22 news PER "fibrinolisi"


NEWS

Sabato 17 Marzo 2018

Sindrome coronarica acuta, nessun sanguinamento maggiore con ticagrelor dopo fibrinolisi

Ticagrelor sembra essere sicuro quanto clopidogrel nei pazienti con infarto miocardico con elevazione del tratto ST (STEMI) trattato con fibrinolisi, almeno in termini di sanguinamento maggiore TIMI a 30 giorni. Lo dimostrano i risultati dello studio[...]

Sabato 9 Settembre 2017

Update 2017 delle linee guida ESC sull'IMA-STEMI, le novità salienti

In occasione del recente congresso dell'European Congress of Cardiology (ESC) sono state presentate le linee guida aggiornate sulla gestione dell'infarto acuto miocardico (IMA) in pazienti con elevazione del segmento ST (STEMI), pubblicate contestual[...]

Lunedi 28 Marzo 2016

Ictus ischemico da aterosclerosi delle grandi arterie, risultati migliori nei pre-trattati con statine

Secondo i risultati di uno studio pubblicato su Neurology, il pre-trattamento con statine nei pazienti con ictus ischemico acuto (AIS) dovuto ad aterosclerosi delle grandi arterie (LAA) sembra essere associato a migliori outcomes precoci in termini d[...]

Domenica 5 Luglio 2015

Prevenzione dell’ictus da episodi atriali ad alta frequenza mediante NOAC: primi trial avviati

Gli anticoagulanti orali non antagonisti della vitamina K (NOAC) sono abitualmente prescritti nella prevenzione dell’ictus in pazienti con fibrillazione atriale (AF). Esistono però alcuni ambiti emergenti da esplorare, di cui si è parlato in un simpo[...]

Giovedi 25 Giugno 2015

Prevenzione dell'ictus da episodi atriali ad alta frequenza mediante NOAC: primi trial avviati

Gli anticoagulanti orali non antagonisti della vitamina K (NOAC) sono abitualmente prescritti nella prevenzione dell'ictus in pazienti con fibrillazione atriale (AF).

Sabato 17 Gennaio 2015

STEMI, subito fibrinolisi se il tempo per giungere a un ospedale attrezzato per pPCI è eccessivo

Negli Stati Uniti, né la fibrinolisi né l'intervento coronarico percutaneo primario (pPCI) sono impiegati in modo ottimale per conseguire gli obiettivi di riperfusione miocardica raccomandati dalle linee guida.

Lunedi 25 Agosto 2014

Emorragia intraventricolare, la fibrinolisi tramite shunt riduce la mortalità e migliora l'outcome

La fibrinolisi intraventricolare (IVF) è sicura e può essere una strategia efficiente per il trattamento dell'emorragia intraventricolare (IVH): può ridurre la mortalità, migliorare l'outcome funzionale e diminuire la necessità di derivazione ventric[...]

Sabato 19 Luglio 2014

Ictus ischemico acuto, basse dosi di tPA non garantiscono l’outcome della dose standard

L’impiego di una dose standard endovenosa di attivatore tissutale del plasminogeno (tPA) nel trattamento dell’ictus ischemico acuto (AIS), rispetto all’uso di una dose ridotta, determina un outcome più favorevole senza aumentare il rischio di emorrag[...]

Lunedi 23 Giugno 2014

STEMI, fibrinolisi precoce più efficace del PCI nel portare all'aborto dell'infarto miocardico

Una strategia farmacoinvasiva (PI) basata su fibrinolisi precoce fa abortire un infarto miocardico (MI) con maggiore frequenza rispetto a un intervento coronarico percutaneo (PCI) primario. Inoltre i pazienti sottoposti a PI hanno outcomes più favore[...]

Domenica 1 Giugno 2014

STEMI, sopravvivenza a 5 anni in Francia: strategia farmacoinvasiva alternativa al PCI primario

Uno studio effettuato in Francia su scala nazionale, nel setting del “mondo reale”, dimostra che nel trattamento di pazienti colpiti da infarto miocardico con elevazione del tratto ST (STEMI) una strategia farmacoinvasiva costituisce una valida alter[...]

Sabato 17 Maggio 2014

Warfarin potrebbe essere utile come antipsicotico

Il ‘vecchio' anticoagulante warfarin è risultato associato a una diminuzione dei sintomi psicotici e anche a una remissione a lungo termine nei pazienti affetti da schizofrenia in uno studio preliminare presentato in occasione del congresso annuale d[...]

Martedi 15 Aprile 2014

Fibrinolisi efficace ma rischiosa nell'embolia polmonare

La terapia fibrinolitica nei pazienti con embolia polmonare a rischio intermedio è in grado di impedire lo scompenso emodinamico, ma aumenta il rischio di emorragia importante e ictus. È questo il risultato chiave dello studio PEITHO, un trial di fas[...]

Domenica 1 Dicembre 2013

STEMI, fibrinolisi con tenecteplase efficace prima di effettuare il PCI

La fibrinolisi con tenecteplase prima del ricovero ospedaliero, contestuale a una terapia antitrombotica, appare efficace sotto il profilo della riperfusione nei pazienti con infarto miocardico con sovraslivellamento ST (STEMI) in fase precoce che no[...]

Giovedi 28 Marzo 2013

Abciximab poco efficace nell'angioplastica rescue

Nei pazienti trattati con angioplastica coronarica (PCI) rescue (ossia una pci dopo una trombolisi inefficace), dopo un carico di 300 mg di clopidogrel, l'utilizzo di abciximab non modifica il tasso di eventi avversi maggiori (MACE) a 30 giorni e a u[...]

Martedi 22 Novembre 2011

Statine non associate alle emorragie intracraniche

Un nuovo studio sulle statine, una review con una metaanalisi sistematica della letteratura, ha mostrato una assenza di correlazione tra l'uso di questi farmaci e l'emorragia intracranica. Questo studio, appena pubblicato sull'importante rivista Circ[...]

Mercoledi 26 Ottobre 2011

Fda

Ritirato per scarsa efficacia anti-sepsi drotecogin alfa

Eli Lilly ha deciso di ritirare dal mercato il farmaco drotecogin alfa in quanto nello studio PROWESS-SHOCK il medicinale non ha raggiunto l'endpoint di riduzione della mortalità per tutte le cause, valutata a 28 giorni, in pazienti con shock settico[...]

Venerdi 8 Luglio 2011

Con warfarin maggior rischio di emorragia intracranica dopo trombolisi per ictus

I pazienti trattati con warfarin, perfino quelli con INR sub terapeutico, hanno un maggior rischio di emorragia intracranica dopo essere stati sottoposti a trombolisi per un ictus ischemico acuto, a rivelarlo è uno studio appena pubblicato online su [...]

Lunedi 28 Marzo 2011

Acido tranexamico, meglio entro 3 ore dal trauma

Nei pazienti con un sanguinamenti da trauma, l'antifibrinolitico acido tranexamico andrebbe somministrato il più presto possibile. Lo sostengono gli autori di un'analisi esplorativa dello studio randomizzato CRASH-2, appena pubblicata su The Lancet.

Venerdi 3 Dicembre 2010

Nuovi risultati a favore di icatibant nell'angioedema ereditario

Shire ha annunciato i risultati del terzo studio di fase III denominato FAST-3 (For Angioedema Subcutaneous Treatment), un trial condotto per valutare il farmaco icatibant nel trattamento degli attacchi acuti di angioedema ereditario.

Lunedi 13 Settembre 2010

Fibrinolisi post-ictus: finestra allargata anche nella pratica clinica

Un'analisi post-hoc dello studio SITS-ISTR, pubblicata da poco su Lancet Neurology, rivela che l'ampliamento della finestra temporale per il trattamento dell'ictus con alteplase (attivatore del plasminogeno tissutale ricombinante, rtPA) da 3 a 4,5 or[...]

Lunedi 10 Maggio 2010

Ferring acquisisce i diritti su acido tranexamico

Ferring Pharmaceuticals, una società farmaceutica a capitale privato e con sede a Saint-Prex in Svizzera, ha annunciato di aver acquisito i diritti su acido tranexamico, un farmaco sviluppato da Xanodyne Pharmaceutical per la terapia della menorragi[...]

Lunedi 16 Novembre 2009

Fda

Acido tranexamico approvato per la menorragia

L'Fda ha approvato l'acido tranexamico (Lusteda, Xanodyne) quale primo trattamento non ormonale per la menorragia. Negli Usa, l'acido tranexamico fu approvato per la prima volta nel 1986 quale prodotto iniettivo per la cura dei sanguinamenti consegue[...]