60 news PER "cardiopatia coronarica"


NEWS

Domenica 27 Gennaio 2019

USA, impiego crescente dei nuovi inibitori P2Y12 dopo PCI senza ACS. Le ragioni del trend

Negli USA, a più di un terzo dei pazienti senza sindrome coronarica acuta (ACS) sottoposti a intervento coronarico percutaneo (PCI) è stato prescritto prasugrel o ticagrelor tra il 2009 e il 2016, ma i dati sui loro benefici nella cardiopatia ischemi[...]

Domenica 2 Dicembre 2018

Dieci strategie per ridurre le riammissioni ospedaliere di pazienti affetti sia da HF che da BPCO

Migliorare la gestione clinica dei pazienti con insufficienza cardiaca (HF) e broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) può ridurre il costo delle cure. Lo dimostra una ricerca pubblicata su “Chest” in cui si elencano dieci strategie che riducono l[...]

Venerdi 16 Novembre 2018

Malattie cardiovascolari: le donne sono più a rischio?

Sicurezza per il cuore delle donne, sia in ambito terapeutico che professionale. Questi i macro temi affrontati nel convegno tutto al femminile organizzato dall'Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere (Onda) e Daiichi Sankyo Itali[...]

Si apre oggi a Milano il 39°Congresso SICI-GISE, focus sulle tecniche interventistiche percutanee mini-invasive

Il congresso nazionale della Società Italiana di Cardiologia Interventistica (SICI-GISE) apre oggi a Milano la sua 39° edizione. Gli oltre 2.000 esperti nazionali e internazionali del settore che parteciperanno all'evento condivideranno le ultime nov[...]

Domenica 23 Settembre 2018

Acido acetilsalicilico in prevenzione primaria nell'anziano sano, delusione dal trial ASPREE

Un altro studio clinico su larga scala che ha affrontato l'uso dell'acido acetilsalicilico (ASA) nella prevenzione primaria degli eventi cardiovascolari (CV) - questa volta in soggetti anziani sani - non ha avuto esito positivo. Si tratta del trial A[...]

Mercoledi 12 Settembre 2018

Arriva in Italia cangrelor, nuovo antiaggregante endovenoso con un meccanismo d'azione unico

Arriva in Italia il cangrelor, nuovo antiaggregante per via endovenosa con un meccanismo d'azione unico, che ha dimostrato di ridurre gli eventi trombotici, rispetto alla terapia orale standard, nei pazienti con cardiopatia ischemica sottoposti ad an[...]

Sabato 8 Settembre 2018

Ticagrelor sicuro in monoterapia post-stent ma outcome non migliore della doppia terapia antiaggregante. Studio GLOBAL LEADERS

Sospendere il trattamento con acido acetilsalicilico (ASA) dopo un mese e continuare il trattamento con ticagrelor in monoterapia non dà problemi di safety ma non migliora l'outcome rispetto a quanto osservato con la doppia terapia antiaggregante sta[...]

Martedi 19 Giugno 2018

Menopausa, alti livelli di testosterone aumentano rischio di infarto miocardico, ictus e insufficienza cardiaca

Nelle donne in menopausa il rapporto tra testosterone ed estradiolo è importante per la salute del cuore. Un rapporto elevato tra i due ormoni è stato associato a un maggior rischio di infarto miocardico, ictus e insufficienza cardiaca in un periodo [...]

Mercoledi 13 Giugno 2018

Lavoro stressante? Rischio di morte pari a quello del fumo in presenza di diabete o malattie cardiache

Tra gli uomini con malattia cardiometabolica - diabete, malattia coronarica o ictus - quelli con un lavoro impegnativo ma con poco potere decisionale (quindi sotto tensione lavorativa) hanno un rischio più elevato di morire precocemente. Un rischio c[...]

Sabato 21 Aprile 2018

Allerta USA, minore prescrizione di statine ad alta intensità nelle donne con infarto rispetto agli uomini

Secondo un nuovo studio pubblicato sul “Journal of American College of Cardiology”, negli USA le donne che hanno avuto un infarto miocardico (IM) hanno meno probabilità di essere trattate con una statina ad alta intensità rispetto agli uomini, e ment[...]

Sabato 7 Aprile 2018

Dall'EHRA una nuova guida pratica aggiornata per l'uso dei NOAC nei pazienti con AF

Presentata a Barcellona, in occasione del convegno EHRA (European Heart Rhythm Association), una nuova versione della guida pratica sugli anticoagulanti orali non antagonisti della vitamina K (NOAC) in pazienti con fibrillazione atriale (AF) ha lo sc[...]

Lunedi 26 Marzo 2018

Ema

Colesterolo alto, del Chmp per prevenzione di infarti e ictus con evolocumab

Il Chmp dell'Agenzia Europea per i Medicinali ha dato parere positivo per una nuova indicazione di evolocumab nei pazienti con malattia cardiovascolare aterosclerotica accertata (infarto del miocardio, ictus o arteriopatia periferica) per ridurre il [...]

Martedi 13 Febbraio 2018

Con ticagrelor meno eventi cardiovascolari e mortalità dopo attacco cardiaco con coronaropatia multivasale

Una nuova sotto-analisi dello studio di Fase III PEGASUS-TIMI 54 pubblicata sul Journal of the American College of Cardiology ha dimostrato come ticagrelor 60 mg riduca del 19% il rischio di eventi cardiovascolari morte cardiovascolare, infarto del m[...]

Martedi 19 Dicembre 2017

Colesterolo, lower is better, il messaggio dei cardiologi italiani

Quattro giorni di lavori congressuali per oltre 2.200 partecipanti, più di 100 simposi, corsi di aggiornamento, centinaia di relazioni e letture magistrali. Questi i numeri del 78° Congresso nazionale della Società Italiana di Cardiologia (Sic) che s[...]

Venerdi 15 Dicembre 2017

Allarme dei cardiologi: iperteso il 10 per cento dei giovani con meno di 18 anni

Quattro giorni di lavori congressuali per oltre 2.200 partecipanti, più di 100 simposi, corsi di aggiornamento, centinaia di relazioni e letture magistrali. Questi i numeri del 78° Congresso nazionale della Società Italiana di Cardiologia che apre i [...]

Sabato 9 Dicembre 2017

Cardiopatie congenite, rischio di AF in giovani adulti molto alto. Richiesti screening più frequenti

I pazienti con cardiopatia congenita (CHD) hanno una probabilità fino a 85 volte maggiore di soffrire di fibrillazione atriale (AF) in età giovane-adulta. È il risultato di uno studio – pubblicato online su “Circulation” – in base al quale gli autori[...]

Giovedi 7 Dicembre 2017

Diabete, i pazienti sottovalutano i rischi

Presentati i risultati preliminari dell'indagine, promossa da IDF, “Taking Diabetes to Heart”; rivelano che le persone con diabete di tipo 2 sottovalutano il rischio cardiovascolare correlato alla malattia. Tra gli intervistati, 1 su 3 si considera a[...]

Diabete di tipo 2, controllo glicemico lievemente inferiore, ma rischio più alto di decesso in caso di terapia con statine

Uno studio su 12.725 pazienti con diabete di tipo 2 che hanno iniziato il trattamento con insulina mostra che quelli non trattati con statine avevano un controllo glicemico leggermente migliore, ma sono sopravvissuti più a lungo e sono andati incontr[...]

Venerdi 1 Settembre 2017

Ossigenoterapia inutile per migliorare l'outcome nei pazienti con sospetto infarto. Studio DETO2X-AMI

L'ossigenoterapia di routine nei pazienti in cui si sospetta un infarto miocardico, non ipossemici, non migliora gli outcome. Lo dimostrano i risultati del registro randomizzato svedese DETO2X-AMI, presentati al congresso della European Society of Ca[...]

Sabato 13 Maggio 2017

Congresso ANMCO, al via START, registro dei pazienti con angina stabile o cronica

Ad oggi ci sono pochi dati sull’attuale epidemiologia dei pazienti con coronaropatia stabile e sull’impiego della terapia medica ottimale a differenza delle procedure diagnostiche ed interventistiche in questa popolazione di malati. L'angina stabile [...]

Domenica 19 Febbraio 2017

Anche nei giovani le calcificazioni delle coronarie associate a coronaropatia

La presenza di calcificazioni nelle arterie coronariche degli adulti più giovani è associata a un aumentato rischio di malattia coronarica, sia con esito fatale che non. È quanto hanno riportato i ricercatori di uno studio, pubblicato di recente su J[...]

Giovedi 6 Ottobre 2016

Sindrome coronarica acuta non-ST, strategia invasiva precoce superiore a strategia non invasiva

In pazienti con sindrome coronarica acuta (ACS) senza elevazione del tratto ST, considerati su un follow-up di 15 anni, una strategia basata sul trattamento invasivo precoce – rispetto a una non invasiva - ritarda la comparsa di decesso o di infarto [...]

Domenica 28 Agosto 2016

Morte cardiaca davvero improvvisa: solo il 20% sapeva di avere una cardiopatia

I programmi di primo soccorso hanno aumentato esponenzialmente la disponibilità di defibrillatori automatici (AEDs) nei luoghi pubblici, ma ci sono ancora pochi dati sull'effettivo utilizzo. Al Dipartimento di Scienze Mediche dell'Università di Giron[...]

Domenica 13 Marzo 2016

A Firenze i cardiologi affrontano a 360° i progressi terapeutici e le patologie emergenti

Il crescente perfezionamento dell’uso della tomografia a coerenza ottica (OCT) in prevenzione secondaria. La crescente rilevanza - soprattutto tra le donne - delle cardiomiopatie da stress (sindrome di Tako-Tsubo), lo sviluppo (legato ai dati genomic[...]

Venerdi 27 Novembre 2015

Cardiopatia ischemica stabile: dai farmaci stessi benefici dell'intervento coronarico percutaneo

Nel corso di un follow-up durato fino a 15 anni, non è stata riscontrata differenza nella sopravvivenza in pazienti con cardiopatia ischemica stabile sottoposti a una strategia iniziale di trattamento basata su intervento coronarico percutaneo (PCI) [...]

Venerdi 18 Settembre 2015

Linee guida ESC per gestione dei pazienti NSTE-ACS

Arrivano dalla capitale britannica, dove si è svolto il Congresso annuale dell’ESC (European Society of Cardiology), le nuove linee guida sulla gestione dei pazienti con sindrome coronarica acuta senza sopraslivellamento del tratto ST (non S-T elevat[...]

Sabato 11 Luglio 2015

Prevenzione dell'ictus, apixaban possibile alternativa a warfarin nell'AF anche con valvulopatia

Fatta eccezione per i pazienti con stenosi mitralica significativa o portatori di protesi cardiaca valvolare meccanica, apixaban rappresenta un'interessante alternativa al warfarin nei pazienti con fibrillazione atriale e malattia cardiaca valvolare.[...]

Lunedi 15 Giugno 2015

Angina stabile post-infarto, trimetazidina e ranolazina dilatatori anche endotelio-indipendenti

Sia trimetazidina che ranolazina, nuovi farmaci che riducono i sintomi anginosi nei pazienti con cardiopatia ischemica, hanno portato in questa popolazione a un miglioramento della dilatazione flusso-mediata (FMD) e indotta dalla nitroglicerina (GTN)[...]

DAPT a 3 anni con ticagrelor: si riduce il rischio cardiocerebrovascolare ma aumenta quello emorragico

In pazienti che hanno subito un infarto del miocardio da più di un anno (da 1 a 3 anni prima) in terapia di fondo con acido acetilsalicilico (ASA) a basse dosi, l'aggiunta di un trattamento con ticagrelor ha significativamente ridotto il rischio di m[...]

Sabato 7 Febbraio 2015

Ipertensione sistolica isolata nei giovani adulti e a mezza età: maggiore rischio cardiovascolare

A lungo termine, gli adulti più giovani e di mezza età che presentano ipertensione sistolica isolata (ISH) – definita da una pressione arteriosa sistolica (SBP) =/>140 mmHg e una pressione arteriosa diastolica (DBP < 90 mmHg) – hanno un rischio relat[...]

Giovedi 29 Gennaio 2015

Dopo una polmonite aumenta il rischio per il cuore

Chi ha avuto una polmonite ha più probabilità di ammalarsi di infarto o ictus. A dirlo è uno studio canadese pubblicato sulle pagine della rivista JAMA. Il rischio è maggiore negli over 65 ma in tutte le fasce d'età è stato confermato che dopo la pol[...]

Lunedi 22 Settembre 2014

Ipertensione in postmenopausa, effetti indesiderati dei diuretici evitati dagli estroprogestinici

Un metodo per controbilanciare, e quindi evitare, gli sfavorevoli effetti emodinamici e metabolici dei diuretici tiazidici nelle donne ipertese in postmenopausa potrebbe fondarsi sull'impiego concomitante di una terapia estroprogestinica. È la tesi s[...]

Giovedi 24 Luglio 2014

Scompenso cardiaco di origine non ischemica, al via uno studio di fase 2a con staminali mesenchimali

Un'azienda statunitense di San Diego specializzata in terapia cellulare ha annunciato l'avvio di un trial di fase 2a riguardante il trattamento con staminali mesenchimali ischemia-tolleranti di pazienti con scompenso cardiaco (HF) cronico dovuto a ca[...]

Mercoledi 18 Giugno 2014

Malattie cardiovascolari: disponibile il primo generico a base di omega 3

Da oggi, prevenzione cardiovascolare efficace e a misura di spending review con un nuovo farmaco equivalente a base di Omega-3 equivalente da poco disponibile in farmacia che è sttao presentato a Milano in un incontro rivolto alla stampa. e al quale [...]

Lunedi 26 Maggio 2014

L'acido acetilsalicilico a basse dosi riduce l'infiammazione del tessuto adiposo

I livelli plasmatici di chemerina (un peptide chemoattrattivo per i macrofagi e al contempo un'adipochina regolatrice della differenziazione e del metabolismo degli adipociti) sono associati ai marker di infiammazione e sono significativamente più el[...]

Venerdi 16 Maggio 2014

Statine sottoutilizzate: troppa enfasi alla colesterolemia, poca al rischio cardiovascolare globale

In un campione rappresentativo degli Usa, molte persone ad alto rischio per eventi cardiovascolari, compresi soggetti con coronaropatia, diabete o entrambi, non sono trattati con statine nonostante le evidenze che questi farmaci riducano gli eventi a[...]

Domenica 2 Febbraio 2014

IMT carotideo, rilevante regressione con pitavastatina mediata dall'HDL-C

Una ricerca giapponese apparsa su Heart and Vessels dimostra che, in pazienti affetti da cardiopatia ischemica, il trattamento con pitavastatina riduce la placca aterosclerotica. Questo effetto risulta associato ai livelli di colesterolo-HDL ed è più[...]

Domenica 1 Dicembre 2013

Prevenzione cardiovascolare: non tutte le HDL-C sono cardioprotettive

L'incidenza della cardiopatia coronarica (CHD) differisce a seconda dei livelli delle diverse sottoclassi delle particelle HDL (lipoproteine ad alta densità). Questo concetto, potenzialmente rilevante per lo sviluppo di terapie modulatrici le HDL, de[...]

Mercoledi 20 Novembre 2013

AR, pazienti responders a farmaci anti-TNF mostrano riduzione eccesso rischio coronarico

Uno studio svedese, presentato nel corso dell'ultimo congresso dell'ACR (American College of Rheumatology) ha mostrato come pazienti affetti da artrite reumatoide (AR) con buona risposta al trattamento con farmaci anti-TNF, valutati a 5 mesi dall'ini[...]

Venerdi 15 Novembre 2013

Nuove linee guida Usa sulla prevenzione cv: addio al concetto dei target di colesterolo

L'American Heart Association (AHA) e l'American College of Cardiology (ACC) hanno appena diffuso quattro nuove linee guida incentrate sulla prevenzione delle malattie cardiovascolari attraverso una migliore valutazione dei rischi e la gestione dei li[...]

Giovedi 10 Ottobre 2013

Malattia aterosclerotica coronarica, al via studio multicentrico italiano con primo dispositivo bioriassorbibile

E' stato annunciato oggi, in apertura del 34° Congresso Nazionale della Società Italiana di Cardiologia Invasiva (SICI-GISE), l'avvio del primo studio italiano sul trattamento della malattia aterosclerotica coronarica diffusa (CAD) con il primo dispo[...]

Venerdi 24 Maggio 2013

Ema

Rivaroxaban, ok Ue nella prevenzione secondaria della sindrome coronarica acuta

E' il primo dei nuovi anticoagulanti ad aver ottenuto l'indicazione nella sindrome coronarica acuta. Stiamo parlando di rivaroxaban per il quale la Commissione europea oggi ha dato il via libera all'approvazione di rivaroxaban al dosaggio di 2,5 mg d[...]

Venerdi 22 Marzo 2013

Ema

Parere Ue positivo per rivaroxaban nella sindrome coronarica acuta

Le autorità regolatorie europee hanno dato parere positivo all'approvazione dell'uso di rivaroxaban per la riduzione degli eventi cardiovascolari (morte cardiovascolare, infarto miocardico o ictus) nei pazienti con sindrome coronarica acuta (SCA).

Venerdi 30 Novembre 2012

Nuove linee guida Usa per la cardiopatia ischemica, forte accento sulla terapia medica

Le modificazioni dello stile di vita e la terapia medica dovrebbero rappresentare il perno della gestione della cardiopatia ischemica stabile (IHD) nella maggior parte dei pazienti. Obiettivo principale: ridurre il rischio di morte cardiovascolare pr[...]

Mercoledi 7 Novembre 2012

Iniezione intracoronarica di staminali non migliora la funzionalità cardiaca

Nei pazienti sottoposti a un'angioplastica percutanea a seguito di un infarto miocardico con sopraslivellamento del tratto ST (STEMI), l'infusione intracoronarica di cellule staminali autologhe del midollo osseo non ha migliorato la funzionalità card[...]

Martedi 25 Settembre 2012

Malattia coronarica, disponibile il primo stent bioriassorbibile

Disponibile in Italia il primo dispositivo bioriassorbibile (BVS) unico nel suo genere per il trattamento della malattia coronarica. Il BVS assicura il ripristino del flusso sanguigno in maniera simile a uno stent metallico. Si dissolve gradualmente [...]

Giovedi 31 Maggio 2012

Primi dati positivi per CSL-112, nuova formulazione ricostituita dell'apoA1

Una nuova formulazione di apolipoproteina A1 (apoA1) umana ricostituita, nota con la sigla CSL-112 e sviluppata CSL Laboratories, è in grado di aumentare notevolmente l'efflusso di colesterolo dai macrofagi del siero, stando agli studi sul prodotto p[...]

Mercoledi 4 Aprile 2012

Rivaroxaban, conferme nell'embolia polmonare e nella prevenzione del TEV

Rivaroxaban, utilizzato in monoterapia nell'embolia polmonare, è risultato efficace come enoxaparina per via sottocutanea seguita da un antagonista della vitamina K, nel trattamento di pazienti colpiti da embolia polmonare sintomatica acuta e nel pre[...]

Mercoledi 29 Febbraio 2012

Coronaropatia stabile, impianto di stent non superiore alla sola terapia medica

Nei pazienti con malattia coronarica stabile (CAD), impiantare uno stent non offre benefici rispetto alla sola terapia medica, stando ai risultati di una metanalisi di otto studi clinici appena pubblicata sugli Archives of Internal Medicine, a firma [...]

Lunedi 16 Gennaio 2012

Anti-TNF non riducono il rischio di sindrome coronarica acuta nell'AR

Nei malati di artrite reumatoide, gli inibitori del fattore di necrosi tumorale (TNF) non sembrano ridurre il rischio di sindrome coronarica acuta (SCA), anche nei soggetti che rispondono bene alla terapia, stando ai risultati di uno studio osservazi[...]

Giovedi 17 Novembre 2011

Niacina bene sull'HDL ma non migliora gli outcome clinici

La niacina aumenta il colesterolo HDL ma non sembra offrire benefici per quanto riguarda gli outcome clinici, se aggiunto alle statine nei pazienti con malattie cardiovascolari già ben trattati. Lo si evince dai risultati dello studio AIM-HIGH, un tr[...]

Mercoledi 27 Luglio 2011

Lupus, atorvastatina riduce l'aterosclerosi

Nei pazienti con lupus eritematoso sistemico (LES) il trattamento con atorvastatina della durata di un anno determina una lieve riduzione delle placche aterosclerotiche, una delle maggiori complicanze della patologia. E' il risultato di uno studio co[...]

Domenica 17 Luglio 2011

Modificata la Nota 13

Con la determinazione dell'Agenzia Italiana del Farmaco del 6 giugno 2011 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 163 del 15 luglio 2011 vengono apportate significative modifiche alla nota AIFA 13. Tali variazioni entrano in vigore a partire dal 16 Lu[...]

Giovedi 14 Luglio 2011

Morte cardiaca improvvisa, identificato locus associato alla malattia

Nonostante i recenti progressi nel trattamento e nella prevenzione della malattia coronarica, la morte cardiaca improvvisa rimane un grave problema di salute pubblica, con un'incidenza, nella popolazione generale, che varia da 50 a 100 casi per 100m[...]

Lunedi 20 Giugno 2011

Clopidogrel, la reattività piastrinica post-PCI cambia nel tempo

Secondo i risultati di uno studio tutto italiano, coordinato dall’Università di Ferrara, nei pazienti in trattamento con clopidogrel dopo un’angioplastica (PCI) la reattività piastrinica cambia nel tempo.

Lunedi 21 Marzo 2011

Stop allo studio TRIGGER-PCI, confronto tra antiaggreganti

Fine prematura per lo studio TRIGGER-PCI, che stava valutando l'efficacia di prasugrel rispetto a clopidogrel in pazienti con coronaropatia stabile dopo un impianto di stent (esclusi quelli con sindrome coronarica acuta). Lo stop anticipato arriva do[...]

Venerdi 4 Marzo 2011

Al via Conoscere e Curare il Cuore 2011

Al via oggi la XXVIII edizione del Congresso "Conoscere e Curare il Cuore", organizzata dalla Fondazione Onlus "Centro Lotta contro l'Infarto", che vedrà riuniti per tre giorni a Firenze i più autorevoli esponenti della cardiologia italiana per la me[...]

Giovedi 13 Gennaio 2011

Fibrillazione atriale, vernakalant più efficace di amiodarone

Il nuovo antiaritmico vernakalant è risultato più efficace di amiodarone, attuale standard terapeutico, nel convertire rapidamente la frequenza cardiaca dalla fibrillazione atriale in ritmo sinusale entro 90 minuti dalla somministrazione. Sono quest[...]

Mercoledi 16 Dicembre 2009

Parere positivo Fda per nuove indicazioni per rosuvastatina

Un panel di esperti dell'Fda si è espresso in modo favorevole per un ampliamento delle indicazioni di rosuvastatina tale da comprendere anche l'impiego in persone con livelli normali di colesterolo ma con altri fattori di rischio cardiovascolare, in [...]

Lunedi 23 Febbraio 2009

Ema

L'Emea approva il nuovo antiaggregante Prasugrel

L'Emea approva il nuovo antiaggregante Prasugrel