2867 news PER "diabete 1"


NEWS

Giovedi 16 Maggio 2019

Diabete, l'eHealth 3.0 cambierà il futuro di pazienti e medici

La digitalizzazione in sanità stenta a decollare nel nostro Paese, anche per patologie come il diabete per le quali esistono già molti sistemi disegnati sulle necessità dei pazienti. Con appena 22 euro pro capite di spesa per la sanità digitale contr[...]

Venerdi 17 Maggio 2019

Diabete, solo un paziente su 20 in cura con le gliflozine

Si sono dimostrate efficaci nel diminuire gli eventi e la mortalità cardiovascolari. Parliamo delle gliflozine, una nuova classe di molecole in grado di ridurre i livelli plasmatici di glucosio inibendo una proteina responsabile del 90% del riassorbi[...]

Diabete, un terzo dei pazienti sopra i 30 anni riceve una diagnosi errata

Oltre un terzo delle persone diabetiche sopra i 30 anni a cui era stato inizialmente diagnosticato il diabete di tipo 2, e che quindi non erano trattati con insulina, avevano di fatto il tipo 1. E' quanto emerge dai risultati di uno studio pubblicato[...]

Giovedi 16 Maggio 2019

La fibromialgia può essere causata dall’insulino-resistenza?

Nei pazienti affetti da fibromialgia il trattamento con l’antidiabetico metformina ha ridotto drasticamente il dolore, un risultato che potrebbe cambiare il modo di gestire una sindrome per la quale non esistono terapie specifiche. Sono i risultati d[...]

Retinopatia diabetica, le nuove cure sono meno invasive

Si è svolto ieri a Napoli, presso la Sala Capri del Grand Hotel Santa Lucia, il convegno “Edema Maculare Diabetico. Nuove prospettive terapeutiche e percorsi gestionali integrati: quality of life del paziente e opportunità del SSR”. L'evento, organiz[...]

Mercoledi 15 Maggio 2019

Diabete di tipo 1, nuova tecnologia per il trapianto di isole pancreatiche microincapsulate

Nei pazienti con diabete di tipo 1 una nuova tecnica “magnetica” ha permesso di superare una serie di problemi legati al trapianto di isole pancreatiche microincapsulate, un nuovo potenziale trattamento per la malattia. Lo riportano i risultati di un[...]

Obesità, le differenze tra le cellule adipose potrebbero predire il rischio di diabete?

Le differenze nelle cellule che immagazzinano il grasso nel corpo potrebbero spiegare perché alcune persone sono più predisposte all’obesità e portare a nuovi tipi di trattamento per questa condizione e le complicanze metaboliche ad essa correlate, c[...]

Martedi 14 Maggio 2019

Servier inaugura la sua filiale Usa votata all'oncologia: si trova a Boston capitale mondiale del biotech

Dopo aver acquisito il business oncologico di Shire per $2,4 mld, poco più di un anno fa, la casa farmaceutica francese Servier ha avuto la strada spianata per accedere al mercato statunitense in un primo momento non contemplato nei piani di sviluppo[...]

Diabete di tipo 2, minor rischio di morte con la terapia intensiva per l'ipertensione

Le persone con diabete di tipo 2 che hanno ricevuto un trattamento intensivo per mantenere i loro livelli di pressione arteriosa a 130/80 mmHg o meno avevano meno infarti, ictus e altre complicanze del diabete, secondo uno studio pubblicato sulla riv[...]

Domenica 12 Maggio 2019

Uso di antibiotici per lungo tempo? Nella donna è associato ad aumentato rischio cardiovascolare

Le donne di mezza età o di età avanzata che fanno uso di antibiotici a lungo termine hanno un rischio più elevato di eventi cardiovascolare (CVD). Lo suggerisce una nuova ricerca pubblicata online sull'”European Heart Journal”.

Sabato 11 Maggio 2019

Diabete di tipo 2, un vecchio antimalarico efficace quanto i farmaci più recenti

Un vecchio farmaco antimalarico e generico da lungo tempo, l'idrossiclorochina, sembra avere effetti benefici nel diabete di tipo 2 a livelli paragonabili a canagliflozin, uno dei più moderni antidiabetici orali, secondo i risultati di uno studio pre[...]

Rischio di fascite necrotizzante con SGLT2 inibitori. Alert dai dati Fda

Dopo che lo scorso anno la Fda richiese l’inserimento di un avvertimento nel foglietto illustrativo degli antidiabetici inibitori SGLT2 riguardo al rischio di una rara infezione causata da un batterio che decompone i tessuti, un team di ricercatori h[...]

Venerdi 10 Maggio 2019

Gilead, accordo fino a $2 mld per terapie innovative nella malattia renale diabetica

Nell’ambito della differenziazione della sua pipeline, Gilead ha avviato una collaborazione strategica con la piccola biotech Goldfinch Bio, focalizzata sullo sviluppo di terapie di precisione per pazienti con malattie renali, allo scopo di scoprire,[...]

Hai l’emicrania? Rischi meno il diabete

Le probabilità di sviluppare il diabete di tipo 2 sarebbero del 30% inferiori nelle donne con emicrania attiva, un disturbo ritenuto la seconda causa di disabilità a livello mondiale. Lo dicono i risultati di uno studio osservazionale francese su olt[...]

Giovedi 9 Maggio 2019

Ema

Chilomicronemia familiare, approvato in Europa l'oligonucleotidico antisenso volanesorsen

La Commissione europea ha concesso l'autorizzazione condizionata alla commercializzazione a volanesorsen in aggiunta alla dieta in pazienti adulti con sindrome da chilomicronemia familiare geneticamente confermata e ad alto rischio di pancreatite, in[...]

Mercoledi 8 Maggio 2019

Allarme complicanze diabete, oltre al cuore preoccupano i reni. Nuove soluzioni in arrivo

Preoccupano tanto i numeri attuali sul diabete. Nel nostro Paese questa patologia colpisce circa il 6,34% della popolazione, pari a 3,84 milioni, a cui si aggiunge un altro 2% circa di sommerso, sia per il rapido incremento previsto nei prossimi dece[...]

Domenica 5 Maggio 2019

Brain-pad, il biomarker che identifica l'invecchiamento cerebrale dovuto a dolore cronico

Un lavoro da poco pubblicato su Pain ha evidenziato che il dolore cronico in soggetti anziani che vivono presso comunità è associato ad un'atrofia cerebrale in aggiunta a quella dovuta al normale deterioramento cognitivo che si instaura fisiologicame[...]

Quale ruolo ha oggi la niacina in prevenzione secondaria cardiovascolare?

Già relegata alla periferia della pratica clinica, una nuova meta-analisi – pubblicata su “JAMA Network Open” - invita un comitato federale USA a riconsiderare un'indicazione residua per la monoterapia con niacina (vitamina B3) a rilascio prolungato [...]

Venerdi 3 Maggio 2019

Artrite settica, due settimane di antibioticoterapia non inferiori a quattro settimane trattamento

Dopo iniziale lavaggio chirurgico per artrite settica, due settimane di antibiotico-terapia non sono inferiori a 4 settimane, sia in termini di tasso di guarigione, che di eventi avversi o sequele di malattia. Non solo: l'adozione di un regime di tra[...]

Giovedi 2 Maggio 2019

Ema

Diabete di tipo 1, approvazione europea per sotagliflozin, primo inibitore di SGLT 1 e 2

La Commissione europea ha concesso l'autorizzazione all'immissione in commercio per il farmaco antidiabetico sotagliflozin come aggiunta alla terapia insulinica per migliorare il controllo della glicemia di in pazienti adulti con diabete mellito di t[...]

Sabato 4 Maggio 2019

Obesità fortemente correlata a gravi di problemi di salute e morte prematura. Lo dice uno studio su quasi 3 milioni di adulti

Secondo un nuovo studio britannico, anche una lieve obesità è legata all’insorgenza di gravi problemi di salute come il diabete di tipo 2 o l’insufficienza cardiaca rispetto a un peso nella norma. Le nuove stime su oltre 2,8 milioni di adulti rappres[...]

Diabete di tipo 2, liraglutide efficace anche negli adolescenti. Studio ELLIPSE sul NEJM

In giovani pazienti tra 11 e 17 anni di età con obesità e diabete di tipo 2, liraglutide aggiunta a metformina ha ridotto in modo significativo rispetto al placebo i livelli di HbA1c a 1 anno, anche se ha causato più eventi avversi gastrointestinali [...]

Diabete di tipo 2, nel breve termine le donne sono a maggior rischio di fratture ossee

Nelle donne con diabete di tipo 2 la malattia è associata a un maggior rischio di fratture nel breve termine, ma non nel lungo periodo e non nei soggetti di sesso maschile. Lo riportano i risultati di un ampio studio di coorte presentati al congresso[...]

Lunedi 29 Aprile 2019

La metformina consente di perdere peso e di non riacquisirlo nel lungo periodo

Il farmaco ipoglicemizzante metformina largamente impiegato nel trattamento del diabete, oltre a ridurre i livelli ematici di glucosio può anche aiutare le persone che perdono peso a mantenerlo sotto controllo, secondo i risultati di uno studio di fo[...]

Domenica 28 Aprile 2019

Ictus lacunare e demenza vascolare, prevenzione di recidive? Cilostazolo e isosorbide mononitrato al vaglio

I trattamenti che prevengono il ripetersi di tipi di ictus e demenza causati da danni ai piccoli vasi sanguigni nel cervello hanno fatto un passo in avanti, in base a un piccolo studio pubblicato su “EClinicalMedicine”. I farmaci - in questione – oss[...]

Mercoledi 24 Aprile 2019

Nuova linfa per la pipeline immunologica di Lilly, accordo per coniugati anticorpo-oligonucleotidi

Eli Lilly sta investendo su nuovi farmaci basati sull’Rna e ha appena stretto un accordo di collaborazione con la biotech californiana Avidity Biosciences per trovare nuovi trattamenti per le malattie immunologiche grazie alla sua piattaforma di svil[...]

Sabato 20 Aprile 2019

Epatite C in Italia: 180 mila pazienti già trattati. Eradicazione un obiettivo perseguibile

Il carcere si conferma un concentratore di patologie: dalle malattie psichiatriche all'HIV, dal diabete all'HCV, senza dimenticare neoplasie e malattie cardiovascolari. Questi primi dati preliminari sembrano indicare una riduzione dei pazienti viremi[...]

Venerdi 19 Aprile 2019

Diabete di tipo 2, imeglimin potenziale apripista di una nuova classe di antidiabetici

Una nuova molecola sperimentale per il trattamento del diabete di tipo 2, imeglimin, sviluppata dalle compagnie farmaceutiche giapponesi Poxel e Sumitomo Dainippon Pharma, ha raggiunto l’obiettivo primario di variazione dei livelli di emoglobina glic[...]

Steatoepatite non alcolica, Gilead sfrutta anche il “machine learning” per trovare nuovi farmaci

Gilead intende utilizzare anche la tecnologia del machine learning della startup californiana Insitro per identificare nuovi farmaci per il trattamento della steatoepatite non alcolica, una forma grave di steatosi epatica associata alla rapida progre[...]

Martedi 16 Aprile 2019

Diabete di tipo 2, canagliflozin riduce anche il rischio di insufficienza renale. Studio CREDENCE sul NEJM

Al World Congress of Nephrology (WCN) 2019 di Melbourne, in Australia, sono appena stati presentati i risultati dello studio di fase III CREDENCE, in cui canagliflozin ha dimostrato di ridurre significativamente il rischio di insufficienza renale nei[...]

Steatosi epatica, risultati incoraggianti per farmaco sperimentale di Viking Therapeutics #EASL2019

Nei pazienti con steatosi epatica non alcolica e livelli elevati di colesterolo Ldl, il farmaco sperimentale VK2809 ha dimostrato di ridurre in misura significativa i livelli epatici di grasso anche al dosaggio di 5 mg giornalieri. Sono i nuovi risul[...]

Domenica 14 Aprile 2019

Chi ha l'Hiv rischia di più la steatosi epatica non alcolica e la malattia epatica progressiva #EASL2019

Nei pazienti infettati da Hiv è diminuita la prevalenza e la mortalità associata alle epatiti B e C, mentre è cresciuto il rischio di sviluppare la steatosi epatica non alcolica e di malattia epatica progressiva. Sono i risultati di due studi present[...]

Sabato 13 Aprile 2019

Diagnosticare i pazienti, il sommerso è il vero problema dell'HCV. Da Nord a Sud i progetti per eliminare l'epatite C

Gli antivirali ad azione diretta hanno rivoluzionato la gestione dei pazienti con epatite C, portando a tassi di guarigione superiori al 98% anche nei soggetti con comorbidità, con cirrosi e in politerapia. Questo lo dicono sia i dati provenienti dag[...]

Venerdi 12 Aprile 2019

Steatosi epatica e steatoepatite non alcolica, costi elevati per gestire la malattia in fase avanzata. Studio italiano #EASL2019

La gestione della steatosi epatica e della steatoepatite non alcolica in fase avanzata richiede costi elevati ed è necessario migliorare la diagnosi precoce per evitare l'onere economico associato alla progressione della malattia. I risultati di uno [...]

Unire le forze contro la steatoepatite non alcolica. Accordo tra Gilead e Novo Nordisk

Dall'EASL di Vienna arrivano notizie di accordi tra bigpharma, parliamo di Gilead Sciences e Novo Nordisk che hanno annunciato poche ore fa una collaborazione su uno studio clinico che combina composti delle rispettive aziende e in sviluppo nel campo[...]

Obesità con sindrome metabolica, la colchicina può aiutare a prevenire il diabete

La colchicina, un farmaco utilizzato per il trattamento della gotta, potrebbe potenzialmente ridurre le complicanze della sindrome metabolica, una combinazione di ipertensione, iperglicemia e altri disordini che aumentano il rischio di malattie cardi[...]

Significativa riduzione di colesterolo-LDL con acido bempedoico in add-on a una statina. #ACC2019

Pazienti ad alto rischio di infarto o ictus che hanno ricevuto un farmaco sperimentale (l'acido bempedoico) in aggiunta a una statina hanno fatto registrare un livello sierico significativamente inferiore di colesterolo-LDL dopo 12 settimane rispetto[...]

Giovedi 11 Aprile 2019

Steroidi topici associati a insorgenza di diabete di tipo 2 negli adulti

Negli adulti con patologie cutanee croniche, l’uso prolungato di corticosterodi topici sembra essere in grado di provocare cambiamenti metabolici sistemici ed è stato associato in modo significativo al rischio di sviluppare il diabete di tipo 2, seco[...]

Mercoledi 10 Aprile 2019

Ipoglicemia nel diabete, scoperta nuova proteina con azione protettiva

Il trattamento farmacologico dei pazienti con diabete di tipo 1 e 2 aumenta notevolmente il rischio che si verifichi uno stato di ipoglicemia, che può avere conseguenze anche gravi. La recente scoperta di una nuova proteina, la neuronostatina, potreb[...]

Diabete, il paracetamolo può aumentare il rischio di ictus nei pazienti anziani

Il paracetamolo è l’analgesico oggi più utilizzato e quasi 60 anni di esperienza ne hanno fatto un farmaco di uso comune e quindi anche nei soggetti diabetici. In questi soggetti, tuttavia, l’uso di paracetamolo ha evidenziato un aumento o del rischi[...]

Martedi 9 Aprile 2019

Artrite psoriasica e dieta pro-infiammatoria, esiste una relazione?

Uno studio recentemente pubblicato sulla rivista Journal of the American Academy of Dermatology ha dimostrato l'assenza di relazione tra l'adozione di una dieta pro-infiammatoria e l'incremento del rischio di incidenza di psoriasi, artrite psoriasica[...]

Obesità, un'epidemia in crescita. Pubblicato il primo Italian Barometer Obesity report

In Italia sovrappeso e obesità interessano 1 adulto su 2 e 1 su 4 tra bambini e adolescenti. I più colpiti i bambini e gli adolescenti del Sud (31,9 per cento) e più di un terzo non pratica né sport né attività fisica. Sono questi alcuni dei dati del[...]

Sabato 6 Aprile 2019

Diabete e perdita di peso, sostituti liquidi del pasto di poco superiori alle diete convenzionali

Per aiutare i pazienti diabeti a perdere peso, le diete a base di sostituti del pasto in forma liquida sembrano essere moderatamente più efficaci dei tradizionali regimi alimentari ipocalorici. Sono i risultati di una meta-analisi di studi randomizza[...]

Diabete e disfunzione ventricolare sinistra, risultati promettenti con il trasferimento genico

Una singola iniezione del gene dell’ormone urocortina 2 tramite una tecnica di trasferimento genico ha migliorato la funzionalità del ventricolo sinistro e la gestione del glucosio nei topi diabetici, aprendo la strada a nuovi potenziali trattamenti [...]

Venerdi 5 Aprile 2019

Le cattive abitudini alimentari provocano più morti di qualsiasi altro fattore di rischio. Studio su LANCET

Una morte su cinque a livello mondiale, pari a 11 milioni di morti, è dovuta a cattive abitudini alimentari, il più importante fattore di rischio prevenibile per le malattie non trasmissibili, principalmente cardiopatia ischemica, diabete e cancro. L[...]

Giovedi 4 Aprile 2019

Tossicità da antinfiammatori non steroidei, uno score per predirla in pazienti con artrosi ed artrite reumatoide

Un punteggio di rischio può aiutare a prevedere la probabilità a 1 anno di avere tossicità maggiore in pazienti, con artrosi e artrite reumatoide, che assumono farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS). E' quanto riportato da uno studio pubblica[...]

Possibile legame tra diabete di tipo 2 e malattia di Alzheimer?

Uno studio condotto della University of Southern California (USC) ha rilevato che, nei pazienti affetti da diabete di tipo 2 non trattato, la malattia di Alzheimer si è sviluppata 1,6 volte più velocemente rispetto ai soggetti senza diabete e a quell[...]

Prevenzione del diabete di tipo 2, metformina si conferma sicura ed economica nel lungo periodo

La metformina si conferma un farmaco sicuro, efficace e poco costoso per ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 in una valutazione durata oltre 15 anni, in particolare nei sottogruppi di pazienti con glicemia basale più alta e nelle do[...]

Mercoledi 3 Aprile 2019

Diabete di tipo 2, per ridurre il rischio può bastare una attività muscolare moderata

Per ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 non serve essere culturisti, si possono ottenere dei benefici anche con un livello moderato di attività muscolare, intesa come capacità di sollevare pesi in palestra, indipendentemente dallo s[...]

Diabete di tipo 2, possibile prevenzione della terapia sostitutiva con testosterone in soggetti adatti

Normalizzare i livelli di testosterone tramite la terapia sostitutiva potrebbe ridurre il rischio che il prediabete, in uomini con bassi livelli di testosterone e ipogonadismo, progredisca in diabete di tipo 2, oltre a diminuire il rischio cardiovasc[...]

Domenica 31 Marzo 2019

Diabete, nella real life empagliflozin ha migliore impatto cardiovascolare degli anti DPP-4

I risultati iniziali dello studio EMPRISE (EMPagliflozin compaRative effectIveness and SafEty) su evidenze di real life dimostrano come empagliflozin sia associato a una riduzione relativa del 22 per cento del rischio di ospedalizzazioni per tutte le[...]

Venerdi 29 Marzo 2019

Minor rischio di diabete e di morte precoce nelle donne se riducono il consumo di bibite zuccherate

La riduzione del consumo di bevande zuccherate, che nella aree urbane non accenna a diminuire, è stato collegato a un minor rischio di morte prematura nelle donne, secondo i risultati di uno studio statunitense appena pubblicato sulla rivista Circula[...]

Diabete di tipo 2, semaglutide orale mostra dati positivi anche nello studio PIONEER-3

Ancora dati positivi per semaglutide orale. Nei pazienti con diabete di tipo 2 il farmaco GLP-1 agonista ha ridotto i livelli di HbA1c in misura superiore al DPP-4 agonista sitagliptin. Sono i risultati del trial PIONEER-3 presentati al congresso ann[...]

La qualità della dieta è fondamentale per ridurre il rischio di diabete di tipo 2

Una dieta di alta qualità, definita da un basso apporto di alimenti di origine animale come la carne rossa, e un'elevata assunzione di alimenti vegetali come verdure, frutta e cereali integrali, insieme a un ridotto consumo di bevande zuccherate, sem[...]

IBSA Foundation fellowship, premiati quattro giovani ricercatori

La sesta edizione delle IBSA Foundation fellowship ha premiato quattro giovani ricercatori che si sono distinti per i loro progetti. Tra questi un ricercatore italiano che studia una rara malattia genetica.

Giovedi 28 Marzo 2019

Obesità, possibile ruolo nei problemi riproduttivi nelle donne con diabete di tipo 1

Diversi studi hanno dimostrato che il diabete di tipo 1 è associato a irregolarità mestruali e a una minore fertilità, e una nuova ricerca australiana ha rivelato che anche l'obesità può giocare un ruolo nei problemi riproduttivi di queste pazienti. [...]

Diabete di tipo 1, gli anziani sono ipoglicemici per più di un'ora al giorno

I pazienti con diabete di tipo 1 di età superiore ai 60 anni hanno in genere bassi livelli glicemici per più di un'ora al giorno, ma spesso ne sono inconsapevoli, aumentando così il rischio di convulsioni, perdita di coscienza e persino morte. Sono i[...]

Mercoledi 27 Marzo 2019

Diabete, studio rileva una pericolosa sottodiagnosi con il test dell'emoglobina glicata

Il test ematico per l'emoglobina glicata (HbA1c) è ampiamente utilizzato per diagnosticare il diabete di tipo 1 e di tipo 2 ma in realtà non è in grado di rilevare la malattia nella maggior parte dei pazienti, sottostimando la prevalenza della malatt[...]

Diabete negli anziani, nuove linee guida della Endocrine Society dedicate a una popolazione in crescita

Aumentare l’attenzione al paziente anziano con diabete. Semplificare i regimi terapeutici e personalizzare gli obiettivi glicemici migliora l'aderenza alla terapia ed evita le complicanze correlate al trattamento. È questo il messaggio chiave delle n[...]

Asma grave, arriva benralizumab, una nuova arma terapeutica per le forme eosinofiliche

I 200mila pazienti italiani affetti da asma grave eosinofilico, da oggi, potranno beneficiare di una nuova soluzione terapeutica e, grazie a questa, ritornare a condurre una vita normale. Si tratta di benralizumab, anticorpo monoclonale umanizzato ch[...]