196 news PER "apixaban"


NEWS

Domenica 17 Febbraio 2019

Anticoagulazione con inibitori del fattore Xa, l'antidoto andexanet alfa conferma rapida efficacia in caso di emorragie acute maggiori

I risultati finali dello studio ANNEXA-4 non hanno portato sorprese, confermando che andexanet alfa inverte rapidamente gli effetti anticoagulanti degli inibitori del fattore Xa in pazienti con emorragia acuta maggiore, per lo più emorragie intracran[...]

Sabato 9 Febbraio 2019

Antidoto per gli anticoagulanti del Xa: studio ANNEXA-4 pubblicato sul NEJM

L'antidoto andexanet alfa ha invertito gli effetti anticoagulanti degli inibitori del fattore Xa nella maggior parte dei pazienti con emorragia maggiore acuta causata da un inibitore del fattore Xa. Lo dimostrano i dati completi dello studio ANNEXA-4[...]

Domenica 3 Febbraio 2019

Fibrillazione atriale, NOAC da preferire al warfarin secondo le nuove linee guida ACC/AHA/HRS

Gli anticoagulanti orali non-vitamina K dipendenti (NOAC) sono ora considerati equivalenti e preferiti al warfarin per la gestione del rischio di ictus da fibrillazione atriale (AF) in base alle linee guida aggiornate e condivise dall'American Colleg[...]

Domenica 16 Dicembre 2018

Anticoagulanti orali, rischio di sanguinamento GI superiore ridotto di 1/3 da inibitori di pompa protonica

Secondo un'analisi retrospettiva basata su dati Medicare e pubblicata su “JAMA”, i pazienti in terapia anticoagulante a rischio di sanguinamento gastrointestinale (GI) superiore vedono il loro rischio ridotto di oltre un terzo quando un inibitore del[...]

Domenica 9 Dicembre 2018

Apixaban riduce il rischio di tromboembolismo venoso nei pazienti oncologici

L’assunzione quotidiana dell’anticoagulante orale ad azione diretta (DOAC) apixaban può ridurre drasticamente l'incidenza di tromboembolismo venoso (TEV) nei pazienti oncologici ambulatoriali che stanno iniziando la chemioterapia e presentano un risc[...]

Venerdi 7 Dicembre 2018

Sospensione dei DOAC in chirurgia sicura ed efficace grazie a una semplice strategia di gestione dei farmaci

I pazienti con fibrillazione atriale (Af) che assumono anticoagulanti orali diretti (DOAC) sono stati in grado di interrompere in modo sicuro l'assunzione prima e dopo interventi chirurgici e altre procedure invasive. Lo rivelano i risultati uno stud[...]

Sabato 13 Ottobre 2018

DOAC sicuri ed efficaci nei pazienti con AF anche con trombo preesistente in appendice atriale sinistra

Gli anticoagulanti orali ad azione diretta (DOAC) possono risolvere in modo sicuro ed efficace i trombi dell'appendice atriale sinistra (LAA) in pazienti con fibrillazione atriale (AF). Lo assicura uno studio monocentrico pubblicato online sull'”Amer[...]

Domenica 7 Ottobre 2018

Triplice terapia antitrombotica in pazienti con AF e CAD, DOAC meglio dei VKA. Dati danesi real-world

Quando la triplice terapia antitrombotica viene utilizzata in pazienti con fibrillazione atriale (AF) e malattia coronarica (CAD), per affrontare questo difficile scenario clinico è preferibile utilizzare uno degli anticoagulanti orali diretti (DOAC)[...]

Sabato 21 Luglio 2018

Ictus ischemico acuto e FANV. Come scegliere l'anticoagulante orale per la prevenzione secondaria?

In uno studio retrospettivo – pubblicato online sul “Journal of Stroke & Cerebrovascular Diseases” – è stato analizzato come gli anticoagulanti orali (OAC) sono stati selezionati per i pazienti con ictus ischemico acuto con fibrillazione atriale non [...]

Sabato 14 Luglio 2018

Sicurezza dei DOAC confermata da un'analisi retrospettiva di dati del mondo reale

In una recente analisi retrospettiva – pubblicata sul “British Medical Journal” (BMJ) - condotta su database di cure primarie, gli anticoagulanti orali diretti (DOAC) sono risultati associati a un ridotto rischio di sanguinamento rispetto a warfarin.

Giovedi 5 Luglio 2018

Prevenzione ictale, più sicura con apixaban l'anticoagulazione in pazienti con AF e in dialisi

Nei pazienti in dialisi con irregolarità del battito cardiaco per fibrillazione atriale (AF), apixaban risulta potenzialmente più sicuro del warfarin come trattamento anticoagulante per la prevenzione dell'ictus cerebrale ischemico. Lo rivela un nuov[...]

Sabato 30 Giugno 2018

Prevenzione ictus in AF, minore rischio di infarto miocardico con DOAC rispetto a warfarin

Dati del mondo reale relativi a pazienti con fibrillazione atriale (AF) hanno riscontrato un rischio ridotto di infarto miocardico (IM) con anticoagulanti orali diretti (DOAC o NOAC) rispetto alla terapia con antagonisti della vitamina K (VKA), secon[...]

Martedi 12 Giugno 2018

Quali saranno i 10 farmaci con il maggior fatturato nel 2024?

A livello mondiale, le vendite di farmaci su prescrizione nel 2024 raggiungeranno 1,2 trilioni di dollari, con una crescita annua del 6 percento e il mercato sarà ancora guidato dal blockbuster di AbbVie, Humira (adalimumab), che manterrà il primo po[...]

Sabato 26 Maggio 2018

Secondo un'analisi real world il warfarin, se l'aderenza è scarsa, supera i NOAC per efficacia

Un tasso lievemente significativamente più basso di eventi tromboembolici nei pazienti trattati con warfarin rispetto a quelli in terapia con un nuovo anticoagulante orale (NOAC). Nessuno si aspettava che uno studio di confronto tra NOAC e warfarin -[...]

Domenica 13 Maggio 2018

Cinque aspetti-chiave per un uso sicuro dei NOAC in fase preoperatoria che i chirurghi devono sapere

Gli anticoagulanti orali non vitamina K dipendenti (NOAC) differiscono in modo importante dal warfarin e i chirurghi devono essere consapevoli di queste differenze. Per questo motivo un gruppo di esperti ha redatto una review – appena pubblicata onli[...]

Domenica 6 Maggio 2018

Fda

Anticoagulanti, Fda approva andexanet, il primo antidoto per inibitori del fattore Xa

Dopo diverse battute d'arresto, Portola Pharmaceuticals ha ottenuto l'approvazione dell'Fda per andexanet alfa, un antidoto ai farmaci anticoagulanti che agiscono come inibitori del fattore Xa. Sarà messo in commercio con il marchio Andexxa. Andexane[...]

Sabato 5 Maggio 2018

Cardioversione elettiva sicura in pazienti con AF in terapia anticoagulante con apixaban

Apixaban è sicuro ed efficace per l'anticoagulazione in pazienti con fibrillazione atriale (AF) programmati per la cardioversione. Lo rivelano i risultati dello studio EMANATE, pubblicati online sull' “European Heart Journal”.

Domenica 22 Aprile 2018

Andexanet alfa, antidoto per anticoagulanti anti-fattore Xa: da ANNEXA-4 risultati promettenti

Il fattore sperimentale di inversione del fattore Xa andexanet alfa ha rapidamente fermato il sanguinamento in pazienti che hanno avuto una grave emorragia acuta mentre erano trattati con un inibitore del fattore Xa, mostrando un accettabile profilo [...]

Domenica 15 Aprile 2018

Ablazione AF, somministrazione ininterrotta intraprocedurale di apixaban sicura quanto il warfarin

La somministrazione ininterrotta di apixaban sembra essere altrettanto sicura del warfarin e di altri antagonisti della vitamina K (VKA) nei pazienti a rischio di ictus sottoposti ad ablazione di fibrillazione atriale (AF). Lo suggeriscono i risultat[...]

Sabato 17 Marzo 2018

Per ARISTOPHANES apixaban supera per risultato clinico netto due NOAC concorrenti nel mondo reale

Apixaban ha battuto 'superato' per prestazioni due antagonisti orali ad azione diretta (NOAC) suoi concorrenti in una vasta analisi dei dati finanziata dal produttore del farmaco e fondata sulle richieste prescrittive degli Stati Uniti, denominata AR[...]

Martedi 13 Marzo 2018

Andexanet migliora il controllo dei sanguinamenti nei pazienti in terapia con inibitori del fattore Xa

L'antidoto agli anticoagulanti che agiscono sul fattore Xa, andexanet, è associato a miglior controllo dei sanguinamenti severi nei pazienti in terapia con farmaci inibitori del fattore Xa.

Sabato 17 Febbraio 2018

Emorragia intraoculare, con i NOAC rischio non superiore agli anticoagulanti e antipiastrinici tradizionali

Il rischio di emorragia intraoculare con anticoagulanti orali non-antagonisti della vitamina K (NOAC) è almeno tanto basso quanto quello osservato con i tradizionali anticoagulanti e antipiastrinici, secondo una ricerca pubblicata su “JAMA Ophtalmolo[...]

Domenica 14 Gennaio 2018

AF e prevenzione ictale, profilo migliorato per apixaban da meta-analisi real-world

Nei pazienti affetti da fibrillazione atriale (AF), l'uso di apixaban nella vita reale è associato a un'efficacia generale in termini di riduzione dell'ictus cerebrale e di qualsiasi evento tromboembolico rispetto al warfarin. È stato inoltre riscont[...]

Sabato 16 Dicembre 2017

La gestione dei sanguinamenti da anticoagulanti orali secondo un documento di consenso dell'ACC

L'American College of Cardiology (ACC) ha emesso un documento di consenso con "percorsi decisionali" per guidare i medici nella gestione del sanguinamento maggiore o minore nei pazienti trattati con anticoagulanti orali (OAC) – pubblicato sul “Journa[...]

Sabato 18 Novembre 2017

Durante l'impianto di dispositivi elettronici si possono usare i DOAC senza interruzioni

Secondo i risultati del trial BRUISE CONTROL-2, presentati ad Anaheim in California nel corso delle American Heart Scientific Sessions 2017, l'uso continuato degli anticoagulanti orali ad azione diretta (DOAC [o NOAC o NAO]) non ha ridotto i tassi di[...]

Sabato 28 Ottobre 2017

DOAC in pazienti con TEV, rassicurazioni ‘real life': rischio di sanguinamento non aumentato

È stato pubblicato sul “BMJ” uno studio osservazionale ‘real world' condotto su quasi 60 mila pazienti con tromboembolismo venosa (TEV) che ha mostrato risultati rassicuranti circa il rischio di sanguinamento dei nuovi farmaci anticoagulanti orali ad[...]

Sabato 14 Ottobre 2017

NOAC, considerare i potenziali rischi da interazione con altri farmaci

Secondo uno studio pubblicato su “JAMA”, i pazienti con fibrillazione atriale non valvolare (FANV) trattati con anticoagulanti orali non-vitamina K (NOAC) hanno un rischio maggiore di emorragie maggiori quando trattati anche con vari altri farmaci, t[...]

Venerdi 1 Settembre 2017

Con apixaban minor rischio di ictus nei pazienti con fibrillazione atriale in attesa della cardioversione. Studio EMANATE

I pazienti con fibrillazione atriale non valvolare trattati con l'anticoagulante orale apixaban prima della cardioversione programmata sembrano avere un rischio di ictus minore rispetto a quelli trattati con la terapia standard, cioè warfarin ed epar[...]

Domenica 23 Luglio 2017

Fibrillazione atriale, sempre più diffuso l'uso dei NOAC nella cardioversione elettrica

L'uso dei nuovi anticoagulanti orali (NOAC) nella cardioversione elettrica è aumentato significativamente nel corso del periodo di uno studio condotto in un ospedale australiano e nell'esperienza clinica stessa degli operatori dell'istituto. Questi f[...]

Sabato 1 Luglio 2017

Prevenzione ictale in caso di AF con un solo fattore di rischio: conferme per i NOAC

Uno studio danese di coorte nazionale su pazienti affetti da fibrillazione atriale (AF) e con un solo fattore di rischio per ictus non correlato al genere non mostra alcuna differenza tra nuovi anticoagulanti orali (NOAC) e warfarin nella prevenzione[...]

Domenica 18 Giugno 2017

Prescrizioni Noac non sempre adeguate alle necessità nel paziente

Nella pratica clinica routinaria le dosi prescritte degli anticoagulanti orali non antagonisti della vitamina K, Noac, per la fibrillazione atriale nei pazienti con concomitante disfunzione renale sono spesso incoerenti con le dosi necessarie al pazi[...]

Sabato 20 Maggio 2017

AF e rischio ictale, incremento dei candidati alla terapia anticoagulante orale con l'introduzione del punteggio CHA2DS2-VASc

L'adozione del punteggio CHA2-DS2-VASc - raccomandata dalle linee guida emanate consensualmente dalle principali società scientifiche cardiologiche USA nel 2014 - porta a riclassificare il 64,5% dei pazienti con fibrillazione atriale (AF) con bassi p[...]

Mercoledi 10 Maggio 2017

Apixaban riduce l'emorragia intracranica più del warfarin

I pazienti con fibrillazione atriale mostrano un rischio sostanzialmente ridotto di sanguinamento cerebrale quando assumono il nuovo anticoagulante apixaban, rispetto a quelli che assumono warfarin. Sono le conclusioni di un nuovo studio pubblicato s[...]

Martedi 21 Marzo 2017

Digossina, possibile aumento del rischio di mortalità nei pazienti con fibrillazione atriale

I pazienti con fibrillazione atriale in terapia con digossina per il controllo dei sintomi della malattia presentano un rischio maggiore di decesso, anche quando non hanno ricevuto una diagnosi di scompenso cardiaco, rispetto ai soggetti non in terap[...]

Domenica 12 Marzo 2017

Highlights del Congresso STROKE 2017

A Napoli dal 1 al 3 marzo 2017 si è svolta la quarta edizione del Congresso Nazionale sull'ictus Cerebrale "Stroke2017". Gli argomenti trattati hanno riguardato la prevenzione, la cura dell'ictus cerebrale e delle sue conseguenze, cercando di dare pa[...]

Domenica 19 Febbraio 2017

Fibrillazione atriale, nella prevenzione dell'ictus l'adozione dei NOAC supera quella dei VKA

Un nuovo studio, pubblicato sul “Journal of American College of Cardiology” suggerisce che i nuovi anticoagulanti orali (NOAC) hanno superato gli antagonisti della vitamina K (VKA) nel trattamento della fibrillazione atriale (AF) di nuova diagnosi, a[...]

Domenica 12 Febbraio 2017

Ricovero per danno epatico in pazienti con AF dopo trattamento con un anticoagulante orale, preoccupazioni dissipate relativamente ai NOAC

Uno studio apparso online su “Heart” ha valutato il rischio di ospedalizzazione per danno epatico in pazienti con fibrillazione atriale (AF) non valvolare dopo inizio di terapia anticoagulante con NOAC (nuovi anticoagulanti orali) o warfarin. I sogge[...]

Sabato 11 Febbraio 2017

Pazienti con AF dopo TAVI più sicuri se trattati con apixaban che non con antagonisti della vit.K

Un nuovo studio dimostra che i pazienti con fibrillazione atriale (AF) sottoposti a sostituzione transcatetere della valvola aortica (TAVI) sono a più alto rischio di outcomes avversi, incluso il decesso, rispetto ai pazienti in ritmo sinusale. Peral[...]

Venerdi 10 Febbraio 2017

Rivaroxaban efficace per coronaropatia e arteriopatia periferica, conferma dallo studio COMPASS

Un regime antitrombotico contenente rivaroxaban ha dato risultati significativamente superiori alla sola aspirina nella prevenzione di eventi avversi cardiaci maggiori (MACE), tra cui morte cardiovascolare, infarto del miocardio e ictus in pazienti c[...]

Sabato 4 Febbraio 2017

AF, NOAC preferibili al warfarin nei pazienti con malattia renale cronica in stadio I, II e III

Nei pazienti affetti da malattia renale cronica (CKD) e fibrillazione atriale (AF) - e per questo a elevato rischio sia di ictus ischemico sia di sanguinamento maggiore - l'impiego dei nuovi anticoagulanti orali (NOAC) può essere una valida opzione a[...]

Domenica 29 Gennaio 2017

NOAC in AF: dosi inferiori a quelle convenzionali, secondo uno studio osservazionale italiano, predittive di sospensione permanente

La sospensione dei nuovi anticoagulanti orali (NOAC) nei pazienti con fibrillazione atriale (AF) non valvolare (NVAF) appare relativamente comune e si manifesta più spesso nei primi 6 mesi dopo la prescrizione. Inoltre, i pazienti trattati con dosi r[...]

Venerdi 27 Gennaio 2017

Apixaban rispetto a un VKA migliora gli outcomes post-TAVI in pazienti con fibrillazione atriale

I pazienti con fibrillazione atriale (AF) sottoposti a sostituzione transcatetere della valvola aortica (TAVI) sono a più alto rischio di outcomes avversi (incluso il decesso) rispetto a soggetti in normale ritmo sinusale. Peraltro i pazienti con AF [...]

Sabato 14 Gennaio 2017

Anche se più “comodi” del warfarin, anche per i NOAC la dose va gestita in modo sartoriale

Nonostante gli anticoagulanti orali non antagonisti della vitamina K (ossia i NOAC) offrano una prevenzione sicura ed efficace nei confronti dell'ictus ischemico o dell'embolia sistemica nei pazienti con fibrillazione atriale (AF) e presentino una ge[...]

Venerdi 13 Gennaio 2017

Nuovi anticoagulanti orali, maggiore appropriatezza prescrittiva garantirebbe benefici anche al SSN

Nonostante siano clinicamente efficaci, maneggevoli e abbiano un buon profilo di sicurezza, i nuovi anticoagulanti orali (NAO) per il trattamento dei pazienti affetti da fibrillazione atriale, sono ancora un'alternativa terapeutica sottoutilizzata in[...]

Domenica 18 Dicembre 2016

Profilassi ictale in pazienti AF: con i NOAC meno emorragie intracraniche rispetto al warfarin. Conferma real world dai registri danesi

I nuovi anticoagulanti orali non-antagonisti della vitamina K (NOACs) sono ampiamente usati come profilassi dell'ictus nella fibrillazione atriale non valvolare (AF) ma i dati comparativi sono scarsi. Uno studio danese, basato su registri a livello n[...]

Domenica 4 Dicembre 2016

Prevenzione ictale nella fibrillazione atriale, confronto tra 5 anticoagulanti orali mediante metanalisi network

Una meta-analisi network, i cui risultati sono stati pubblicati on-line, sull'American Journal of Cardiology, ha messo a confronto l'efficacia preventiva di 5 trattamenti anticoagulanti (warfarin e 4 nuovi anticoagulanti orali diretti [NOAC]) impiega[...]

Domenica 20 Novembre 2016

Con rivaroxaban i NOAC fanno il loro ingresso nell'anticoagulazione post-PCI con stenting

Un nuovo studio in aperto, denominato PIONEER AF-PCI, presentato a New Orleans durante il Congresso 2016 dell'American Heart Association (AHA) e pubblicato on-line sul “New England Journal of Medicine” e su “Circulation” (per gli aspetti di economia [...]

Mercoledi 19 Ottobre 2016

Ictus, nella real life meno sanguinamenti maggiori con dabigatran rispetto a rivaroxaban

Un vasto studio osservazionale condotto da ricercatori dell'Fda ha riscontrato che dabigatran (150 mg due volte/die) è risultato associato a minori percentuali di sanguinamento intracranico e sanguinamento maggiore extracranico, tra cui il sanguiname[...]

Mercoledi 12 Ottobre 2016

NAO in AF non valvolare, meno emorragie intracraniche rispetto a warfarin: dati USA real-world

Nella prevenzione dell'ictus in pazienti con fibrillazione atriale non valvolare (NVAF), con i NAO (nuovi anticoagulanti orali diretti) si ha un minor numero di emorragie intracraniche (ICH) rispetto a warfarin. È quanto emerge da uno studio statunit[...]

Sabato 10 Settembre 2016

Fibrillazione atriale, apixaban efficace e sicuro anche in caso di riduzione della funzione renale

Pubblicata su JAMA Cardiology, una sottoanalisi dello studio ARISTOTLE fornisce rassicurazione per i pazienti con fibrillazione atriale (AF) e disfunzione renale, ma fa anche sorgere qualche quesito su come agli anticoagulanti orali diretti (NAOC) de[...]

Giovedi 18 Agosto 2016

Fda

Fda nega l'ok all'antidoto agli anticoagulanti che agiscono sul fattore Xa

Portola Pharmaceuticals ha annunciato di aver ricevuto una lettera di risposta completa (CRL) dall'Fda per quanto riguarda la sua Biologics License Application (BLA) per AndexXa (andexanet alfa). In sostanza, almeno per ora, l'agenzia americana ha ne[...]

Fibrillazione atriale, apixaban efficace e sicuro nonostante il declino della funzione renale

Una sottoanalisi dello studio ARISTOTELE fornisce rassicurazioni per i pazienti con fibrillazione atriale (FA) e disfunzione renale, ma solleva questioni su come i farmaci anticoagulanti orali ad azione diretta possano essere monitorati nella FA. Lo [...]

Sabato 2 Luglio 2016

Emorragia intracranica in pazienti scoagulati, più rischio per i trattati con warfarin che con NOAC

Da una casistica pubblicata online sull’American Journal of Cardiology emerge che, nell’ambito di pazienti con fibrillazione atriale non valvolare (NVAF) ricoverati per emorragia intracerebrale (ICH), quelli in terapia con anticoagulanti orali non an[...]

Domenica 20 Marzo 2016

Nuovi anticoagulanti orali, la sfida è il miglioramento dell’aderenza del paziente al trattamento

In base ai dati di un ampio database di un ente assicurativo americano, risulta che l'aderenza all’anticoagulazione, nella pratica clinica, sia subottimale. Può però essere migliorata, rispetto al warfarin, dai nuovi anticoagulanti orali (NAO). In og[...]

Lunedi 22 Febbraio 2016

Quale approccio al rischio di sanguinamento da anticoagulanti orali? La risposta di ARISTOTLE

Nei pazienti con fibrillazione atriale (AF) non valvolare trattati con anticoagulanti orali e arruolati nel trial ARISTOTLE, la migliore efficacia complessiva e la sicurezza di apixaban rispetto a warfarin sembra applicarsi in linea di massima ai paz[...]

Domenica 17 Gennaio 2016

Si ricorda ai prescrittori di anticoagulanti orali diretti di considerare la variabilità interindividuale

Uno studio condotto in quattro Centri Trombosi italiani – pubblicato su Thrombosis Research – conferma un significativo grado di variabilità inter-individuale degli anticoagulanti orali diretti (DOAC) che non può trovare spiegazione con il tasso di c[...]

Lunedi 7 Dicembre 2015

Prevenzione dell'ictus da fibrillazione atriale: il paziente guida la scelta tra NOAC e Watchman

Secondo uno studio pubblicato online sull'International Journal of Cardiology, nella profilassi dell'ictus ischemico in pazienti con fibrillazione atriale (AF) la terapia con nuovi anticoagulanti orali (NOAC) è risultata superiore al warfarin sotto m[...]

Domenica 29 Novembre 2015

Andexanet alfa, antidoto anti-Xa efficace anche in pazienti più anziani e in infusione post-bolo

Il nuovo antidoto andexanet alfa può immediatamente invertire l'effetto anticoagulante di rivaroxaban, inibitore del fattore Xa, nei pazienti più anziani e proseguire la sua azione attraverso l'uso di un bolo e di un’infusione continua. È quanto emer[...]

Martedi 17 Novembre 2015

Andexanet alfa efficace come antidoto a rivaroxaban e apixaban

Sul New England Journal of Medicine sono stati pubblicati i risultati di uno studi che ha dimostrato l'efficacia di andexanet alfa come antidoto alla terapia anticoagulante con apixaban e rivaroxaban. Gli studi sono stati presentati anche in occasion[...]

Domenica 15 Novembre 2015

Nonostante le linee guida trombolisi con alteplase effettuabile nei pazienti in terapia con NOAC

Con il crescente uso dei nuovi anticoagulanti orali (NOAC), la somministrazione endovenosa di attivatore tissutale del plasminogeno (IV-tPA) nei pazienti con ictus ischemico acuto (AIS) può essere un dilemma a causa del maggiore rischio di trasformaz[...]