NEWS

Mercoledi 29 Agosto 2018

Fibrillazione atriale, è l'ora della real life. Presentati all'ESC i primi dati di ETNA-AF, registro globale su edoxaban

28mila pazienti, di cui 24 mila trattati con edoxaban, 1800 centri provenienti da 13 Paesi. Sono questi alcuni dei numeri che definiscono ETNA-AF, un registro globale che intende descrivere l'uso dell'anticoagulante orale edoxaban nella pratica clini[...]

Mercoledi 30 Maggio 2018

Chirurgia con robot, Italia prima in Europa. Installato il 100 sistema

Nel 2017 sono stati circa 18mila in Italia gli interventi di chirurgia robotica, quasi 12mila in ambito urologico (soprattutto per la cura di tumore di prostata, ma anche per rene e vescica), 14% in più del 2016, e con un incremento, sempre costante,[...]

Domenica 25 Marzo 2018

Post-ACS, scelta dell'antiaggregante più appropriato guidata dalla genotipizzazione al letto del paziente

Il più vasto trial randomizzato eseguito finora per testare al letto del paziente le capacità della genotipizzazione di guidare le decisioni relative alla terapia antiaggregante dimostra che tale approccio è fattibile e può ridurre il rischio di even[...]

Sabato 9 Dicembre 2017

Chirurgia non cardiaca, benefici da aspirina a basso dosaggio perioperatoria in pazienti con pregresso PCI

La somministrazione perioperatoria a basso dosaggio di aspirina (acido acetilsalicilico, ASA) può ridurre il rischio di morte e infarto miocardico (IM) non fatale dopo chirurgia non cardiaca nei pazienti che hanno subito un pregresso intervento coron[...]

Domenica 3 Dicembre 2017

Nuove rassicurazioni per dabigatran circa ictus e rischi emorragici endocranici da ampio studio real-world

Un nuovo studio ‘real-world' di confronto tra dabigatran e warfarin – pubblicato online sugli “Annals of Internal Medicine” – rassicura sui rischi emorragici complessivi e sui tassi di emorragia intracranica associati all'uso del nuovo anticoagulante[...]

Martedi 14 Novembre 2017

Gestione del paziente con emofilia A, la nuova frontiera è la terapia personalizzata

La gestione del paziente con emofilia A congenita è cambiata negli ultimi anni ed è in continua evoluzione. Quando si gestisce un paziente con emofilia bisogna tenere in considerazione le caratteristiche del singolo e quindi lo stile di vita, eventua[...]

Lunedi 28 Agosto 2017

Studio COMPASS: rivaroxaban possibile ‘game changer' in prevenzione secondaria nei pazienti con vasculopatia aterosclerotica stabile

La combinazione rivaroxaban a baso dosaggio e aspirina sembra essere un approccio vincente per migliorare gli outcome nei pazienti con malattia vascolare aterosclerotica (coronaropatia o arteriopatia periferica) stabile. Lo dimostrano i risultati del[...]

Giovedi 27 Aprile 2017

Minor rischio di tumori con uso prolungato di aspirina

Un utilizzo regolare e prolungato di aspirina è risultato associato a una riduzione sia del rischio relativo di decesso per qualsiasi causa sia di quello di decesso dovuto ai tumori in un ampio studio osservazionale che ha coinvolto più di 130.000 op[...]

Martedi 21 Febbraio 2017

Emofilia A acquisita: arriva in Italia susoctocog alfa - fattore VIII antiemofilico ricombinante

Per i pazienti con emofilia acquisita, in Italia si stima siano un centinaio (1-4 casi per milione/anno) adesso è disponibile il primo farmaco specifico. Si tratta di susoctocog alfa, un farmaco prodotto da Shire, azienda leader nella ricerca e svilu[...]

Venerdi 23 Dicembre 2016

Emofilia A, l’anticorpo bispecifico emicizumab centra l’endpoint in fase III

Roche ha annunciato in data odierna il raggiungimento dell’endpoint primario dello studio di fase III HAVEN 1, volto a valutare la profilassi con emicizumab in soggetti di età uguale o superiore a 12 anni, affetti da emofilia A e aventi inibitori del[...]

Sabato 10 Settembre 2016

ROCKET-AF nella bufera. Sotto accusa l'impiego di un dispositivo di monitoraggio INR difettoso

In uno stesso numero del New England Journal of Medicine sono state pubblicate una lettera all'editore – in cui si sostiene che la validità del trial ROCKET AF potrebbe essere diminuita a causa di domande senza risposta che riguardano il dispositivo [...]

Giovedi 5 Maggio 2016

Nessun conflitto tra ticagrelor e inibitori della glicoproteina IIb/IIIa secondo un'analisi di PLATO

Secondo un'analisi dello studio PLATO – i cui risultati sono apparsi online sull'American Heart Journal - nei pazienti con sindrome coronarica acuta (ACS) sottoposti a intervento coronarico percutaneo (PCI) precoce, l'efficacia e la sicurezza di tica[...]

Venerdi 25 Settembre 2015

Leucemia linfatica cronica, aggiunta di ibrutinib aumenta la sopravvivenza senza compromettere la sicurezza

L'aggiunta dell'inibitore orale della tirosin chinasi di Bruton (BTK) ibrutinib a bendamustina e rituximab migliora gli outcome senza ridurre in modo significativo la sicurezza nei pazienti con leucemia cronica linfatica o piccolo linfoma linfocitico[...]

Mercoledi 23 Settembre 2015

Ca al colon: task force USA raccomanda l'aspirina per la prevenzione a seconda dell'età

La United States Preventive Services Task Force (USPSTF) ha pubblicato una bozza di raccomandazione in cui si dice che prendere un'aspirina al giorno è un approccio valido per la prevenzione del cancro del colon e delle malattie cardiovascolari, e se[...]

Lunedi 15 Giugno 2015

Ca al colon, aspirina offre un beneficio come prevenzione secondaria

Prendere l'aspirina dopo che è stato diagnosticato un cancro del colon-retto può migliorare la sopravvivenza globale (OS) e la sopravvivenza legata specificamente al tumore. Il dato emerge da uno studio retrospettivo su un registro norvegese, present[...]

Martedi 28 Aprile 2015

Clopidogrel, alta dose di mantenimento post-PCI efficace nei casi di elevata reattività piastrinica

Un'elevata dose di mantenimento (MD) di clopidogrel può essere un trattamento fattibile e prontamente disponibile per ridurre il rischio di eventi cardiovascolari ricorrenti nei pazienti con alta reattività piastrinica durante il trattamento (HTPR) d[...]

Sabato 18 Aprile 2015

Pazienti con AF sottoposti a PCI: alla dimissione DAPT o tripla terapia? Le ragioni della scelta

Nei pazienti affetti da fibrillazione atriale (AF) sottoposti a intervento coronarico percutaneo (PCI) la scelta dell'intensità della terapia antitrombotica risulta correlata più strettamente al rischio di ischemia anziché a quello di sanguinamenti.

Sabato 7 Marzo 2015

Paracetamolo, è sicuro quanto noi pensiamo?

L’assunzione di paracetamolo, potrebbe comportare più rischi di quanto si pensava originariamente, in particolare quando viene assunto a dosi più alte di quelle terapeutiche standard (lo studio parla di 3 gr al giorno).

Mercoledi 4 Febbraio 2015

Antinfiammatori non steroidei e cancro del colon retto, quali gli individui maggiormente protetti?

L'uso di antinfiammatori non steroidei (Fans) di qualsiasi tipo per più di 4 giorni alla settimana per più di 4 anni è associato a un rischio più basso del 42% di sviluppare cancro del colon-retto.

Sabato 6 Settembre 2014

Edoxaban, dosi ridotte in pazienti a rischio emorragico non riducono la protezione dall'ictus

Il rapporto tra dose di edoxaban, da un lato, e concentrazione e attività del fattore Xa, dall'altro, in pazienti con fibrillazione non valvolare (NVAF) è stato esplorato da un'analisi per sottogruppi dello studio di fase 3 ENGAGE AF-TIMI 48. La stes[...]

Domenica 18 Maggio 2014

Edoxaban non inferiore a warfarin in prevenzione ictus e superiore per riduzione emorragie

Edoxaban, inibitore orale diretto del fattore Xa, in monosomministrazione giornaliera con due diversi dosaggi (30 mg e 60 mg), messo a confronto con warfarin ben gestito (tempo nel range terapeutico, TTR: 68,4%), ha dimostrato non inferiorità in rela[...]

Ictus ischemico acuto e malformazioni cavernose cerebrali: la trombolisi sembra sicura

I dati sulla sicurezza della trombolisi endovenosa con attivatore tissutale del plasminogeno ricombinante (r—tPA) per ictus ischemico acuto (ICH) in pazienti con malformazioni cavernose cerebrali coesistenti (CCM) sono scarsi. Uno studio anglo-tedesc[...]

Domenica 27 Aprile 2014

Switch warfarin-nuovi anticoagulanti orali sicuro nel ‘real world' anche senza verifica INR

Nella pratica clinica quotidiana, contrariamente a quanto previsto dai foglietti illustrativi, solo il 75% dei pazienti trattati con antagonisti della vitamina K (VKA) hanno una documento che certifichi la misurazione dell'INR prima dell'inizio di un[...]

Martedi 15 Aprile 2014

Fibrinolisi efficace ma rischiosa nell'embolia polmonare

La terapia fibrinolitica nei pazienti con embolia polmonare a rischio intermedio è in grado di impedire lo scompenso emodinamico, ma aumenta il rischio di emorragia importante e ictus. È questo il risultato chiave dello studio PEITHO, un trial di fas[...]

Domenica 23 Marzo 2014

Trattamento dell’emottisi in corso di Tbc problematica ancora difficile e spesso rischiosa

L’emottisi in corso di tubercolosi (Tbc) polmonare è un’evenienza potenzialmente letale, ma qual è il trattamento milgiore? Le opzioni spaziano dai farmaci, alle procedure broncoscopiche, fino alle tecniche di resezione chirurgica, la scelta deve es[...]

Domenica 9 Giugno 2013

Scompenso cardiaco con fibrillazione atriale, rivaroxaban è efficace e sicuro

È apparsa su Circulation: Heart Failure un'analisi del trial ROCKET AF - basata sul confronto tra rivaroxaban e warfarin in pazienti con scompenso cardiaco e fibrillazione atriale non valvolare – secondo cui il trattamento mediante rivaroxaban mostra[...]

Martedi 14 Maggio 2013

Impianto di pacemaker o ICD, si può continuare warfarin anziché fare un ponte con eparina

I pazienti ad alto rischio di tromboembolia che necessitano dell'impianto di un pacemaker o un defibrillatore cardioverter impiantabile (ICD), possono tranquillamente continuare la terapia con warfarin, senza interruzione, invece di fare un ponte con[...]

Lunedi 18 Marzo 2013

PPI cost-effective in pazienti trattati con ASA in prevenzione CV primaria e secondaria

I risultati di uno studio recentemente pubblicato ahead-of-print sulla rivista Cardiovascular and Drugs Therapy hanno mostrato come la somministrazione di PPI sia cost-effective nei pazienti che assumono ASA a basse dosi per la prevenzione primaria [...]

Mercoledi 5 Settembre 2012

Aggiunta di clopidogrel all'ASA non migliora la prevenzione dell'ictus lacunare

La combinazione di clopidogrel e aspirina non dà risultati migliori rispetto alla sola aspirina nella prevenzione di un nuovo ictus nei pazienti che hanno avuto di recente un ictus lacunare e aumenta il rischio di mortalità e sanguinamento, in partic[...]

Sabato 1 Settembre 2012

Aspirina ad alte dosi non migliora outcome dopo SCA rispetto alle basse dosi

Una recente metaanalisi pubblicata sull'American Heart Journal ha mostrato che la somminisrazione di aspirina ad alte dosi dopo una sindrome coronaria acuta (SCA) con o senza posizionamento di uno stent non migliora la prognosi rispetto all'utilizzo [...]

Giovedi 12 Aprile 2012

Aspirina come profilassi antitumorale: manca poco?

Le evidenze più recenti fanno pensare che non ci vorrà ancora molto prima che l'assunzione di aspirina a basso dosaggio sia inclusa tra le raccomandazioni per prevenire il cancro. A sostenere questa tesi sono gli autori di una review pubblicata di re[...]

Martedi 7 Febbraio 2012

Warfarin e aspirina pareggiano nello scompenso

Warfarin e aspirina danno risultati simili nella prevenzione di ictus e decessi nei pazienti con scompenso cardiaco e frazione di eiezione ridotta, ma con battito normale. È questo l'esito del testa a testa tra i due farmaci effettuato nello studio W[...]

Martedi 30 Agosto 2011

Prasugrel, outcome migliori nei pazienti per cui è indicato

Una nuova sotto analisi post-hoc dello studio TRITON-TIMI 38 condotta nei pazienti per i quali il farmaco è stato autorizzato dalle agenzie regolatorie internazionali ha dato risultati ancora migliori in termini di efficacia sicurezza rispetto al da[...]

Sabato 6 Marzo 2010

Apixaban meglio di enoxaparina nella prevenzione del Tev

Apixaban, nuovo anticoagulante orale sviluppato congiuntamente da Bristol-Myers Squibb e Pfizer, è risultato significativamente più efficace rispetto a enoxparina 40 mg once daily nel ridurre l'incidenza di tromboemolismo venoso (Tev) nei pazienti so[...]