Lo rivela una metanalisi pubblicata di recente su JAMA Oncology che ha preso in esame dati di studi clinici e le segnalazioni post-[...]

Venerdi 14 Settembre 2018

Ema

Tumore del polmone: ok europeo alla combinazione pembrolizumab più chemioterapia in prima linea

La Commissione Europea ha approvato pembrolizumab, terapia anti-PD-1, in combinazione con chemioterapia a base di pemetrexed e platino per il trattamento in prima linea del carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) metastatico non squamoso in[...]

Sabato 15 Settembre 2018

Immunoterapia promettente per il sarcoma di Kaposi sieropositivo

Gli inibitori del checkpoint immunitario PD-1 hanno dimostrato un'elevata efficacia associata a una bassa tossicità in una piccola coorte di pazienti con sarcoma di Kaposi HIV-positivo in uno studio pubblicato sulla rivista Cancer Immunology Research[...]

Mercoledi 12 Settembre 2018

Cancro alla prostata, uomini con deficit della riparazione dei mismatch vivono meno

Gli uomini con un carcinoma prostatico avanzato che presentano determinate mutazioni genomiche hanno una sopravvivenza globale (OS) che è circa la metà di quella dei pazienti che non hanno queste anomalie genetiche. Il dato arriva da un nuovo studio [...]

Cancro al polmone, prendere steroidi assieme ad anti-PD-L1 può ridurre l'efficacia dell'immunoterapia

Fare uso di corticosteroidi nel momento in cui si inizia un trattamento con inibitori del checkpoint immunitario (PD-L1) potrebbe portare a un peggioramento degli outcome nei pazienti affetti da carcinoma polmonare non a piccole cellule. A suggerirlo[...]

Martedi 11 Settembre 2018

Tumori testa collo: nivolumab rimborsato in Italia

L'Agenzia Italiana del Farmaco ha approvato la rimborsabilità di nivolumab in monoterapia per il trattamento del carcinoma squamoso della testa e del collo negli adulti in progressione durante o dopo terapia a base di platino.

Martedi 31 Luglio 2018

Ema

Melanoma avanzato, approvazione europea per nivolumab adiuvante

La Commissione europea ha approvato l’uso del farmaco immunoterapico anti-PD-1 nivolumab come trattamento adiuvante per pazienti adulti con melanoma completamente resecato con coinvolgimento linfonodale o malattia metastatica.

Sabato 28 Luglio 2018

Ema

Tumore del polmone non a piccole cellule, parere positivo del Chmp per durvalumab

Il comitato per i medicinali per uso umano dell'Agenzia europea per i medicinali ha adottato un parere positivo raccomandando un'autorizzazione all'immissione in commercio per durvalumab per il trattamento del carcinoma polmonare non a piccole cellul[...]

Lunedi 16 Luglio 2018

Tumore al polmone non a piccole cellule, arriva in Italia atezolizumab, primo immunoterapico anti PD-L1

Disponibile anche in Italia atezolizumab, la prima immunoterapia anti-PD-L1 approvata da AIFA per il trattamento in monoterapia di pazienti adulti affetti da carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) localmente avanzato o metastatico, precede[...]

Mercoledi 4 Luglio 2018

Ema

Melanoma avanzato, via libera del Chmp a nivolumab adiuvante

Il comitato per i medicinali per uso umano (Chmp) della European Medicines Agency (Ema) ha raccomandato l'approvazione del farmaco immunoterapico anti-PD-1 nivolumab come trattamento adiuvante per pazienti adulti con melanoma completamente resecato c[...]

Sabato 23 Giugno 2018

Melanoma avanzato, pembrolizumab in prima linea efficace nel tempo: 41% dei pazienti vivo a 5 anni. #ASCO2018

L'efficacia dell'anticorpo anti-PD-1 pembrolizumab nel trattamento del melanoma avanzato si mantiene nel tempo, anche dopo la fine della cura, e conferma di essere superiore a quella dell'anti-CTLA4 ipilimumab. A dimostrarlo sono i risultati aggiorna[...]

Ca al polmone avanzato, pembrolizumab più chemio possibile nuovo standard di prima linea per il tipo squamoso. #ASCO2018

La combinazione del farmaco immunoterapico anti-PD-1 pembrolizumab con la chemioterapia di prima linea migliora in modo significativo sia la sopravvivenza sia la percentuale di risposta rispetto alla sola chemio nei pazienti con carcinoma polmonare n[...]

Martedi 19 Giugno 2018

Ca al polmone avanzato, con pembrolizumab in prima linea addio alla chemio nella maggior parte dei casi. #ASCO2018

È ora di dire addio alla chemioterapia di prima linea per i pazienti con un cancro al polmone non a piccole cellule in stadio avanzato? In molti casi parrebbe proprio di sì. A indicarlo sono i risultati dello studio KEYNOTE-042, un trial multicentric[...]

Lunedi 18 Giugno 2018

Ca renale metastatico, pembrolizumab in monoterapia promettente in prima linea. #ASCO2018

Il farmaco immunoterapico anti-PD-1 pembrolizumab ha mostrato un’attività antitumorale promettente in monoterapia in pazienti con carcinoma a cellule renali a cellule chiare metastatico, non trattati in precedenza, nello studio multicentrico di fase [...]

Venerdi 15 Giugno 2018

Ca al polmone squamoso, in prima linea aggiunta di atezolizumab alla chemio ritarda la progressione. #ASCO2018

L’aggiunta del farmaco immunoterapico anti-PD-L1 atezolizumab alla chemioterapia di prima linea con carboplatino e nab-paclitaxel in pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule avanzato, con istologia squamosa, ha ridotto del 29% il rischi[...]

Ca al polmone non squamoso, aggiunta di atezolizumab a chemio più bevacizumab in prima linea migliora la sopravvivenza. #ASCO2018

L’aggiunta del farmaco immunoterapico atezolizumab a una terapia standard di prima linea per il carcinoma polmonare non a piccole cellule metastatico, con istologia non squamosa, cioè l’antiangiogenetico bevacizumab più la chemioterapia con carboplat[...]

Martedi 12 Giugno 2018

Quali saranno i 10 farmaci con il maggior fatturato nel 2024?

A livello mondiale, le vendite di farmaci su prescrizione nel 2024 raggiungeranno 1,2 trilioni di dollari, con una crescita annua del 6 percento e il mercato sarà ancora guidato dal blockbuster di AbbVie, Humira (adalimumab), che manterrà il primo po[...]

Giovedi 7 Giugno 2018

Carcinoma uroteliale metastatico, erdafitinib (nuovo anti FGFR) promettente in fase 2 #ASCO2018

Più del 40% dei pazienti con carcinoma uroteliale metastatico o non resecabile ha risposto al trattamento con erdafitinib, un inibitore del recettore del fattore di crescita dei fibroblasti (FGFR) in fase sperimentale. E’ quanto emerge da uno studio [...]

Combinazione niraparib/pembrolizumab attiva nel ca al seno triplo negativo. #ASCO2018

La metà delle pazienti con tumore al seno metastatico triplo negativo ha ottenuto il controllo della malattia a seguito di un trattamento costituito dalla combinazione di un PARP inibitore e un anti PD-1 in uno studio prospettico preliminare presenta[...]

Lunedi 4 Giugno 2018

Carcinoma a cellule renali, nivolumab in associazione con ipilimumab a basso dosaggio (1mg/kg) offre qualità di vita migliore e duratura. #ASCO2018

Presentati all’ASCO i risultati dei ‘patient-reported outcomes’ dello studio di Fase III CheckMate -214, in pazienti a rischio intermedio o sfavorevole con carcinoma a cellule renali avanzato trattati con la combinazione dei due farmaci immuno-oncolo[...]

Martedi 5 Giugno 2018

Tumore del rene: con pembrolizumab in prima linea il tasso di risposta globale raggiunge quasi il 40 per cento. #ASCO2018

È efficace l'immunoterapia nei pazienti colpiti da tumore del rene metastatico mai trattati in precedenza (in prima linea). Lo dimostrano i risultati di un'analisi ad interim dalla Coorte A dello studio di fase II KEYNOTE-427 su 110 pazienti, present[...]

Carcinoma cutaneo a cellule squamose in fase avanzata, prime speranze di cura con cemiplimab. Studio sul NEJM. #ASCO 2018

È il secondo tumore della pelle per mortalità dopo il melanoma. Stiamo parlando del carcinoma cutaneo a cellule squamose (CSCC), una patologia che per le forme più avanzate è orfana di cure e solo negli Stati Uniti è responsabile nei casi in stadio [...]

Lunedi 4 Giugno 2018

Melanoma: il 41% dei pazienti trattati in prima linea con pembrolizumab vivo a 5 anni. #ASCO2018

L'efficacia dell'immunoterapia si mantiene a lungo nel tempo, anche dopo il termine della cura. L'86% dei pazienti con melanoma metastatico trattati con pembrolizumab, molecola immunoterapica anti-PD-1, mantiene la risposta dopo la sospensione del tr[...]