236 news PER "carcinoma ovarico"


NEWS

Domenica 14 Aprile 2019

Cancro della vescica, Clovis interrompe trial di fase II su rucaparib per scarsa efficacia

Clovis Oncology ha reso noto di aver deciso di interrompere lo di Fase II ATLAS che veniva condotto per testare rucaparib in monoterapia nel cancro metastatico ricorrente della vescica. L'azienda ha detto che la decisione è stata presa sulla base di [...]

Mercoledi 10 Aprile 2019

Ema

Cancro mammario avanzato, approvazione europea per olaparib nelle forme BRCA mutate HER2 negative

Approvazione della Commissione europea per una nuova indicazione per olaparib la cui indicazioni sono state estese alle pazienti con tumore al seno che presentano la mutazione germinale dei geni di BRCA1/2 e negative al recettore HER-2 con una forma [...]

Mercoledi 3 Aprile 2019

Tumore del pancreas, mantenimento con rucaparib mostra risposte cliniche in un sottogruppo di pazienti # AACR 2019

Il trattamento di mantenimento con l'inibitore di PARP rucaparib è stato ben tollerato e ha fornito risposte cliniche tra i pazienti con carcinoma pancreatico avanzato BRCA mutato o PALB2 mutato sensibile alla chemioterapia a base di platino. E’ quan[...]

Domenica 24 Marzo 2019

Carcinoma ovarico e dell'endometrio: risposte favorevoli con lenvatinib e paclitaxel

Secondo quanto emerso da uno studio di fase I presentato nel corso del 50° SGO Annual Meeting, tenutosi il 16-19 marzo a Honolulu, Hawaii, Lenvatinib associato a paclitaxel è settimanale è risultato attivo in pazienti con carcinoma dell'endometrio re[...]

Venerdi 22 Marzo 2019

Carcinoma ovarico: risposta duratura con l’associazione pembrolizumab/bevacizumab

Secondo i risultati di uno studio in aperto di fase II effettuato su donne con carcinoma ovarico recidivante, l’impiego dell’associazione a base di pembrolizumab, bevacizumab e ciclofosfamide metronomica ha permesso di ottenere il controllo della mal[...]

Martedi 5 Marzo 2019

Tumore dell'ovaio, meno decessi grazie ai PARP inibitori ma troppo pochi test genetici BRCA

Il tumore dell'ovaio rappresenta la quinta causa di morte per cancro nelle donne 50-69enni in Italia, ma i decessi legati alla malattia diminuiscono: nel 2015 (ultimo anno disponibile) sono stati 3.186, nel 2013 ne erano stati registrati 3.302, con u[...]

Venerdi 1 Marzo 2019

Ema

Cancro mammario avanzato, parere positivo del Chmp per olaparib nelle forme BRCA mutate HER2 negative

Parere positivo del Chmp per una nuova indicazione per olaparib la cui approvazione è stata raccomandata per le pazienti con tumore al seno che presentano la mutazione germinale dei geni di BRCA1/2 e negative al recettore HER-2 con una forma di malat[...]

Lunedi 18 Febbraio 2019

Addio al marchio Medimmune, vittima della riorganizzazione di AstraZeneca

Dopo 30 anni di vita il marchio MedImmune cesserà di esistere. AstraZeneca ha deciso di ritirarlo come parte dei cambiamenti organizzativi intesi a rafforzare la propria attività di ricerca e sviluppo e gli sforzi commerciali.

Domenica 3 Febbraio 2019

Tumori testa e collo, gli antinfiammatori aumentano la sopravvivenza?

L'uso regolare di aspirina o di altri FANS risulta associato a una sopravvivenza notevolmente migliorata in un sottogruppo di pazienti con carcinoma a cellule squamose della testa e del collo (HNSCC) che presenta una particolare mutazione genetica. [...]

Giovedi 24 Gennaio 2019

Ema

Carcinoma ovarico recidivante, approvazione europea per la terapia di mantenimento con rucaparib

La Commissione europea ha approvato un’indicazione aggiuntiva per rucaparib quale monoterapia di mantenimento per il trattamento di pazienti affette da carcinoma ovarico epiteliale, cancro alle tube di Falloppio o tumore primitivo del peritoneo recid[...]

Domenica 20 Gennaio 2019

I 13 farmaci da tenere d'occhio nel 2019

Terapie geniche, CAR-T, Jak inibitori, proteine di fusione, nuovi farmaci anti-tumorali. Per malattie rare o con elevato 'unmet medical need'. Il 2019 potrebbe portare a disposizione dei pazienti diverse terapie innovative e vedrà rilasciati i risult[...]

Giovedi 17 Gennaio 2019

L'antiipertensivo losartan può migliorare il trattamento del carcinoma ovarico

Il farmaco losartan, un antagonista dei recettori dell'angiotensina II ampiamente utilizzato nel trattamento dell'ipertensione arteriosa essenziale, può migliorare l'efficacia degli agenti chemioterapici usati per trattare il cancro ovarico. Sono i r[...]

Sabato 15 Dicembre 2018

Ema

Carcinoma ovarico recidivante, il CHMP adotta un parere favorevole per la terapia di mantenimento con rucaparib

Il Comitato per i prodotti medicinali per usi umani dell’Agenzia europea preposta alla valutazione dei farmaci ha adottato un parere favorevole raccomandando un’indicazione aggiuntiva per rucaparib quale monoterapia di mantenimento per il trattamento[...]

Martedi 11 Dicembre 2018

Gravidanza e cancro, binomio possibile: il punto sulle tecniche per preservare la fertilità in un convegno a Milano

Ogni anno, in Italia, circa 5.000 donne under 40 sono colpite da tumore1 e si stima che il tasso di sopravvivenza a cinque anni sia intorno al 65% superando l’85% per alcune neoplasie come i linfomi e il cancro alla mammella, traguardi impensabili in[...]

Lunedi 3 Dicembre 2018

GlaxoSmithKline si rafforza in oncologia e compra Tesaro. Affare da $ 5,1 miliardi

GlaxoSmithKline torna a occuparsi di oncologia e ha formalizzato l'acquisizione della biotech americana Tesaro per $ 5,1 miliardi in contanti. Con questo accordo la multinazionale britannica fa suo il niraparib, un PARP-inibitore approvato per il tum[...]

Venerdi 30 Novembre 2018

Ca ovarico, screening ecografico migliora davvero la sopravvivenza?

I risultati di uno studio di screening iniziato più di 30 anni fa, da poco pubblicati su Obstetrics & Gynecology, evidenziano che lo screening ecografico di donne a rischio di carcinoma ovarico si è tradotto nell'identificazione della neoplasia in un[...]

Sabato 24 Novembre 2018

Carcinoma ovarico, bersaglio mancato per l’immunoterapia in uno studio di fase 3

Ancora un risultato deludente per l’immunoterapia nel carcinoma ovarico. Questa volta a mancare il bersaglio è l’anticorpo monoclonale anti-PD-L1 avelumab, che nello studio di fase 3 JAVELIN Ovarian 200, da solo o in associazione con doxorubicina lip[...]

Mercoledi 21 Novembre 2018

Tumore ovarico avanzato, risultati simili con chemio neoadiuvante oppure citoriduzione iniziale

Un'analisi aggregata di due studi randomizzati evidenzia che la chemioterapia neoadiuvante e la chirurgia citoriduttiva iniziale producono esiti simili nelle pazienti con carcinoma ovarico avanzato, anche se quelle con malattia in stadio IV vanno meg[...]

Martedi 13 Novembre 2018

Nuova era nella cura del tumore ovarico avanzato, mantenimento con olaparib ritarda di 3 anni la progressione. #ESMO18

Se nelle scorse due edizioni del congresso della European Society for Medical Oncology (ESMO) a far la parte del leone era stato il tumore del polmone, quest’anno protagonista assoluto è stato senza dubbio il tumore ovarico, con i risultati dello stu[...]

Domenica 21 Ottobre 2018

Tumore ovarico avanzato, terapia di mantenimento con olaparib riduce del 70% il rischio di progressione o decesso

Una terapia di mantenimento per 2 anni con il PARP-inibitore olaparib hanno portato a un miglioramento significativo e mai osservato prima della sopravvivenza libera da progressione (PFS) nelle pazienti con tumore ovarico avanzato di nuova diagnosi, [...]

Sabato 20 Ottobre 2018

Carcinoma prostatico metastatico, con il PARP-inibitore rucaparib risponde quasi la metà dei pazienti.#ESMO2018

Nei pazienti con carcinoma prostatico resistente alla castrazione metastatico (mCRPC) trattati con il PARP-inibitore rucaparib si è ottenuta una risposta nel 44% dei pazienti con alterazioni BRCA 1/2 e si è osservata una riduzione significativa dei l[...]

Martedi 16 Ottobre 2018

Fda

Cancro al seno metastatico, Fda approva talazoparib, nuovo PARP inibitore

L’Fda ha approvato il PARP inibitore talazoparib per le pazienti con carcinoma mammario metastatico con una mutazione BRCA ereditaria. Il farmaco è il quarto esponente della classe dei PARP inibitori.

Mercoledi 10 Ottobre 2018

Carcinoma dell'ovaio recidivante: niraparib disponibile in Italia

Il farmaco oncologico niraparib è rimborsato dal Ssn e sarà disponibile in Italia da giovedì 11 ottobre come monoterapia per il trattamento di mantenimento di pazienti adulte con carcinoma epiteliale sieroso recidivante dell'ovaio, di alto grado, pla[...]

Venerdi 28 Settembre 2018

Non solo BRCA: scoperti nuovi geni predisponenti al tumore al seno e all’ovaio

I geni BRCA 1/2 non sono gli unici, se mutati, ad aumentare il rischio di tumori al seno o all’ovaio. Uno studio americano appena pubblicato su JAMA Oncology, infatti, ne ha identificati di nuovi, in particolare MSH6 e ATM, che sembrano essere associ[...]

Martedi 4 Settembre 2018

Cancro, 100 domande aiutano a capire le nuove terapie. Un libro di AIOM

Per far capire a tutti i cittadini gli importanti risultati ottenuti grazie alla ricerca scientifica in questo campo, l'Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) ha realizzato il libro "Terapie mirate 100 domande 100 risposte", disponibile sul[...]

Domenica 2 Settembre 2018

Tumore ovarico platino-resistente, sorafenib più chemio e come mantenimento migliora la sopravvivenza

Il farmaco antiangiogenico sorafenib aggiunto a topotecan e poi continuato come terapia di mantenimento, migliora in modo significativo gli outcome di sopravvivenza (sia globale sia libera da progressione) nelle donne con carcinoma ovarico platino-re[...]

Venerdi 15 Giugno 2018

Ca ovarico recidivato, rischio di progressione dimezzato facendo un rechallenge con bevacizumab. #ASCO2018

Nelle donne con carcinoma ovarico recidivato già trattate in prima linea con l’anti-angiogenetico bevacizumab, una nuova somministrazione del farmaco in combinazione con la chemioterapia prolunga in modo significativo la PFS e praticamente dimezza il[...]

Domenica 10 Giugno 2018

Ema

Cancro al seno, Ema e Fda valuteranno talazoparib, nuovo PARP inibitore di Pfizer

L'Fda ha concesso la revisione prioritaria (“priority review”) alla domanda di registrazione per l'approvazione di talazoparib per le pazienti con carcinoma mammario metastatico con una mutazione BRCA ereditaria. Grazie all'accorciamento dei tempi p[...]

Martedi 29 Maggio 2018

Ema

Cancro dell’ovaio, approvazione europea per rucaparib

La Commissione Europea ha approvato l’anti PARP rucaparib per il trattamento in monoterapia del carcinoma ovarico epiteliale ricorrente, del cancro alle tube di falloppio o peritoneale primario che presentino mutazioni del gene BRCA (germinali o soma[...]

Martedi 8 Maggio 2018

Ca ovarico altamente pretrattato, niraparib attivo a prescindere dallo status di BRCA

L'inibitore di PARP niraparib ha centrato l'endpoint primario, rappresentato dalla risposta complessiva, come trattamento di quarta linea o linee successive nello studio registrativo di fase II QUADRA su pazienti con carcinoma ovarico, indipendenteme[...]

Giovedi 29 Marzo 2018

Ca ovarico, metformina e statine non associate ad aumento del rischio nelle donne diabetiche

Non sembra esserci alcuna associazione tra l'uso di metformina o statine e l'incidenza del carcinoma ovarico nelle donne con diabete di tipo 2. Questo, almeno, è quanto emerge da un ampio studio di coorte retrospettivo di autori finlandesi, appena pu[...]

Domenica 25 Marzo 2018

Ca ovarico, infezione da Chlamydia associata a rischio più che raddoppiato

Una malattia infiammatoria pelvica causata da un’infezione da Chlamydia sembra aumentare in modo significativo il rischio di carcinoma ovarico. A suggerirlo sono i risultati di una ricerca in cui si sono presi in esame i dati di due ampi studi di pop[...]

Sabato 24 Marzo 2018

Ema

Tumore dell'ovaio, Chmp dà parere positivo a rucaparib

Il Chmp ha dato parere positivo all'approvazione dell'anti PARP rucaparib per il trattamento in monoterapia del carcinoma ovarico epiteliale ricorrente, del cancro alle tube di falloppio o peritoneale primario che presentino mutazioni del gene BRCA ([...]

Giovedi 22 Febbraio 2018

Letrozolo promettente contro il carcinoma ovarico sieroso di alto grado

Una terapia di mantenimento con un inibitore dell'aromatasi potrebbe migliorare la sopravvivenza libera da progressione (PFS) in donne con tumori ovarici sierosi di alto grado, positivi per il recettore degli estrogeni (ER+). A suggerirlo sono i risu[...]

Mercoledi 7 Febbraio 2018

Prexasertib promette bene contro il carcinoma ovarico sieroso di alto grado

L’inibitore delle chinasi del checkpoint del ciclo cellulare 1 e 2 prexasertib ha mostrato un'attività clinica promettente ed è risultato ragionevolmente ben tollerato in uno studio di fase II su donne con un carcinoma ovarico sieroso di alto grado e[...]

Domenica 4 Febbraio 2018

Seattle Genetics acquisisce antitumorale in fase 2. Affare da $ 614 milioni.

Il valzer degli accordi di collaborazione e delle acquisizioni nel settore biotecnologico non si ferma. Seattle Genetics ha annunciato l'acquisizione di Cascadian Therapeutics, una società di Seattle, in Usa, che ha un farmaco in Fase II per la terap[...]

Venerdi 15 Dicembre 2017

Tumori femminili: a Monza il secondo appuntamento dell'iniziativa per aumentare l'informazione sul test BRCA

Prosegue a Monza la seconda tappa di un ciclo di incontri partiti da Catanzaro e previsti in tutta Italia (L'Aquila, Napoli, Roma e Milano le successive tappe) per sensibilizzare il pubblico sull'importanza del test BRCA nella diagnosi di tumori femm[...]

Giovedi 23 Novembre 2017

Ca ovarico, Ema approva niraparib per le donne con recidiva

La Commissione Europea ha approvato l'immissione in commercio di niraparib come monoterapia per il trattamento di mantenimento di pazienti adulte con carcinoma ovarico epiteliale sieroso, carcinoma delle tube di Falloppio o carcinoma peritoneale prim[...]

Domenica 12 Novembre 2017

Ca ovarico recidivato, meglio non ritardare la chemioterapia a base di platino

Nelle donne che hanno un carcinoma ovarico parzialmente sensibile al platino in progressione non si dovrebbe ritardare la chemioterapia a base di platino a favore di una chemioterapia non a base di platino. È questa la conclusione dello studio MITO-8[...]

Sabato 28 Ottobre 2017

AIOM: “Tumore dell'ovaio: va garantito un adeguato percorso diagnostico e terapeutico”

Carmine Pinto: “E’ necessario definire i percorsi all’interno delle reti regionali”. “E’ una neoplasia che presenta tassi di recidiva alti – spiega Nicoletta Colombo –. E in questi casi il bisogno terapeutico delle pazienti è ancora in gran parte ins[...]

Lunedi 2 Ottobre 2017

Ca ovarico ricorrente, mantenimento con rucaparib ritarda la progressione nei diversi sottotipi tumorali. ESMO 2017

La terapia di mantenimento con l'inibitore di PARP rucaparib ha migliorato di 11,2 mesi rispetto al placebo la sopravvivenza libera da progressione (PFS) e ridotto del 77% il rischio di progressione o decesso in pazienti con carcinoma ovarico recidiv[...]

Giovedi 21 Settembre 2017

Ema

Carcinoma a cellule di Merkel, approvazione europea per avelumab

La Commissione europea ha approvato l'immunoterapico avelumab per il carcinoma metastatico a cellule di Merkel (MCC), una forma di cancro della pelle rara e aggressiva, con prognosi molto sfavorevole, con una sopravvivenza a cinque anni inferiore al [...]

Sabato 16 Settembre 2017

Ema

Carcinoma ovarico, parere positivo europeo per niraparib

Il Chmp, cioè il team di esperti europei chiamati dall'Ema a dare un parere non vincolante circa l'approvazione dei farmaci, ha dato parere positivo alla registrazione dell'anticancro niraparib, un inibitore orale della poli ADP-ribosio polimerasi (P[...]

Domenica 10 Settembre 2017

Mantenimento con rucaparib aumenta la sopravvivenza libera da progressione nel carcinoma ovarico ricorrente. Studio ARIEL-3

La terapia di mantenimento con rucaparib aumenta del 77% la sopravvivenza libera da progressione nel carcinoma ovarico ricorrente con mutazione BRCA, secondo i risultati più recenti dello studio ARIEL3, presentato oggi al congresso ESMO 2017 a Madrid[...]

Venerdi 8 Settembre 2017

Cancro ovarico, la chemio “dose dense” non serve per le donne europee. Studio ICON8 a ESMO 2017

Le donne europee affette da carcinoma ovarico possono seguire in piena sicurezza lo schema posologico standard di tre settimane di paclitaxel piuttosto che passare a un regime dose-dense (terapia accelerata) settimanale. Questi sono i risultati del t[...]

Venerdi 21 Luglio 2017

Ema

Carcinoma a cellule di Merkel, parere positivo del Chmp per avelumab

Parere positivo del Chmp per l'immunoterapico avelumab per il carcinoma metastatico a cellule di Merkel (MCC), una forma di cancro della pelle rara e aggressiva, con prognosi molto sfavorevole, con una sopravvivenza a cinque anni inferiore al 20%. Sv[...]

Sabato 17 Giugno 2017

ASCO 2017: Ca al seno BRCA+, olaparib allontana la progressione, possibile nuovo standard

L'inibitore di PARP olaparib ha prolungato in modo significativo la sopravvivenza libera da progressione (PFS) e ridotto del 42% il rischio di progressione della malattia rispetto alla chemioterapia standard nelle pazienti con carcinoma mammario BRCA[...]

Martedi 13 Giugno 2017

ASCO 2017: combinazione epacadostat-nivolumab promettente nel melanoma e nel ca della testa e del collo

La combinazione dell’inibitore dell’IDO epacadostat e dell’inibitore del checkpoint immunitario PD-1 nivolumab ha mostrato segnali promettenti di attività in pazienti con melanoma e pazienti con carcinoma a cellule squamose della testa e del collo ne[...]

Venerdi 26 Maggio 2017

Ca ovarico recidivato platino sensibile, aggiunta di bevacizumab alla chemio standard allunga la vita

L'aggiunta di bevacizumab alla chemioterapia standard a base di platino in donne con carcinoma ovarico ricorrente è risultata associata a un miglioramento clinicamente significativo della sopravvivenza globale (OS) mediana nello studio di fase III GO[...]

Sabato 13 Maggio 2017

Ca ovarico, ipertensione e diabete possono influire sulla sopravvivenza

Una nuova ricerca pubblicata sulla rivista Cancer Causes & Control, fornisce la prova che l'ipertensione, il diabete e l'uso dei farmaci impiegati per trattare queste condizioni possono influenzare la sopravvivenza delle pazienti affette da un carcin[...]

Lunedi 8 Maggio 2017

Neratinib promettente nei tumori con mutazioni di HER2

L’inibitore irreversibile delle tirosin chinasi neratinib si è dimostrato attivo come agente singolo in diverse coorti di pazienti con tumori avanzati portatori di mutazioni di HER2 nello studio di fase II SUMMIT, presentato di recente a Washington, [...]

Venerdi 5 Maggio 2017

Ca ovarico, niraparib efficace a prescindere dallo stato di BRCA

L'inibitore di PARP niraparib ha migliorato la sopravvivenza libera da progressione (PFS) nelle pazienti con carcinoma ovarico di alto grado platino-sensibile recidivato, indipendentemente dallo stato del gene BRCA (mutato o meno). Lo evidenzia un’an[...]

Cancro al seno, combinazioni con l’immunoterapia strada promettente da seguire

I tumori al seno, sebbene caratterizzati da carichi mutazionali inferiori rispetto ai tumori al polmone e al melanoma, tumori in cui l'immunoterapia si è dimostrata particolarmente promettente, sono comunque immunogenici.

Lunedi 10 Aprile 2017

Carcinoma ovarico, via libera Fda per niraparib

La Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha approvato niraparib, un inibitore orale della poli ADP-ribosio polimerasi (PARP) per il trattamento di mantenimento in donne con carcinoma ovarico epiteliale ricorrente, delle tube di falloppio o [...]

Domenica 9 Aprile 2017

Ca ovarico, chemio di mantenimento non migliora la sopravvivenza

Nelle donne con un tumore ovarico, peritoneale o delle tube di Falloppio avanzato che avevano ottenuto una risposta completa dopo la terapia di prima linea, una chemioterapia di mantenimento non ha migliorato la sopravvivenza globale (OS) rispetto al[...]

Venerdi 24 Marzo 2017

Fda

Carcinoma a cellule di Merkel, Fda approva avelumab

L’Fda ha approvato l’immunoterapico avelumab per il carcinoma metastatico a cellule di Merkel (MCC), una forma di cancro della pelle raro e aggressivo, con prognosi molto sfavorevole, con una sopravvivenza a cinque anni inferiore al 20%. Sviluppato d[...]

Giovedi 16 Marzo 2017

Carcinoma ovarico con mutazione BRCA, mantenimento con olaparib quadruplica la PFS

Notevole miglioramento in termini di sopravvivenza libera da progressione (PFS) nelle pazienti con carcinoma ovarico recidivante, platino-sensibile, con mutazione BRCA germinale (gBRCA), trattate con compresse di olaparib (300 mg due volte al giorno)[...]

Giovedi 2 Marzo 2017

Olaparib aumenta la sopravvivenza nel tumore al seno metastatico positivo alla mutazione BRCA

Arriva una notizia positiva per le donne con tumore al seno metastatico con mutazione BRCA, una patologia, ad oggi, con scarse alternative terapeutiche. Sono infatti positivi i risultati del trial di Fase III OLYMPIAD. Si tratta del primo studio posi[...]

Giovedi 16 Febbraio 2017

Tumore al seno e all'ovaio positivo a BRCA1 e BRCA2, approvata dal Senato mozione per estendere in tutta Italia esenzione dal ticket

È stata approvata dall'Aula del Senato la mozione bipartisan presentata dalla Senatrice Maria Rizzotti e firmata da molti componenti della XII Commissione Igiene e Sanità del Senato che sancisce l'impegno del Governo a «valutare l'utilità e la possib[...]

Giovedi 19 Gennaio 2017

Ca ovarico, possibile monitorare la risposta al trattamento con la biopsia liquida

Una biopsia liquida in cui si misurano i livelli di DNA tumorale circolante (ctDNA) può essere utile per monitorare la risposta al trattamento delle donne colpite da un carcinoma ovarico. Lo evidenzia uno studio retrospettivo pubblicato di recente su[...]