NEWS

Sabato 9 Marzo 2019

Cancro al seno triplo negativo, Fda approva atezolizumab, prima immunoterapia ad avere il via libera

L’Fda ha dato il via libera ad atezolizumab per la somministrazione insieme alla chemioterapia con nab paclitaxel per trattare il cancro al seno inoperabile, localmente avanzato o metastatico triplo-negativo (TNBC) nelle donne i cui tumori esprimono [...]

Mercoledi 6 Marzo 2019

Carcinoma mammario triplo negativo metastatico, speranze di cura grazie a sacituzumab govitecan, nuovo farmaco intelligente

Nelle donne con carcinoma mammario triplo negativo metastatico, il nuovo "farmaco intelligente" sacituzumab govitecan ha mostrato una riduzione significativa del tumore, una forma che finora ha potuto beneficiare di limitate opzioni di trattamento. S[...]

Domenica 3 Marzo 2019

Diabete di tipo 2 legato al rischio di cancro al seno più avanzato e aggressivo

Le donne affette da diabete sembrano avere maggiori probabilità di ricevere una diagnosi di una forma di cancro al seno più avanzata e difficile da trattare rispetto a quelle non diabetiche, mentre l’uso di insulina non sembra influenzare le caratter[...]

Martedi 13 Novembre 2018

Cancro al seno triplo negativo, atezolizumab migliora la sopravvivenza nelle pazienti PD-L1 positive. #ESMO2018

Per la prima volta un farmaco immunoterapico mostra un chiaro beneficio nel cancro al seno e la cosa più importante è che questo vantaggio si ottiene nella forma più difficile da trattare, il cancro al seno triplo negativo, che non risponde alla tera[...]

Martedi 30 Ottobre 2018

Cancro al seno, quale impatto della terapia antitumorale sulla fertilità e sul desiderio di maternità? #ESMO18

Uno dei principali problemi che devono affrontare le donne giovani sottoposte alla chemioterapia per un cancro al seno è l'impatto del trattamento sul desiderio di avere figli e sulla fertilità. Attualmente, sono in corso molti studi per valutare l'u[...]

Sabato 20 Ottobre 2018

Atezolizumab promettente per il cancro al seno triplo negativo metastatico

L’anticorpo monoclonale anti-PD-L1 atezolizumab è risultato sicuro e ben tollerato, e ha dimostrato di fornire un beneficio clinico duraturo in pazienti con un carcinoma mammario triplo negativo metastatico, in uno studio multicentrico di fase 1 usci[...]

Martedi 16 Ottobre 2018

Fda

Cancro al seno metastatico, Fda approva talazoparib, nuovo PARP inibitore

L’Fda ha approvato il PARP inibitore talazoparib per le pazienti con carcinoma mammario metastatico con una mutazione BRCA ereditaria. Il farmaco è il quarto esponente della classe dei PARP inibitori.

Mercoledi 5 Settembre 2018

Cancro al seno avanzato BRCA+, monoterapia con talazoparib migliora gli outcome

L'inibitore di PARP talazoparib (sviluppato da Pfizer) prolunga in modo significativo la sopravvivenza libera da progressione (PFS) nelle pazienti con un carcinoma mammario avanzato BCRA-positivo (BRCA+) rispetto alla monochemioterapia standard e mig[...]

Domenica 10 Giugno 2018

Ema

Cancro al seno, Ema e Fda valuteranno talazoparib, nuovo PARP inibitore di Pfizer

L'Fda ha concesso la revisione prioritaria (“priority review”) alla domanda di registrazione per l'approvazione di talazoparib per le pazienti con carcinoma mammario metastatico con una mutazione BRCA ereditaria. Grazie all'accorciamento dei tempi p[...]

Giovedi 7 Giugno 2018

Combinazione niraparib/pembrolizumab attiva nel ca al seno triplo negativo. #ASCO2018

La metà delle pazienti con tumore al seno metastatico triplo negativo ha ottenuto il controllo della malattia a seguito di un trattamento costituito dalla combinazione di un PARP inibitore e un anti PD-1 in uno studio prospettico preliminare presenta[...]

Lunedi 4 Giugno 2018

Ca al seno triplo negativo, ipatasertib migliora la sopravvivenza globale. #ASCO2018

L'aggiunta di ipatasertib a paclitaxel in prima linea ha migliorato la sopravvivenza generale (OS) in donne con tumore al seno triplo negativo (TNBC) localmente avanzato o metastatico nello studio randomizzato di fase II LOTUS, presentato al convegno[...]

Giovedi 31 Maggio 2018

Ca al seno HER2+, il recettore AXL possibile nuovo target per ridurre le metastasi

L'espressione di AXL, un membro della famiglia dei recettori tirosin-chinasici TAM, è associata ad outcome sfavorevoli nelle pazienti con un carcinoma mammario HER2-positivo (HER2+). Lo evidenzia uno studio di ricercatori canadesi pubblicato di recen[...]

Venerdi 18 Maggio 2018

Ca al seno avanzato con BRCA mutato, talazoparib riduce il rischio di progressione della malattia

L’inibitore della poli-ADP-ribosio polimerasi PARP sperimentale talazoparib riduce il rischio di progressione della malattia o decesso del 46% rispetto alla chemioterapia in pazienti con carcinoma mammario avanzato BRCA-positivo. Questo il dato princ[...]

Venerdi 11 Maggio 2018

Ca al seno triplo negativo metastatico, biopsia liquida può predire la sopravvivenza

La biopsia liquida potrebbe essere utile per prevere gli outcome di sopravvivenza tra le pazienti con carcinoma mammario triplo negativo metastatico. Lo suggeriscono i dati di uno studio retrospettivo pubblicato di recente sul Journal of Clinical Onc[...]

Giovedi 19 Aprile 2018

Carcinoma mammario BRCA +: presentati all’AACR i dati aggiornati sulla sopravvivenza complessiva con olaparib

Al meeting Annuale dell’American Association for Cancer Research (AACR) è stato presentato il dato di sopravvivenza globale (OS) dello studio di fase III OlympiAD, che vede l’utilizzo di olaparib nelle pazienti con carcinoma mammario metastatico BRCA[...]

Sabato 31 Marzo 2018

Ca al seno triplo negativo, carboplatino utile nella chemioneoadiuvante

Il carboplatino dovrebbe essere considerato come un potenziale componente della chemioterapia neoadiuvante per le donne che hanno un carcinoma mammario triplo negativo ad alto rischio, indipendentemente dallo stato mutazionale dei geni BRCA 1/2. A su[...]

Sabato 17 Febbraio 2018

Ca al seno triplo negativo AR+, dati promettenti con enzalutamide

L'anti-androgeno enzalutamide ha mostrato i primi segni di efficacia in pazienti con un carcinoma mammario triplo negativo (TNBC), ma positivo per il recettore degli androgeni (AR+), nello studio di fase II MDV3100-11, appena pubblicato online sul Jo[...]

Giovedi 1 Febbraio 2018

Ca al seno a esordio giovanile, le mutazioni di BRCA non influenzano la sopravvivenza

Nelle donne con un carcinoma mammario esordito in giovane età, l’essere portatrici di una mutazione di BRCA non sembra avere un impatto significativo sulla sopravvivenza. A indicarlo sono i risultati dello studio multicentrico inglese POSH (Prospecti[...]

Giovedi 22 Giugno 2017

ASCO 2017: immunoterapia in vista per il mesotelioma ricaduto, primi dati molto promettenti

L’Immunoterapia potrebbe rappresentare un nuovo approccio efficace per i pazienti affetti da mesotelioma ricaduto. Infatti, nello studio multicentrico francese di fase II IFCT-1501 MAPS2, presentato a Chicago al congresso dell’American Society of Cli[...]

Sabato 17 Giugno 2017

ASCO 2017: Ca al seno BRCA+, olaparib allontana la progressione, possibile nuovo standard

L'inibitore di PARP olaparib ha prolungato in modo significativo la sopravvivenza libera da progressione (PFS) e ridotto del 42% il rischio di progressione della malattia rispetto alla chemioterapia standard nelle pazienti con carcinoma mammario BRCA[...]

Martedi 13 Giugno 2017

ASCO 2017: ca al seno triplo negativo, ipatasertib allontana la progressione, ma di poco

L'aggiunta di ipatasertib a paclitaxel in prima linea ha migliorato "in modo modesto" la sopravvivenza libera da progressione (PFS) in donne con tumore al seno triplo negativo (TNBC) nello studio randomizzato di fase II LOTUS, da poco presentato al c[...]

Venerdi 28 Aprile 2017

Ca al seno triplo negativo, atezolizumab migliora la sopravvivenza

Il trattamento con l'anti-PD-L1 atezolizumab ha prodotto un beneficio clinico duraturo in pazienti con un cancro al seno triplo negativo metastatico che hanno risposto al trattamento, in uno studio di fase I presentato da poco a Washington al congres[...]

Sabato 4 Febbraio 2017

SABCS 2016, ca al seno triplo negativo, promettente la combinazione pembrolizumab/eribulina

La combinazione dell’anti-PD-1 pembrolizumab ed eribulina si è dimostrata promettente, portando a una percentuale di risposta obiettiva (ORR) del 33,3%, per le donne con un cancro al seno triplo negativo (TNBC) metastatico sia non trattate sia già tr[...]

Mercoledi 21 Dicembre 2016

Ca al seno con BRCA mutato, aggiunta di veliparib alla chemio aumenta la risposta

L'aggiunta del inibitore di PARP veliparib alla chemioterapia con carboplatino e paclitaxel ha aumentato in modo significativo le percentuali di risposta in donne con carcinoma mammario con mutazioni di BRCA1 o BRCA2, recidivato localmente o metastat[...]

Giovedi 6 Ottobre 2016

Ca al seno triplo negativo, promettente la combinazione chemioterapia più bevacizumab

Una regime a tre farmaci costituito da paclitaxel, capecitabina e bevacizumab, seguito da una terapia di mantenimento con gli ultimi due agenti, ha mostrato un’attività elevata e un profilo di sicurezza ragionevole nelle donne affette da un tumore al[...]

Ca al seno triplo negativo, risposta promettente con la combinazione veliparib-carboplatino

L'aggiunta di veliparib-carboplatino alla chemioterapia standard sembra migliorare la percentuale di risposta patologica completa nelle donne con un cancro al seno triplo negativo, stando ad alcuni risultati dello studio multicentrico di fase 2 I-SPY[...]

Lunedi 22 Agosto 2016

Pfizer fa sua Medivation, affare da $14 miliardi

Pfizer ha siglato un accordo definitivo del valore di $14miliardi per acquisire la biotech americana Medivation. Con questo enorme esborso, il gigante americano entra in possesso di Xtandi il farmaco numero uno al mondo nella terapia del cancro dell[...]

Martedi 12 Luglio 2016

Biopsia liquida, efficacia simile a quella della biopsia tradizionale

La biopsia liquida ha permesso di identificare alterazioni genomiche in pazienti con tumori solidi avanzati con una percentuale di successo simile a quella della biopsia tumorale tradizionale, stando ai dati di un ampio studio (il più ampio eseguito [...]

Mercoledi 25 Maggio 2016

Pembrolizumab promettente nel ca al seno triplo negativo avanzato

L'inibitore di PD-1 pembrolizumab ha mostrato di possedere un'attività antitumorale e un profilo di tossicità accettabile in monoterapia in un gruppo di pazienti con un cancro al seno triplo negativo avanzato, pesantemente pretrattate, in uno studio [...]

Martedi 19 Aprile 2016

Tumore al seno in fase iniziale, palbociclib evidenzia elevata attività antiproliferativa

Al meeting annuale dell'American Association for Cancer Research di New Orleans sono stati presentati i risultati di uno studio in cui palbociclib, farmaco orale e che agisce come inibitore delle chinasi ciclina-dipendenti (CDK) 4 e 6, ha ridotto l'i[...]

Mercoledi 24 Febbraio 2016

Ca al seno ER+/HER2-, pembrolizumab promettente nelle pazienti PD-L1–positive

L'inibitore del checkpoint immunitario PD-1/PD-L1 pembrolizumab sembra essere sicuro e moderatamente attivo nelle donne con un carcinoma mammario avanzato con recettori per gli estrogeni (ER) positivi ed HER2-negativo che esprime il ligando della pro[...]

Venerdi 22 Gennaio 2016

Ca al seno triplo negativo, promettente la combinazione atezolizumab/nab-paclitaxel

Sembra promettere bene la combinazione dell’anticorpo anti-PD-L1 atezolizumab (MPDL3280A) con nab-paclitaxel per il trattamento del cancro al seno triplo negativo metastatico. In uno studio di fase Ib presentato all’ultimo San Antonio Breast Cancer S[...]

Martedi 19 Gennaio 2016

Ca al seno, chemio neoadiuvante: BRCA mutato predittivo di beneficio ma non molto prognostico

Nelle pazienti con un carcinoma mammario triplo negativo, la presenza di una mutazione nei geni BRCA1 e BRCA2 sembra essere utile per individuare coloro che potranno beneficiare della chemioterapia neoadiuvante, ma non altrettanto utile per stimare l[...]

Giovedi 26 Novembre 2015

Ca al seno, bevacizumab neoadiuvante utile per alcune pazienti

Nella pazienti con un carcinoma mammario, il trattamento preoperatorio con l'anticorpo monoclonale anti-VEGF bevacizumab potrebbe essere di beneficio prevalentemente nei casi con una vascolarizzazione tumorale più estesa e più fitta.

Mercoledi 25 Novembre 2015

Ca al seno triplo negativo altamente pretrattato, promettente sacituzumab govitecan

Sacituzumab govitecan, un nuovo anticorpo coniugato con il metabolita attivo di irinotecan, si è associato a una buona percentuale di risposta complessiva nelle pazienti con un cancro al seno triplo negativo pesantemente pretrattate, con minori tossi[...]

Martedi 27 Ottobre 2015

IMMU-32, nuovo coniugato anticorpo-farmaco promettente nel ca al polmone metastatico già trattato

I risultati di uno studio di fase I/II presentato in occasione della recente World Conference on Lung Cancer (WCLC) a Denver, in Colorado, mostrano che in pazienti con un cancro del polmone non a piccole cellule (NSCLC) o a piccole cellule (SCLC) met[...]

Martedi 29 Settembre 2015

Ca al seno triplo negativo, enzalutamide allunga la vita nelle pazienti AR+

Un'analisi esplorativa aggiornata dello studio di fase II MDV3100–11, su un gruppo di pazienti colpite da un cancro al seno triplo negativo avanzato e trattate con l'antiandrogeno enzalutamide, mostra che le donne risultate positive a un nuovo test d[...]

Sabato 11 Luglio 2015

Ca al seno, risposta al carboplatino più probabile se c’è deficit di ricombinazione omologa

Il deficit di ricombinazione omologa sembra essere un biomarker predittivo di beneficio della chemioterapia neoadiuvante nelle donne con un carcinoma mammario triplo negativo. A suggerirlo sono dati dello studio GeparSixto (un trial randomizzato di f[...]

Venerdi 5 Giugno 2015

Enzalutamide offre una speranza contro il ca al seno triplo negativo

L'antiandrogeno enzalutamide, attualmente approvato per il trattamento del cancro alla prostata, potrebbe rivelarsi utile anche per alcune donne con un cancro al seno triplo negativo.

Martedi 28 Aprile 2015

Risultati positivi per anti PD-1 MPDL3280A nel Ca mammario triplo negativo

I risultati di una nuova analisi di uno studio di fase I condotto in pazienti con tumore della mammella triplo negativo metastatico hanno mostrato che il farmaco sperimentale anti PD-1 messo a punto da Genentech, società controllata da Roche, noto pe[...]

Ca mammario e ovarico, bene la combinazione di olaparib e inibitore di PI3K

La combinazione del PARP inibitore olaparib e dell'inibitore di PI3K conosciuto con la sigla BKM120 ha dimostrato un'attività clinica nelle donne con carcinoma della mammella triplo negativo e tumore ovarico di grado severo, in uno studio di fase I p[...]

Lunedi 20 Aprile 2015

Ca al seno triplo negativo iniziale, aggiunta di iniparib alla chemio efficace in fase II

L'aggiunta dell'inibitore di PARP iniparib alla doppietta gemcitabina-carboplatino si è dimostrata attiva ed efficace come terapia neoadiuvante per le donne con un carcinoma mammario triplo negativo e portatrici di mutazioni dei geni BRCA 1 e 2 in un[...]

Giovedi 16 Aprile 2015

Ca al seno triplo negativo, doppietta cisplatino-gemcitabina migliora gli outcome

Le pazienti con un carcinoma mammario triplo negativo metastatico trattate con la doppietta cisplatino più gemcitabina ottengono risultati migliori in termini di sopravvivenza libera da progressione (PFS) rispetto a quelle trattate con paclitaxel pi[...]

Mercoledi 8 Aprile 2015

Ca endometriale, cediranib in monoterapia bene in fase II

L'inibitore dell'angiogenesi cediranib ha dimostrato un'attività accettabile e un profilo di sicurezza accettabile come monoterapia per le pazienti con un tumore endometriale persistente o recidivato in uno studio di fase II presentato di recente a C[...]

Martedi 31 Marzo 2015

Immunoterapie antitumorali, facciamo il punto

Le recenti approvazioni da parte della Food and Drug Administration (Fda) di pembrolizumab e nivolumab hanno dato impulso a numerosi programmi di sviluppo e ampliamento dell'uso delle immunoterapie antitumorali.

Domenica 22 Febbraio 2015

Cancro al seno triplo negativo, cambiamenti e novità all'orizzonte

Il cancro al seno triplo negativo è una delle forme più aggressive e difficili da trattare di tumore alla mammella. Lo scenario terapeutico, tuttavia è in evoluzione. Al recente congresso di San Antonio, il San Antonio Breast Cancer Symposium (SABCS)[...]

Sabato 31 Gennaio 2015

Ca al seno HER2+, linfociti infiltranti possibile biomerker per scegliere la terapia

Il livello di linfociti infiltranti il tumore (TIL) stromali può influire su quale sia trattamento più efficace nelle donne con un tumore al seno HER2-positivo, stando ai dati di uno studio presentato di recente al San Antonio Breast Cancer Symposium[...]

Ca al seno triplo negativo avanzato, risposte durature con pembrolizumab

L’anticorpo monoclonale anti PD-1/PD-L1 pembrolizumab inizia a far parlare di sé, con dati interessanti, anche come possibile trattamento per il cancro al seno. In occasione del recente San Antonio Breast Cancer Symposium (SABCS), è stato presentato [...]

Domenica 28 Dicembre 2014

Ca al seno, miglioramento della DFS con paclitaxel settimanale o docetaxel ogni 3 settimane

Le donne con un tumore alla mammella con linfonodi ascellari negativi o con linfonodi negativi ma ad alto rischio hanno mostrato un miglioramento della sopravvivenza libera da malattia (DFS) e un prolungamento marginale della sopravvivenza globale (O[...]

Mercoledi 17 Dicembre 2014

Ca al seno triplo negativo, difficile identificare fattori predittivi di risposta al carboplatino

Nelle donne con un cancro al seno triplo negativo, un profilo di espressione genica caratteristico del sottotipo simil-basale non può essere utilizzato per selezionare per la chemioterapia neoadiuvante. A suggerito sono risultati dello studio di fase[...]

Mercoledi 26 Novembre 2014

Ca al seno HER2+, neratinib pari a trastuzumab in prima linea, ma con meno metastasi cerebrali

In pazienti con un carcinoma mammario HER2-positivo recidivato localmente o metastatico, un trattamento di prima linea con il pan-inibitore delle tirosin chinasi neratinib (PB272) in combinazione con paclitaxel ha mostrato percentuali simili di rispo[...]

Mercoledi 22 Ottobre 2014

Ca al seno, linfociti infiltranti predittivi della risposta alla chemioneoadiuvante

Una quantità elevata di linfociti infiltranti il tumore (TIL) potrebbe essere un indicatore di risposta patologica completa (PCR) alla chemioterapia neoadiuvante nelle donne con un cancro al seno, soprattutto in quelle con un tumore triplo-negativo o[...]

Lunedi 29 Settembre 2014

ESMO 2014: pembrolizumab promettente nel ca gastrico e della vescica

Presentati al Congresso ESMO nuovi dati sull'uso di pembrolizumab nel tumore gastrico e della vescica in fase avanzata, che confermano la sua efficacia già dimostrata nel trattamento delle forme avanzate di melanoma e del tumore del polmone non a pic[...]

Mercoledi 24 Settembre 2014

Ca al seno iniziale, crioablazione più ipilimumab inducono una risposta immunitaria

In un piccolo studio presentato al recente Breast Cancer Symposium di San Francisco, la combinazione della crioablazione preoperatoria più un trattamento con ipilimumab ha portato a percentuali più alte di attivazione immunitaria sistemica rispetto a[...]

Sabato 20 Settembre 2014

Veliparib, attivo nei tumori con mutazioni di BRCA

Veliparib ha mostrato un’attività anti-tumorale paragonabile a quella di altri inibitori di PARP, ed è risultato sicuro e ben tollerato in pazienti con tumori con mutazioni di BRCA1 o BRCA2 in uno studio di fase 1 presentato al Breast Cancer Symposiu[...]

Martedi 2 Settembre 2014

Ca al seno, con mutazioni di PALB2 rischio simile a quello con mutazioni di BRCA

Le donne portatrici di una mutazione con perdita di funzione nel gene PALB2 sono esposte a un aumento del rischio di sviluppare il cancro al seno simile a quello conferito dalle mutazioni del ben più noto gene BRCA. A evidenziarlo è uno studio intern[...]

Sabato 28 Giugno 2014

Ca al seno, possibile beneficio della terapia anti-androgenica per il triplo negativo

Uno studio preclinico dello University of Colorado Cancer Center, presentato al congresso annuale dell’Endocrine Society, tenutosi a Chicago, dimostra che anche i tumori al seno tripli negativi che esprimono livelli molto bassi di recettore degli and[...]

Martedi 3 Giugno 2014

Carcinoma mammario in stadio avanzato, analisi aggregata di due studi di fase III indica che eribulina migliora la sopravvivenza

I dati di un'analisi aggregata presentata al 50mo congresso annuale dell'American Society of Clinical Oncology (ASCO) confermano ulteriormente che eribulina migliora la sopravvivenza globale (OS) di pazienti affette da carcinoma mammario in stadio av[...]

Venerdi 23 Maggio 2014

Ca al seno triplo negativo, linfociti infiltranti utili per prevedere la risposta alla chemio a base di platino

Nelle donne con un cancro al seno triplo-negativo, la presenza di linfociti infiltranti (sia stromali sia intratumorali) è predittiva della risposta alla chemioterapia a base di platino. A scoprirlo è stato un gruppo di ricercatori dell'Eastern Coope[...]

Martedi 13 Maggio 2014

Enzalutamide, da sola o in combinazione, promettente nel ca mammario avanzato

In uno studio di fase I presentato a Bruxelles durante i lavori di IMPAKT 2014, importante convegno annuale dedicato al cancro al seno, l'antiandrogeno enzalutamide, da solo o in combinazione con un inibitore dell'aromatasi (anastrozolo o letrozolo),[...]