NEWS

Domenica 10 Febbraio 2019

PCI per STEMI, effetti benefici non piastrinici di ticagrelor su perfusione miocardica, con riduzione dei MACE

Nei pazienti con infarto miocardico con sopraslivellamento del tratto ST (STEMI) sottoposti a intervento coronarico percutaneo primario (pPCI), ticagrelor - rispetto a clopidogrel - migliora la perfusione del miocardio e la frazione di eiezione ventr[...]

Domenica 9 Dicembre 2018

DAPT con prasugrel, identificati prevalenza e predittori di reattività piastrinica ad alto rischio da ricercatori di Novara

Nei pazienti sottoposti a intervento coronarico percutaneo (PCI) per sindrome coronarica acuta (ACS) e poi trattati con doppia terapia antipiastrinica (DAPT) con prasugrel, si osserva una reattività piastrinica ad alto rischio (HRPR) in circa il 10% [...]

Sabato 4 Febbraio 2017

Una soluzione pratica al problema dell'elevata reattività piastrinica nel giorno dello stenting coronarico: lo shift alla tienopiridina alternativa

Il problema dell'alta reattività piastrinica (HTPR) è superabile il giorno dell'intervento coronarico percutaneo (PCI) nei pazienti con o senza precedente terapia tienopiridinica di mantenimento mediante l'identificazione dei soggetti con HTPR - defi[...]

Domenica 8 Novembre 2015

Avviso dalla ricerca piemontese: cosomministrazione di rosuvastatina e clopidogrel da evitare

Tra i pazienti trattati con doppia antiaggregazione antipiastrinica (DAPT), rosuvastatina - ma non atorvastatina- risulta associata a un aumentato tasso di elevata attività residua in trattamento (HRPR) per clopidogrel, senza alcuna influenza sull'ef[...]

Sabato 3 Ottobre 2015

DAPT, un alto BMI incide sulla reattività piastrinica nei trattati con clopidogrel, non con ticagrelor o ASA

Uno studio italiano, pubblicato online sul Journal of Cardiovascular Pharmacology, dimostra che tra i pazienti trattati con doppia terapia antipiastrinica (DAPT) per malattia coronarica, un indice di massa corporea (BMI) superiore è correlato a una m[...]

Giovedi 16 Luglio 2015

Alta reattività piastrinica post-PCI, elevata dose di mantenimento di clopidogrel efficace e sicura

Un’elevata dose di mantenimento (MD) di clopidogrel può costituire un trattamento maneggevole e prontamente disponibile per ridurre il rischio di eventi cardiovascolari (CV) recidivanti in pazienti con elevata reattività piastrinica in corso di tratt[...]

Sabato 6 Giugno 2015

“Coiling” per aneurisma non rotto con HTPR: tromboembolie ridotte da mix antiaggregante modificato

Una preparazione antiaggregante modificata per i pazienti con iperreattività piastrinica in corso di trattamento (HTPR), rispetto alla preparazione antipiastrinica standard, riduce il tasso di eventi tromboembolici nel trattamento endovascolare trami[...]

Domenica 17 Maggio 2015

Stent, anche ticagrelor può avere alta reattività piastrinica residua. Identificati i fattori predittivi

Uno studio italiano – pubblicato online su Vascular Pharmacology - dimostra che, nei pazienti con sindrome coronarica acuta (ACS) sottoposti a impianto di stent, la presenza di elevata reattività piastrinica residua (HRPR) in corso di trattamento co[...]

Sabato 9 Maggio 2015

Nessun influsso di esomeprazolo e del genotipo CYP2C19 su reattività piastrinica nella DAPT

Nei pazienti coronaropatici in doppia terapia antipiastrinica (DAPT) l’uso concomitante di esomeprazolo e clopidogrel non è associato a una ridotta efficacia antipiastrinica della tienopiridina o a un aumentato rischio di eventi cardiovascolari, indi[...]

Mercoledi 23 Aprile 2014

Doppia terapia antipiastrinica neuroprotettiva post-ictus da aterosclerosi dei grandi vasi

Uno studio cinese apparso online sul Journal of Stroke & Cerebrovascular Diseases dimostra che, nei pazienti colpiti da ictus acuto da aterosclerosi dei grandi vasi (AGV), il trattamento con clopidogrel e acido acetilsalicilico (ASA) per 1 mese deter[...]

Domenica 27 Ottobre 2013

Chiarito il ruolo del PPAR nell’attività antitrombotica di nifedipina

Sul Journal of Hypertension, uno studio condotto a Taiwan dimostra per la prima volta i meccanismi biomolecolari attraverso i quali la nifedipina svolge anche un’attività antipiastrinica, evidenziando soprattutto il coinvolgimento dei recettori attiv[...]

Venerdi 30 Novembre 2012

Nuove linee guida Usa per la cardiopatia ischemica, forte accento sulla terapia medica

Le modificazioni dello stile di vita e la terapia medica dovrebbero rappresentare il perno della gestione della cardiopatia ischemica stabile (IHD) nella maggior parte dei pazienti. Obiettivo principale: ridurre il rischio di morte cardiovascolare pr[...]