264 news PER "melanoma avanzato"


NEWS

Martedi 31 Luglio 2018

Ema

Melanoma avanzato, approvazione europea per nivolumab adiuvante

La Commissione europea ha approvato l’uso del farmaco immunoterapico anti-PD-1 nivolumab come trattamento adiuvante per pazienti adulti con melanoma completamente resecato con coinvolgimento linfonodale o malattia metastatica.

Sabato 28 Luglio 2018

Ema

Melanoma BRAF- mutato avanzato, parere positivo del Chmp per encorafenib + binimetinib

Il Chmp dell'Ema ha raccomandato l'approvazione di un inibitore di BRAF, encorafenib, in associazione con un inibitore di MEK, binimetinib, per il trattamento di pazienti adulti affetti da melanoma con mutazione BRAFV600 non irrisolvibile o metastat[...]

Domenica 22 Luglio 2018

Melanoma, inibitori dei checkpoint immunitari allungano la vita anche nei pazienti con metastasi cerebrali

Il trattamento con inibitori dei checkpoint immunitari ha più che raddoppiato il tasso di sopravvivenza globale (OS) a 4 anni nei pazienti con melanoma e metastasi cerebrali. Lo rivela uno studio pubblicato di recente sulla rivista Cancer Immunology [...]

Lunedi 9 Luglio 2018

Carcinoma renale metastatico, studio italiano in real world conferma sicurezza ed efficacia di nivolumab

Uno studio in real life di 10 mesi su quasi 400 pazienti conferma la sicurezza e l'efficacia di nivolumab per il tumore del rene metastatico. Il lavoro, che presenta i dati dell'Early Access Program prima dell'approvazione dell'autorità regolatoria i[...]

Mercoledi 4 Luglio 2018

Ema

Melanoma avanzato, via libera del Chmp a nivolumab adiuvante

Il comitato per i medicinali per uso umano (Chmp) della European Medicines Agency (Ema) ha raccomandato l'approvazione del farmaco immunoterapico anti-PD-1 nivolumab come trattamento adiuvante per pazienti adulti con melanoma completamente resecato c[...]

Martedi 26 Giugno 2018

Melanoma avanzato BRAF+, con encorafenib-binimetinib sopravvivenza raddoppiata rispetto al solo vemurafenib. #ASCO2018

Una nuova combinazione di un inibitore di BRAF, encorafenib, e un inibitore di MEK, binimetinib, ha migliorato in modo significativo la sopravvivenza globale (OS) rispetto vemurafenib o encorafenib in monoterapia in pazienti con melanoma avanzato/met[...]

Sabato 23 Giugno 2018

Melanoma avanzato, pembrolizumab in prima linea efficace nel tempo: 41% dei pazienti vivo a 5 anni. #ASCO2018

L'efficacia dell'anticorpo anti-PD-1 pembrolizumab nel trattamento del melanoma avanzato si mantiene nel tempo, anche dopo la fine della cura, e conferma di essere superiore a quella dell'anti-CTLA4 ipilimumab. A dimostrarlo sono i risultati aggiorna[...]

Martedi 5 Giugno 2018

Carcinoma cutaneo a cellule squamose in fase avanzata, prime speranze di cura con cemiplimab. Studio sul NEJM. #ASCO 2018

È il secondo tumore della pelle per mortalità dopo il melanoma. Stiamo parlando del carcinoma cutaneo a cellule squamose (CSCC), una patologia che per le forme più avanzate è orfana di cure e solo negli Stati Uniti è responsabile nei casi in stadio [...]

Lunedi 4 Giugno 2018

Melanoma: il 41% dei pazienti trattati in prima linea con pembrolizumab vivo a 5 anni. #ASCO2018

L'efficacia dell'immunoterapia si mantiene a lungo nel tempo, anche dopo il termine della cura. L'86% dei pazienti con melanoma metastatico trattati con pembrolizumab, molecola immunoterapica anti-PD-1, mantiene la risposta dopo la sospensione del tr[...]

Giovedi 24 Maggio 2018

Tumori: TMB, nuovo test per guidare l’uso corretto della immunoterapia

Una "fotografia" completa delle alterazioni molecolari del tumore. È il risultato che può essere raggiunto grazie a un nuovo biomarcatore, che misura il numero di mutazioni nel tumore. Si chiama Tumor Mutational Burden (TMB), cioè carico mutazionale [...]

Venerdi 18 Maggio 2018

Melanoma resecabile, appare efficace la terapia neoadiuvante con pembrolizumab

Un trattamento neoadiuvante con l’inibitore di PD-1 pembrolizumab seguito da una resezione con intento curativo e una terapia adiuvante sempre con pembrolizumab ha portato a una sopravvivenza libera da recidive (RFS) a un anno del 55% in pazienti con[...]

Venerdi 11 Maggio 2018

Cancro del colon retto a microsatelliti stabili, delude combinazione atezolizumab e cobimetinib

Roche ha reso noto che in uno studio di Fase III la combinazione di atezolizumab e cobimetinib in pazienti con carcinoma colorettale localmente avanzato o metastatico fortemente pretrattati non è riuscita a raggiungere il suo endpoint primario di sop[...]

Domenica 6 Maggio 2018

Intimità sessuale da difendere: la campagna Ticket to love

Un cambiamento culturale, implementato anche da un nuovo armamentario farmaceutico, è alla base della nuova figura maschile, meno autoritaria e impulsiva, più comprensiva e attenta. È quanto emerge da una ricerca su 1000 uomini tra i 35 e i 70 anni, [...]

Sabato 28 Aprile 2018

Ema

Melanoma avanzato e carcinoma renale, ok europeo a nivolumab ogni 4 settimane

La Commissione europea ha approvato l'utilizzo di nivolumab in monoterapia nel dosaggio di 480 mg ogni quattro settimane, in infusione di 60 minuti, come opzione terapeutica nei pazienti con melanoma avanzato e con carcinoma a cellule renali avanzato[...]

Sabato 21 Aprile 2018

Ca al polmone, dati dell’emocromo possibile aiuto per prevedere la risposta all'immunoterapia

I dati dell’emocromo completo, facilmente disponibili, possono aiutare a prevedere la risposta all'immunoterapia e gli outcome nei pazienti con un carcinoma polmonare non a piccole cellule avanzato. Lo evidenzia un’analisi di una casistica di 157 paz[...]

Domenica 15 Aprile 2018

Melanoma avanzato BRAF+, combinazione encorafenib-binimetinib migliora gli outcome in fase III

La combinazione del BRAF inibitore encorafenib con il MEK-inibitore binimetinib potrebbe essere una combinazione promettente per i pazienti che hanno un melanoma con BRAF mutato. È questa la conclusione dello studio multicentrico internazionale di fa[...]

Giovedi 5 Aprile 2018

Ema

EMA accetta di esaminare i dossier di cemiplimab, dupilumab, sotagliflozin

L'Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) ha accettato di valutare i dossier di tre farmaci in sviluppo per patologie in cui permangono esigenze terapeutiche non ancora soddisfatte.

Mercoledi 4 Aprile 2018

Immunoterapia con inibitori dei checkpoint, attenzione alla miocardite

I pazienti oncologici che sono stati trattati con inibitori dei checkpoint immunitari hanno un rischio aumentato di miocardite che si sviluppa all'inizio del trattamento, si rileva sia all’elettrocardiogramma sia con la misurazione della troponina si[...]

Sabato 31 Marzo 2018

Immunoterapia iniettabile T-VEC promettente per i tumori epatici

L’immunoterapia talimogene laherparevec (T-VEC), una versione geneticamente modificata del virus dell'herpes (HSV-1), già approvata per il trattamento del melanoma sia negli Stati Uniti sia in Europa, è ora al vaglio dei ricercatori anche per valutar[...]

Giovedi 29 Marzo 2018

Melanoma uveale metastatico, selumetinib delude in fase III: aggiunto a dacarbazina non migliora gli outcome

La combinazione dell'inibitore di MEK selumetinib con dacarbazina non migliora i risultati di sopravvivenza rispetto alla sola dacarbazina in pazienti con melanoma metastatico uveale. È questo il risultato dello studio di fase III SUMIT, un trial ran[...]

Domenica 11 Marzo 2018

Biopsia liquida non ancora pronta per la pratica clinica. Lo dice l'ASCO

Di biopsia liquida si parla molto, e non solo nella comunità oncologica e sulle riviste specializzate. Di recente, anche i media generalisti hanno dato ampio spazio a questa tecnica che permette di rilevare la presenza di DNA tumorale circolante (ctD[...]

Giovedi 8 Marzo 2018

MSD e Eisai, maxi accordo da $5,76 mld per sviluppo congiunto di lenvatinib

Eisai e MSD hanno annunciato di aver siglato una collaborazione strategica per il co-sviluppo e la co-commercializzazione a livello mondiale di Lenvima (lenvatinib), un inibitore della tirosinasi disponibile oralmente scoperto da Eisai. In base all'a[...]

Mercoledi 7 Marzo 2018

Ca uroteliale avanzato, pembrolizumab continua a battere la chemio anche dopo 2 anni

L'immunoterapia con l’anticorpo monoclonale anti-PD-1 pembrolizumab sta mostrando di offrire "un beneficio davvero duraturo" nei pazienti che hanno sviluppato un carcinoma uroteliale e alcuni vivono molto più a lungo con l'immunoterapia che non con l[...]

Venerdi 2 Febbraio 2018

Melanoma metastatico:un nuovo documento tre macro-sfide da affrontare

Multidisciplinarietà, terapia personalizzata, pazienti più consapevoli: ecco le tre grandi sfide che gli esperti e operatori della salute che si occupano di melanoma si trovano oggi a fronteggiare per offrire ai pazienti colpiti il massimo dei benefi[...]

Giovedi 1 Febbraio 2018

Melanoma e immunoterapia, i beta-bloccanti possono aiutare i pazienti metastatici

I beta-bloccanti sembrano influenzare le cellule del sistema immunitario e migliorare la funzione immunitaria, ma non solo. Potrebbero giocare un ruolo importante anche nel potenziare l’effetto dell'immunoterapia nei pazienti con melanoma metastatico[...]

Giovedi 11 Gennaio 2018

Melanoma: dopo resezione chirurgica, pembrolizumab riduce del 43% il rischio di recidiva

Pembrolizumab, un anticorpo monoclonale umanizzato anti-PD1, riduce del 43% il rischio di recidiva dopo resezione chirurgica del tumore nei pazienti con melanoma, una neoplasia dei tessuti cutanei e del rivestimento della pelle che nel 2017 nel nostr[...]

Mercoledi 20 Dicembre 2017

Carcinoma cutaneo a cellule squamose, in Fase II bene cemiplimab, nuovo anti PD-1 di Sanofi e Regeneron

Sono positivi i primi dati dello studio clinico pivotal di fase 2 di cemiplimab in 82 pazienti con carcinoma cutaneo a cellule squamose (CSCC) in fase avanzata, il secondo tumore della pelle per mortalità dopo il melanoma. Lo annunciano Sanofi e Rege[...]

Domenica 17 Dicembre 2017

Scopri i 10 potenziali blockbuster del 2018

Tra i molti lanci previsti nel 2018, ce ne sono 10 particolarmente interessanti anche per il loro potenziale economico perché si riferiscono a farmaci che ci si aspetta possano generare vendite annuali superiori al miliardo di dollari. Leggi l'artico[...]

Venerdi 1 Dicembre 2017

Melanoma: gli uomini con chili di troppo rispondono meglio alle cure innovative

È il “paradosso” dell'obesità. Gli uomini con chili di troppo colpiti da melanoma metastatico rispondono meglio alle terapie target e all'immuno-oncologia rispetto a chi è normopeso. In particolare migliora la sopravvivenza libera da progressione e l[...]

Mercoledi 6 Dicembre 2017

Tumore del rene, con nivolumab 4 pazienti su 10 vivi a 3 anni

L'immuno-oncologia ha evidenziato risultati positivi anche nella cura del tumore del rene, consentendo di controllare a lungo la malattia anche nella fase metastatica, migliorando la sopravvivenza con una buona qualità di vita. In particolare, nivolu[...]

Giovedi 16 Novembre 2017

Melanoma avanzato, promettente la combinazione T-VEC più ipilimumab

La combinazione di un virus oncolitico - talimogene laherparepvec - più un inibitore dei checkpoint immunitari – ipilimumab – ha migliorato la sopravvivenza rispetto alla monoterapia nei pazienti con melanoma avanzato in uno studio di fase II uscito [...]

Sabato 4 Novembre 2017

Melanoma avanzato, pembrolizumab vince il confronto con ipilimumab

I pazienti con melanoma avanzato trattati con l’anticorpo monoclonale anti-PD-1 pembrolizumab hanno mostrato una sopravvivenza a 2 anni superiore rispetto a quelli trattati con l’anti-CTLA4 ipilimumab. Lo evidenziano i risultati di follow-up a lungo [...]

Melanoma BRAF+, inibizione di PAK potrebbe superare la resistenza agli inibitori della MAP chinasi

Le chinasi attivate da P21 (PAK) potrebbero avere un ruolo fondamentale nel mediare la resistenza all'inibizione di BRAF e all’inibizione combinata di BRAF e MEK nei pazienti affetti da melanomi con il gene BRAF mutato. A suggerirlo è uno studio rece[...]

Mercoledi 27 Settembre 2017

Melanoma, vemurafenib adiuvante clinicamente efficace negli stadi IIC-IIIB. ESMO 2017

L'inibitore di BRAF vemurafenib utilizzato come terapia adiuvante in pazienti con melanoma in stadio IIC-IIIC totalmente resecato e con la mutazione BRAF V600, ad alto rischio di recidiva, ha dato risultati misti nello studio randomizzato di fase III[...]

Martedi 26 Settembre 2017

Melanoma, nivolumab batte iplimumab come terapia adiuvante per lo stadio III/IV resecato. ESMO 2017

L'inibitore del checkpoint immunitario PD-1 nivolumab potrebbe diventare un nuovo standard come terapia adiuvante per i pazienti con melanoma resecato in stadio IIIB/C e IV, ad alto rischio di recidiva, e a prescindere dal fatto che abbiano il gene B[...]

Melanoma, combinazione dabrafenib-trametinib adiuvante dimezza il rischio di morte o ricaduta nello stadio III BRAF+. ESMO 2017

Il trattamento adiuvante con la combinazione di due farmaci mirati, l’inibitore di BRAF dabrafenib e l’inibitore di MEK trametinib, ha ridotto del 53% rispetto al placebo il rischio di ricaduta o decesso in pazienti con melanoma in stadio III, aventi[...]

Sabato 16 Settembre 2017

Melanoma avanzato, promettente la combinazione epacadostat-pembrolizumab. ESMO 2017

La combinazione dell’inibitore dell’indoleamina 2,3-diossigenasi 1 (IDO1) epacadostat e dell’inibitore del checkpoint immunitario PD-1 pembrolizuamb ha mostrato un’attività antitumorale promettente, associata a un buon profilo di tollerabilità, in pa[...]

Giovedi 7 Settembre 2017

Melanoma avanzato, nivolumab migliora la percentuale di risposte, ma non la sopravvivenza

I pazienti con melanoma avanzato trattati con nivolumab hanno mostrato una percentuale di risposte più alta e risposte più durature rispetto alla chemioterapia scelta dagli sperimentatori, ma questi aumenti non si sono tradotti in migliori risultati [...]

Giovedi 22 Giugno 2017

ASCO 2017: immunoterapia in vista per il mesotelioma ricaduto, primi dati molto promettenti

L’Immunoterapia potrebbe rappresentare un nuovo approccio efficace per i pazienti affetti da mesotelioma ricaduto. Infatti, nello studio multicentrico francese di fase II IFCT-1501 MAPS2, presentato a Chicago al congresso dell’American Society of Cli[...]

Sabato 17 Giugno 2017

ASCO 2017: larotrectinib farmaco ‘jolly’ efficace contro molti tipi di tumori

Larotrectinib (LOXO-101), un nuovo pan-TRK inibitore, ha indotto una risposta in tre pazienti su quattro con tumori solidi diversi, rari e meno rari, ma accomunati dalla presenza di fusioni di TRK (tropomyosin receptor kinase), risultato di un’altera[...]

Martedi 13 Giugno 2017

ASCO 2017: combinazione epacadostat-nivolumab promettente nel melanoma e nel ca della testa e del collo

La combinazione dell’inibitore dell’IDO epacadostat e dell’inibitore del checkpoint immunitario PD-1 nivolumab ha mostrato segnali promettenti di attività in pazienti con melanoma e pazienti con carcinoma a cellule squamose della testa e del collo ne[...]

Venerdi 9 Giugno 2017

Melanoma metastatico, pembrolizumab supera ipilimumab. ASCO 2017

Confermati i benefici a lungo termine dell’immuno-terapia nel melanoma, tumore della pelle particolarmente aggressivo che nel 2016 ha fatto registrare nel nostro Paese 13.800 nuovi casi. Al 53° Congresso dell’American Society of Clinical Oncology (AS[...]

Martedi 6 Giugno 2017

Cancro del colon retto, partnership Bristol-Myers Squibb e Novartis per studiare terapie combinate

Bristol-Myers Squibb e Novartis hanno ampliato una collaborazione già esistente tra loro per includere la valutazione dei trattamenti per pazienti con tumore metastatico del colon-retto (mCRC). Nell'ambito della nuova partnership, Bristol-Myers Squib[...]

Martedi 30 Maggio 2017

Fda

Primo anticancro approvato dall'Fda per curare difetto genetico

Dopo aver avuto il via libera per l'uso in diversi tipi di tumore, inclusi melanoma, cancro del polmone, linfoma di Hodgkin ecc. adesso pembrolizumab è stato approvato per correggere un difetto genetico senza alcuna menzione di specifiche forme tumor[...]

Mercoledi 24 Maggio 2017

Tumore del polmone avanzato: con pembrolizumab in prima linea cambia lo standard di cura

È una rivoluzione nel trattamento della terza neoplasia più frequente nel nostro Paese. Questo approccio innovativo è più efficace della chemioterapia nella forma non a piccole cellule in persone che esprimono alti livelli di PD-L1. Uno specifico bio[...]

Martedi 9 Maggio 2017

Ca epatico, nivolumab riduce le dimensioni del tumore con risposte durature

È un tumore “silenzioso” perché non mostra sintomi specifici. E solo il 10% dei casi è diagnosticato in fase iniziale quando l'intervento chirurgico può essere risolutivo. In Italia vivono circa 27.750 cittadini dopo la diagnosi di cancro del fegato,[...]

Venerdi 5 Maggio 2017

Melanoma con NRAS mutato, binimetinib allontana la progressione

L’inibitore di MEK binimetinib ha migliorato la sopravvivenza libera da progressione (PFS) rispetto a dacarbazina in pazienti affetti da un melanoma con NRAS mutato nello studio di fase III NEMO, da poco pubblicato su The Lancet Oncology.

Venerdi 28 Aprile 2017

Melanoma avanzato, combinazione nivolumab/ipilimumab allunga la vita

na combinazione di nivolumab e ipilimumab e nivolumab in monoterapia hanno portato a un miglioramento significativo della sopravvivenza globale (OS) rispetto al solo ipilimumab in pazienti con melanoma avanzato nello studio CheckMate 067, di cui sono[...]

Giovedi 27 Aprile 2017

Melanoma avanzato, molto promettente la combinazione indoximod-pembrolizumab

L'aggiunta dell'inibitore della via dell'indoleamina-2,3-diossigenasi (IDO) indoximod a pembrolizumab nello studio di fase II NLG2103 su pazienti con melanoma avanzato ha dato risultati definiti “entusiasmanti” da molti esperti presenti al congresso [...]

Giovedi 16 Marzo 2017

Melanoma metastatico, livelli di PD-L1 solubile correlati agli outcome

I pazienti con melanoma metastatico che hanno livelli ematici elevati della forma solubile del ligando di PD-1 PD-L1 hanno outcome clinici scadenti, una sopravvivenza globale (OS) inferiore e una malattia resistente agli inibitori di PD-L1 rispetto a[...]

Mercoledi 15 Marzo 2017

Linfoma di Hodgkin, approvazione Fda per pembrolizumab

Ieri con procedura di urgenza l'Fda ha dato il via libera all'approvazione di pembrolizumab per la terapia del linfoma di Hodgkin classico in pazienti con malattia refrattaria ad altri trattamenti o che è recidivata dopo tre o più linee di trattamen[...]

Venerdi 24 Febbraio 2017

Tumore del rene e del polmone: ok dell'Aifa per nivolumab

Oggi anche i pazienti italiani colpiti da carcinoma a cellule renali e da tumore del polmone non a piccole cellule hanno a disposizione una nuova arma terapeutica: nivolumab. Più precisamente, il farmaco è sttao rimborsato nel carcinoma a cellule ren[...]

Domenica 19 Febbraio 2017

Melanoma avanzato, pembrolizumab attivo contro la forma mucosale

L'anticorpo monoclonale inibitore del checkpoint immunitario PD-1 pembrolizumab ha dimostrato di possedere un'attività duratura nei pazienti con melanoma mucosale avanzato indipendentemente dal fatto che fossero già stati trattati o meno con ipilimum[...]

Mercoledi 1 Febbraio 2017

Combinazione ipilimumab-nivolumab efficace nel melanoma mucosale

La combinazione di nivolumab e ipilimumab è sicura ed efficace nei pazienti con melanoma mucosale. A evidenziarlo è un'analisi dei dati aggregati di sei studi su pazienti con melanoma avanzato, pubblicata di recente sul Journal of Clinical Oncology.

Mercoledi 11 Gennaio 2017

Cancro del polmone, MSD deposita all'Fda la prima domanda per combinazione immunoterapia con altri farmaci

MSD ha annunciato di aver depositato all'Fda la domanda di registrazione per la prima combinazione di una immunoterapia (pembrolizumab) con altri farmaci, in questo caso la chemioterapia a base di pemetrexed e carboplatino. L'indicazione richiesta al[...]

Giovedi 24 Novembre 2016

Immunoterapia, nuove informazioni sulla sicurezza di nivolumab nel melanoma

Nei pazienti che assumono l’anticorpo monoclonale nivolumab per il trattamento di un melanoma avanzato, la maggior parte degli effetti negativi immunologici sono di intensità lieve o moderata e si risolvono quando si seguono le linee guida sulla gest[...]

Martedi 22 Novembre 2016

Nivolumab promettente nel carcinoma epatocellulare avanzato

L’anticorpo monoclonale anti-PD1 nivolumab si è dimostrato sicuro ed efficace in monoterapia nei pazienti con carcinoma epatocellulare avanzato, indipendentemente dalla compresenza o meno dell’infezione da HBV o HVC, nello studio di fase I/II CheckMa[...]

Venerdi 11 Novembre 2016

Melanoma con BRAF mutato, binimetinib più encorafenib ritarda la progressione

Il trattamento con la combinazione dell’anti-MEK binimetinib più l’anti-BRAF encorafenib ha permesso di prolungare la sopravvivenza libera da progressione (PFS) rispetto al solo vemurafenib in pazienti affetti da melanoma con BRAF mutato non resecabi[...]

Martedi 8 Novembre 2016

Melanoma con BRAF mutato, opzioni migliori l'inibizione di BRAF/MEK e quella di PD-1

Nei pazienti che hanno un melanoma portatore di una mutazione del gene BRAF, l'inibizione combinata di BRAF e di MEK e l'inibizione di PD-1 migliorano in modo significativo la sopravvivenza rispetto ad altri trattamenti. Lo rivelano i risultati di un[...]

Lunedi 7 Novembre 2016

Roche va in fase III con i cocktail di farmaci anti melanoma

Cosa succede associando tra loro l'immunoterapia e la target therapy? Roche è molto fiduciosa sull'esito di questa cura per i malati di melanoma metastatico e, con una nota, oggi la società di Basilea ha reso noto che sulla base dei estremamente "pr[...]