53 news PER "ipocolesterolemizzanti"


NEWS

Sabato 16 Marzo 2019

Acido bempedoico, nuova opzione ipocolesterolemizzante orale sicura ed efficace

Una nuova classe di farmaci ipocolesterolemizzanti orali potrebbe aiutare i pazienti impossibilitati ad assumere statine a causa di effetti collaterali. I risultati – pubblicati sul “New England Journal of Medicine” - provengono dal più grande studio[...]

Sabato 2 Febbraio 2019

Alzheimer, nuovo target terapeutico: proteina tau, regolata da esteri del colesterolo. Candidati statine ed efavirenz

In un nuovo lavoro, pubblicato online su “Cell Stem Cell”, ricercatori della San Diego School of Medicine della University of California di San Diego, nel tentativo di rallentare lo sviluppo della malattia di Alzheimer (AD), si sono concentrati su un[...]

Domenica 13 Gennaio 2019

In pazienti ad alto rischio, molte vite salvate con statine ad alta intensità e più aderenza alla terapia

Migliaia di attacchi cardiaci e decessi per malattie cardiovascolari (CV) potrebbero essere prevenuti dai pazienti se assumessero i farmaci come consigliato dai medici e, in particolare, dosi più alte di statine. I risultati provengono da uno studio [...]

Giovedi 6 Dicembre 2018

Declino rapido della funzione polmonare e rischio CV: esiste un legame?

Stando ai risultati di uno studio pubblicato su JACC, un deterioramento rapido della funzione polmonare sembrerebbe essere associato a una maggiore incidenza di malattia CV, in particolare scompenso cardiaco, indipendentemente dalla presenza di altri[...]

Sabato 3 Novembre 2018

Possibile scossa al mercato USA del colesterolo-LDL, con l'acido bempedoico incuneato tra statine e inibitori PCSK9

Esperion Therapeutics sembra avere la strada aperta per presentare alla Food and Drug Administration (FDA) la domanda di registrazione del suo farmaco ipocolesterolemizzante sperimentale, l'acido bempedoico, dopo avere annunciato i risultati di un qu[...]

Domenica 21 Ottobre 2018

Tra gli ipocolesterolemizzanti varia il tempo per avere beneficio cardiovascolare. Più rapide le statine

Il “tempo al beneficio” (TTB) è variabile tra gli studi condotti con farmaci che abbassano il colesterolo, risultando più breve con le statine rispetto ai farmaci non-statinici. Lo rivela uno studio pubblicato sul “Journal of Clinical Lipidology”.

Sabato 13 Ottobre 2018

Emorragia intracerebrale, esiti migliori se la terapia con statine non viene interrotta

In seguito a emorragia intracerebrale (ICH) si rileva un rischio inferiore di mortalità per tutte le cause tra i pazienti che continuavano un trattamento con statine rispetto a coloro che lo interrompevano, specialmente nel caso dei soggetti trattati[...]

Domenica 27 Maggio 2018

Ipocolesterolemizzanti e antinfiammatori insieme contro l'aterosclerosi, consensus paper ESC alla luce dei dati CANTOS

Mentre sempre più dati recenti fanno luce sul contributo sinergico degli elevati livelli di colesterolemia e infiammazione nello sviluppo dell'aterosclerosi, sono necessari ulteriori studi prima che i farmaci antinfiammatori possano unirsi alle stati[...]

Sabato 19 Maggio 2018

Statine, decine di migliaia di vite salvate in più ogni anno se usate in pazienti con più alti livelli di LDL-C

I farmaci che abbassano il colesterolo hanno maggiori probabilità di salvare migliaia di vite aggiuntive se usati in persone con più alti livelli di colesterolo LDL, secondo un nuovo studio dell'Università dello Iowa, pubblicato sul “Journal of Ameri[...]

Domenica 11 Marzo 2018

Ipercolesterolemia, alirocumab centra endpoint dello studio ODYSSEY: meno eventi CV e (per la prima volta) ridotta mortalità generale

La somministrazione sottocutanea di alirocumab, ipocolesterolemizzante inibitore della PCSK-9 ha diminuito significativamente il rischio di eventi avversi cardiovascolari maggiori (MACE) in pazienti che avevano subito un recente episodio di sindrome [...]

Giovedi 7 Settembre 2017

Diabete di tipo 2, controllo glicemico lievemente inferiore, ma rischio più alto di decesso in caso di terapia con statine

Uno studio su 12.725 pazienti con diabete di tipo 2 che hanno iniziato il trattamento con insulina mostra che quelli non trattati con statine avevano un controllo glicemico leggermente migliore, ma sono sopravvissuti più a lungo e sono andati incontr[...]

Mercoledi 10 Maggio 2017

Aspirina non efficace nei pazienti con malattia vascolare periferica

La terapia con aspirina non sembra migliorare gli esiti cardiovascolari o di sanguinamento nei pazienti con malattia vascolare periferica. Sono le conclusioni di una revisione sistematica e di una meta-analisi di studi randomizzati controllati pubbli[...]

Martedi 25 Aprile 2017

Diabete di tipo 2, con le statine minor rischio di amputazione delle gambe nei pazienti con arteriopatia periferica

In pazienti adulti con diabete di tipo 2 e arteriopatia periferica, fare uso di statine è risultato associato a un tasso di amputazioni degli arti inferiori inferiore del 25% e a una riduzione del 22% del rischio di mortalità dovuta a cause cardiovas[...]

Domenica 9 Aprile 2017

Studio EBBINGHAUS: nessun danno cognitivo e di memoria abbassando molto il colesterolo con evolocumab

Abbassare il colesterolo LDL a livelli “senza precedenti” con un inibitore della PCSK9 - fino a meno di 25 mg/dl in alcuni pazienti - non influisce negativamente sulla memoria e, più in generale, sulle funzioni cognitive. A dimostralo sono i risultat[...]

Venerdi 31 Marzo 2017

Ca al seno, ipocolesterolemizzanti potrebbero ridurre il rischio di recidiva

Le donne con un cancro al seno in stadio precoce con recettori ormonali positivi (HR+) che assumono farmaci ipocolesterolemizzanti mentre stanno facendo la terapia endocrina adiuvante potrebbero vedere ridotto il loro rischio di recidiva. A suggerirl[...]

Sabato 4 Marzo 2017

Ca al seno, ipocolesterolemizzanti possono migliorare gli outcome in alcune pazienti

Le donne con un cancro al seno in stadio iniziale, con recettori ormonali positivi, che al basale di un ampio studio randomizzato a lungo termine utilizzavano un farmaco ipocolesterolemizzante hanno mostrato caratteristiche del tumore più favorevoli [...]

Domenica 25 Settembre 2016

Mieloma multiplo, le statine potrebbero ridurre la mortalità

L'uso di statine potrebbe ridurre nei pazienti affetti da mieloma multiplo il rischio di mortalità dovuta a una qualsiasi causa e di mortalità legata specificamente al mieloma multiplo. A suggerirlo è uno studio osservazionale sui veterani statuniten[...]

Sabato 20 Agosto 2016

Dall'American College of Cardiology una guida all'uso degli ipocolesterolemizzanti in add-on alle statine

Un documento di consenso sul ruolo delle terapie in add-on alle statine per la riduzione del colesterolo LDL nella gestione del rischio della malattia cardiovascolare. Lo ha appena pubblicato una task force dell'American College of Cardiology – sul J[...]

Lunedi 18 Aprile 2016

HOPE-3: nei pazienti a rischio coronarico intermedio eventi cardiovascolari ridotti dalle statine

La terapia di riduzione del colesterolo da sola o insieme a un trattamento per ridurre la pressione arteriosa (BP) possono prevenire gli eventi CV nei pazienti considerati a "rischio intermedio" per malattia coronarica (CHD), ma la sola riduzione del[...]

Giovedi 7 Aprile 2016

Dopo l'infarto: colesterolo LDL sotto 70 e sane abitudini per essere “amici del cuore”

Alle persone che hanno avuto un infarto è dedicato il progetto educazionale “Amico del cuore - Dopo l'infarto il colesterolo conta”, promosso dall'Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri, ANMCO, dalla Fondazione “per il Tuo cuore” e da C[...]

Domenica 3 Aprile 2016

Dall’Australia le prove dell’impatto delle statine in prevenzione secondaria nel terzo millennio

È uscito online sull’International Journal of Cardiology un ampio studio riferito alla realtà australiana che assume notevole interesse generale. Dal 1999 in poi, infatti, a livello nazionale, si è rilevato un calo dei livelli della colesterolemia to[...]

Lunedi 28 Marzo 2016

Alto colesterolo totale, fattore di rischio per malattia cardiovascolare e ictus: il genere incide poco o nulla

In base a una meta-analisi pubblicata su Atherosclerosis, l'aumento del colesterolo totale costituisce un forte fattore di rischio per la malattia coronarica (CHD), con evidenza di un piccolo, ma significativamente maggiore effetto negli uomini rispe[...]

Giovedi 17 Marzo 2016

Anti PCSK9, Amgen vince il primo round nella disputa legale con Sanofi

Amgen ha vinto la prima battaglia legale con Regeneron Pharmaceuticals (e quindi anche con Sanofi che ne è il partner) relativa alla proprietà intellettuale sui nuovissimi farmaci ipocolesterolemizzanti, i cosiddetti anti PCSK9. Un giudice americano [...]

Lunedi 8 Febbraio 2016

Degenerazione maculare legata all'età, statine dimostrano una certa efficacia

Un team di ricercatori dell'Harvard Medical School, Massachusetts Eye and Ear, in collaborazione con gli esperti dell'Università di Creta, ha scoperto che la degenerazione maculare legata all'età (AMD), la principale causa di cecità nei paesi svilupp[...]

Mercoledi 16 Dicembre 2015

Artrite reumatoide, terapia tripla convenzionale migliora pattern lipidico

I risultati provenienti da un'analisi secondaria di un trial randomizzato (studio TEAR - the Treatment of Early Aggressive Rheumatoid Arthritis), condotto in pazienti affetti da artrite reumatoid hanno dimostrato come il trattamento con metotressato [...]

Mercoledi 3 Giugno 2015

Possibile aumento del rischio di diabete di tipo 2 tra chi prende le statine

Chi prende le statine potrebbe avere un maggior rischio di sviluppare diabete di tipo 2. A suggerirlo è uno studio osservazionale su quasi 26.000 persone beneficiarie di Tricare, il servizio sanitario militare statunitense. Il lavoro è stato da poco [...]

Domenica 17 Maggio 2015

Metanalisi cinese su terapie add-on ipolipemizzanti a rinforzo delle statine. Emerge ezetimibe

L'aggiunta di niacina, inibitori CETP (proteina di trasferimento degli esteri del colesterolo), acidi grassi n-3 o fibrati alla terapia con statine: ognuna di queste strategie è riuscita a realizzare un beneficio clinico.

Venerdi 3 Aprile 2015

Diabete tipo 2, possibile aumento del rischio tra chi usa le statine

Chi prende le statine potrebbe essere esposto a un rischio significativo di sviluppare il diabete di tipo 2. A suggerirlo è lo studio METSIM, un nuovo studio osservazionale finlandese pubblicato di recente su Diabetologia.

Venerdi 13 Febbraio 2015

Smentita qualsiasi correlazione tra uso di statine e rischio di crescita di ematoma cerebrale

Non esiste alcun rapporto tra i farmaci ipolipemizzanti e la crescita di un ematoma cerebrale in pazienti con emorragia intracranica (ICH).

Domenica 23 Novembre 2014

Ipocolesterolemizzanti, prosegue con successo lo sviluppo dagli anticorpi monoclonali anti-PCSK9

I primi risultati di fase III di evolocumab, anticorpo sperimentale monoclonale anti-PCSK9 umana, indicano che il farmaco ha fornito performance superiori sia al placebo sia a ezetimibe. La notizia è stata diffusa da un comunicato dalla stessa aziend[...]

Mercoledi 15 Ottobre 2014

Ipercolesterolemia, promettente in fase 2b una nuova molecola per gli intolleranti alle statine

Esperion Therapeutics ha annunciato risultati positivi “top-line” di uno studio di fase 2b volto a valutare la sicurezza e l'efficacia di un trattamento per i pazienti affetti da ipercolesterolemia.

Domenica 4 Maggio 2014

Carenza di vit.D, fattore di rischio per mialgia in corso di terapia con simvastatina 80 mg

In pazienti trattati con simvastatina ad alte dosi (80 mg) e con elevati livelli plasmatici di vitamina D si è riscontrata una minore incidenza di eventi avversi muscolari, suggerendo che una correzione dei livelli di 25-idrossivitamina D prima dell'[...]

Domenica 6 Aprile 2014

Diabete di tipo 2, HDL più efficaci nell'efflusso di colesterolo cellulare con statine e fibrati

Nei pazienti affetti da diabete di tipo 2 (T2DM), simvastatina e bezafibrato - sia in monoterapia sia in combinazione - aumentano l'efflusso di colesterolo cellulare, una delle attività fondamentali delle lipoproteine ad alta densità (HDL). Le altre [...]

Venerdi 4 Aprile 2014

Stato epilettico, mortalità ridotta negli anziani ricoverati in trattamento con statine

Uno studio condotto in Svizzera e pubblicato sull'European Journal of Medicine evidenzia, per la prima volta, come l'esposizione alle statine prima di un episodio di stato epilettico (SE) abbia una correlazione con l'outcome, suggerendo un possibile [...]

Mercoledi 8 Gennaio 2014

Aterosclerosi, rottura di placca evitata da nanoparticelle a rilascio di statine

Il reclutamento di monociti infiammatori è decisivo per la patogenesi della destabilizzazione e rottura della placca aterosclerotica, e il rilascio di pitavastatina mediato da nanoparticelle (NP) è una promettente strategia terapeutica per inibire ta[...]

Sabato 21 Settembre 2013

AMG145, inibitore di PCSK9. Convince analisi di 4 trial di fase 2

AMG145, anticorpo monoclonale umano prodotto da Amgen che agisce inibendo la PCSK9 (proproteina convertasi subtilisina/kexina di tipo 9) riduce la colesterolemia LDL dal 43% al 64%, a seconda della dose che viene utilizzata. Lo ha dimostrato l'analis[...]

Domenica 4 Agosto 2013

Ema

Ipercolesterolemia famigliare omozigote, approvazione europea per lomitapide

Una nuova prospettiva si apre per i pazienti che soffrono di ipercolesterolemia famigliare omozigote, una malattia rara che colpisce circa una persona su un milione. L'Unione Europea ha approvato il farmaco lomitapide, un inibitore della proteina mi[...]

Sabato 6 Luglio 2013

HIV, possibile effetto protettivo delle statine contro lo sviluppo di tumori

I pazienti con infezione da HIV hanno un rischio notevolmente più basso di sviluppare tumori se stanno assumendo anche statine, oltre alla terapia antiretrovirale. A evidenziarlo è uno studio retrospettivo di un team di ricercatori dell’Ospedale San [...]

Domenica 9 Giugno 2013

Pancreatite acuta, ridotta mortalità in caso di pregressa terapia statinica

Un pregresso trattamento con statine riduce in modo significativo la morbilità e la mortalità per pancreatite acuta. Lo rivela uno studio croato pubblicato su Pancreatology.

Venerdi 31 Maggio 2013

Ema

Ipercolesterolemia omozigote, parere positivo Ue per lomitapide

Con voto unanimemente positivo, il Chmp dell'Ema ha raccomandato l'approvazione di lomitapide per i pazienti con ipercolesterolemia omozigote, una malattia ultra rara caratterizzata da livelli molto elevati di colesterolo (colesterolemia di 550-1000[...]

Mercoledi 27 Marzo 2013

Epatite C, minor rischio di HCC tra chi prende le statine

I pazienti con epatite C cronica che prendono le statine hanno meno probabilità di sviluppare un epatocarcinoma (HCC). A suggerirlo è uno studio di popolazione opera di ricercatori di Taiwan, appena pubblicato online sul Journal of Clinical Oncology.

Venerdi 15 Marzo 2013

Statine, i medici Usa le prescrivono in modo inappropriato

Molti medici danno le statine a pazienti che in realtà hanno poche possibilità di beneficiare di questi ipocolesterolemizzanti. È ciò che accade quanto meno negli Stati Uniti, come rivelato da una recente indagine i cui risultati sono appena stati pu[...]

Giovedi 29 Novembre 2012

Le statine diminuiscono la mortalità nella BPCO

L'impiego di statine si associa a un effetto di riduzione della mortalità generale nei pazienti affetti da broncopneumopatia cronico ostruttiva (BPCO), in base al livello iniziale di infiammazione sistemica. È la conclusione di uno studio caso-contro[...]

Mercoledi 24 Ottobre 2012

TOS in menopausa dimezza il rischio cardiaco ma in Italia si usa poco

La terapia ormonale sostitutiva (TOS) se prescritta immediatamente al termine del periodo fertile femminile e iniziato tra i 45 e i 58 anni, riduce del 52% il rischio cardiovascolare. La TOS, inoltre, non aumenta la probabilità di essere colpiti da t[...]

Venerdi 20 Luglio 2012

Al via il programma di fase III ODYSSEY sul nuovo anticolesterolo REGN727

Sanofi e Regeneron Pharmaceuticals hanno appena annunciato il via, con l'arruolamento dei primi pazienti, di diversi trial di fase III facenti parte del programma ODYSSEY, un ampio programma di sviluppo che valuterà efficacia e sicurezza dell'antico[...]

Sabato 23 Giugno 2012

Statine non riducono le infezioni perioperatorie

Secondo un nuovo studio l’uso di statine non sembra essere correlato a una minore incidenza di infezioni perioperatorie o sepsi, contrariamente a quanto emerso da studi precedenti. I nuovi dati sono stati presentati in occasione del Congresso annuale[...]

Martedi 22 Maggio 2012

Le statine potrebbero essere utili nell'ipertrofia prostatica benigna

Le statine potrebbero essere utili per frenare l'aumento di volume della prostata nei pazienti con ipertrofia prostatica benigna (IBP) e livelli elevati di PSA. A suggerirlo è un'analisi condotta da un team di ricercatori del Duke University Medical [...]

Venerdi 27 Aprile 2012

Statine riducono la mortalità post stroke

I pazienti in trattamento con statine che presentano uno stroke hanno meno probabilità di morire durante l'ospedalizzazione rispetto ai soggetti che non utilizzano questi farmaci ipocolesterolemizzanti. E' quanto emerso da uno studio presentato in oc[...]

Cardiopatici meno depressi con le statine

Buone per l'umore, oltre che per abbassare il colesterolo; quanto meno nei cardiopatici. Secondo uno studio appena pubblicato online sul Journal of Clinical Psychiatry, infatti, nei pazienti con malattie cardiache il trattamento con statine sembra ri[...]

Giovedi 15 Dicembre 2011

Statine possibile scudo contro le morti per influenza

Non solo anti-colesterolo. Per le statine sembra, infatti, prefigurarsi un ulteriore beneficio oltre all’effetto ipolipemizzante: una riduzione delle probabilità di morire dopo un ricovero in ospedale a causa dell'influenza. la conferma proviene da u[...]

Giovedi 20 Ottobre 2011

Imaging possibile aiuto per valutare l'efficacia degli ipocolesterolemizzanti

L'imaging mediante risonanza magnetica potrebbe diventare un nuovo e potente strumento per valutare l'efficacia dei farmaci anti-colesterolo, secondo uno studio randomizzato pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology: Cardiovascular[...]

Domenica 12 Giugno 2011

Fda

Fda limita l'impiego di simvastatina ad alte dosi

L'Fda ha pubblicato sul suo sito web la raccomandazione a limitare l'impiego del dosaggio da 80 mg di simvastatina solo nei soggetti che utilizzano tale dosaggio da almeno 1 anno e non hanno mai avuto segni o sintomi di miopatie.

Mercoledi 24 Ottobre 2018

GESTIONE DELL’IPERCOLESTEROLEMIA IN PREVENZIONE SECONDARIA CARDIOVASCOLARE: FONDAMENTALE RAGGIUNGERE IL TARGET TERAPEUTICO

E’ stato ampiamente dimostrato che nei pazienti cha hanno superato un evento cardiovascolare (infarto acuto del miocardio, rivascolarizzazione coronarica, procedura chirurgica vascolare (prevenzione secondaria), la riduzione della colesterolemia LDL [...]