1562 news PER "ictus"


NEWS

Giovedi 19 Aprile 2018

Diabete di tipo 2, canagliflozin migliora anche gli esiti renali nei pazienti a rischio cardiovascolare

Nei pazienti con diabete di tipo 2 (T2D), che già presentano o sono ad alto rischio di malattia cardiovascolare (CV), canagliflozin ha migliorato gli esiti renali sia in presenza di funzionalità renale conservata che ridotta. E' quanto emerge da nuov[...]

Domenica 15 Aprile 2018

Ictus ischemico, terapia endovascolare efficace oltre che negli RCT anche nel mondo reale (e anche di più)

La terapia endovascolare per i pazienti con ictus ischemico nel mondo reale è almeno altrettanto efficace e sicura che negli studi clinici randomizzati. Lo suggerisce un nuovo studio di registro olandese pubblicato sul “British Medical Journal”.

Evacetrapib, inibitore CETP, manca anche l'appuntamento con la medicina di precisione farmacogenetica

La profilazione farmacogenetica non è riuscita a far conseguire benefici a evacetrapib, portando nuove ombre sulle speranze che l'impiego del farmaco sperimentale in una popolazione più mirata potesse produrre risultati positivi. Sono i risultati – s[...]

Ablazione AF, somministrazione ininterrotta intraprocedurale di apixaban sicura quanto il warfarin

La somministrazione ininterrotta di apixaban sembra essere altrettanto sicura del warfarin e di altri antagonisti della vitamina K (VKA) nei pazienti a rischio di ictus sottoposti ad ablazione di fibrillazione atriale (AF). Lo suggeriscono i risultat[...]

Giovedi 12 Aprile 2018

Ematologia, Novo Nordisk punta all’anemia falciforme

Dato che la concorrenza in arrivo minaccia il suo business nell’emofilia, Novo Nordisk sta cercando di espandersi in altre malattie del sangue. Nei giorni scorsi ha messo sul tavolo 400 milioni di dollari per acquisire la licenza mondiale di un nuovo[...]

Mercoledi 11 Aprile 2018

Sostanze d’abuso, mercato in forte espansione. Allarme dei tossicologi italiani

Quali sono le caratteristiche principali del nuovo mercato dello sballo? Se lo sono chiesti gli esperti riuniti all’incontro Nuove Sostanze Psicoattive: tossicità, rischi, procedure, clinica, prevenzione durante il 18° Congresso Nazionale della Socie[...]

Lunedi 9 Aprile 2018

Italia, sempre più anziana. Aumentano le demenze e le patologie legate all'invecchiamento

In Italia si registra la percentuale più alta di popolazione anziana, ovvero gli over 65: il 21,7% della popolazione contro una media europea del 18,9%. Con l'avanzare dell'età si registrano anche aumento degli ictus, delle lesioni del midollo spinal[...]

Sabato 7 Aprile 2018

Dall'EHRA una nuova guida pratica aggiornata per l'uso dei NOAC nei pazienti con AF

Presentata a Barcellona, in occasione del convegno EHRA (European Heart Rhythm Association), una nuova versione della guida pratica sugli anticoagulanti orali non antagonisti della vitamina K (NOAC) in pazienti con fibrillazione atriale (AF) ha lo sc[...]

Ictus ischemico, antagonista dell'Interleuchina-1 riduce l'infiammazione predittiva di esiti peggiori

Un farmaco antinfiammatorio somministrato a pazienti nelle prime fasi di un ictus è in grado di ridurre il dannoso stato infiammatorio contestuale al processo ischemico. Lo hanno dimostrato ricercatori dell'Università di Manchester e del Salford Roya[...]

Venerdi 6 Aprile 2018

Ictus: in Italia 120mila nuovi casi ogni anno, uno su 3 avrà gravi disabilità

Secondo una recente indagine l'incidenza dell'ictus passa dallo 0,2% nella fascia 55-64 anni allo 0,8% nella fascia 65-74. Si sale al 2,2% nella fascia 75-84 sino al 3,2% degli over 84. L'incidenza tra sessi è similare oltre i 75 anni, mentre sotto q[...]

Lunedi 26 Marzo 2018

Ema

Colesterolo alto, del Chmp per prevenzione di infarti e ictus con evolocumab

Il Chmp dell'Agenzia Europea per i Medicinali ha dato parere positivo per una nuova indicazione di evolocumab nei pazienti con malattia cardiovascolare aterosclerotica accertata (infarto del miocardio, ictus o arteriopatia periferica) per ridurre il [...]

Domenica 25 Marzo 2018

Crollo dei tassi di reintervento e ictus nello scompenso grave con nuovo device di assistenza ventricolare sinistra

Il dispositivo di assistenza ventricolare sinistra (LVAD) di ultima generazione HeartMate 3 ha superato il suo predecessore (HeartMate II) in base ai dati dello studio MOMENTUM 3, esposti nel corso delle American College of Cardiology 2018 Scientific[...]

Sabato 24 Marzo 2018

Farmaci innovativi per la cura del diabete: gli esperti chiedono più libertà di prescrizione e cure mirate

Il diabete è un'epidemia in continua espansione, in Italia colpisce 3,3 milioni di persone pari al 5,5% cui va aggiunto un altro milione di cittadini che ignorano di avere già la malattia. La dimensione del problema, ma soprattutto la gravità delle c[...]

Domenica 25 Marzo 2018

Post-ACS, scelta dell'antiaggregante più appropriato guidata dalla genotipizzazione al letto del paziente

Il più vasto trial randomizzato eseguito finora per testare al letto del paziente le capacità della genotipizzazione di guidare le decisioni relative alla terapia antiaggregante dimostra che tale approccio è fattibile e può ridurre il rischio di even[...]

Sabato 24 Marzo 2018

Diabete, canakinumab non previene l'insorgenza della malattia nei pazienti con pre-diabete

Nuovi risultati dello studio CANTOS mostrano che nessuna delle tre dosi di canakinumab testate è risultata in grado di ridurre l'insorgenza di nuovi casi di diabete nei pazienti con pre-diabete, e ha mostrato una diminuzione significativa solo tempor[...]

Venerdi 23 Marzo 2018

Fibrillazione atriale: dalla real life conferme della sicurezza di dabigatran. Registro GLORIA-AF

Basse percentuali di emorragia maggiore (0,97%) e di ictus (0,65%) anche nella vita reale confermano il profilo di sicurezza ed efficacia di dabigatran etexilato, in linea con il profilo di sicurezza di lungo termine osservato in altre analisi oltre [...]

Domenica 18 Marzo 2018

Sostituzione valvolare aortica transcatetere o chirurgica, sostanziale parità nel follow-up a 5 anni

A un follow-up di 5 anni, non ci sono differenze in termini di mortalità per tutte le cause, ictus, infarto miocardico (IM) o tutti questi endpoint combinati nei pazienti anziani a basso rischio operatorio trattati con sostituzione transcatetere (TAV[...]

Sabato 17 Marzo 2018

Secondo lo studio MANAGE dabigatran potrebbe ridurre il danno miocardico dopo chirurgia non cardiaca

Nuovi risultati dello studio MANAGE – presentati a Orlando (USA) durante le ‘Scientific Sessions 2018' dell'American College of Cardiology (ACC.18) - suggeriscono che dabigatran può essere utile in pazienti con danno miocardico dopo chirurgia non car[...]

Domenica 18 Marzo 2018

Eminattenzione spaziale unilaterale, guanfacina in uno studio pilota offre alcuni risultati incoraggianti

La guanfacina migliora la ricerca nei pazienti affetti da eminegligenza spaziale unilaterale (NSU o sindrome neglect) aumentando il numero di target trovati ma senza effetti sul bias direzionale o sull'organizzazione della ricerca e senza migliorare [...]

Sabato 17 Marzo 2018

Per ARISTOPHANES apixaban supera per risultato clinico netto due NOAC concorrenti nel mondo reale

Apixaban ha battuto 'superato' per prestazioni due antagonisti orali ad azione diretta (NOAC) suoi concorrenti in una vasta analisi dei dati finanziata dal produttore del farmaco e fondata sulle richieste prescrittive degli Stati Uniti, denominata AR[...]

Mercoledi 14 Marzo 2018

Diabete, canagliflozin riduce di un quinto il rischio cardiovascolare. ACC.18

Canagliflozin riduce del 22% il rischio di morte cardiovascolare (CV) o di ospedalizzazione per insufficienza cardiaca (HHF) in pazienti con diabete di tipo 2 ad alto rischio CV. E’ quanto emerge da un’analisi esplorativa del programma CANVAS (Canagl[...]

Martedi 13 Marzo 2018

Diabete, inibitori di SGLT-2 associati a minor rischio cardiovascolare

Nei pazienti con diabete di tipo 2, iniziare il trattamento con un inibitore si SGLT-2 risulta in una riduzione del rischio di decesso, ospedalizzazione per insufficienza cardiaca, infarto del miocardio e ictus, rispetto ad altri farmaci antidiabetic[...]

Domenica 11 Marzo 2018

Ipercolesterolemia, alirocumab centra endpoint dello studio ODYSSEY: meno eventi CV e (per la prima volta) ridotta mortalità generale

La somministrazione sottocutanea di alirocumab, ipocolesterolemizzante inibitore della PCSK-9 ha diminuito significativamente il rischio di eventi avversi cardiovascolari maggiori (MACE) in pazienti che avevano subito un recente episodio di sindrome [...]

Sabato 10 Marzo 2018

Ictus ischemico, lieve aumento di rischio con l'uso di contraccettivi orali se vi sono altri fattori sfavorevoli

I contraccettivi orali aumentano il rischio di ictus ischemico, ma questo rischio è molto contenuto tra le donne che non hanno altri fattori di rischio per ictus. È quanto emerge da una ‘comprehensive review' redata da specialisti dello stroke della [...]

Malattia dei piccoli vasi, perfusione cerebrale non diminuita da riduzione intensiva dei valori pressori

L'abbassamento intensivo dei valori di pressione arteriosa (BP) non riduce il grado di perfusione cerebrale nella malattia dei piccoli vasi di grado severo. Sono questi i risultati di uno studio pubblicato online su “JAMA Neurology”.

Domenica 4 Marzo 2018

Diabete, insorgenza precoce legata a aumentata mortalità per tutte le cause

La presenza di diabete di tipo 2 può avere un grave impatto sul rischio di mortalità a lungo termine, con una relazione dose-risposta tra durata della malattia e morte prematura. Lo suggerisce uno studio pubblicato sulla rivista Diabetologia.

Sfatato il paradosso dell'obesità: più malattie cardiache e più anni da malati per chi è in sovrappeso

Le persone obese con malattie cardiache in realtà non vivono più a lungo delle persone normopeso con le stesse malattie, vengono solo diagnosticate in più giovane età. Un nuovo studio pubblicato il 28 febbraio su Jama Cardiology smaschera il "parados[...]

Alcol primo fattore di rischio per la demenza. I risultati del più grande studio nel suo genere

I disturbi legati all'alcol sono i più importanti fattori di rischio prevenibili per l'insorgenza di tutti i tipi di demenza, in particolare la demenza a esordio precoce. E’ quanto emerso da uno studio osservazionale condotto in Francia su oltre un m[...]

Sabato 3 Marzo 2018

Less is more. Vale anche per la DAPT nei pazienti anziani trattati con stent a eluizione di farmaco

Una nuova meta-analisi – pubblicata online su “JACC Cardiovascular Interventions” - sta aiutando a colmare una lacuna conoscitiva riguardo alla durata ottimale della duplice terapia antiaggregante (DAPT) nei pazienti anziani trattati con stent a rila[...]

Un'aspirina al giorno riduce la mortalità in pazienti con diabete 2 e scompenso cardiaco. Anteprima ACC.18

Per le persone che vivono sia con diabete di tipo 2 sia con insufficienza cardiaca, l'assunzione quotidiana di un'aspirina (acido acetilsalicilico, ASA) sembra ridurre il rischio di morte o ospedalizzazione per insufficienza cardiaca, secondo una ric[...]

Venerdi 2 Marzo 2018

COX-2 inibitori e rischio cardiovascolare, profilo di sicurezza simile ai FANS convenzionali

Il trattamento con FANS selettivi della cicloossigenasi-2 (COX-2) e FANS non selettivi, in pazienti con ipertensione, non ha evidenziato differenze nel rischio cardiovascolare, secondo i risultati di uno studio pubblicato sul British Journal of Clini[...]

Martedi 27 Febbraio 2018

Canagliflozin, oltre a trattare il diabete, riduce l’insufficienza cardiaca rispetto agli altri antidiabetici

Canagliflozin, un inibitore del SGLT2 (inibitore del trasportatore sodio-glucosio di tipo 2) indicato per il trattamento del diabete di tipo 2, è associato a un minor rischio di ospedalizzazione per insufficienza cardiaca e a un rischio simile per in[...]

Domenica 25 Febbraio 2018

AF, l'interruzione dell'anticoagulazione orale si associa ad alto rischio di MACCE nei 30 giorni seguenti

I pazienti con fibrillazione atriale (AF) che interrompono la terapia anticoagulante sono ad alto rischio di tromboembolia e morte. In base a una recente analisi dello studio ENGAGE AF-TIMI 48 (confronto randomizzato di edoxaban rispetto a warfarin) [...]

Sabato 24 Febbraio 2018

Aggiunta di NOAC alla DAPT nel post-infarto, rischio/beneficio più favorevole con STEMI che con NSTEMI

Se il ridotto rischio ischemico derivante dall'aggiunta di un nuovo anticoagulante orale (NOAC) agli antipiastrinici nei pazienti con sindrome coronarica acuta (ACS) valga l'aumento del rischio di sanguinamento maggiore può dipendere dal tipo di ACS.[...]

Non solo psoriasi. Ustekinumab riduce l'infiammazione aortica, marker-chiave di rischio cardiovascolare

Un anticorpo impiegato per trattare la psoriasi, ustekinumab, è efficace anche nel ridurre l'infiammazione aortica, un marker-chiave del rischio futuro di eventi cardiovascolari maggiori. Lo comprovano i risultati di uno studio – presentato a San Die[...]

Domenica 18 Febbraio 2018

Farmaco neuroprotettivo senza aumento di rischio emorragico nei pazienti con ictus sottoposti a trombectomia

Un farmaco che è stato sviluppato per essere neuroprotettivo pur non aumentando il rischio di sanguinamento è sicuro alla massima dose testata e non aumenta il tasso di emorragia nei pazienti con ictus. Lo suggeriscono i risultati di un nuovo studio,[...]

Domenica 11 Febbraio 2018

Terapia anticoagulante in pazienti con AF, rischio di eventi cardiaci e cerebrovascolari se vi è interruzione

L'interruzione di un farmaco anticoagulante orale risulta frequente nei pazienti con fibrillazione atriale (AF) ed è associata a un rischio sostanziale di eventi cardiaci e cerebrovascolari maggiori nei 30 giorni seguenti. Tale rischio risulta partic[...]

Sabato 10 Febbraio 2018

Risultati deludenti di natalizumab nell'ictus, stop allo sviluppo

La statunitense Biogen ha deciso di interrompere lo sviluppo di natalizumab nell'ictus ischemico acuto, dopo che il farmaco non è riuscito a raggiungere gli endpoint primari e secondari di efficacia in uno studio di Fase 2b noto come ACTION 2. Nulla [...]

Sabato 3 Febbraio 2018

Dimissione post-ictus o TIA, prescrizione di antipertensivi migliora esiti cardiovascolari e sopravvivenza

I pazienti ai quali vengono prescritti farmaci antipertensivi alla dimissione ospedaliera dopo un ictus o un attacco ischemico transitorio (TIA) dimostrano migliori outcome cardiovascolari (CV) e di sopravvivenza per tutte le cause rispetto a quelli [...]

Inibitori PCSK9, meta-analisi di 35 RCT conferma benefici cardiovascolari, specie a livelli basali più alti di LDL-C

Un team di ricercatori statunitensi ha esaminato l'efficacia e la sicurezza di alirocumab ed evolocumab, inibitori PCSK9 (proproteina convertasi subtilisina/ kexina tipo 9), attraverso una meta-analisi di 35 studi randomizzati controllati (RCT) condo[...]

Venerdi 2 Febbraio 2018

Vasculopatia aterosclerotica, rivaroxaban add-on ad ASA dimezza tassi di ictus ischemico e non alza rischi di emorragia intracerebrale

Una nuova ricerca – presentata all'International Stroke Conference (ISC) 2018, a Los Angeles - dimostra che, in pazienti con malattia vascolare aterosclerotica stabile, rivaroxaban associato ad acido acetilsalicilico (ASA) taglia di quasi la metà il [...]

Martedi 30 Gennaio 2018

Artrite virale da chikungunya, MTX sembra essere efficace

MTX, farmaco storico nonché farmaco àncora nel trattamento delle artriti, potrebbe essere efficace anche nel trattamento dell'artrite cronica persistente dopo infezione dal virus chikungunya. Sono queste le conclusioni di una review sistematica di le[...]

Sabato 27 Gennaio 2018

Confronto di efficacia tra le 5 principali linee guida sull'uso delle statine, testacoda ACC/AHA – ESC/EAS

Uno studio pubblicato sugli “Annals of Internal Medicine” ha messo a confronto le cinque principali linee guida (LG) sull'uso delle statine in prevenzione primaria nella popolazione generale per verificare l'impatto di ciascuna rispetto agli esiti. I[...]

Sabato 20 Gennaio 2018

Arteriopatia periferica, l'uso di statine ad alta intensità riduce del 30-40% il rischio di perdita di arti ed exitus

L'uso di statine ad alta intensità al momento della diagnosi di malattia arteriosa periferica (PAD) è associato a una riduzione significativa di perdita degli arti e mortalità rispetto agli utilizzatori di statine a bassa-moderata intensità e ai pazi[...]

Domenica 14 Gennaio 2018

AF e prevenzione ictale, profilo migliorato per apixaban da meta-analisi real-world

Nei pazienti affetti da fibrillazione atriale (AF), l'uso di apixaban nella vita reale è associato a un'efficacia generale in termini di riduzione dell'ictus cerebrale e di qualsiasi evento tromboembolico rispetto al warfarin. È stato inoltre riscont[...]

Ipertesi ad alto rischio, agente ad azione RAS + Ca-antagonista in prima linea. Analisi post hoc di ACCOMPLISH

Quando è associata a un inibitore dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACEi), l'amlodipina (calcio-antagonista, CCB) determina una riduzione del rischio cardiovascolare superiore all'idroclorotiazide, diuretico tiazidico (e questo era già no[...]

Sabato 13 Gennaio 2018

AF, efficacia e sicurezza di dabigatran costanti indipendentemente dai cambi di funzionalità renale nel tempo

Viene pubblicata online sull' “American Heart Journal” una nuova analisi dello studio RE-LY volta relativa al profilo di sicurezza ed efficacia di dabigatran rispetto a warfarin in pazienti con fibrillazione atriale (AF) in termini di funzione renale[...]

Venerdi 12 Gennaio 2018

Trial HERCULES, significativi miglioramenti con caplacizumab nella porpora trombotica trombocitopenica

Nello studio di fase III denominato “HERCULES”, pazienti con porpora trombotica trombocitopenica (TTP) acquisita (rara malattia della coagulazione del sangue) che hanno ricevuto il farmaco sperimentale caplacizumab hanno mostrato miglioramenti signif[...]

Diabete: in alcuni pazienti, gli eventi cardiovascolari gravi possono aumentare il rischio di ipoglicemie severe

I pazienti adulti con diabete di tipo 2 che presentano episodi ipoglicemici severi hanno un rischio aumentato di presentare un evento cardiovascolare non fatale o di ospedalizzazione per angina instabile, infarto del miocardio non fatale, stroke non [...]

Venerdi 5 Gennaio 2018

Deficit erettile, potenziale marker di malattia cardiovascolare da indagare, specie tra i più giovani

Un nuovo studio pubblicato online su “Vascular Medicine” si focalizza su un nuovo fattore di rischio per le malattie cardiovascolari che raramente riceve attenzione: la disfunzione erettile.

Giovedi 4 Gennaio 2018

Post-preeclampsia, possibili differenti pattern di ipertensione. Quale monitoraggio e quali interventi

Le donne con preeclampsia in gravidanza possono sviluppare diversi pattern di ipertensione dopo il parto. Lo riferiscono ricercatori svizzeri in uno studio pubblicato su “Hypertension”.

Mercoledi 3 Gennaio 2018

Leucemia linfatica cronica recidivata/refrattaria, venetoclax aggiunto a rituximab batte la chemio sulla sopravvivenza senza progressione

La combinazione dell’inibitore della proteina anti-apoptotica BCL-2 venetoclax con l’anticorpo anti-CD20 rituximab ha migliorato drasticamente la sopravvivenza libera da progressione (PFS) rispetto a bendamustina più rituximab, riducendo dell'83% il [...]

Giovedi 21 Dicembre 2017

Infettivologia italiana: dall'AIDS all'uso consapevole degli antibiotici, le sfide del 2018

“Nelle principali sfide faremo la nostra parte, rivendicando il ruolo della nostra rete operativa nella prevenzione e cura delle malattie infettive, cercando alleanze con le altre Società Scientifiche e con la Società Civile e le Associazioni di volo[...]

Sabato 16 Dicembre 2017

Diabete, il rapporto albumina-creatinina predice il rischio cardiovascolare

Nei pazienti con diabete di tipo 2 ad alto rischio cardiovascolare, quando il rapporto albumina/creatinina è elevato, si osserva un rischio più elevato di mortalità per tutte le cause e di eventi cardiovascolari avversi. Lo sostengono i ricercatori d[...]

Venerdi 15 Dicembre 2017

Allarme dei cardiologi: iperteso il 10 per cento dei giovani con meno di 18 anni

Quattro giorni di lavori congressuali per oltre 2.200 partecipanti, più di 100 simposi, corsi di aggiornamento, centinaia di relazioni e letture magistrali. Questi i numeri del 78° Congresso nazionale della Società Italiana di Cardiologia che apre i [...]

Domenica 10 Dicembre 2017

Disturbi respiratori del sonno post-ictus, prevalenza e severità maggiori negli uomini rispetto alle donne

Dopo un ictus ischemico acuto, i disturbi respiratori del sonno (SDB) hanno una maggiore prevalenza e gravità negli uomini rispetto alle donne. Lo dimostrano i risultati di uno studio pubblicato online su “Sleep Medicine”.

Sabato 9 Dicembre 2017

Cardiopatie congenite, rischio di AF in giovani adulti molto alto. Richiesti screening più frequenti

I pazienti con cardiopatia congenita (CHD) hanno una probabilità fino a 85 volte maggiore di soffrire di fibrillazione atriale (AF) in età giovane-adulta. È il risultato di uno studio – pubblicato online su “Circulation” – in base al quale gli autori[...]

Giovedi 7 Dicembre 2017

Diabete, i pazienti sottovalutano i rischi

Presentati i risultati preliminari dell'indagine, promossa da IDF, “Taking Diabetes to Heart”; rivelano che le persone con diabete di tipo 2 sottovalutano il rischio cardiovascolare correlato alla malattia. Tra gli intervistati, 1 su 3 si considera a[...]

Mercoledi 6 Dicembre 2017

Integrazione con vitamina D, effetti benefici scheletrici ed extra-scheletrici: il catalogo è questo

Un quadro a tutto tondo degli effetti scheletrici ed extra-scheletrici della vitamina D è stato fornito in un simposio satellite nell'ambito del 16° Congresso Nazionale AME (Associazione Medici Endocrinologi), tenutosi poche settimane fa a Roma. Sono[...]

Domenica 3 Dicembre 2017

Nuove rassicurazioni per dabigatran circa ictus e rischi emorragici endocranici da ampio studio real-world

Un nuovo studio ‘real-world' di confronto tra dabigatran e warfarin – pubblicato online sugli “Annals of Internal Medicine” – rassicura sui rischi emorragici complessivi e sui tassi di emorragia intracranica associati all'uso del nuovo anticoagulante[...]