124 news PER "linfoma follicolare"


NEWS

Venerdi 22 Marzo 2019

Linfoma follicolare: obinutuzumab approvato e rimborsato in Italia in prima linea per i pazienti a rischio intermedio e alto

Approvata anche in Italia l'indicazione in prima linea di obinutuzumab in associazione a chemioterapia seguito da obinutuzumab in mantenimento per il trattamento del linfoma follicolare avanzato non pretrattato, con rimborsabilità per i pazienti a ri[...]

Oncologia, MSD si espande nell'immunoterapia. Doppio accordo con società biotech

MSD e la biotech specializzata nell'immunoterapia Immune Design hanno annunciato di aver stipulato un accordo definitivo in base al quale MSD, attraverso una società controllata, acquisirà Immune Design per $5,85 per azione in contanti, per un valore[...]

Domenica 17 Febbraio 2019

Linfoma non Hodgkin: efficacia di ibrutinib più nivolumab nei diversi sottotipi

L’associazione di ibrutinib e nivolumab sembra essere sicura ed efficace in molti sottotipi di linfoma non-Hodgkin refrattari e recidivati, con percentuali di risposte cliniche nella sindrome di Richter superiori alle aspettative. E’ quanto emerso da[...]

Martedi 11 Dicembre 2018

Linfoma follicolare, lenalidomide con rituximab prolunga la sopravvivenza libera da progressione #ASH 2018

Il trattamento con l’immunomodulatore lenalidomide in combinazione con l’anticorpo anti-CD20 rituximab (regime R2) ha migliorato in modo significativo rispetto al solo rituximab (più un placebo) la sopravvivenza libera da progressione (PFS), riducend[...]

Linfoma diffuso a grandi cellule B, polatuzumab vedotin promettente per i casi non idonei al trapianto. #ASH2018

Il trattamento con il coniugato anticorpo-farmaco polatuzumab vedotin combinato con rituximab più bendamustina (regime BR) ha più che raddoppiato la sopravvivenza globale (OS) rispetto a rituximab più bendamustina in pazienti con linfoma diffuso a gr[...]

Sabato 24 Novembre 2018

Linfoma follicolare indolente avanzato, efficacia duratura per la terapia iniziale chemo-free

Nei pazienti con linfoma follicolare indolente avanzato trattati inizialmente con il solo rituximab senza la chemioterapia, questo trattamento ha dimostrato di avere un effetto duraturo e di essere associato a una bassa tossicità. Lo evidenzia un’ana[...]

Giovedi 11 Ottobre 2018

Linfoma indolente avanzato, rituximab in prima linea efficace a lungo termine

I pazienti con linfoma indolente avanzato possono essere trattati con un regime contenente rituximab come terapia di prima linea e, in alcuni casi, saltare del tutto la chemioterapia. Lo suggeriscono i risultati di due studi del Nordic Lymphoma Group[...]

Sabato 15 Settembre 2018

Linfoma, 15 settembre giornata mondiale. 16mila colpiti in Italia

Sabato 15 settembre si celebra la Giornata Mondiale della Consapevolezza sul Linfoma, la terza neoplasia più frequente al mondo, che in Italia colpisce ogni anno 16.000 persone .

Venerdi 7 Settembre 2018

Linfoma follicolare iniziale: strategia della ‘vigile attesa’ messa in discussione

La ‘vigile attesa’ (whatchful waiting) è un’opzione valida nella gestione dei pazienti con linfoma follicolare in fase iniziale? È la domanda che si pongono due esperti - Joanna C. Yang, dell'Università della California di San Francisco, e Joachim Ya[...]

Mercoledi 25 Luglio 2018

Linfoma, combinazione lenalidomide e rituximab migliora la sopravvivenza senza progressione. Studio AUGMENT

La combinazione di lenalidomide e rituximab ha migliorato in maniera “altamente significativa” la sopravvivenza libera da progressione (PFS) rispetto al solo rituximab in pazienti con linfoma indolente recidivante/refrattario, raggiungendo l'endpoint[...]

Domenica 22 Luglio 2018

Linfoma follicolare, mantenimento con rituximab migliora la sopravvivenza nella ‘real life'

Gli outcome di sopravvivenza dei pazienti affetti da linfoma follicolare si possono migliorare sottoponendoli a una terapia di mantenimento upfront con l'anticorpo monoclonale anti-CD20 rituximab dopo la chemioimmunoterapia di prima linea. Lo evidenz[...]

Sabato 9 Giugno 2018

Linfoma diffuso a grandi cellule B avanzato, risposte durature con le CAR T-cells liso-cel. #ASCO 2018

Il trattamento con le CAR T-cells liso-cel (lisocabtagene maraleucel), note in precedenza con la sigla JCAR017 e dirette contro l'antigene CD19, produce risposte durature in pazienti con linfoma diffuso a grandi cellule B recidivato/refrattario, pesa[...]

Linfoma follicolare: in prima linea, lenalidomide associata a rituximab potrebbe rimpiazzare la chemio. #ASCO2018

La combinazione dell'immunomodulatore lenalidomide e dell'anticorpo monoclonale anti-CD20 rituximab ha un'efficacia simile, ma un profilo di tossicità decisamente più favorevole rispetto al regime standard di prima linea, la chemioterapia più rituxim[...]

Venerdi 8 Giugno 2018

Linfoma diffuso a grandi cellule B avanzato, risposte durature con le CAR T-cells liso-cel. #ASCO 2018

Il trattamento con le CAR T-cells liso-cel (lisocabtagene maraleucel), note in precedenza con la sigla JCAR017 e dirette contro l’antigene CD19, produce risposte durature in pazienti con linfoma diffuso a grandi cellule B recidivato/refrattario, pesa[...]

Sabato 2 Giugno 2018

Linfoma follicolare, chemioimmunoterapia rimane lo standard per l'induzione #ASCO2018

Tra i pazienti con linfoma follicolare ad alto rischio trattati con il regime chemioterapico CHOP in combinazione con l'anticorpo monoclonale anti-CD20 rituximab o la radioimmunoterapia la sopravvivenza globale (OS) a 10 anni è risultata quasi dell'8[...]

Tisagenlecleucel promettente nella leucemia linfoblastica acuta pediatrica associata alla sindrome di Down

Il trattamento con le CAR T cells anti-CD19 tisagenlecleucel di pazienti giovani con leucemia linfoblastica acuta recidivata/refrattaria associata alla sindrome di Down ha prodotto percentuali di remissione elevate e risultati di tossicità simili a q[...]

Venerdi 11 Maggio 2018

Linfoma non-Hodgkin refrattario, obinutuzumab più bendamustina ritarda la progressione

La combinazione di obinutuzumab più bendamustina prolunga in modo significativo la sopravvivenza libera da progressione (PFS) tra i pazienti con linfoma non Hodgkin indolente rispetto alla sola bendamustina.

Venerdi 4 Maggio 2018

Fda

Via libera Fda a nuova indicazione per tisagenlecleucel: il linfoma diffuso a grandi cellule B

La Food and Drug Administration (Fda) ha detto sì a un ampliamento delle indicazioni di tisagenlecleucel, le CAR T-cells anti-CD19 sviluppate da Novartis, in modo da includere il trattamento di pazienti con linfoma a grandi cellule B recidivato o ref[...]

Venerdi 23 Marzo 2018

Ematologia: disponibile in Italia il biosimilare di rituximab messo a punto da Sandoz

Disponibile in Italia il farmaco biosimilare rituximab indicato per le persone con malattie ematologiche: linfoma non-Hodgkin, leucemia linfatica cronica, malattie immunologiche e nell'artrite reumatoide. Frutto della ricerca Sandoz, il farmaco sarà [...]

Sabato 17 Marzo 2018

CAR T cells, infusione fattibile in ambulatorio utilizzando liso-cel

Il trattamento con le CAR T cells anti-CD19 lisocabtagene maraleucel (liso-cel, note in precedenza con la sigla JCAR017 e sviluppate da Juno) si è dimostrato efficace e associato a una bassa incidenza di sindrome da rilascio di citochine e neurotossi[...]

Linfoma diffuso a grandi cellule B, allo studio in prima linea l’anti-CD79b polotuzumab vedotin

Un nuovo farmaco sperimentale è oggetto di studio come terapia di prima linea per i pazienti con linfoma diffuso a grandi cellule B a rischio intermedio o elevato. Si tratta di polatuzumab vedotin (RG7596, sviluppato da Hoffmann-La Roche), un anticor[...]

Giovedi 8 Febbraio 2018

La biotech Verastem sottopone alla Fda anticancro snobbato da AbbVie

Dopo essere passato tra le mani di diverse aziende, il farmaco duvelisib, un inibitore delle chinasi PI3 (la stessa di idelalisib di Gilead) sviluppato per il trattamento di diversi tumori del sangue, è stato finalmente sottoposto alla FDA per l'appr[...]

Giovedi 1 Febbraio 2018

Linfoma non-Hodgkin refrattario, studio ZUMA-1: risposte alle CAR T-cells axi-cel si mantengono nel tempo

I pazienti con linfoma non-Hodgkin refrattario e aggressivo sottoposti a una singola infusione delle CAR T-cells anti CD19 axi-cel (axicabtagene ciloleucel, note in precedenza come KTE-019 e sviluppato da Kite, poi acquisita da Gilead) hanno mantenut[...]

CAR T-cells ‘progresso dell’anno’ in oncologia secondo l’ASCO

L’immunoterapia cellulare con cellule T modificate geneticamente in modo da far esprimere loro un recettore chimerico capace di legarsi a un antigene tumorale (CAR), le cosiddette CAR T-cells, è stata scelta dall’American Society of Clinical Oncology[...]

Sabato 13 Gennaio 2018

Mieloma multiplo refrattario, nuovo coniugato farmaco-anticorpo in fase I ottiene una risposta globale del 60%

GSK2857916, un farmaco sperimentale coniugato a un anticorpo che ha come target l'antigene ‘chiave' di maturazione delle cellule B (BCMA), offre risposte "profonde e durature" in pazienti con mieloma multiplo recidivante/refrattario. Lo suggeriscono [...]

Mercoledi 10 Gennaio 2018

Tripletta basata su atezolizumab promettente in prima linea nei pazienti con linfoma follicolare

La combinazione in prima linea di atezolizumab (anticorpo monoclonale anti-PD-L1, ligando della proteina dell'apoptosi), obinutuzumab (anticorpo monoclonale anti-CD20 di tipo II) e bendamustina (agente alchilante e antimetabolita analogo della purina[...]

Mercoledi 3 Gennaio 2018

Linfoma non-Hodgkin refrattario, studio ZUMA-1: risposte alle CAR T-cells axi-cel si mantengono nel tempo

I pazienti con linfoma non-Hodgkin refrattario e aggressivo sottoposti a una singola infusione delle CAR T-cells anti CD19 axi-cel (axicabtagene ciloleucel, note in precedenza come KTE-019 e sviluppato da Kite, poi acquisita da Gilead) hanno mantenut[...]

Linfoma diffuso a grandi cellule B, remissioni potenti e durature con le CAR-T cells liso-cel

Il trattamento con le CAR T-cells liso-cel (lisocabtagene maraleucel), note in precedenza come JCAR017, ha portato a una percentuale di risposta obiettiva (ORR) dell'81%, con una percentuale di remissione completa del 63%, in pazienti con linfoma dif[...]

Martedi 26 Dicembre 2017

Ricerca farmacologica e progetti per i pazienti, i traguardi di Celgene

Nel corso di un incontro con la stampa svoltosi a Milano presso la sede di Celgene, Jean-Yves Chatelan, amministratore delegato di Celgene Italia, e Gianni De Crescenzo, direttore medico, hanno tratteggiato l'evoluzione della pipeline di ricerca e i [...]

Sabato 16 Dicembre 2017

Linfoma avanzato, con copanlisib risposte rapide e durature nei pazienti recidivati o refrattari

Il trattamento con copanlisib, un inibitore della fosfatidilinositolo 3-chinasi (PIK3), ha portato a ottenere una percentuale incoraggiante di risposte obiettive in pazienti con linfoma indolente recidivante o refrattario, già trattati in precedenza,[...]

Venerdi 3 Novembre 2017

Fda

Novartis cerca ok Fda per Kymriah anche nei linfomi non Hodgkin. Inizia la competizione nelle CART cell

Per adesso le terapie cellulari a base di linfociti modificati, le cosiddette CAR T-cell, sviluppate da Novartis e Gilead non sono in diretta competizione perché approvate in popolazione diverse di pazienti. Ma presto tutto potrebbe cambiare. L'azien[...]

Mercoledi 1 Novembre 2017

Linfomi indolenti e mantellari, efficace la combinazione bortezomib, cladribina e rituximab

La combinazione di bortezomib, cladribina e rituximab (VCR) si è dimostrata un regime efficace per i pazienti con linfoma a cellule mantellari CD20-positivo o linfoma non-Hodgkin indolente in uno studio in aperto di fase II, pubblicato di recente sul[...]

Martedi 31 Ottobre 2017

Fda

Linfoma mantellare, approvazione Fda accelerata per acalabrutinib

Con procedura accelerata e almeno due mesi di anticipo, l'Fda ha approvato il farmaco acalabrutinib per il trattamento di pazienti adulti con linfoma mantellare che abbiamo ricevuto almeno una precedente terapia. Sviluppato da AstraZeneca, il farmaco[...]

Giovedi 19 Ottobre 2017

Linfoma indolente altamente pretrattato, copanlisib migliora la sopravvivenza senza progressione

In un gruppo di pazienti con linfoma indolente ricaduto/refrattario, il trattamento con l’inibitore della fosfatidilinositolo 3-chinasi (PI3K) copanlisib si è associato una sopravvivenza libera da progressione (PFS) mediana di 11,2 mesi e a una perce[...]

Fda

Linfoma, Fda approva la terapia di Gilead a base di CAR-T cell

Gilead Sciences ha ottenuto l'approvazione dell'Fda per la nuova terapia a base di CAR-T cell entrata in suo possesso sei settimane fa con l'acquisizione di Kite Pharma pagata 11,9 miliardi di dollari. Il nuovo farmaco, il cui principio attivo è axic[...]

Mercoledi 20 Settembre 2017

Fda

Linfoma follicolare recidivato, approvazione dell’Fda per copanlisib

L’Fda ha approvato copanlisib 60 mg flaconcino di soluzione iniettabile per il trattamento dei pazienti adulti affetti da linfoma follicolare recidivato, che hanno ricevuto almeno due precedenti terapie sistemiche.

Mercoledi 2 Agosto 2017

Fda

Linfoma mantellare: dall'Fda doppio riconoscimento per acalabrutinib di AstraZeneca

La Food and Drug Administration (FDA) ha concesso la Breakthrough Therapy Designation e la Priority Review per la New Drug Application (NDA) ad acalabrutinib, evidenziandone quindi le potenzialità come un potente inibitore, altamente selettivo, della[...]

Giovedi 6 Luglio 2017

Mieloma multiplo, disponibile anche in Italia daratumumab, killer seriale delle cellule tumorali

I pazienti affetti da mieloma multiplo recidivato refrattario hanno oggi una speranza in più: è del 3 luglio la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della rimborsabilità di daratumumab, primo di una nuova classe di anticorpi monoclonali che per la pri[...]

Lunedi 19 Giugno 2017

Ema

Approvazione europea per rituximab biosimilare di Sandoz per tumori ematologici e malattie immunologiche

La Commissione Europea ha approvato il biosimilare di rituximab sviluppato da Sandoz. Il farmaco, che sarà posto in commercio con il marchio Rixathon, è stato approvato per le stesse indicazioni terapeutiche del farmaco di riferimento.

Giovedi 11 Maggio 2017

Linfoma di Hodgkin refrattario, risposta oltre 80% con le CAR T-cells KTE-C19

Più dell'80% dei pazienti con linfoma non-Hodgkin refrattario ha ottenuto una risposta obiettiva al trattamento con l'immunoterapia con CAR T-cells axicabtagene ciloleucel (KTE-C19) nello studio pivotal di fase II ZUMA-1, di cui sono stati presentati[...]

Martedi 9 Maggio 2017

Linfoma indolente recidivato/refrattario, promettente l'inibitore della PI3K copanlisib

La maggioranza dei pazienti con linfoma indolente recidivato o refrattario ha risposto al trattamento con l'inibitore delle isoforme alfa e delta di PI3K copanlisib nello studio di fase II CHRONOS-1, presentato di recente a Washington al congresso an[...]

Lunedi 8 Maggio 2017

Tornano timori sulle CAR-T cells, un decesso in studio di Kite Pharma

Le azioni della biotech americana Kite Pharma oggi sono scese del 13% dopo che la società ha reso noto che un paziente che era in trattamento con una terapia sperimentale a base di CAR-T cell è deceduto per edema cerebrale. Questo grave evento ha fat[...]

Venerdi 31 Marzo 2017

Linfoma non-Hodgkin aggressivo, oltre l’80% di risposte con singola infusione di KTE-C19 nello studio ZUMA-1

Il trattamento con KTE-C19, l’immunoterapia con CAR T cells anti-CD19 messa a punto da Kite Pharma. ora indicata con un nome un po’ impronunciabile, axicabtagene ciloleucel, si è dimostrato attivo ed efficace contro il linfoma non-Hodgkin a cellule B[...]

Venerdi 24 Febbraio 2017

Ema

L’Ema approva il primo biosimilare di rituximab

Mundipharma arriva per prima nella competizione su chi metterà in commercio il primo biosimilare del rituximab, l’anti CD-20 che ha rivoluzionato la cura di molte forme tumorali (linfomi, leucemie) e che si utilizza anche in reumatologia. Sviluppato [...]

Giovedi 19 Gennaio 2017

ASH 2016: acalabrutinib in monoterapia promettente contro la sindrome di Richter

Il trattamento con l’inibitore di BTK di nuova generazione acalabrutinib, utilizzato in monoterapia, ha portato a una percentuale di risposta obiettiva (ORR) del 38,1% nei pazienti con trasformazione di Richter (o sindrome di Richter, la trasformazio[...]

Giovedi 12 Gennaio 2017

Ema

Parere positivo del Chmp per biosimilare di rituximab

Il Comitato per i medicinali ad uso umano (CHMP) dell'Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) si è espresso positivamente, raccomandando che a Truxima, biosimilare di rituximab, venga concessa l'autorizzazione all'immissione in commercio in UE per tut[...]

Venerdi 16 Dicembre 2016

ASH 2016: studio ZUMA-1: risposte molto promettenti con le CAR T-cells KTE-C19 nel linfoma non-Hodgkin refrattario

Quasi l'80% dei pazienti con linfoma non-Hodgkin refrattario al trattamento ha ottenuto una risposta obiettiva dopo essere stato trattato con KTE-C19, l’immunoterapia con CAR T-cells anti-CD19 di Kite Pharmaceuticals, nello studio pivotal di fase II [...]

Lunedi 5 Dicembre 2016

ASH 2016: linfoma follicolare, obinutuzumab in prima linea ritarda la progressione rispetto a rituximab

In prima linea, l’anticorpo monoclonale obinutuzumab aggiunto alla chemioterapia ha ridotto il rischio di progressione della malattia o di morte del 34% rispetto alla combinazione rtuximab più chemioterapia in pazienti affetti da linfoma follicolare.[...]

Domenica 4 Dicembre 2016

ASH 2016: gli studi sotto i riflettori al congresso americano di ematologia

Apre i battenti a San Diego il congresso annuale dell'American Society of Hematology (ASH), l'appuntamenti più importante per gli oncologi di tutto il mondo.

Giovedi 8 Settembre 2016

Linfoma diffuso a grandi cellule B, delude l'aggiunta di obinutuzumab al regime CHOP

L'aggiunta dell'anticorpo monoclonale anti-CD20 obinutuzumab al regime chemioterapico CHOP (costituito da ciclofosfamide, doxorubicina, vincristina e prednisone) non ha migliorato la sopravvivenza libera da progressione (PFS) in pazienti con linfoma [...]

Martedi 6 Settembre 2016

Linfoma non-Hodgkin indolente, duvelisib centra l'endpoint, ma non convince del tutto

L'inibitore della PI3K-delta e della PI3K-gamma duvelisib ha centrato l'endpoint primario, rappresento dalla risposta complessiva, nello studio di fase 2 DYNAMO su pazienti con linfoma non-Hodgkin indolente refrattario al trattamento, ma nello stesso[...]

Giovedi 21 Luglio 2016

Linfoma a cellule B, remissione possibile con CAR T cells anti-CD19 aggiunta alla chemio a basso dosaggio

Il trattamento con cellule T geneticamente modificate in modo da esprimere un recettore chimerico (CAR T cells) diretto contro l'antigene CD19 può indurre la remissione nei pazienti con linfoma a cellule B avanzato, quando somministrato dopo una chem[...]

Sabato 9 Luglio 2016

Idelalisib, confermata la sua utilità, con qualche avvertenza in più

Il Comitato per la valutazione dei rischi per la farmacovigilanza (PRAC) dell‘EMA ha completato la revisione di idelalisib, confermando che i benefici del medicinale sono superiori ai suoi rischi nel trattamento di due tipi di tumori del sangue, la l[...]

Venerdi 17 Giugno 2016

Linfoma diffuso a grandi cellule B, il mantenimento con enzastaurina non funziona

La terapia di mantenimento con enzastaurina, un agente sperimentale diretto contro i tumori a cellule B, non ha migliorato la sopravvivenza libera da malattia (DFS) tra i pazienti con linfoma diffuso a grandi cellule B ad alto rischio che avevano ott[...]

Giovedi 16 Giugno 2016

Linfoma follicolare, aggiunta di bortezomib a bendamustina-rituximab aumenta le remissioni complete

L'aggiunta dell'inibitore del proteasoma bortezomib alla doppietta bendamustina-rituximab (BR) può migliorare in modo significativo le percentuali di remissione completa nei pazienti affetti da linfoma follicolare ad alto rischio non trattati in prec[...]

Domenica 12 Giugno 2016

Biosimilari di etanercept e rituximab sviluppati da Sandoz bioequivalenti rispetto agli originator

Due studi chiave che hanno comparato i candidati biosimilari di etanercept e rituximab con i rispettivi originator. In entrambi gli studi sono stati raggiunti gli endpoint primari di bioequivalenza farmacocinetica. Gli studi sono stati presentati all[...]

Sabato 28 Maggio 2016

Linfoma follicolare, obinutuzumab superiore a rituximab

La combinazione di obinutuzumab con la chemioterapia per la terapia di prima linea di pazienti affetti da linfoma follicolare ha ridotto il rischio di progressione della malattia in misura superiore rispetto a rituximab più chemioterapia. Sono questi[...]

Martedi 24 Maggio 2016

Ema

Rituximab biosimilare di Sandoz sottomesso all'Agenzia Europea dei Farmaci

Sandoz, divisione del gruppo Novartis, annuncia oggi la sottomissione ad EMA, Agenzia Europea dei Farmaci, della domanda di registrazione del biosimilare di rituximab di Roche.

Lunedi 23 Maggio 2016

Ema

Mieloma multiplo, approvazione europea per daratumumab

La Commissione Europea ha approvato daratumumab per il trattamento dei pazienti con mieloma multiplo. Sviluppato da Janssen, il farmaco sarà messo in commercio con il marchio Darzalex. Si tratta del primo anticorpo monoclonale approvato per la cura d[...]

Sabato 30 Aprile 2016

Linfoma follicolare, il CHMP raccomanda l'approvazione di obinutuzumab nei pazienti pretrattati

Il CHMP dell'Ema ha dato parere positivo all'approvazione di obinutuzumab in combinazione con una chemioterapia a base di bendamustina seguita da una terapia di mantenimento con il solo obinutuzumab quale nuovo trattamento per i pazienti con linfoma[...]