83 news PER "idrossivitamina d"


NEWS

Domenica 2 Dicembre 2018

Sclerosi multipla, occorre agire anche su una dieta sana. Il BMI è associato al grado di atrofia cerebrale

Un più alto indice di massa corporea (BMI) è associato a un volume cerebrale inferiore (atrofia) nei pazienti con sclerosi multipla (SM) mentre lo stato della vitamina D non sembra essere rilevante per i successivi volumi cerebrali. Lo dimostra uno s[...]

Sabato 12 Maggio 2018

Cancro al polmone, studio smentisce azione protettiva della vitamina D

Non vi sono prove di un'associazione tra le concentrazioni ematiche di vitamina D e il rischio di un successivo cancro del polmone, quindi nessun supporto all’ipotesi che la vitamina D possa essere efficace per la prevenzione primaria del carcinoma p[...]

Domenica 11 Febbraio 2018

La vit.D migliora la funzione cardiaca nel post-infarto modulando cellule progenitrici residenti

La segnalazione cellulare derivante dalla vitamina D sembra promuovere la cardioprotezione dopo infarto miocardico. Ciò – stando a evidenze precliniche pubblicate online su “Heart, Lung and Circulation” - può avvenire attraverso la modulazione del ci[...]

Domenica 7 Gennaio 2018

Supplementazione di calcio e vitamina D, utile solo a chi ne ha bisogno. Uno studio su JAMA fa discutere

Pubblicata su JAMA una metanalisi i cui risultatati sembrerebbero escludere l'utilità di somnministrare calcio e vitamina D nelle persone anziane. I dati vanno però letti con attenzione e interpretati nel modo giusto per non fare confusione. Una nota[...]

Lunedi 4 Dicembre 2017

Fratture anca, rapporto metaboliti vitamina D predice meglio il rischio?

In soggetti adulti anziani, un rapporto più basso tra due metaboliti della vitamina D (24,25-diidrossivitamina D/25(OH)D) sarebbe in grado di predire in modo più efficace il rischio di frattura d'anca rispetto ai soli livelli circolanti comunemente m[...]

Sabato 18 Novembre 2017

Diabete di tipo 1, la vitamina D svolge un ruolo nella prevenzione?

La supplementazione di vitamina D potrebbe ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 1 nei bambini particolarmente sensibili. Lo affermano gli autori del recente studio, The Environmental Determinants of Diabetes in the Young (TEDDY), pubbl[...]

Sabato 16 Settembre 2017

Carenza di vitamina D = fattore di rischio per SM, le prove si moltiplicano

I risultati di un nuovo ampio studio pubblicato online su “Neurology” rafforzano la visione che la carenza di vitamina D può essere un fattore di rischio per lo sviluppo di sclerosi multipla (SM).

Giovedi 13 Aprile 2017

Vitamina D, utile non solo per le ossa: carenza indebolisce apparato muscolare

Rischio cadute in agguato per il 30% della popolazione anziana

Domenica 9 Ottobre 2016

Vitamina D, smentita l'associazione con la steatosi epatica non alcolica

La vitamina D non è associata alla gravità della steatosi epatica non alcolica (NAFLD). E' quanto emerge dai risultati di un'analisi clinica e di espressione genica pubblicati sull'American Journal of Gastroenterology. Secondo i ricercatori né la def[...]

Sabato 16 Luglio 2016

Diabete di tipo 2, nessun legame con i livelli di vitamina D nell’uomo anziano

I livelli sierici di 25-idrossivitamina D (25[OH]D) non sono associati con il diabete di tipo 2 incidente negli uomini anziani. Lo evidenzia un'analisi dello studio Osteoporotic Fractures in Men (MrOS), pubblicata di recente sulla rivista Bone.

Mercoledi 6 Luglio 2016

Vitamina D, bassi livelli sono associati a peggioramento della colite ulcerosa

I livelli di 25 idrossivitamina D nel siero sono inversamente associati all'infiammazione della mucosa e attività di malattia nei pazienti con colite ulcerosa. Questo è quanto emerge dai risultati di uno studio prospettico pubblicato sull'American Jo[...]

Sabato 11 Giugno 2016

Diabete, possibile legame tra deficit di vitamina D e retinopatia diabetica

La retinopatia diabetica potrebbe essere un altro degli effetti deleteri associati alla carenza di vitamina D. A suggerirlo è una metanalisi presentata di recente a Orlando, al congresso dell'American Association of Clinical Endocrinologists, nella q[...]

Venerdi 8 Aprile 2016

Alleviare il dolore nella neuropatia diabetica? Si può con un'iniezione di vitamina D ad alte dosi

Nei pazienti tormentati da una neuropatia diabetica dolorosa, potrebbe bastare una singola iniezione intramuscolare di vitamina D ad alte dosi per ottenere una riduzione significativa dei sintomi, stando ai risultati di uno studio fresco di uscita su[...]

Mercoledi 6 Aprile 2016

Steatosi epatica non alcolica, il deficit di vitamina D peggiora il quadro clinico della malattia

La carenza di vitamina D è collegata all'insorgenza e/o al peggioramento di numerose patologie. E' stata pubblicata da pochi giorni sull' American Journal of Gastroenterology uno studio clinico in cui si evidenzia che la carenza di vitamina D aumente[...]

Lunedi 21 Marzo 2016

Osteoporosi da farmaci: attenti a cortisone, tiroxina, anticonvulsivanti

Si chiama osteoporosi ‘secondaria' e riunisce tutti i casi in cui la perdita di osso è determinata dalla contingenza terapie farmacologiche e malattie endocrine, ematologiche, gastrointestinali, renali ecc. Ne hanno discusso gli esperti riuniti dal G[...]

Domenica 20 Marzo 2016

Diabete di tipo 2, vitamina D ad alto dosaggio non migliora omeostasi del glucosio

Nei pazienti con prediabete o con diabete di tipo 2 sottoposti a un regime dietetico, un trattamento per 8 settimane con vitamina D ad alto dosaggio non sembra conferire benefici significativi in termini di funzione beta-cellulare, sensibilità all'in[...]

Giovedi 10 Marzo 2016

Osteoartrosi del ginocchio, la vitamina D non è efficace sul dolore e sulla perdita cartilaginea

Uno studio recentemente pubblicato su Jama ha evidenziato che in pazienti con osteoartrosi sintomatica del ginocchio e bassi livelli sierici di 25-idrossivitamina D, la supplementazione di vitamina D, rispetto al placebo, non ha comportato differenze[...]

Mercoledi 16 Dicembre 2015

Vitamina D, alte dosi benefiche per i pazienti con malattia di Crohn

In uno studio pilota, alte dosi di vitamina D hanno migliorato i livelli di 25-idrossivitamina D e hanno ridotto il tasso di ricadute nei pazienti con malattia di Crohn (CD) in remissione. Nello studio, presentato a Orlando al congresso annuale “Adva[...]

Martedi 20 Ottobre 2015

Calcio e vitamina D scudo non efficace per prevenire i polipi al colon-retto

L'assunzione di vitamina D, calcio o una combinazione dei due integratori non si è dimostrata efficace per prevenire le recidive di polipi colorettali precancerosi in un ampio studio randomizzato e controllato con placebo su pazienti seguiti per un m[...]

Venerdi 9 Ottobre 2015

Asma pediatrico, possibile calo delle riacutizzazioni con supplementazione di vitamina D

La supplementazione di vitamina D potrebbe ridurre le riacutizzazioni asmatiche nei bambini, stando ai risultati di una revisione sistematica e metanalisi pubblicata di recente su PLoS One. Tuttavia, segnalano gli autori, le evidenze al riguardo sono[...]

Sabato 3 Ottobre 2015

SM, bassi livelli di 25-idrossivitamina D, ma non della frazione biodisponibile, sono un fattore di rischio

Nei pazienti affetti da sclerosi multipla (SM), livelli ridotti di 25-idrossivitamina D3 [25(OH)D3] presenti già nelle fasi precoci di malattia e nei soggetti fortemente compromessi indica che i bassi livelli della vitamina costituiscono più un fatto[...]

Mercoledi 16 Settembre 2015

Livelli ridotti di vitamina D legati a declino cognitivo

I risultati di uno studio pubblicato online ahead-of-print sulla rivista Jama Neurology hanno mostrato come la condizione di ipovitaminosi D sia molto comune negli anziani, soprattutto quelli di etnia Afro-Americana ed Ispanica, e si associ ad un'acc[...]

Giovedi 27 Agosto 2015

Sclerosi multipla: il rischio aumenta in presenza di deficit vitamina D

I risultati di uno studio recentemente pubblicato online sulla rivista Plos Medicine (1) hanno confermato osservazioni già presenti in letteratura che suggerivano l'esistenza di un legame tra una condizione di deficit vitaminico D e l'incremento del [...]

Mercoledi 6 Maggio 2015

Supplementazione di vitamina D, il rischio di tossicità è raro

Negli ultimi dieci anni, numerosi studi hanno evidenziato una diffusa carenza di vitamina D nella popolazione americana e il conseguente progressivo aumento dell'uso di supplementi di vitamina D per ristabilire i livelli ottimali.

Sabato 18 Aprile 2015

Insufficienza vitamina D ridotta da supplementazione gestanti con vitamina D3

La supplementazione di gestanti con 1000 IU/die di colecalciferolo (vitamina D3) riduce la prevalenza della condizione di insufficienza vitaminica e previene la riduzione documentata, nel corso della gravidanza, dei livelli ematici di idrossivitamina[...]

Domenica 29 Marzo 2015

Anemia falciforme, possibile legame tra carenza di vitamina D e complicanze vaso-occlusive acute

La carenza di vitamina D può essere associata a complicazioni vaso-occlusive nei bambini affetti da anemia falciforme. Lo si evince dai risultati di uno studio osservazionale pubblicato di recente sulla rivista Pediatric Blood and Cancer.

Venerdi 6 Febbraio 2015

Vitamina D efficace nell’asma ma ancora nessuna evidenza certa

L'evidenza suggerisce che i livelli sierici più elevati di vitamina D sono associati a un ridotto rischio di esacerbazioni asmatiche, ma non esistono ancora delle certezze sull’associazione con l'incidenza, la prevalenza o la severità dell’asma.

Venerdi 19 Dicembre 2014

SM, la carenza di vit.D non incide su recidive post-partum, ma la supplementazione resta valida

Nelle pazienti affette da sclerosi multipla recidivante-remittente (RRSM), bassi livelli di vitamina D non sono associati a recidive post-partum. In stato di gravidanza questa popolazione presenta livelli di vitamina D simili a quelli di donne sane e[...]

Sabato 13 Dicembre 2014

Scoperta un’associazione tra ridotti livelli sierici di vitamina D e depressione post-ictus ischemico

I livelli sierici di vitamina D (ovvero del suo metabolita attivo, la 25-idrossivitamina D [25(OH)D]) riscontrati al momento dell’ammissione ospedaliera per ictus ischemico risultano associati con depressione post-stroke (PSD) e possono predirne lo s[...]

Mercoledi 3 Dicembre 2014

La carenza di 25-idrossivitamina-D può portare a malattia dei piccoli vasi e a deficit cognitivi

I livelli sierici di 25-idrossivitamina D [25(OH)D] sono inversamente proporzionali alla presenza di lacune, iperintensità della sostanza bianca e microsanguinamenti cerebrali (CMB) profondi. Questi dati – ottenuti da ricercatori sudcoreani e pubblic[...]

Possibile legame tra deficit genetico di vitamina D e mortalità

Uno studio osservazionale di autori danesi appena pubblicato sul British Medical Journal suggerisce l'esistenza di un'associazione tra basse concentrazioni di 25-idrossivitamina D e mortalità dovuta a qualunque causa, mortalità per cancro e altre mor[...]

Sabato 22 Novembre 2014

Deficit di vitamina D predice il declino cognitivo senile

Negli anziani, la carenza di vitamina D sarebbe associata in modo indipendente rispetto ad altri fattori ad un incremento del rischio di declino cognitivo.

Domenica 16 Novembre 2014

Esacerbazioni asmatiche, la vitamina D coinvolta nello stress ossidativo e nella resistenza agli steroidi

La carenza di vitamina D intensifica lo stress ossidativo e i danni al Dna, suggerendo un possibile meccanismo per la resistenza ai corticosteroidi nelle esacerbazioni dell'asma grave. È quanto affermano gli autori di un recentissimo studio pubblicat[...]

Mercoledi 22 Ottobre 2014

Deficit di vit.D, più rischio di esiti cerebrali o decesso dopo rianimazione per arresto cardiaco

I pazienti che sono stati rianimati dopo arresto cardiaco improvviso possono essere a maggiore rischio di ridotta funzione cerebrale o di morte se hanno carenza di vitamina D. È quanto riporta uno studio presentato a Ginevra (Svizzera), durante il me[...]

Venerdi 17 Ottobre 2014

Osteoporosi, MK-5442, nuovo antagonista del recettore sensibile al calcio, non aumenta la massa ossea

In uno studio di fase II pubblicato di recente sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism, su un gruppo di donne in postmenopausa con osteoporosi, il trattamento con MK-5442, un’antagonista sperimentale del recettore sensibile al calcio, si è[...]

Venerdi 29 Agosto 2014

Carenza di vit. D nell'anziano, aumentato rischio generale di demenza e di malattia di Alzheimer

La carenza di vitamina D è associata a un rischio aumentato in modo consisente di demenza di qualsiasi origine e di malattia di Alzheimer (AD). La conferma giunge da un ampio studio prospettico internazionale, apparso online su Neurology, che va a in[...]

Sabato 26 Luglio 2014

Nell’anziano minore è l’intake di vit.D maggiore è il numero di alterazioni della sostanza bianca

Una ridotta concentrazione sierica di 25-idrossivitamina D (25OHD) risulta associata a un grado superiore di alterazioni della sostanza bianca (WMA), particolarmente in sede periventricolare. Questi riscontri forniscono una base scientifica per studi[...]

Venerdi 18 Luglio 2014

Bassi livelli di vitamina D e progressione dell’epatite C cronica, forte collegamento

Bassi livelli di vitamina D nei pazienti con epatite C cronica sono associati a una maggiore probabilità di sviluppare fibrosi epatica avanzata. Questo risultato è stato pubblicato sulla rivista Hepatology in cui i ricercatori inoltre affermano che b[...]

Venerdi 4 Luglio 2014

Dati genetici confermano correlazione tra carenza di vitamina D e ipertensione

“Aumentare le concentrazioni plasmatiche di vitamina D potrebbe ridurre il rischio di ipertensione”. È l'interpretazione dei ricercatori sui risultati ottenuti da un recentissimo studio pubblicato su The Lancet Diebetes & Endocrinology, che dimostra [...]

Venerdi 27 Giugno 2014

Asma, flop della vitamina D come terapia aggiuntiva

L'aggiunta di integratori di vitamina D alla terapia standard con corticosteroidi per via inalatoria serve a poco nei pazienti adulti affetti da asma. È questo il responso dello studio VIDA, un trial multicentrico randomizzato e controllato di fase I[...]

Martedi 6 Maggio 2014

Possibile legame tra deficit di vitamina D e ca prostatico aggressivo

Uno studio pubblicato su Clinical Cancer Research evidenzia che la carenza di vitamina D è un indicatore di cancro alla prostata aggressivo e di diffusione della malattia negli uomini europei-americani e afro-americani sottoposti a una prima biopsia [...]

Outcome migliori nei pazienti oncologici con livelli elevati di vitamina D

Un'ampia metanalisi che ha coinvolto più di 17.000 pazienti oncologici, appena pubblicata online sul Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism, conferma che avere alti livelli circolanti di vitamina D al momento in cui viene diagnosticato un t[...]

Domenica 4 Maggio 2014

Carenza di vit.D, fattore di rischio per mialgia in corso di terapia con simvastatina 80 mg

In pazienti trattati con simvastatina ad alte dosi (80 mg) e con elevati livelli plasmatici di vitamina D si è riscontrata una minore incidenza di eventi avversi muscolari, suggerendo che una correzione dei livelli di 25-idrossivitamina D prima dell'[...]

Mercoledi 5 Marzo 2014

Sclerosi multipla, vitamina D impedisce a linfociti di raggiungere il cervello

Un team di ricercatori della Johns Hopkins University ha scoperto che la vitamina D può aiutare nella cura della sclerosi multipla bloccando la migrazione verso il cervello delle cellule immunitarie responsabili dei danni al sistema nervoso centrale.[...]

Martedi 28 Gennaio 2014

Deficit di vitamina D in gravidanza un fattore di rischio di preeclampsia grave

Un deficit di vitamina D durante la gravidanza può essere un fattore di rischio di preeclampsia grave, stando ai risultati di uno studio di coorte appena pubblicato sulla rivista Epidemiology.

Venerdi 24 Gennaio 2014

Sclerosi multipla, ridotti livelli sierici di vitamina D correlati a maggiore rischio di progressione

Nei pazienti affetti da sclerosi multipla (SM), trattati principalmente con interferone beta-1b, il riscontro precoce di ridotti livelli di 25-idrossivitamina D [25(OH)D] lungo il decorso della malattia rappresenta un forte fattore di rischio per l'a[...]

Lunedi 2 Dicembre 2013

Possibile legame tra bassi livelli di vitamina D e rischio di infezioni nosocomiali

Uno studio retrospettivo appena pubblicato su JAMA Surgery e realizzato presso il Massachusetts General Hospital (MGH) di Boston evidenzia una correlazione inversa significativa tra livelli ematici di vitamina D e rischio di infezioni nosocomiali dop[...]

Venerdi 22 Novembre 2013

Carenza di vitamina D predittiva di decesso nei pazienti sieropositivi

Uno studio europeo presentato di recente alla European AIDS Conference a Bruxelles suggerisce la presenza di una correlazione tra i livelli di 25-idrossivitamina D e rischio di decesso, ma non di altri eventi avversi.

Domenica 3 Novembre 2013

Avviso dalla Cina, la carenza di vitamina D può far male alle coronarie

Un basso livello di vitamina D si associa alla gravità delle stenosi delle arterie coronarie. Questa la conclusione di una ricerca condotta in Cina e apparsa su Heart, Lung and Circulation.

Giovedi 31 Ottobre 2013

La vitamina D non protegge contro influenze e raffreddori

La supplementazione con vitamina D3 non riduce l'incidenza o il rischio di infezioni delle alte vie aeree negli adulti, stando ai risultati di un nuovo studio randomizzato e controllato pubblicato di recente online su Clinical Infectious Diseases.

Venerdi 5 Luglio 2013

Lupus, possibile legame tra attività della malattia e ipovitaminosi D

Un ampio studio longitudinale pubblicato sul numero di luglio di Arthritis & Rheumatism mostra che i pazienti affetti da lupus eritematoso sistemico (LES) che avevano bassi livelli di vitamina D e sono stati trattati con la vitamina hanno visto ridur[...]

Venerdi 21 Giugno 2013

Bassi livelli di vitamina D correlati a rischio di rigidità arteriosa nei diabetici

Gli adolescenti e i giovani adulti con diabete di tipo 2 che hanno livelli bassi di vitamina D sembrano essere a rischio di rigidità arteriosa, un segno di aumento del rischio cardiovascolare. A suggerirlo è uno studio appena presentato a San Francis[...]

Martedi 11 Giugno 2013

Ipovitaminosi D legata a infezione da virus dell'epatite B

Secondo uno studio di recente pubblicazione, bassi livelli ematici di vitamina D (25(OH)D3) sono associati ad un'elevata carica virale sostenuta dal virus HBV in pazienti con epatite cronica B. Lo studio ha peraltro dimostrato come le fluttuazioni s[...]

Venerdi 24 Maggio 2013

Livelli di vitamina D predittivi del rischio di frattura d'anca

Bassi livelli di vitamina D sierici aumentano il rischio di fratture all'anca nei pazienti più anziani. E' quanto riportato on-line nel Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism da Kristin Holvik e colleghi dell'Università di Bergen in Norvegia[...]

Lunedi 20 Maggio 2013

Crohn, vitamina D migliora la qualità della vita

I pazienti con malattia di Crohn in remissione che assumono integratori a base di vitamina D possono ottenere un miglioramento clinicamente significativo della qualità della vita. È quanto emerge da uno studio randomizzato e controllato con placebo a[...]

Giovedi 18 Aprile 2013

Algoritmo per identificare i soggetti con deficit di vitamina D

Un gruppo di ricercatori australiani ha sviluppato un modello, che tiene conto di fattori come il tempo trascorso all'aperto e l'attività fisica praticata, per identificare le persone più a rischio di carenza di vitamina D e ha pubblicato il suo lavo[...]

Mercoledi 3 Aprile 2013

Bassi livelli di vitamina D post-trapianto di rene peggiorano la funzione del graft

Livelli bassi di vitamina D dopo un trapianto di rene sono associati a una funzionalità renale peggiore e a una maggiore fibrosi, stando ai risultati di uno studio osservazionale francese, appena pubblicato sul Journal of the American Society of Neph[...]

Giovedi 7 Febbraio 2013

Vitamina D e Omega 3 utili contro l'Alzheimer

La vitamina D3 e gli acidi grassi omega-3 possono aumentare la capacità del sistema immunitario di eliminare dal cervello le placche amiloidi, una delle caratteristiche dell'Alzheimer. Lo dimostra uno studio pubblicato sul Journal of Alzheimer's dise[...]

Mercoledi 23 Gennaio 2013

Livelli di vitamina D predittivi dell'outcome dopo bypass

Uno studio retrospettivo presentato in occasione del congresso della Society of Critical Care Medicine a San Juan (Portorico) suggerisce che avere bassi livelli di vitamina D prima di un bypass coronarico (CABG) è un fattore predittivo di risultati p[...]

Giovedi 22 Novembre 2012

Vitamina D possibile scudo contro la sclerosi multipla

Le donne che hanno livelli ematici elevati di vitamina D potrebbero avere un rischio ridotto di sclerosi multipla, ma i livelli della vitamina durante la gravidanza non sono predittivi del futuro rischio di sviluppare la malattia dei figli. A suggeri[...]