793 news PER "statine"


NEWS

Venerdi 12 Aprile 2019

Significativa riduzione di colesterolo-LDL con acido bempedoico in add-on a una statina. #ACC2019

Pazienti ad alto rischio di infarto o ictus che hanno ricevuto un farmaco sperimentale (l'acido bempedoico) in aggiunta a una statina hanno fatto registrare un livello sierico significativamente inferiore di colesterolo-LDL dopo 12 settimane rispetto[...]

Domenica 7 Aprile 2019

Alirocumab, una quota dei benefici cardiovascolari si deve alla riduzione della lipoproteina (a). #ACC2019

Una parte sostanziale del declino del rischio di eventi cardiaci osservata in pazienti che assumono alirocumab nello studio ODYSSEY Outcomes può essere attribuita a riduzioni della lipoproteina (a) - o Lp (a) – secondo un'analisi post hoc del trial, [...]

Giovedi 4 Aprile 2019

Tossicità da antinfiammatori non steroidei, uno score per predirla in pazienti con artrosi ed artrite reumatoide

Un punteggio di rischio può aiutare a prevedere la probabilità a 1 anno di avere tossicità maggiore in pazienti, con artrosi e artrite reumatoide, che assumono farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS). E' quanto riportato da uno studio pubblica[...]

Domenica 24 Marzo 2019

Nuove linee guida ACC/AHA di prevenzione primaria, in evidenza i determinanti sociali di salute. #ACC2019

L'American College of Cardiology e l'American Heart Association (ACC/AHA) ribadiscono che uno stile di vita sano è il modo più importante per prevenire l'insorgenza di malattia cardiovascolare (CVD) aterosclerotica, insufficienza cardiaca e fibrillaz[...]

Venerdi 22 Marzo 2019

Fake news in cardiologia: la SIPREC lancia l’allarme, sono altamente nocive alla salute

Il problema delle fake news, vecchio come il mondo della comunicazione, ai tempi dei social media ha assunto una diffusione e delle peculiarità inedite anche nel campo della salute. Per questo medici ed esperti di comunicazione devono attrezzarsi per[...]

Mercoledi 20 Marzo 2019

Ema

Alirocumab approvato nell'Unione Europea per la riduzione del rischio cardiovascolare

La Commissione europea ha approvato una nuova indicazione per alirocumab: la riduzione del rischio cardiovascolare in pazienti adulti con malattia aterosclerotica accertata (ASCVD) mediante la riduzione del colesterolo LDL in associazione alla correz[...]

Martedi 19 Marzo 2019

Diabete di tipo 2, maggior rischio di insorgenza con l'uso di statine, soprattutto in caso di sovrappeso

Un nuovo studio corrobora le evidenze di una connessione tra l'uso di statine e l'aumento del glucosio ematico, l'insulino resistenza e il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2, in particolare nei maschi in sovrappeso/obesi. I risultati di un tr[...]

Sabato 16 Marzo 2019

Acido bempedoico, nuova opzione ipocolesterolemizzante orale sicura ed efficace

Una nuova classe di farmaci ipocolesterolemizzanti orali potrebbe aiutare i pazienti impossibilitati ad assumere statine a causa di effetti collaterali. I risultati – pubblicati sul “New England Journal of Medicine” - provengono dal più grande studio[...]

Domenica 10 Marzo 2019

IMA, quanto più precoce l'avvio della terapia con statine, tanto più ridotti gli esiti clinici avversi a lungo termine

Una terapia precoce con statine - entro 48 ore dal ricovero ospedaliero di pazienti con infarto miocardico acuto (IMA) naïve alle statine - ha ridotto gli esiti clinici a lungo termine rispetto a un inizio più tardivo della terapia statinica. È l'esi[...]

Sabato 9 Marzo 2019

Declino cognitivo rallentato mediante riduzione pressoria e lipidica solo nei pazienti a più alto rischio cardiovascolare

Sono stati pubblicati online i risultati relativi alla cognizione dello studio HOPE-3, che ha valutato la riduzione della pressione arteriosa e del colesterolo in individui senza patologie cardiovascolari note né necessità di trattamento ma con risch[...]

Domenica 3 Marzo 2019

Ema

Colesterolo alto, l'Ema esaminerà la richiesta di immissione in commercio dell'acido bempedoico e della sua associazione fissa con ezetimibe

L'Agenzia Europea del Farmaco (Ema) ha convalidato la richiesta di autorizzazione all'immissione in commercio delle compresse di acido bempedoico e della associazione a dose fissa di acido bempedoico/ezetimibe per la riduzione del colesterolo LDL (LD[...]

Martedi 26 Febbraio 2019

Brevetti sui nuovi anticolesterolo, in tribunale Amgen vince di nuovo la causa. Sanofi si appellerà

Una giuria statunitense ha confermato la validità di due brevetti del farmaco anti-colesterolo Repatha di Amgen (l'anti PCSK9 evolocumab) infliggendo un duro colpo alle speranze di Sanofi e Regeneron che producono un farmaco simile, il Praluent (ali[...]

Sabato 23 Febbraio 2019

Nefropatia cronica, l'uso di statine in assenza di ASCVD o diabete è ridotto. Così il rischio CV resta alto

Vari studi clinici hanno dimostrato che le statine, abbassando i livelli sierici di colesterolo-LDL, possono ridurre significativamente il rischio di malattie cardiovascolari (CV) nei pazienti con nefropatia cronica (CKD) non in dialisi. Ma un nuovo [...]

Domenica 17 Febbraio 2019

Cardiologia, prestazioni fisiche meglio dell’età nel prevedere la durata della vita

Si dice spesso: non è l'età che hai, è l'età che provi. Nuove ricerche dimostrano che l'età fisiologica è un miglior predittore di sopravvivenza rispetto all'età cronologica. Lo studio è stato pubblicato sulla European Journal of Preventive Cardiolo[...]

Inibitori PCSK9 sicuri ed efficaci anche contro l'ipercolesterolemia LDL post-trapianto cardiaco

Gli anticorpi monoclonali che inibiscono la proproteina convertasi subtilisina-kexina tipo 9 (PCSK9) - evolocumab e alirocumab - portano a una significativa riduzione del colesterolo LDL (LDL-C) nei pazienti trapiantati di cuore, nei quali l'ipercole[...]

Sabato 16 Febbraio 2019

ASCVD, bassa aderenza alla terapia con statine associata a maggiore rischio di mortalità. Su “JAMA Cardiology”

I pazienti con malattia cardiovascolare aterosclerotica (ASCVD) che hanno una scarsa aderenza alla terapia con statine hanno un aumentato rischio di mortalità rispetto ai pazienti con maggiore compliance terapeutica alle statine. È questo il risultat[...]

Domenica 10 Febbraio 2019

Statine in prevenzione primaria in soggetti di età =/> 75 anni. Conferme di efficacia da studio retrospettivo

Il trattamento corrente con statine ha un effetto benefico in prevenzione primaria per outcome compositi ed evento individuale di ictus o morte per tutte le cause in soggetti di età pari o superiore a 75 anni. È quanto emerge da uno studio nazionale [...]

Sabato 9 Febbraio 2019

Farmaci cardiovascolari in gravidanza, la maggior parte possono essere usati in sicurezza. Review su “JACC”

I medici non dovrebbero aver timore di usare la maggior parte dei farmaci per le malattie cardiovascolari nelle donne in gravidanza. È quanto emerge da una nuova review pubblicata sul “Journal of American College of Cardiology” (JACC).

Polipi del colon-retto, aspirina poco utilizzata per la prevenzione

Il cancro del colon-retto è la terza causa più comune di decessi per cancro negli Stati Uniti e i polipi colorettali in stadio avanzato rappresentano un importante fattore di rischio per questo tumore. Secondo le linee guida a tutti questi pazienti d[...]

Lunedi 4 Febbraio 2019

Ema

Parere positivo del Chmp per alirocumab al fine di ridurre il rischio cardiovascolare nelle persone con malattie cardiovascolari aterosclerotiche consolidate

Il Comitato dell'Agenzia europea per i medicinali per uso umano ha adottato un parere positivo per alirocumab, raccomandando una nuova indicazione al fine di ridurre il rischio cardiovascolare abbassando i livelli di colesterolo lipoproteine a bassa[...]

Domenica 3 Febbraio 2019

Evolocumab, riduzione di LDL-C: effetto forte e costante nella maggior parte dei pazienti. Dati del FOURIER

Poco è noto circa l'eterogeneità nella riduzione dei livelli di colesterolo lipoproteico a bassa densità (LDL-C) con farmaci inibitori della proproteina convertasi subtilisina kexina 9 (PCSK9). Per questo motivo è stato condotto uno studio con l'obie[...]

Sabato 2 Febbraio 2019

Alzheimer, nuovo target terapeutico: proteina tau, regolata da esteri del colesterolo. Candidati statine ed efavirenz

In un nuovo lavoro, pubblicato online su “Cell Stem Cell”, ricercatori della San Diego School of Medicine della University of California di San Diego, nel tentativo di rallentare lo sviluppo della malattia di Alzheimer (AD), si sono concentrati su un[...]

Venerdi 1 Febbraio 2019

Ipolipemizzanti e antipertensivi possibile supporto nel trattamento di severe malattie mentali

Le statine e i calcio antagonisti (ma anche le biguanidi come la metformina) possono avere un ruolo nel trattamento di gravi malattie mentali. È quanto suggerisce una nuova ricerca pubblicata online su JAMA Psychiatry.

Con le statine meno eventi cardiovascolari maggiori anche nei più anziani

Nonostante le minori evidenze rispetto ai soggetti più giovani, una meta-analisi pubblicata su The Lancet dimostra che le statine riducono il rischio di eventi vascolari anche nelle persone di età superiore ai 75 anni. La ricerca non ha mostrato effe[...]

Domenica 27 Gennaio 2019

Aspirina in prevenzione primaria, benefici controbilanciati da rischi di sanguinamento. Lo ribadisce meta-analisi di JAMA

Secondo una meta-analisi appena pubblicata su “JAMA”, i più recenti studi sull'aspirina (ASA) in prevenzione cardiovascolare primaria non hanno inciso sul rapporto rischio-beneficio per le persone relativamente sane.

Domenica 20 Gennaio 2019

Alirocumab, con due dosi efficace l'approccio individualizzato all'ipercolesterolemia familiare eterozigote

I pazienti con ipercolesterolemia familiare eterozigote (HeFH) che hanno completato lo studio principale ODYSSEY LONG TERM in doppio cieco e successivamente sono stati arruolati nello studio di estensione in aperto ODYSSEY OLE hanno offerto un'opport[...]

Lunedi 14 Gennaio 2019

Preeclampsia legata a rischio di ictus a lungo termine, il trattamento con ASA può aiutare la prevenzione

Andare incontro a una preeclampsia o ad altre forme di ipertensione durante la gravidanza pone le donne ad aumentato rischio di ictus, che può essere attenuato dall'uso a lungo termine di acido acetilsalicilico (ASA), secondo un nuovo studio pubblica[...]

Domenica 13 Gennaio 2019

In pazienti ad alto rischio, molte vite salvate con statine ad alta intensità e più aderenza alla terapia

Migliaia di attacchi cardiaci e decessi per malattie cardiovascolari (CV) potrebbero essere prevenuti dai pazienti se assumessero i farmaci come consigliato dai medici e, in particolare, dosi più alte di statine. I risultati provengono da uno studio [...]

Venerdi 11 Gennaio 2019

BPCO, quali benefici dall’assunzione di un’aspirina al giorno?

Riduzione delle esacerbazioni, minore dispnea, miglioramento della qualità della vita: questi i benefici associati all’assunzione di un’aspirina al giorno da un’analisi ad interim dello studio osservazionale SPIROMICS, pubblicata su Thorax, che atten[...]

Giovedi 10 Gennaio 2019

Diabete in gravidanza: al via “Giunone 3.0”, progetto formativo dell'Associazione Medici Diabetologi

Con l'obiettivo di favorire una maggiore conoscenza delle problematiche del diabete in gravidanza e delle strategie per farvi fronte, l'Associazione Medici Diabetologi avvia un progetto formativo itinerante denomanto “Giunone 3.0. Aggiornamento su di[...]

Sabato 5 Gennaio 2019

Anti colesterolo, Daiichi Sankyo ottiene i diritti europei per l'acido bempedoico

Daiichi Sankyo ha acquisito da Esperion Therapeutics i diritti esclusivi per la commercializzazione dell'acido bempedoico nell'Unione Europea nonché quelli di un farmaco in compresse che combinerà l'acido bempedoico con ezetimibe. L'accordo ha un val[...]

Domenica 16 Dicembre 2018

Over-75, prevenzione primaria: ezetimibe efficace per trial giapponese. Ma quanto pesa il fattore genetico?

Ezetimibe ha ridotto il tasso di un primo evento cardiaco - endpoint composito di morte cardiaca improvvisa, infarto miocardico (IM), rivascolarizzazione coronarica e ictus - più della sola dieta in pazienti di età compresa tra 75 e 104 anni con live[...]

Sabato 8 Dicembre 2018

Statine in prevenzione primaria, soglie di trattamento da innalzare per evitare sovraprescrizioni

Nella prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari (CVD) le statine possono essere sovraprescritte, secondo i risultati di un'analisi di modellizzazione informatica dei benefici e dei danni, pubblicata online sugli “Annals of Internal Medicine[...]

Domenica 2 Dicembre 2018

Fattori predittivi dell'uso di statine nei soggetti di età più avanzata. Studio australiano

Le statine costituiscono una strategia-chiave per la prevenzione e il trattamento della malattia cardiovascolare arteriosclerotica, ma la prescrizione rimane subottimale. Sul “Journal of Clinical Lipidology” sono stati di recente pubblicati online i [...]

Colesterolo, ezetimibe non solo riduce l'assorbimento intestinale ma favorisce il trasporto inverso

Ezetimibe è in grado di prevenire l'aterosclerosi non solo inibendo l'assorbimento del colesterolo nell'intestino (il meccanismo finora noto), ma anche aumentando negli epatociti l'espressione dell'apolipoproteina A-II (Apo A-II) – presente soprattut[...]

Efficacia della vaccinazione antinfluenzale non modificata dall'uso di statine

Nonostante le statine abbiano effetti immunomodulatori, il loro uso non sembra modificare l'efficacia del vaccino antinfluenzale negli adulti di età =/> 45 anni, secondo i risultati di uno studio pubblicato online su “Clinical Infectious Diseases”.

Giovedi 29 Novembre 2018

Spondilite anchilosante, le statine sembrano ridurre attività di malattia #ACR2018

Le statine, in combinazione con i FANS, sembrano ridurre in modo significativo l'attività di malattia in pazienti con spondilite anchilosante (AS): è quanto emerge dai risultati di uno studio presentato nel corso dell'edizione annuale del congresso d[...]

Lunedi 26 Novembre 2018

Anticolesterolo, confermate efficacia e sicurezza a lungo termine di evolocumab nello studio più lungo condotto con un inibitore di PCSK9

In occasione del recente congresso dell’American Heart Association (AHA) sono stati presentati i dati finali dello studio OSLER-1 (Open-Label Study of Long-TERm Evaluation Against LDL-C, “studio in aperto sulla valutazione a lungo termine contro il L[...]

Venerdi 16 Novembre 2018

Sindrome coronarica acuta, meno decessi per qualsiasi causa con alirocumab. Studio ODYSSEY OUTCOMES #AHA2018

Nei pazienti con un precedente attacco cardiaco o angina instabile (nota come sindrome coronarica acuta o ACS), alirocumab ha ridotto in misura significativa il rischio di eventi avversi cardiovascolari maggiori (MACE) ed è stato associato ad un mino[...]

Sabato 17 Novembre 2018

Colesterolo alto? Dieta ed esercizio fisico in primis e quando serve anche gli anti PCSK9. Arrivano le nuove linee guida Usa

Valutazioni del rischio più personalizzate e la possibilità di utilizzare nuove opzioni terapeutiche per abbassare il colesterolo per le persone a più alto rischio di malattie cardiovascolari (CVD), oltre a ricorrere allo screening non invasivo dei c[...]

Domenica 11 Novembre 2018

Benefici dalle statine nei soggetti ad alto rischio CV se il calcium score coronarico non è a zero

Un nuovo studio – apparso online sul “Journal of American College of Cardiology” – mostra che la terapia con statine per la prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari (CV) non ha un impatto sugli esiti clinici nei pazienti senza evidenza di [...]

Sabato 10 Novembre 2018

Lesione traumatica del midollo spinale, l'uso di statine riduce la mortalità per tutte le cause

L'uso di statine in una coorte di veterani USA con trauma del midollo spinale ha ridotto la mortalità per tutte le cause, come risulta da un nuovo studio osservazionale presentato al 143° meeting annuale dell'American Neurological Association (ANA), [...]

Giovedi 8 Novembre 2018

Diabete, in Italia cure adeguate per il 50 percento dei pazienti e il numero è in crescita

Cosa significa ricevere una diagnosi di diabete oggi in Italia? Che si tratti del tipo 1 o del tipo 2, un paziente che deve affrontare questa patologia e si rivolge alla rete di servizi diabetologici sul territorio nazionale, ha buone probabilità di [...]

Sabato 3 Novembre 2018

Possibile scossa al mercato USA del colesterolo-LDL, con l'acido bempedoico incuneato tra statine e inibitori PCSK9

Esperion Therapeutics sembra avere la strada aperta per presentare alla Food and Drug Administration (FDA) la domanda di registrazione del suo farmaco ipocolesterolemizzante sperimentale, l'acido bempedoico, dopo avere annunciato i risultati di un qu[...]

Giovedi 1 Novembre 2018

Indicazione cardiovascolare per l'anti IL-1, per ora l'Fda non dà il via libera

Doccia fredda dell'Fda sulle speranze di Novartis di ottenere un'indicazione cardiologica per canakinumab, un anticorpo monoclonale completamente umano diretto contro l'interleukina-1β già approvato per diverse indicazioni in rare malattie di na[...]

Sabato 27 Ottobre 2018

Avviso dal Canada, gli ACE-inibitori aumentano il rischio di cancro al polmone del 14% rispetto ai sartani

Un ampio studio di coorte basato sulla popolazione, pubblicato sul “British Medical Journal”, dimostra che l'uso di inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE) per abbassare la pressione arteriosa si associa a un rischio globale di c[...]

Mercoledi 24 Ottobre 2018

Dopo un infarto cosa fare con il colesterolo?

Come diminuire l’impatto delle malattie cardiovascolari in Italia, sia in termini di vite umane perdute e di morbilità, sia per le ricadute economiche? Se n’è parlato a Roma nel corso dell’evento organizzato Meridiano Cardio dal titolo “Nuove prospet[...]

Domenica 21 Ottobre 2018

Tra gli ipocolesterolemizzanti varia il tempo per avere beneficio cardiovascolare. Più rapide le statine

Il “tempo al beneficio” (TTB) è variabile tra gli studi condotti con farmaci che abbassano il colesterolo, risultando più breve con le statine rispetto ai farmaci non-statinici. Lo rivela uno studio pubblicato sul “Journal of Clinical Lipidology”.

Sabato 13 Ottobre 2018

Emorragia intracerebrale, esiti migliori se la terapia con statine non viene interrotta

In seguito a emorragia intracerebrale (ICH) si rileva un rischio inferiore di mortalità per tutte le cause tra i pazienti che continuavano un trattamento con statine rispetto a coloro che lo interrompevano, specialmente nel caso dei soggetti trattati[...]

ACS, benefici del precarico con statine pre-PCI più evidenti nei pazienti STEMI

Che il precarico con statine potesse essere di beneficio per i pazienti con sindrome coronarica acuta (ACS) sottoposti a intervento coronarico percutaneo (PCI) era stato già suggerito in precedenza dal trial SECURE-PCI. Una nuova analisi di questo st[...]

Statine da usare solo in prevenzione cardiovascolare e non per altri benefici, secondo revisione a ombrello

Le statine dovrebbero continuare a essere utilizzate solo per la prevenzione degli eventi cardiovascolari (CV) e non per ridurre il rischio di altri esiti clinici al di fuori dell'ambito CV, secondo i risultati di una nuova revisione pubblicata onlin[...]

Mercoledi 10 Ottobre 2018

Diabete, statine e fibrati riducono il rischio di retinopatia diabetica

Nei pazienti con diabete di tipo 2, l'uso di farmaci ipolipemizzanti come i fibrati, compreso il fenofibrato, e le statine riducono non solo l'incidenza della retinopatia diabetica ma anche la necessità di trattamento in coloro che già ne soffrono, s[...]

Domenica 7 Ottobre 2018

Anziano epilettico a rischio cardiovascolare, la carbamazepina riduce l'effetto delle statine e innalza la CRP

Pubblicato online su “Epilepsia”, uno studio che ha valutato l'effetto di tre differenti farmaci antiepilettici (AED) – carbamazepina (CBZ), lamotrigina (LTG) e levetiracetam (LEV) - sui marcatori sierologici di rischio cardiovascolare (quale la prot[...]

Ipertensione, terapia intensiva con meno probabilità di successo se assunti 5 o più farmaci

Secondo una nuova analisi post-hoc dello studio SPRINT, i pazienti arruolati avevano minori probabilità di raggiungere l'obiettivo del trattamento intensivo (ossia di una pressione arteriosa sistolica inferiore a 120 mmHg) se assumevano 5 o più farma[...]

Martedi 2 Ottobre 2018

Trial REDUCE-IT, MACE ridotti del 25% con un omega-3 a dosi elevate

Dosi elevate (4 g al giorno) di acido eicosapentaenoico (EPA), un olio omega-3, hanno mostrato un grande beneficio sugli eventi cardiovascolari (CV) nello studio randomizzato in doppio cieco REDUCE-IT. I risultati top-line della sperimentazione sono [...]

Domenica 23 Settembre 2018

Registro SWEDEHART, i tassi di mortalità post-IMA dal 2010 non si riducono. La sfida dell'innovazione

Sono finiti i tempi delle grandi riduzioni di mortalità in seguito a infarto acuto del miocardio (IMA). Lo si evince dai nuovi dati del registro nazionale SWEDEHEART, presentati di recente a Monaco di Baviera, in occasione del Congresso della Società[...]

Acido acetilsalicilico in prevenzione primaria nell'anziano sano, delusione dal trial ASPREE

Un altro studio clinico su larga scala che ha affrontato l'uso dell'acido acetilsalicilico (ASA) nella prevenzione primaria degli eventi cardiovascolari (CV) - questa volta in soggetti anziani sani - non ha avuto esito positivo. Si tratta del trial A[...]

Sabato 15 Settembre 2018

Aspirina in prevenzione primaria, pochi benefici ma ancora alcune domande

Due studi presentati a Monaco di Baviera, in occasione del congresso annuale ESC, hanno gettato acqua sul fuoco degli entusiasmi derivanti dal beneficio d'impiego di aspirina in prevenzione primaria, pur lasciando ancora alcuni dubbi che necessitereb[...]

Martedi 11 Settembre 2018

Beta-bloccanti post infarto in malattia coronarica stabile: nessun vantaggio sulla sopravvivenza

I beta-bloccanti non hanno alcun impatto sulla mortalità a oltre un anno in pazienti CAD stabili post-infarto del miocardio e non offrono alcun beneficio di sopravvivenza in pazienti stabili che non hanno avuto un infarto del miocardio. presentata a [...]

Sabato 8 Settembre 2018

Diabete di tipo 2, le statine proteggono dal rischio cardiovascolare i pazienti fino all'età di 85 anni

Nei pazienti anziani con diabete di tipo 2 l'uso di statine è associato a riduzioni significative dell'incidenza di malattia cardiovascolare aterosclerotica e mortalità per tutte le cause. Questo effetto si è ridotto dopo gli 85 anni fino a scomparir[...]