38 news PER "pufa"


NEWS

Mercoledi 17 Aprile 2019

Gotta, il rischio di recidive si riduce con alimentazione ricca di omega 3

Uno studio di recente pubblicazione su Arthritis & Rheumatology ha dimostrato che l'assunzione di acidi grassi polinsaturi omega-3 (PUFA) mediante alimentazione a base di pesce riduce il rischio di recidive di gotta nell'adulto, previo aggiustamento [...]

Martedi 26 Marzo 2019

Asma, il consumo di pesce può aiutare?

La composizione di acidi grassi polinsaturi nella dieta avrebbe un diverso impatto sulla condizione asmatica: gli acidi grassi omega 3 sarebbero associati ad una riduzione del rischio di iperreattività bronchiale (tipico dell'asma), mentre alcuni aci[...]

Giovedi 7 Febbraio 2019

Artrite reumatoide, ridimensionato beneficio acidi grassi omega-3, tranne che nei fumatori non anziani

L'assunzione alimentare di pesce o di acidi grassi omega-3 di origine marina non sembra avere un ruolo protettivo nei confronti dell'artrite reumatoide (AR), stando ai risultati di uno studio di recente pubblicazione su BMC Musculoskeletal Disorders.[...]

Diabete di tipo 2, empagliflozin migliora gli esiti cardiovascolari e riduce il rischio di progressione o nuova malattia renale

Negli adulti con malattia cardiovascolare (CV) e diabete di tipo 2, che è la causa numero uno di insufficienza renale negli Stati Uniti, empagliflozin ha ridotto il rischio di morte CV o di ospedalizzazione per insufficienza cardiaca, e di peggiorame[...]

Venerdi 1 Giugno 2018

Trattamento dei tumori, terapie cellulari in forte espansione a livello globale. Rapporto del Cancer Research Institute

Il Cancer Research Institute (CRI), organizzazione no-profit americana dedicata esclusivamente al miglioramento dell'assistenza ai malati di cancro, ha appena pubblicato un nuovo rapporto sul panorama globale delle terapie cellulari sviluppate per il[...]

Sabato 24 Giugno 2017

Gli omega 3 migliorano la neuropatia diabetica

L'olio di foca, ricco di acidi grassi polinsaturi omega 3 (ω-3 PUFA), aumenta la lunghezza della fibra nervosa corneale nei pazienti con diabete di tipo 1. Gli autori dello studio, pubblicato di recente su Neurology, sostengono che la supplement[...]

Domenica 9 Aprile 2017

Vestibulodinia e sindrome della vescica dolorosa, l'aggiunta di acido alfa lipoico e PUFA n-3 migliora l'azione dell'amitriptilina

L'aggiunta di acido alfa lipoico e acidi grassi polinsaturi n-3 al trattamento con amitriptilina in pazienti con vestibulodinia e sindrome della vescica dolorosa sembra migliorare gli outcome clinici (dolore, dispareunia e ipertono muscolare)consente[...]

Mercoledi 22 Marzo 2017

Malattie infiammatorie intestinali, la dieta condiziona la risposta agli anti-TNF

Può la dieta influenzare l'effetto di farmaci anti-TNF nel trattamento delle malattie infiammatorie intestinali? E' questa la domanda che si sono posti un gruppo di ricercatori danesi in un lavoro pubblicato su Nutrients. Da quanto emerge da un'anali[...]

Mercoledi 18 Gennaio 2017

Asma, supplementazione omega 3 nelle gestanti riduce rischio nella progenie

Sottoporre le donne gestanti al terzo trimestre di gravidanza a supplementazione con acidi grassi omega-3 potrebbe ridurre il rischio di respiro sibilante e di asma persistenti nei primi 5 anni di vita del nascituro. Questi i risultati di uno studio [...]

Domenica 25 Settembre 2016

Omega-3 promossi dalle linee guida Esc 2016 sullo scompenso cardiaco

L'impiego di acidi grassi polinsaturi (PUFA) della serie n-3 (noti anche come omega-3) in aggiunta alla terapia standard è in grado di ridurre il numero di ospedalizzazioni e la mortalità nei pazienti affetti da scompenso cardiaco con frazione di eie[...]

Domenica 10 Luglio 2016

Ridotto rischio di infarto miocardico fatale dal consumo di pesce e vegetali ricchi di omega-3

Uno studio raggruppato di 19 coorti internazionali di persone di mezza età e anziani senza pregressa malattia cardiaca – pubblicato online su JAMA Internal Medicine - ha scoperto che alti livelli di acidi grassi polinsaturi (PUFA) omega-3 erano corre[...]

Mercoledi 6 Luglio 2016

Gonartrosi, l'introito elevato di grassi saturi aumenta la progressione strutturale di malattia

L'assunzione di quantità elevate di grassi, in modo particolari di quelli saturi (SFA), sembra essere legata ad un incremento del tasso di progressione strutturale di gonartrosi mentre, al contrario, l'assunzione di quantità elevate di grassi insatur[...]

Martedi 14 Giugno 2016

Asma, gli effetti della supplementatazione materna con olio di pesce si estendono alla progenie fino all'età adulta

La supplementazione materna con olio di pesce potrebbe avere un potenziale profilattico per la prevenzione a lungo termine dell'asma nella progenie. Lo dimostra uno studio danese, pubblicato sulla rivista Journal of Allergy and Clinical Immunology, c[...]

Venerdi 11 Marzo 2016

Studio “real life” su 11mila pazienti rilancia ruolo protettivo dei PUFA n-3 nel post-infarto

Presentati a Firenze, al Congresso Nazionale Conoscere e Curare il Cuore, i risultati di uno studio “reallife” appena pubblicato su American Journal of Cardiology (febbraio 2016), sul trattamento con PUFA n-3 (Esteri Etilici di Acidi Grassi Poliinsat[...]

Venerdi 15 Gennaio 2016

Rilanciato il ruolo protettivo degli Omega 3 nel post-infarto da uno studio italiano “real world”

L'impiego di acidi grassi polinsaturi n-3 (n-3 PUFA o Omega 3) risulta associato in modo indipendente a una consistente riduzione della mortalità e di recidive di infarto miocardico acuto (IMA).

Lunedi 8 Giugno 2015

Venerdi 24 Ottobre 2014

Sindrome coronarica acuta: conferme per gli omega-3

Presentati al Congresso GICR - Gruppo Italiano di Cardiologia Riabilitativa e Preventiva - i dati preliminari di uno studio condotto in Real Life sul trattamento con PUFA N-3 (Esteri Etilici di Acidi Grassi Poliinsaturi), con un contenuto in EPA e DH[...]

Venerdi 18 Luglio 2014

Per un ampio studio di Harvard gli omega-3 riducono il rischio di sclerosi laterale amiotrofica

I cibi con elevato contenuto in acidi grassi insaturi omega-3 (PUFA) possono aiutare a prevenire o ritardare l'insorgenza di sclerosi laterale amiotrofica (ALS) secondo uno studio pubblicato online su JAMA Neurology.

Studio MILES, possibile influsso di acidi grassi saturi e disfunzione endoteliale sul fenotipo CADASIL

Gli acidi grassi (FA) saturi sembrano svolgere un effetto modulatorio nell’espressione del fenotipo CADASIL (arteriopatia cerebrale autosomica dominante con infarti sottocorticali e leucoencefalopatia). In questa arteriopatia ereditaria, inoltre, è p[...]

Giovedi 23 Gennaio 2014

Minor rischio di diabete tipo 2 con alti valori di PUFA omega 3 nel siero

Nuove evidenze a favore dei benefici degli acidi grassi omega-3 per i pazienti diabetici, argomento molto dibattuto. A fornirle è uno studio prospettico osservazionale su una coorte finlandese, appena pubblicato su Diabetes Care. La ricerca mostra ch[...]

Mercoledi 11 Dicembre 2013

Arriva la Nota 94 per i farmaci PUFA N-3, adesso rimborsati anche per la SCA

Tutti quei pazienti che hanno sofferto di una recente sindrome coronarica acuta potranno usufruire, grazie alle neo introdotta Nota 94 da parte di AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco), delle specialità medicinali a base di Pufa N-3 (Esteri Etilici di [...]

Sabato 9 Novembre 2013

Statine, l'aggiunta di omega-3 riduce la residua disfunzione endoteliale

Nei pazienti con malattia coronarica (CAD) acclarata e in terapia statinica ottimale, il trattamento con acido eicosapentaenoico (EPA) migliora la funzione endoteliale e la dilatazione flusso-mediata (FMD). Lo dimostra una ricerca giapponese apparsa [...]

Venerdi 27 Settembre 2013

Acidi grassi omega-3, nessuna prevenzione del declino cognitivo

L'assunzione di acidi grassi omega-3 potrebbe non avere alcun effetto protettivo sulle funzioni cognitive, stando ai risultati di un lavoro – un'analisi secondaria dello studio WHISCA – appena pubblicato sul sito della rivista Neurology.

Martedi 11 Giugno 2013

Insulina glargine, i dati di sicurezza dello studio ORIGIN inclusi in RCP

Il Chmp dell'Agenzia europea per i medicinali (Ema) ha espresso parere favorevole all'inclusione nel Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto di insulina glargine dei dati di sicurezza ed efficacia ottenuti nello studio sugli outcome cardiovascol[...]

Mercoledi 8 Maggio 2013

Comunicazione AIFA su PUFA Omega 3

AIFA pubblica il seguente comunicato: “Si rende noto che il TAR del Lazio, Sezione III Quater, con Ordinanze cautelari nn. 1547/2013 e 1574/2013 dell'11 Aprile 2013, ha sospeso provvisoriamente il Comunicato relativo alla classe PUFA Omega 3, pubblic[...]

Martedi 5 Marzo 2013

PUFA non riducono la fibrillazione atriale post-operatoria

La somministrazione di acidi grassi polinsaturi (PUFA) preoperatoria in pazienti sottoposti a interventi di cardiochirurgia non porta a una riduzione significativa della fibrillazione atriale post-operatoria (POAF). È questo il risultato principale d[...]

Domenica 3 Marzo 2013

Omega 3 non più rimborsati nel post infarto

La G.U. n. 50 del 28 febbraio 2013 pubblica il seguente comunicato AIFA: “Non rimborsabilità da parte del Servizio Sanitario Nazionale dei medicinali appartenenti alla classe «PUFA Omega 3».

Lunedi 25 Febbraio 2013

PUFA ritardano il danno renale nei diabetici

La somministrazione di acidi grassi poliinsaturi omega 3 (PUFA) in pazienti diabetici di tipo 2 con evidenza di iniziale danno renale sembra essere protettiva nell'evoluzione del danno stesso. Questo risultato importante è in fase di pubblicazione su[...]

Domenica 11 Novembre 2012

Omega-3 deludenti nella prevenzione della fibrillazione atriale

Gli acidi grassi omega-3 contenuti nell'olio di pesce non aiutano a prevenire la fibrillazione atriale se somministrati nel periodo perioperatorio o come trattamento cronico nei soggetti ad alto rischio. È quanto emerge da due diversi studi controlla[...]

Mercoledi 31 Ottobre 2012

Gli omega-3 migliorano la memoria di lavoro nei giovani sani

Un piccolo studio pubblicato di recente su PLoS One mostra che i giovani sani tra i 18 e i 25 anni, un’età in cui si è al top delle performance cognitive, possono migliorare ulteriormente la loro memoria di lavoro aumentando l'assunzione di acidi gra[...]

Mercoledi 29 Agosto 2012

Studio GRACE, con insulina glargine e PUFA risultati misti sull'aterosclerosi nei diabetici

Trattare con acidi grassi polinsaturi i pazienti con alterata glicemia a digiuno e ad alto rischio di malattia cardiovascolare non ha fermato la progressione dell'aterosclerosi, mentre il trattamento con insulina glargine nella stessa popolazione di [...]

Martedi 7 Agosto 2012

Fda

Fda, ok a nuovo PUFA omega 3 da prescrizione per ridurre i trigliceridi

La Fda ha approvato un acido etileicosapentaenoico (EPA) sintetico brevettato, icosapent etile (Vascepa, noto anche con la sigla AMR101, farmaco sviluppato da Amarin), per il trattamento della ipertrigliceridemia. Il farmaco è una preparazione purifi[...]

Mercoledi 1 Giugno 2011

Scompenso, i PUFA omega-3 non proteggono dall'aritmia

Visto che alcune evidenze suggeriscono un possibile effetto protettivo degli acidi grassi polinsaturi (polyunsaturated fatty acids, o PUFA) omega-3 nei confronti della fibrillazione atriale (FA) e sono ancora più numerose quelle indicanti un effetto [...]

Sabato 14 Maggio 2011

Scompenso, benefici dei PUFA dose correlati

L'utilizzo degli acidi grassi poliinsaturi (PUFA) per 3 mesi in pazienti con scompenso cardiaco di origine non ischemica ha portato a un miglioramento della funzione sistolica del ventricolo sinistro correlato alla dose di farmaco utilizzata.

Mercoledi 2 Marzo 2011

PUFA utili anche nella cardiopatia dilatativa non ischemica paucisintomatica

L'utilizzo di acidi grassi poliinsaturi in pazienti con cardiomiopatia dilatativa ad eziologia non ischemica e minimi sintomi permette un miglioramento della funzione sistolica del ventricolo sinistro e della capacità funzionale con una concomitante [...]

Sabato 12 Febbraio 2011

PUFA utili nello scompenso cardiaco per ridurre le aritmie maligne?

Altre interessanti notizie dal gruppo italiano del GISSI-HF sull'uso degli acidi grassi polinsaturi (PUFA- i famosi omega 3) nei pazienti con scompenso cardiaco. Dopo aver recentemente mostrato la loro efficacia nel ridurre la mortalità e le riammiss[...]

Giovedi 3 Febbraio 2011

Scompenso cardiaco, PUFA migliorano la funzione sistolica sinistra

Il gruppo italiano del GISSI-HF ha recentemente mostrato l'efficacia dei grassi acidi polinsaturi (PUFA, noti anche come omega 3) nel migliorare la funzione sistolica del ventricolo sinistro in pazienti affetti da scompenso cardiaco cronico di varia [...]

Domenica 21 Novembre 2010

Acidi grassi Omega-3 non riducono le recidive di FA

Secondo uno studio appena presentato all'American Heart Association 2010, dosi elevate (4g/die) di acidi grassi polinsaturi Omega-3 (PUFAs) somministrati per via orale in una formulazione in capsule non riducono le recidive di fibrillazione atriale ([...]