NEWS

Domenica 31 Marzo 2019

Leucemia linfoblastica acuta: il trapianto di cellule staminali ematopoietiche rimane lo standard of care

Il trapianto di cellule staminali ematopoietiche (HSCT) deve essere ancora considerato lo standard of care per i bambini con leucemia linfoblastica acuta (ALL). Nononostante i risultati promettenti, l’efficacia della terapia a cellule T con recettore[...]

Sabato 30 Marzo 2019

L'infusione di cellule T virus BK-specifiche può sconfiggere la PML. Casi riportati sul “NEJM”

L'infusione di cellule T allogeniche virus BK-specifiche può essere un trattamento efficace per i pazienti con leucoencefalopatia multifocale progressiva (PML), secondo quanto riporta un articolo pubblicato sul “New England Journal of Medicine" (NEJM[...]

Lunedi 3 Dicembre 2018

Janssen ottiene i diritti sull'antitumorale cusatuzumab (anti CD-70). Accordo da $1,6 miliardi potenziali

L'unità farmaceutica Janssen di Johnson & Johnson ha stipulato un accordo del valore potenziale di 1,6 miliardi di dollari per sviluppare e commercializzare l'immunoterapico cusatuzumab sviluppato della biotech statunitense Argenx per il trattamento [...]

Giovedi 29 Novembre 2018

Fda

Via libera Fda a gilteritinib per la leucemia mieloide acuta FLT3+

Semaforo verde della Food and drug administration (Fda) al farmaco gilteritinib per il trattamento di pazienti adulti con leucemia mieloide acuta recidivante o refrattaria, con mutazioni del gene FLT3 (FLT3-positiva o FLT3+).

Martedi 13 Novembre 2018

Nuova era nella cura del tumore ovarico avanzato, mantenimento con olaparib ritarda di 3 anni la progressione. #ESMO18

Se nelle scorse due edizioni del congresso della European Society for Medical Oncology (ESMO) a far la parte del leone era stato il tumore del polmone, quest’anno protagonista assoluto è stato senza dubbio il tumore ovarico, con i risultati dello stu[...]

Sabato 20 Ottobre 2018

Leucemia mieloide acuta, combinazione cladribina-citarabina a basso dosaggio alternata a decitabina possibile nuovo standard

L'alternanza di una combinazione di cladribina e citarabina a basso dosaggio con decitabina potrebbe un giorno rappresentare il trattamento di prima linea per i pazienti con leucemia mieloide acuta di nuova diagnosi anziani o in cattive condizioni (‘[...]

Giovedi 11 Ottobre 2018

Mielofibrosi, promette bene la combinazione ruxolitinib più azacitidina

Il trattamento con ruxolitinib più azacitidina si è associato a tassi di risposta splenica incoraggianti e a un miglioramento della fibrosi del midollo osseo nei pazienti con mielofibrosi, in uno studio di fase 2 a braccio singolo, in aperto, appena [...]

Venerdi 28 Settembre 2018

Nuove linee guida ASCO/IDSA per la profilassi antimicrobica nei malati di cancro

Sono appena state pubblicate sul Journal of Clinical Oncology le nuove linee guida americane sulla profilassi antimicrobica alla quale dovrebbero essere sottoposti i pazienti oncologici. Quando fanno la chemioterapia citotossica e sono sottoposti a [...]

Martedi 25 Settembre 2018

Leucemia mieloide acuta, combinazione di chemioterapici sicura ed efficace nell’anziano

Il trattamento con la combinazione di cladribina e citarabina a basso dosaggio alternata con decitabina è apparso sicuro ed efficace per i pazienti anziani con leucemia mieloide acuta di nuova diagnosi, in uno studio monocentrico di fase 2, in aperto[...]

Martedi 10 Luglio 2018

Leucemia mieloide acuta, rischio di sviluppare la neoplasia prevedibile con screening genetico

Un team internazionale di ricercatori ha scoperto come prevedere se individui sani sono a rischio di sviluppare la leucemia mieloide acuta, un tumore del sangue aggressivo e spesso mortale.

Martedi 3 Luglio 2018

Terapie onco-ematologiche, cosa fare con le infezioni fungine invasive?

Le sfide nella gestione del paziente con malattie ematologiche maligne e immunocompromesso sono oggi molto più complesse, anche a causa dell'uso dei nuovi farmaci biologici e immunomodulanti che, sebbene diano al malato possibilità di cura un tempo s[...]

Sabato 23 Giugno 2018

Leucemia mieloide acuta: quizartinib riduce del 24% il rischio di morte #EHA2018

Il quizartinib in monoterapia prolunga la sopravvivenza rispetto alla chemioterapia di salvataggio, nei pazienti con leucemia mieloide acuta (LMA) recidivante o refrattaria con mutazioni FLT3-ITD, dopo il trattamento di prima linea, con o senza trapi[...]

Sabato 2 Giugno 2018

Sindromi mielodisplastiche a basso rischio, terapia precoce con dosi ridotte di ipometilante può migliorare gli outcome. #ASCO2018

Il trattamento precoce con dosi inferiori a quelle standard di agenti ipometilanti nelle prime fasi del trattamento potrebbe migliorare gli outcome tra i pazienti con sindromi mielodisplastiche a basso rischio indipendenti dalle trasfusioni (MDS). Lo[...]

Linfoma follicolare, chemioimmunoterapia rimane lo standard per l'induzione #ASCO2018

Tra i pazienti con linfoma follicolare ad alto rischio trattati con il regime chemioterapico CHOP in combinazione con l'anticorpo monoclonale anti-CD20 rituximab o la radioimmunoterapia la sopravvivenza globale (OS) a 10 anni è risultata quasi dell'8[...]

Giovedi 31 Maggio 2018

Ponatinib promettente per la leucemia mieloide cronica in fase cronica. #ASCO2018

Il trattamento con l’inibitore delle tirosin chinasi(TKI) di ultima generazione ponatinib ha portato a ottenere risposte durature e clinicamente significative in pazienti con leucemia mieloide cronica in fase cronica che non avevano risposto ad altri[...]

Lunedi 7 Maggio 2018

Leucemia mieloide acuta, promettente l’aggiunta di pembrolizumab dopo citarabina ad alto dosaggio

In pazienti con leucemia mieloide acuta recidivata o refrattaria, l'aggiunta dell’anticorpo monoclonale anti-PD-1 pembrolizumab dopo il trattamento con citarabina ad alto dosaggio (HiDAC) appare sicura e fattibile e mostra un'efficacia promettente, s[...]

Leucemia mieloide acuta ad alto rischio, risultati promettenti aggiungendo una statina alla chemio

Pazienti con leucemia mieloide acuta ad alto rischio hanno mostrato tassi di risposta e di sopravvivenza promettenti dopo essere stati trattati con una statina in aggiunta alla chemioterapia standard nello studio di fase II SWOG S0919, pubblicato di [...]

Domenica 15 Aprile 2018

Trapianto di staminali ematopoietiche, alta diversità del microbiota associata a migliore sopravvivenza

La diversità del microbiota intestinale è associata a una sopravvivenza maggiore dopo un trapianto allogenico di cellule staminali ematopoietiche, mentre una bassa diversità del microbiota e la predominanza di batteri patogeni sono correlate allo svi[...]

Domenica 25 Marzo 2018

CAR T cells, la chemio può ridurre le possibilità di produrre cellule efficaci

I pazienti pediatrici con tumori solidi potrebbero avere cellule T di scarsa qualità rispetto a quelle dei pazienti con leucemia linfoblastica acuta e alcune chemioterapie effettuate dai pazienti hanno mostrato di influire in modo significativo sulla[...]

Venerdi 23 Marzo 2018

Leucemia acuta mieloide, via libera AIFA per azacitidina anche nei pazienti con più del 30% di blasti midollari

Nuove opportunità di cura per le persone affette da Leucemia Acuta Mieloide (LAM) grazie a farmaci efficaci e tollerati. L’AIFA ha approvato la rimborsabilità di azacitidina nel trattamento dei pazienti adulti con Leucemia Acuta Mieloide (LAM) e blas[...]

Sabato 17 Marzo 2018

Leucemia mieloide acuta, pathway del colesterolo possibile bersaglio terapeutico

Colpire il pathway del colesterolo potrebbe avere benefici terapeutici nei pazienti con leucemia mieloide acuta. A suggerirlo è un’analisi effettuata sulla coorte dei pazienti recidivati/refrattari dello studio SWOG S0919, pubblicata di recente sulla[...]

Giovedi 1 Marzo 2018

Sindromi mielodisplastiche ad alto rischio, rigosertib promettente in alcuni pazienti

Un nuovo studio di fase 1/2 di dose-escalation suggerisce che rigosertib ha un profilo di effetti collaterali accettabile e potrebbe essere di beneficio per alcuni pazienti con sindromi mielodisplastiche. Il lavoro è stato pubblicato di recente sulla[...]

Mercoledi 3 Gennaio 2018

Leucemia linfatica cronica recidivata/refrattaria, venetoclax aggiunto a rituximab batte la chemio sulla sopravvivenza senza progressione

La combinazione dell’inibitore della proteina anti-apoptotica BCL-2 venetoclax con l’anticorpo anti-CD20 rituximab ha migliorato drasticamente la sopravvivenza libera da progressione (PFS) rispetto a bendamustina più rituximab, riducendo dell'83% il [...]

Venerdi 8 Dicembre 2017

Leucemie, esposizione della mamma al benzene aumenta il rischio nel bambino

I bambini le cui madri sono esposte al benzene per motivi professionali hanno un rischio più alto di leucemia, stando ai risultati di uno studio di coorte di autori svizzeri – il Swiss Paediatric Oncology Group e il Swiss National Cohort Study Group [...]

Venerdi 17 Novembre 2017

Ema

Leucemia mieloide acuta ad alto rischio, presentata all'EMA la domanda di autorizzazione per associazione di daunorubicina e citarabina

Jazz Pharmaceuticals ha annunciato la presentazione all'EMA di una domanda di autorizzazione all'immissione in commercio per l'associazione di daunorubicina e citarabina formulati come polvere per concentrato per infusione per il trattamento di adult[...]

Mercoledi 20 Settembre 2017

Ema

Leucemia mieloide acuta, approvazione europea per midostaurina

La Commissione europea ha approvato midostaurina per il trattamento di adulti con leucemia mieloide acuta all'esordio (LAM) positivi alla mutazione FLT3. Sviluppato da Novartis, il farmaco sarà posto in commercio con il marchio Rydapt. Midostaurina è[...]

Sabato 2 Settembre 2017

Fda

Tocilizumab riceve ok Fda per la sindrome da rilascio delle citochine causata dalle CAR-T cell

Contemporaneamente all'approvazione della prima terapia a base di CAR T cells, parliamo del farmaco di Novartis Kymriah appena approvato per la leucemia linfoblastica acuta, l'Fda ha dato anche il via libera a tocilizumab, farmaco antinfiammatorio [...]

Venerdi 21 Luglio 2017

Ema

Leucemia mieloide acuta, parere europeo positivo per midostaurina

Il Comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell'Agenzia europea per i medicinali ha adottato un parere positivo per l'approvazione di midostaurina per il trattamento di adulti con leucemia mieloide acuta all'esordio (LAM) positivi alla mutazio[...]

Venerdi 7 Luglio 2017

Leucemia mieloide acuta e sindrome mielodisplastica, buona risposta con decitabina in casi ad alto rischio

I pazienti con leucemia mieloide acuta o sindromi mielodisplastiche portatori della mutazione TP53 o di altre anomalie citogenetiche associate a un profilo di rischio sfavorevole hanno avuto buone risposte cliniche con il trattamento con decitabina i[...]

Sabato 13 Maggio 2017

Maraviroc per 3 mesi efficace come profilassi della graft-versus-host disease dopo il trapianto allogenico di staminali

L'uso dell’antagonista del CCR5 maraviroc per 90 giorni si dimostrato sicuro ed efficace per la profilassi della malattia del trapianto contro l’ospite (in inglese, graft-versus-host disease o GVHD) nei pazienti sottoposti a trapianto allogenico di c[...]

Venerdi 28 Aprile 2017

Mieloma multiplo, trapianto più il regime RVD ritarda la progressione

Le nuove terapie per i pazienti con mieloma multiplo hanno un impatto tale che ci si chiede se i pazienti debbano ancora essere sottoposti al trapianto di cellule staminali ematopoietiche. Questa è una delle questioni a cui ha cercato di rispondere l[...]

Domenica 2 Aprile 2017

Mieloma multiplo, galinpepimut-S promettente per i pazienti ad alto rischio

Il farmaco immunoterapico galinpepimut-S ha dimostrato di offrire un beneficio clinico in pazienti con mieloma multiplo ad alto rischio già sottoposti al trapianto autologo di cellule staminali in uno studio di fase II, di cui Sellas Life Sciences ha[...]

Giovedi 30 Marzo 2017

Leucemia mieloide acuta, azacitadina più acido valproico efficace come mantenimento post-trapianto allogenico

L'azacitadina e l'acido valproico possono essere tranquillamente somministrati in contemporanea come terapia di mantenimento dopo il trapianto allogenico di cellule staminali nei pazienti con leucemia mieloide acuta ad alto rischio. A rivelarlo sono [...]

Mercoledi 8 Marzo 2017

ASH 2016: leucemia mieloide acuta, CPX-351 efficace come ponte per il trapianto negli anziani ad alto rischio

Pazienti anziani con leucemia mieloide acuta ad alto rischio trattati con CPX-351 prima del trapianto allogenico di cellule staminali mostrano outcome migliori rispetto a quelli trattati con la combinazione standard di citarabina e daunorubicina, il [...]

Sabato 25 Febbraio 2017

Sindromi mielodisplastiche, eltrombopag migliora la conta piastrinica nei pazienti trombocitopenici

L'uso dell'agonista del recettore della trombopoietina eltrombopag si è dimostrato clinicamente efficace nell'aumentare la conta piastrinica in pazienti con sindromi mielodisplastiche a basso rischio con trombocitopenia grave nello studio EQoL-MDS, u[...]

Giovedi 24 Novembre 2016

Ca al seno iniziale, nessun beneficio con chemio ‘dose-dense' personalizzata

Nelle pazienti con un cancro al seno in stadio iniziale ad alto rischio, una chemioterapia con intensificazione della dose (‘dose-dense') personalizzata non si è associata un miglioramento significativo della sopravvivenza libera da recidiva (RFS) ri[...]

Martedi 8 Novembre 2016

Leucemia mieloide acuta, mantenimento con un androgeno allunga la vita nell'anziano

Nei pazienti anziani con leucemia mieloide acuta, che hanno generalmente una prognosi infausta, la terapia di mantenimento con l'androgeno noretandrolone può prolungare in modo significativo la sopravvivenza. A dimostrarlo è lo studio GOELAMS, un tri[...]

Sabato 15 Ottobre 2016

Carcinoma ovarico ricorrente, niraparib molto promettente nel mantenimento

Una terapia di mantenimento con l'inibitore orale di PARP1/2 niraparib ha migliorato in modo significativo la sopravvivenza libera da progressione (PFS), riducendo del 73% il rischio di progressione o morte rispetto al placebo nelle donne con un carc[...]

Martedi 11 Ottobre 2016

Sbarca in Italia Incyte Biosciences Italy

Dopo aver recentemente acquisto le attività europee di Ariad Pharmaceuticals, adesso Incyte Corporation sbarca in Italia con il nome di Incyte Biosciences Italy, azienda biofarmaceutica americana specializzata nella scoperta, sviluppo e commercializz[...]

Martedi 6 Settembre 2016

Regime ‘chemio-free' ATRA-triossido di arsenico: nuovo standard di cura per la leucemia promielocitica acuta

La combinazione di acido retinoico tutto-trans (ATRA) e triossido di arsenico (ATO) continua a mostrare vantaggi rispetto alla combinazione di ATRA e chemioterapia come approccio di prima linea per i pazienti affetti leucemia promielocitica acuta con[...]

Martedi 28 Giugno 2016

Leucemia mieloide acuta secondaria ad alto rischio, CPX-351 migliora gli outcome

CPX-351, una formulazione liposomiale di citarabina e daunorubicina (in rapporto 5: 1) ha prolungato sia la sopravvivivenza globale (OS) sia la sopravvivenza libera da eventi (EFS) in pazienti con leucemia mieloide acuta secondaria ad alto rischio in[...]

Domenica 8 Maggio 2016

Trattamento mirato con steroidi riduce la GVHD nel trapianto allogenico di staminali

Una profilassi di breve durata con corticosteroidi a basso dosaggio può ridurre l'incidenza della malattia del trapianto contro l'ospite (graft versus host disease, GVHD) nei pazienti che si sottopongono a un trapianto allogenico aploidentico di cell[...]

Domenica 20 Marzo 2016

Leucemia mieloide acuta pediatrica, risposta a gemtuzumab legata all’espressione di CD33

Il trattamento con gemtuzumab ozogamicin sembra ridurre in modo significativo il rischio di recidiva e prolungare la sopravvivenza libera da eventi (EFS) nei pazienti pediatrici affetti da leucemia mieloide acuta che presentano un’espressione elevata[...]

Mercoledi 17 Febbraio 2016

Leucemia mieloide acuta, malattia minima residua potente fattore prognostico di ricaduta

La presenza di malattia minima residua è un fattore predittivo di recidiva nei pazienti che hanno una leucemia mieloide acuta con NMP1 mutato ed è superiore ai marcatori genetici molecolari attualmente impiegati per stabilire se questi pazienti dovre[...]

Lunedi 1 Febbraio 2016

Leucemia mieloide acuta, possibili benefici con daunorubicina ad alto dosaggio

Una terapia di induzione con daunorubicina ad alto dosaggio può offrire benefici ai pazienti con leucemia mieloide acuta con caratteristiche citogenetiche indicative di una prognosi favorevole intermedia, e anche con le mutazioni FLT3-ITD, NPM1 e DNM[...]

Mercoledi 20 Gennaio 2016

Fda

Leucemia linfatica cronica, per venetoclax nuova designazione Fda di breakthrough therapy

Terapia fortemente innovativa, in inglese “breakthrough therapy”. E' questo l'importante riconoscimento dell'Fda assegnato a venetoclax utilizzato in combinazione con rituximab nei pazienti colpiti da leucemia linfatica cronica e recidivata/refrattar[...]

Lunedi 19 Ottobre 2015

Leucemia promielocitica acuta, conferme di validità del regime ‘chemo-free' triossido d'arsenico più ATRA

Nei pazienti con leucemia promielocitica acuta, un regime ‘chemo-free' costituito da acido retinoico tutto-trans (ATRA) e triossido di arsenico presenta svariati vantaggi rispetto al regime standard, rappresentato dalla chemioterapia più ATRA. A conf[...]

Mercoledi 29 Luglio 2015

Leucemia mieloide acuta, bene i primi dati di fase III per CPX-351

"I risultati sono incoraggianti, perché questo è il terzo studio randomizzato nel quale CPX-351 si è dimostrato superiore al regime di confronto, rappresentato da citarabina più un'antraciclina, in termini di percentuale di risposta complessiva" affe[...]

Giovedi 18 Giugno 2015

Leucemia Acuta Mieloide, tosedostat centra end point in trial di fase II

E' a firma italiana la presentazione dei risultati di uno studio di Fase 2 condotto con tosedostat su pazienti affetti o da Leucemia Acuta Mieloide (LAM) primaria (de novo) o derivante da una Sindrome Mielodisplastica (SMD). Presentati a Vienna in oc[...]

Mercoledi 3 Giugno 2015

Mielofibrosi, in fase III buoni i dati di pacritinib, a prescindere dalla conta piastrinica

All'ASCO sono stati resi noti i dati di PERSIST-1 – uno studio randomizzato di Fase 3, volto alla registrazione, condotto su pacritinib nel trattamento della mielofibrosi. Pacritinib è un inibitore orale multichinasi in fase di sperimentazione, speci[...]

Sabato 30 Maggio 2015

Dexrazoxano non aumenta la mortalità nei pazienti pediatrici con leucemia o linfoma

L'esposizione a dexrazoxano nei pazienti pediatrici affetti da leucemia o linfoma non ha influenzato la mortalità generale, compromettendo la sopravvivenza a lungo termine, durante un follow-up mediano di 12,6 anni. Lo rivela un’analisi di tre studi [...]

Sabato 10 Gennaio 2015

Oncologia, anche Amgen entra nel settore delle terapie con linfociti T ingegnerizzati

Amgen e la biotech californiana Kite Pharma hanno siglato un accordo che consente alla multinazionale americana di entrare nel promettente settore delle terapie con linfociti T ingegnerizzati (“chimeric antigen receptor (CAR) T cell immunotherapies”[...]

Martedi 16 Dicembre 2014

Leucemia mieloide acuta, sorafenib migliora la sopravvivenza

Sorafenib si è dimostrato altamente efficace in pazienti adulti affetti da leucemia mieloide acuta, migliorando rispetto al placebo sia la sopravvivenza libera da recidiva (RFS) sia quella libera da eventi (EFS), nello studio SORAML, un trial multice[...]

Martedi 25 Novembre 2014

Leucemia mieloide acuta, aggiunta di acido valproico a decitabina non migliora gli outcome

L'aggiunta dell'inibitore dell'istone deacetilasi (HDAC) acido valproico a decitabina non ha migliorato gli outcome nei pazienti con sindromi mielodisplastiche o nei pazienti anziani con leucemia mieloide acuta in un nuovo studio di fase II pubblicat[...]

Venerdi 18 Luglio 2014

Profilassi con tacrolimus/sirolimus efficace contro la graft-vs-host disease nel trapianto di cellule emopoietiche

In uno studio multicentrico di fase III pubblicato di recente su Blood, una profilassi con tacrolimus più sirolimus è risultata ugualmente efficace contro la graft-vs-host disease (GVHD) nei pazienti sottoposti a trapianto allogenico di cellule emop[...]

Martedi 15 Luglio 2014

Leucemia mieloide acuta, volasertib promosso in fase II

L'aggiunta a citarabina di volasertib, un inibitore potente e selettivo delle polo-like chinasi (Plk) sviluppato da Boehringer Ingelheim, ha più che raddoppiato la percentuale di risposta in un gruppo di pazienti anziani con leucemia mieloide acuta ([...]

Giovedi 26 Giugno 2014

Ca ovarico, per gli esperti Fda l'approvazione di olaparib deve attendere

L'Oncologic Drugs Advisory Committee (Odac), il comitato di esperti indipendenti sui farmaci oncologici dell'Fda si è espresso a larga maggioranza (11 no e 2 sì) contro l'approvazione accelerata dell'inibitore di PARP olaparib come terapia di manteni[...]

Venerdi 20 Giugno 2014

Leucemia mieloide acuta, al via fase II su tosedostat in combinazione con citarabina

Ha preso il via uno studio clinico di fase 2 che sarà condotto da un cooperative group internazionale per studiare su tosedostat in combinazione con la citarabina a basso dosaggio, somministrato a pazienti anziani affetti da Leucemia Mieloide Acuta [...]

Mercoledi 5 Marzo 2014

Leucemia, nuovi dati su efficacia di ponatinib e rischio CV

In uno studio di fase II, l'inibitore della tirosin chinasi ponatinib ha mostrato di avere una attività antileucemica in pazienti con leucemia mieloide cronica e leucemia linfoblastica. Lo studio ha arruolato soggetti che presentavano la malattia in [...]

Giovedi 2 Gennaio 2014

Fda

Fda rimuove la sospensione parziale per l'antileucemia tosedostat

Cell Therapeutics rende noto di aver ricevuto dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense una notifica secondo la quale la sospensione clinica parziale per tosedostat è stata rimossa e tutti gli studi in corso possono proseguire. L'agenzia [...]