54 news PER "inibitori p2y12"


NEWS

Domenica 1 Dicembre 2019

Pazienti con AF post-PCI, aspirina ancora per 1 mese contro il rischio di trombosi dello stent. #AHA19

I medici non dovrebbero essere troppo frettolosi nel sospendere l'aspirina in tutti i pazienti affetti da fibrillazione atriale (AF) dopo intervento coronarico percutaneo (PCI), in quanto sembra che quelli a rischio particolarmente elevato di trombos[...]

Mercoledi 20 Novembre 2019

Sospensione dell'aspirina dopo 3 mesi di DAPT post-PCI in pazienti con ACS: sicura ed efficace. #AHA19

In linea con i risultati dello studio primario TWILIGHT, un'analisi che ha esaminato solo i pazienti con sindrome coronarica acuta (ACS), sebbene escludendo quelli con infarto miocardico con elevazione del tratto ST (STEMI), conferma che la sospensio[...]

Martedi 19 Novembre 2019

Sanguinamenti più frequenti nelle donne dopo intervento coronarico percutaneo. Dal GLOBAL LEADERS

Le donne possono avere esiti ischemici simili dopo l’attuale intervento coronarico percutaneo (PCI) rispetto agli uomini, ma continuano ad avere rischi di sanguinamento aumentati indipendentemente dal regime antipiastrinico assegnato. È quanto dimost[...]

Domenica 7 Luglio 2019

AF, il migliore regime antitrombotico post-PCI? La doppia terapia con NOAC e inibitore P2Y12, per meta-analisi a rete

Nei pazienti con fibrillazione atriale (AF) o con sindrome coronarica acuta (ACS) sottoposti a intervento coronarico percutaneo (PCI), un regime antitrombotico di doppia terapia (DAPT) con un anticoagulante orale antagonista della vitamina K (NOAC) p[...]

Domenica 23 Giugno 2019

Inibitori P2Y12, nuovo documento di consenso su switching, test genetici e di funzione piastrinica

C'è una quantità sempre maggiore di dati emergenti dati su come i risultati della funzione piastrinica e dei test genetici possono guidare l'uso degli inibitori P2Y12 nei pazienti sottoposti a intervento coronarico percutaneo (PCI). Per aiutare i med[...]

Sabato 11 Maggio 2019

Scoperte proprietà antibiotiche di ticagrelor, in vitro elimina batteri Gram-positivi multiresistenti

Un team di ricercatori italiani e belgi ha scoperto che ticagrelor, antiaggregante piastrinico inibitore P2Y12, ha proprietà antibatteriche contro gli stafilococchi e gli enterococchi multiresistenti ai farmaci. Lo studio è stato pubblicato online su[...]

Sabato 30 Marzo 2019

Forse sarà presto disponibile un agente di inversione per ticagrelor? Positivi risultati di fase 1. #ACC 2019

Un antidoto per ticagrelor, inibitore P2Y12, potrebbe presto essere disponibile dopo che i risultati di un nuovo studio hanno mostrato un'inversione immediata e prolungata degli effetti antipiastrinici del farmaco. Il nuovo studio, condotto in volont[...]

Domenica 27 Gennaio 2019

USA, impiego crescente dei nuovi inibitori P2Y12 dopo PCI senza ACS. Le ragioni del trend

Negli USA, a più di un terzo dei pazienti senza sindrome coronarica acuta (ACS) sottoposti a intervento coronarico percutaneo (PCI) è stato prescritto prasugrel o ticagrelor tra il 2009 e il 2016, ma i dati sui loro benefici nella cardiopatia ischemi[...]

Sabato 19 Gennaio 2019

Ticagrelor frantumato più cangrelor ev, sicuri insieme nei pazienti STEMI sottoposti a PCI primario

Una strategia di combinazione con cangrelor IV e ticagrelor frantumato in pazienti STEMI sottoposti a PCI primario - per coprire il ritardo di assorbimento del farmaco orale - migliora l'inibizione piastrinica senza creare un'interazione farmaco-farm[...]

Domenica 9 Dicembre 2018

Ticagrelor in monoterapia post-CABG, profilo di efficacia e sicurezza sovrapponibile a quello dell'aspirina

Nello studio TiCAB, presentato a Chicago durante il meeting annuale dell'American Heart Association (AHA), la monoterapia con ticagrelor - impiegata dopo innesto di bypass aortocoronarico (CABG) - ha evidenziato durante il primo anno dall'intervento [...]

Martedi 11 Settembre 2018

Rivascolarizzazione del miocardio, cosa cambia nelle nuove Linee Guida congiunte ESC/EACTS

In concomitanza con la loro presentazione a Monaco di Baviera durante l'edizione 2018 del Congresso dell'European Society of Cardiology (ESC), sono state pubblicate online sull'European Heart Journal (1) e sul sito web dell'ESC le linee guida aggior[...]

Venerdi 7 Settembre 2018

PCI per infarto NSTEMI, uso preospedaliero di antagonisti P2Y12: evidenze non sufficienti

Una nuova analisi dei dati provenienti dal registro svedese SCAAR (Swedish Coronary Angiography and Angioplasty Registry) – database online nazionale che coinvolge 31 ospedali – ha ancora una volta sollevato dubbi sull'efficacia della terapia antipia[...]

Giovedi 16 Novembre 2017

Meno complicanze emorragiche con la duplice terapia con dabigatran, rispetto alla triplice terapia con warfarin

Sono stati presentato in occasione del Congresso AHA 2017 ad Anaheim, California, i risultati di sottoanalisi dello studio clinico RE-DUAL PCI. Lo studio RE-DUAL PCI ha valutato approcci terapeutici diversi in pazienti con fibrillazione atriale non-v[...]

Domenica 22 Ottobre 2017

Sindrome coronarica acuta negli anziani, non evitare i più potenti inibitori P2Y12

Nel trattamento della sindrome coronarica acuta (ACS), l'effetto antiaggregante piastrinico dei più potenti inibitori del recettore piastrinico dell'adenosin-difosfato P2Y12 (quali prasugrel e ticagrelor) rispetto a clopidogrel sugli endpoint di effi[...]

Venerdi 15 Settembre 2017

Nuovo aggiornamento ESC delle indicazioni sulla DAPT, focus sull’approccio personalizzato

Pubblicato sullo European Heart Journal e sul sito web della European Society of Cardiology (ESC), in concomitanza con il congresso annuale della società scientifica, il primo aggiornamento sulla doppia terapia antiaggregante (Dual Antiplatelet Thera[...]

Sabato 9 Settembre 2017

Update 2017 delle linee guida ESC sull'IMA-STEMI, le novità salienti

In occasione del recente congresso dell'European Congress of Cardiology (ESC) sono state presentate le linee guida aggiornate sulla gestione dell'infarto acuto miocardico (IMA) in pazienti con elevazione del segmento ST (STEMI), pubblicate contestual[...]

Lunedi 28 Agosto 2017

Studio COMPASS: rivaroxaban possibile ‘game changer' in prevenzione secondaria nei pazienti con vasculopatia aterosclerotica stabile

La combinazione rivaroxaban a baso dosaggio e aspirina sembra essere un approccio vincente per migliorare gli outcome nei pazienti con malattia vascolare aterosclerotica (coronaropatia o arteriopatia periferica) stabile. Lo dimostrano i risultati del[...]

Domenica 23 Luglio 2017

Cangrelor più sicuro di clopidogrel nel PCI con uso di eparina non frazionata

Nei pazienti sottoposti a intervento coronarico percutaneo (PCI) con uso di eparina non frazionata (UFH) come anticoagulante procedurale di fondo, l'impiego di cangrelor riduce le complicazioni periprocedurali precoci ischemiche senza aumentare i san[...]

Domenica 9 Luglio 2017

Angina pectoris, prasugrel supera clopidogrel post-PCI per vasodilatazione e ridotti markers infiammatori

Nei pazienti con angina pectoris instabile sottoposti a intervento coronarico percutaneo (PCI) prasugrel ha dimostrato di presentare effetti benefici a medio termine sulla biodisponibilità di ossido nitrico (NO) endoteliale e sui markers infiammatori[...]

Sabato 11 Febbraio 2017

Statine ad alta potenza sottoimpiegate in seguito a sindrome coronarica acuta: motivi e predittori

Nonostante l'ampio uso di statine dopo le sindromi coronariche acute (ACS), la maggior parte dei pazienti non sono trattati con statine ad alta potenza né precocemente né tardivamente dopo l'evento acuto, inclusi i pazienti a più alto rischio di reci[...]

Giovedi 6 Ottobre 2016

Sospensione di ticagrelor in vista di un by-pass: sicura se più di 24 ore prima dell’intervento

Il pretrattamento dei pazienti avviati a bypass coronarico (CABG) con ticagrelor è sicuro se la somministrazione dell’antitrombotico viene interrotta più di 24 ore prima dell'intervento chirurgico. È quanto emerge da una recente ricerca pubblicata on[...]

Giovedi 5 Maggio 2016

Nessun conflitto tra ticagrelor e inibitori della glicoproteina IIb/IIIa secondo un'analisi di PLATO

Secondo un'analisi dello studio PLATO – i cui risultati sono apparsi online sull'American Heart Journal - nei pazienti con sindrome coronarica acuta (ACS) sottoposti a intervento coronarico percutaneo (PCI) precoce, l'efficacia e la sicurezza di tica[...]

Lunedi 28 Marzo 2016

Doppia terapia antipiastrinica, con ticagrelor aumenta l'uricemia senza impatto sulle piastrine

Tra i pazienti in doppia terapia antiaggregante (DAPT) cronica, il trattamento con ticagrelor, ma non quello con clopidogrel, è associato a un aumento dei livelli sierici di acido urico (SUA) a 30-90 giorni. Peraltro, i cambiamenti SUA – che potrebbe[...]

Domenica 13 Marzo 2016

Sindrome coronarica acuta e antagonisti P2Y12: senza PCI il test genetico CYP2C19 non serve

Lo stato di metabolizzatore CYP2C19 (lento, intermedio, rapido) non risulta associato con un outcome composito di morte cardiovascolare, infarto miocardico o ictus in pazienti con sindrome coronarica acuta gestiti medicalmente mediante trattamento co[...]

Sabato 23 Gennaio 2016

Vorapaxar add-on a terapia standard post-rivascolarizzazione coronarica, metanalisi conflittuale

Dopo una procedura di rivascolarizzazione coronarica, l’aggiunta di vorapaxar alla terapia medica standard risulta associata a riduzione del rischio di infarto miocardico (IM) e di ictus ischemico ma a un aumento del rischio di ictus emorragico e san[...]

Sabato 25 Luglio 2015

DAPT, la variabilità della risposta piastrinica a clopidogrel è associata a disfunzione endoteliale

Nei pazienti che - dopo intervento coronarico percutaneo (PCI) - ricevono una doppia terapia antipiastrinica (DAPT), la disfuzione endoteliale è associata a variabilità della risposta a clopidogrel.

Domenica 5 Luglio 2015

NSTE-ACS, identificati i fattori predittivi di sanguinamento da trattamento con inibitori P2Y12

Nei pazienti con infarto del miocardio senza sovraslivellamento del tratto ST (NSTEMI) fattori predittivi di rischio di sanguinamento sono il pretrattamento (ovvero il trattamento al momento della conferma diagnostica) con un antagonista orale del re[...]

Giovedi 25 Giugno 2015

NSTE-ACS, identificati i fattori predittivi di sanguinamento da trattamento con inibitori P2Y12

Nei pazienti con infarto del miocardio senza sovraslivellamento del tratto ST (NSTEMI) fattori predittivi di rischio di sanguinamento sono il pretrattamento (ovvero il trattamento al momento della conferma diagnostica) con un antagonista orale del re[...]

Lunedi 22 Giugno 2015

NSTE-ACS: per MACE e IM meglio ticagrelor e prasugrel, per i sanguinamenti clopidogrel

Nei pazienti con sindrome coronarica acuta (ACS) senza sovraslivellamento del tratto ST (NSTE-ACS), i più drecenti inibitori P2Y12 orali diminuiscono gli eventi cardiovascolari maggiori (MACE) e gli infarti del miocardio (IM) a scapito di un aumento [...]

Tripla terapia dopo sindrome coronarica acuta: nuova bocciatura. Ancora promossa invece la DAPT

Nei pazienti con sindrome coronarica acuta, l'aggiunta di anticoagulanti orali diretti (DOAC) o antagonisti dei recettori attivati da proteasi -1 (PAR-1) alla terapia antipiastrinica (acido acetilsalicilico [ASA] e clopidogrel) porta a una modesta ma[...]

Domenica 25 Gennaio 2015

pPCI per STEMI, anticoagulazione nel complesso più sicura con bivalirudina vs eparina + GPI

Secondo uno studio apparso sul Journal of the American College of Cardiology, nonostante l’aumentato tasso di trombosi acuta dello stent, l’intervento coronarico percutaneo (PCI) primario con bivalirudina migliora l’outcome clinico netto a 30 giorni,[...]

Domenica 16 Novembre 2014

Pretrattamento con tienopiridine in caso di ACS non-ST: pollice verso da metanalisi francese

Nei pazienti che si presentano con una sindrome coronarica acuta (ACS) senza elevazione del tratto ST, il pretrattamento con tienopiridine non si associa a una significativa riduzione della mortalità quanto a un significativo eccesso di sanguinamento[...]

Sabato 6 Settembre 2014

STEMI, ticagrelor somministrato in ambulanza riduce il rischio di trombosi dello stent

Nei pazienti con infarto STEMI (con sopraslivellamento del tratto ST) la somministrazione in ambulanza, ossia in fase preospedaliera, di ticagrelor, farmaco antipiastrinico (antagonista del recettore P2Y12), non porta vantaggi rispetto alla somminist[...]

Domenica 15 Dicembre 2013

PCI, conferme sull'utilità dell'uso preospedaliero di prasugrel nello STEMI

La somministrazione preospedaliera delle tienopiridine nei pazienti con infarto miocardico e sovraslivellamento del tratto ST (ST) si associa a un basso tasso di eventi avversi cardiovascolari maggiori (MACE), mortalità intraospedaliera, ictus (nessu[...]

Mercoledi 11 Dicembre 2013

Morfina e clopidogrel: relazione pericolosa

La morfina, tra i farmaci raccomandati a scopo analgesico nei pazienti con infarto miocardico, può interferire con l'antiaggregante clopidogrel. Lo ha scoperto un gruppo di ricercatori dell'Università di Vienna, grazie a uno studio appena pubblicato [...]

Domenica 17 Novembre 2013

NSTE-ACS, tre marcatori guidano l'uso appropriato di ticagrelor

Nei pazienti con sindrome coronarica acuta senza sovraslivellamento del tratto ST (NSTE-ACS) elevati valori di troponina T ad alta sensibilità (hs-TnT) sono predittivi di benefici sostanziali con ticagrelor rispetto a clopidogrel nei pazienti sia ges[...]

Sabato 8 Dicembre 2012

È necessario monitorare la risposta piastrinica agli antiaggreganti?

L'outcome clinico è simile in pazienti sottoposti ad angioplastica coronarica con impianto di stent (PCI) in cui viene monitorata la risposta piastrinica agli antiaggreganti (e in cui di conseguenza viene modificata la terapia) e in pazienti in cui s[...]

Due trial mettono in dubbio l'utilità clinica dei test di funzione piastrinica

A Los Angeles, nel corso dell'American Heart Association 2012, due nuovi attacchi sono stati rivolti all'utilità del monitoraggio della funzione piastrinica. Un sottostudio del Trilogy Acs ha verificato l'assenza di un'associazione indipendente tra f[...]

Giovedi 6 Settembre 2012

Prevenzione secondaria post-infarto, clopidogrel non così utile nei diabetici

In prevenzione secondaria dopo un infarto, i pazienti diabetici potrebbero non ottenere gli stessi benefici da clopidogrel rispetto ai non diabetici. A suggerirlo è un'analisi dei dati di un registro danese, appena pubblicata sul Journal of the Ameri[...]

Venerdi 20 Luglio 2012

Ticagrelor, al via studio nella malattia arteriosa periferica

AstraZeneca ha annunciate l'inizio di uno studio clinic di fase III su ticagrelor in pazienti con malattia arteriosa periferica.Il trial arruolerà 11.500 pazienti e confronterà l'efficacia e la sicurezza di ticagrelor, rispetto a clopidogrel.

Sabato 31 Marzo 2012

Ticagrelor riduce gli eventi CV e ischemici primari e ricorrenti

Una sotto analisi dello studio PLATO ha mostrato che l'antiaggregante ticagrelor riduce gli eventi cardiovascolari e ischemici sia primari che ricorrenti, rispetto a clopidogrel. I nuovi dati sono stati presentati in occasione del Congresso dell'Amer[...]

Lunedi 19 Dicembre 2011

L'antiaggregante ticagrelor disponibile anche in Italia

Da pochi giorni anche in Italia è disponibile il nuovo antiaggregante ticagrelor. Il farmaco "in co-somministrazione con acido acetilsalicilico (ASA), è indicato nella prevenzione di eventi aterotrombotici in pazienti adulti con sindrome coronarica a[...]

Sabato 12 Novembre 2011

Test piastrinici predittivi del rischio di trombosi dello stent ma non su base individuale

I pazienti con una reattività piastrinica elevata, ovvero valori di unità di reattività piastrinica (PRU) elevati, hanno esibito un tasso di trombosi dello stent di circa quattro volte superiore rispetto ai pazienti senza reattività piastrinica eleva[...]

Mercoledi 26 Ottobre 2011

Ema

Dal Nice via libera finale per ticagrelor

Il National Institute for Health and Clinical Excellence ha pubblicato il parere definitivo raccomandando la rimborsabilità di ticagrelor da parte del servizio sanitario britannico (Nhs) nei pazienti adulti con sindrome coronarica acuta.

Sabato 3 Settembre 2011

Nuove linee guida europee per le sindromi coronariche acute senza sopraslivellamento del tratto ST

In occasione del congresso annuale della Società Europea di Cardiologia tenutosi pochi giorni fa a Parigi, sono state pubblicate le nuove linee guida europee sulla gestione delle sindromi coronariche acute senza sopraslivellamento del tratto ST (NSTE[...]

Giovedi 1 Settembre 2011

Ticagrelor meglio di clopidogrel contro le trombosi da stent

Uno studio mostra che l'antiaggregante orale ticagrelor è superiore a clopidogrel nel ridurre le trombosi da stent in pazienti con sindrome coronarica acuta (SCA) sottoposti a impianto di stent.

Giovedi 21 Luglio 2011

Fda

Fda approva l'antiaggregante ticagrelor

A circa un anno dal parere positivo dei propri esperti, l'Fda ha finalmente approvato l'antiaggregante ticagrelor per i pazienti con sindrome coronarica acuta al fine di ridurre il rischio di decesso e di attacchi cardiaci.

Giovedi 30 Giugno 2011

Ema

Nice approva il nuovo anti aggregante ticagrelor

Il The National Institute for Health and Clinical Excellence ha pubblicato sul proprio sito la decisione di raccomandare l'impiego a carico del Ssn britannico (Nhs) di ticagrelor in combinazione con l'aspirina quale opzione per il trattamento dei paz[...]

Lunedi 6 Dicembre 2010

Ema

Il nuovo antiaggregante ticagrelor approvato in Europa

La Commissione europea ha approvato il nuovo antiaggregante (Brilique, AstraZeneca, il farmaco in Usa si chiamerà Brilinta) per la prevenzione degli eventi aterotrombotici in pazienti adulti con sindrome coronarica acuta (SCA).

Lunedi 4 Ottobre 2010

Al via lo studio PEGASUS-TIMI 54 su ticagrelor

AstraZeneca ha recentemente annunciato l'inizio dello studio PEGASUS-TIMI 54 che valuterà l'efficacia del nuovo antiaggregante ticagrelor nel ridurre il rischio cardiovascolare in pazienti che hanno sofferto di attacco cardiaco nel corso dei tre anni[...]

Domenica 26 Settembre 2010

Ema

Ticagrelor, parere positivo delle autorità regolatorie europee

Il Chmp dell'Ema ha dato parere positivo all'approvazione di ticagrelor per la prevenzione degli eventi aterotrombotici in pazienti adulti con sindrome coronarica acuta.

Lunedi 13 Settembre 2010

Clopidogrel, prime evidenze di una finestra terapeutica

Gli antaggreganti inibitori del P2Y12 come clopidogrel avrebbero una finestra terapeutica. A riferirlo, per la prima volta, è uno studio tedesco pubblicato il 20 luglio sul Journal of the American College of Cardiology, a firma di Dirk Sibbing e coll[...]

Giovedi 29 Luglio 2010

Fda

L'Fda raccomanda l'approvazione di ticagrelor

A larga maggioranza (7 a 1), un panel di esperti dell'Fda ha dato parere favorevole all'approvazione di ticagrelor per la riduzione degli eventi cardiaci maggiori in pazienti con sindrome coronarica acuta (SCA).

Domenica 7 Marzo 2010

Sindrome coronarica acuta, arriva nuovo antiaggregante

Da poche settimane, anche per i cardiologi italiani, è disponibile prasugrel, un nuovo farmaco antiaggregante sviluppato da Eli Lilly e Daiichi Sankyo, che ha dimostrato di ridurre del 19% gli eventi cardiovascolari maggiori e del 50% il rischio di t[...]