38 news PER "gerd"


NEWS

Giovedi 5 Luglio 2018

Esofago di Barrett, rischio ridotto di carcinoma grazie ai PPI e agli antagonisti del recettore H2

I pazienti con esofago di Barrett che hanno assunto inibitori della pompa protonica o antagonisti del recettore H2 dell’istamina hanno mostrato un rischio più basso per lo sviluppo di adenocarcinoma esofageo. E’ quanto emerge da una ricerca pubblicat[...]

Sabato 30 Giugno 2018

Prevenzione ictus in AF, minore rischio di infarto miocardico con DOAC rispetto a warfarin

Dati del mondo reale relativi a pazienti con fibrillazione atriale (AF) hanno riscontrato un rischio ridotto di infarto miocardico (IM) con anticoagulanti orali diretti (DOAC o NOAC) rispetto alla terapia con antagonisti della vitamina K (VKA), secon[...]

Sabato 16 Giugno 2018

Warfarin a bassa intensità, opzione anticoagulante dopo sostituzione valvolare aortica con protesi On-X

La duplice terapia antipiastrinica (DAPT) non supporta la terapia anticoagulante standard dopo la sostituzione chirurgica della valvola aortica (SAVR) con la protesi meccanica On-X (bileaflet di ultima generazione), ma per alcuni pazienti il warfarin[...]

Sabato 21 Aprile 2018

Inibitori di pompa per lungo tempo aumentano rischio di cancro esofageo

Una terapia di mantenimento a lungo termine con inibitori della pompa protonica (PPI) è risultata associata a un aumento del rischio di carcinoma esofageo in assenza di altri fattori di rischio e anche nei pazienti che assumono PPI per indicazioni no[...]

Lunedi 15 Gennaio 2018

Asma nei bambini, può dipendere dagli antiacidi assunti dalla mamma in gravidanza

Una ricerca pubblicata su Pediatrics ha evidenziato che la prole di donne che in gravidanza hanno fatto uso di antiacidi ha una probabilità più elevata di sviluppare asma rispetto alla controparte nata da donne che non avevano assunto questi farmaci.[...]

Martedi 2 Gennaio 2018

C. difficile, fidaxomicina a dosi “pulsate” più efficace della vancomicina

I risultati dello studio EXTEND pubblicati su The Lancet Infectious Diseases evidenziano che il trattamento con dosaggio esteso e pulsato di fidaxomicina è più efficace della vancomicina a dose standard per raggiungere e mantenere la cura clinica del[...]

Venerdi 25 Agosto 2017

Reflusso gastro-esofageo incontrollato, buoni risultati da una nuova molecola

I risultati di un trial di fase IIb hanno evidenziato che una nuova formulazione di un farmaco sequestrante gli acidi biliari, che per ora in sigla è indicata come IW-3718, ha significativamente ridotto la gravità del bruciore di stomaco in pazienti [...]

Mercoledi 15 Febbraio 2017

Scarsa risposta agli inibitori di pompa protonica in pazienti con reflusso gastroesofageo, da cosa può dipendere?

Alcuni sintomi della dispepsia, tra cui sazietà precoce e vomito sembrano essere associati a un aumentato rischio di scarsa risposta agli inibitori della pompa protonica (PPI) in pazienti con malattia da reflusso gastroesofageo. Questo è quanto evide[...]

Giovedi 12 Gennaio 2017

ASH 2016: mielofibrosi, pacritinib vince sulla migliore terapia disponibile nei pazienti con bassa conta piastrinica

Pacritinib ha portato alla riduzione del volume della milza in modo più efficace rispetto alla migliore terapia disponibile in pazienti con mielofibrosi e conta piastrinica inferiore a 100.000/ml, compresi quelli trattati in precedenza con un inibito[...]

Domenica 4 Dicembre 2016

ASH 2016: gli studi sotto i riflettori al congresso americano di ematologia

Apre i battenti a San Diego il congresso annuale dell'American Society of Hematology (ASH), l'appuntamenti più importante per gli oncologi di tutto il mondo.

Venerdi 18 Novembre 2016

Artrite reumatoide: sarilumab meglio dell’anti TNF nello studio di fase 3 MONARCH

Al Congresso annuale dell’American College of Rheumatology che si è appena concluso a Washington sono stati presentati i risultati dello studio di Fase 3 SARIL-RA-MONARCH che ha dimostrato la superiorità in monoterapia di sarilumab rispetto ad adali[...]

Mercoledi 16 Novembre 2016

Artrite reumatoide, finisce pari il confronto fra certolizumab e adalimumab. Studio su The Lancet

Il prestigioso The Lancet ha pubblicato i risultati completi di EXXELERATE, il primo studio di superiorità testa a testa fra due trattamenti con farmaci anti-TNF. Lo studio ha messo a confronto certolizumab pegol più metotrexato (MTX) vs adalimumab p[...]

Giovedi 22 Settembre 2016

Aspirina e antinfiammatori non steroidei, non riducono il rischio di Esofago di Barrett

Negli ultimi anni siamo stati abituati a notizie riguardanti il collegamento tra uso regolare di farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) e una riduzione del rischio di cancro esofageo. Un recente studio ha rilevato che l'uso di FANS non è asso[...]

Mercoledi 18 Maggio 2016

Reflusso gastroesofageo, l'origine potrebbe essere immunitaria

La malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) potrebbe essere causato da una reazione immunitaria, piuttosto che dal danno chimico derivante dagli acidi dello stomaco. E' quanto emerge da un piccolo studio monocentrico pubblicato su JAMA.

Giovedi 25 Febbraio 2016

Reflusso gastroesofageo 7 volte più frequente nei bambini obesi. Spesso confuso con asma

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Thorax, i sintomi da reflusso gastroesofageo sono sette volte più comuni nei bambini obesi rispetto ai bambini magri e possono essere confusi con quelli dell'asma.

Mercoledi 20 Gennaio 2016

Esofago di Barrett, nessuna associazione con l'assunzione di caffeina

Un recente studio pubblicato sulla rivista Clinical Gastroenterology and Hepatology ha evidenziato che non esiste alcuna associazione tra il rischio di esofago di Barrett e il consumo di caffè o tè.

Lunedi 21 Settembre 2015

Clostridium difficile, l'antitossina sperimentale bezlotoxumab riduce le recidive

Riduzioni nel numero delle recidive di Clostridium difficile (CD) fino alla settimana 12, rispetto al placebo. E' quanto presentato all' Interscience Conference of Antimicrobial Agents and Chemotherapy (ICAAC) e all' International Congress of Chemoth[...]

Venerdi 17 Luglio 2015

Disfunzioni tiroidee possibile causa di scompenso e cardiomiopatia dilatativa idiopatica

Secondo una ricerca appena pubblicata online sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism, è stata trovata una chiara associazione tra disfunzioni della tiroide e aumentato rischio di mortalità nei pazienti con cardiomiopatia dilatativa idiopat[...]

Giovedi 25 Giugno 2015

Inibitori della pompa protonica, possibile nesso con rischio cardiovascolare

Gli inibitori della pompa protonica (PPI) sembrerebbero avere un effetto negativo sulla funzione vascolare, aumentando il rischio di infarto del miocardio (MI) nella popolazione generale.

Martedi 12 Maggio 2015

Infezione da C. difficile, spore non tossigene efficaci contro le recidive

Seminando il tratto gastrointestinale (GI) con spore di un ceppo di Clostridium difficile che non produce endotossine si riesce a combattere le recidive dell'infezione. E' questa una nuova strategia che è apparsa sicura e di successo nel ridurre i ta[...]

Lunedi 20 Aprile 2015

Inibitori della pompa protonica, sono responsabili di insufficienza renale?

I pazienti più anziani che assumono inibitori della pompa protonica, farmaci abbastanza comuni per il bruciore di stomaco e il reflusso acido, sono due volte più a rischio di essere ricoverati in ospedale con insufficienza renale rispetto a loro coet[...]

Lunedi 16 Marzo 2015

Dove nasce il dolore? Ce lo dicono i ricercatori di Oxford

La corteccia insulare posteriore (dplns) è la struttura cerebrale direttamente collegata alla percezione del dolore. Questa importantissima scoperta deriva da studi condotti nei laboratori di ricerca dell'Università di Oxford. Lo studio su volontari [...]

Venerdi 23 Gennaio 2015

Esofago di Barrett ed esofagite erosiva, quanto è importante il fumo di sigaretta?

Il fumo sembra essere un determinante indipendente di sviluppo dell’esofago di Barrett e, in misura minore, di esofagite erosiva. L'elevazione del rischio è indipendente dalla presenza della malattia da reflusso gastroesofageo ed è già presente nei f[...]

Martedi 11 Novembre 2014

Esofago di Barrett, il consumo di alcol non è un fattore di rischio

Il consumo di alcol non aumenta il rischio di esofago di Barrett. E' quanto riportato in uno studio pubblicato sulla rivista The American Journal of Gastroenterology e che cerca di chiarire i risultati contraddittori riportati in studi precedenti che[...]

Venerdi 19 Settembre 2014

Fans e aspirina, importanti nella chemioprevenzione dell'adenocarcinoma esofageo

L'uso di aspirina e di farmaci antinfiammatori non steroidei (Fans) può ridurre il rischio di esofago di Barrett e di adenocarcinoma esofageo. Questo risultato, già riportato in altri studi presenti in letteratura, è stato analizzato nel dettaglio da[...]

Martedi 2 Settembre 2014

Reflusso gastro-esofageo nei bambini, sono sicuri i farmaci antagonisti del recettore dell'istamina?

Ci sono poche prove di alta qualità per sostenere l'efficacia e la sicurezza degli antagonisti del recettore per l'istamina (H2Ras) per il trattamento della malattia da reflusso gastroesofageo pediatrico (GERD). Questo è quanto riportato da un gruppo[...]

Mercoledi 9 Luglio 2014

Gestione del reflusso gastroesofageo nel bambino, i pediatri italiani non si attengono alle linee guida

La maggior parte dei pediatri italiani non si attiene alle raccomandazioni contenute nelle linee guida internazionali per la gestione del reflusso gastroesofageo e spesso prescrive farmaci inibitori della pompa protonica in bambini piccoli, nonostant[...]

Sabato 22 Febbraio 2014

Pantoprazolo: nuova formulazione efficace nel reflusso gastroesofageo

Il pantoprazolo magnesio è un farmaco efficace nel miglioramento dei sintomi del reflusso gastroesofageo (GERD). Risulta, inoltre, sicuro e ben tollerato. Queste le conclusioni di uno studio clinico di fase IV pubblicate sulla rivista Clinical Drug I[...]

Domenica 2 Febbraio 2014

Infezione da H. pylori, facciamo il punto della situazione

La prevalenza dell'infezione da H. pylori è in calo, ma il tasso di fallimento dell'eradicazione è drammaticamente aumentato in molti paesi a causa della resistenza agli antibiotici tanto che la terapia nella pratica clinica sta diventando progressiv[...]

Giovedi 12 Settembre 2013

Infezione da Clostridium Difficile, al via la fase III per cadazolid

Actelion ha annunciato l'avvio di un programma di sviluppo clinico di fase III per valutare l'efficacia e la sicurezza del suo antibiotico cadazolid in pazienti con diarrea associata all'infezione da Clostridium difficile (CDAD) . Cadazolid, apparten[...]

Mercoledi 21 Novembre 2012

AR, tofacitinib efficace anche dopo uno o più anti-TNF

Nei pazienti con artrite reumatoide già trattati senza successo con uno o più inibitori del fattore di necrosi tumorale, il trattamento con tofacitinib può produrre miglioramenti clinici e abbassare l'attività della malattia, A suggerirlo è un'analis[...]

Martedi 8 Novembre 2011

Tofacitinib efficace in fase III contro l'artrite reumatoide refrattaria agli anti-TNF

Il JAK-inibitore tofacitinib, un nuovo farmaco attivo per via orale sviluppato da Pfizer per la terapia dell'artrite reumatoide, si è dimostrato più efficace del placebo in pazienti affetti da malattia di lunga data in un trial di fase III, appena pr[...]

Giovedi 19 Maggio 2011

Chirurgia e PPI bene entrambi per il GERD

I pazienti con malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE) trattati nello stesso momento con l'inibitore della pompa protonica (PPI) esomeprazolo oppure con la chirurgia laparoscopica nella maggior parte dei casi restano in remissione anche dopo 5 ann[...]

Domenica 27 Giugno 2010

Adalimumab, efficace nell'Ar anche nei non responder

Nei pazienti affetti da artrite reumatoide (Ar) la terapia prolungata con adalimumab ha portato a una riduzione duratura dell'attività della malattia in una considerevole percentuale di casi, anche nei soggetti già trattati senza successo con altri a[...]

Lunedi 30 Novembre 2009

MRGE, nuovo inibitore promettente nei casi difficili

L'aggiunta del farmaco sperimentale AZD3355 alla terapia con inibitori della pompa protonica (PPI) migliora la pirosi retrosternale e il rigurgito nei pazienti affetti da malattia da reflusso gastroesofageo che continuano a manifestare i sintomi nono[...]

Martedi 28 Luglio 2009

Nuovi farmaci in commercio in Italia negli ultimi 7 giorni

Nuove specialità: Beketol, Dalia, Diclofenac Ratiopharm, Faintop, Gemcitabina Sun Inf, Gerdi, Lortaan, Stilnox, Tavor, Xarelto; 1 nuovo farmaco equivalente

Mercoledi 4 Febbraio 2009

Fda

Approvato il nuovo antisecretivo dexlansoprazole

Approvato il nuovo antisecretivo dexlansoprazole

Martedi 8 Settembre 2009

Nuovi farmaci in commercio in Italia negli ultimi 7 giorni

Nuovi farmaci in commercio in Italia negli ultimi 7 giorni