NEWS

Lunedi 4 Marzo 2019

Il caffè: un aiuto anche contro la steatosi epatica, ma servono più di tre tazze al giorno

Una recente metanalisi pubblicata su Clinical Nutrition ha approfondito la relazione tra il consumo moderato di caffè e la comparsa di steatosi epatica non alcolica (NAFLD – non alcoholic fatty liver disease), evidenziando che un livello di assunzion[...]

Mercoledi 27 Febbraio 2019

Cereali integrali, potrebbero ridurre il rischio di carcinoma epatocellulare

L'aumento dell'apporto di cereali integrali sarebbe correlato con un ridotto rischio di carcinoma epatocellulare (HCC) negli adulti, indipendentemente dall'eziologia del cancro. E' quanto mostrano i risultati di uno studio pubblicato su JAMA Oncology[...]

Lunedi 11 Febbraio 2019

Grasso intra-addominale ed epatico, rischio maggiore se sei americano

Sembra proprio un problema di etnia e razza. E’ quanto emerge da uno studio americano pubblicato su Gastroenterology: la propensione a immagazzinare il grasso a livello intra-addominale varia in modo significativo a seconda dell'etnia e della razza, [...]

Venerdi 18 Gennaio 2019

2019, l'anno della NASH

In tema di malattie epatiche, dopo i successi raggiunti nella cura delll'epatite C, oggi l'argomento più discusso e su cui si sta investendo maggiormente è la NASH, la steatoepatite non alcolica. Considerando che il fegato grasso riguarda circa 30 mi[...]

Giovedi 15 Novembre 2018

Malattia epatica cronica, attenzione al rischio di danni al fegato indotti dai farmaci #AASLD2018

I pazienti che soffrono di alcune malattie croniche del fegato possono essere particolarmente suscettibili al danno epatico indotto dai farmaci, e l'industria farmaceutica dovrebbe tenerne conto durante lo sviluppo dei medicinali. Sono le conclusioni[...]

Mercoledi 14 Novembre 2018

Steatoepatite non alcolica, al congresso Usa presentati i dati dei farmaci di Gilead in sviluppo clinico #AASLD2018

Presentati al congresso annuale dell'American Association for the Study of Liver Diseases (AASLD) appena concluso a San Francisco i nuovi dati a supporto del programma di sviluppo clinico di Gilead per la fibrosi avanzata dovuta alla steatoepatite no[...]

Venerdi 2 Novembre 2018

Steatosi epatica nelle donne, l’allattamento al seno protegge dal suo sviluppo

Una prolungata durata dell'allattamento al seno riduce le probabilità di sviluppare una steatosi epatica non alcolica (NAFLD) nelle donne che allattano. E’ quanto mostrato da uno studio recentemente pubblicato su Journal of Hepatology.

Lunedi 29 Ottobre 2018

Steatoepatite non alcolica, collaborazione tra Novartis e Pfizer nella lotta al grasso epatico

L’obesità e il diabete sono mali dei nostri anni, delle vere e proprie epidemie collegate anche a patologie epatiche quali accumulo di grasso a livello del fegato che a lungo andare porta ad infiammazione del tessuto circostante con sviluppo della st[...]

Mercoledi 24 Ottobre 2018

Steatoepatite non alcolica, una nuova sfida per la salute del fegato

Sgominata o quasi l’epatite C, perchè come vedremo c'è ancora della starda da fare prima del raggiungimento della eradicazione dell'infezione, le sfide per la salute del fegato non mancano. La salute di questo organo essenziale per la nostra vita è m[...]

Mercoledi 19 Settembre 2018

Steatosi epatica non alcolica, fase II incoraggiante per farmaco di Viking Therapeutics. Azione raddoppia di valore

Annunciati in questi giorni i dati positivi derivanti da uno studio clinico di fase II condotto in pazienti con steatosi epatica non alcolica (NAFLD) ed elevato colesterolo lipoproteico a bassa densità (LDL-C), trattati per 12 settimane con un farmac[...]

Domenica 15 Luglio 2018

Epatopatie con dislipidemia: statine sicure, efficaci e importanti nella maggior parte dei casi. Update AGA

Pubblicata online su “Clinical Gastroenterology and Hepatology”, un'analisi di clinici esperti gastroenterologi ed epatologi offre consigli sulle migliori pratiche per il trattamento della dislipidemia in sei malattie del fegato - danno epatico indot[...]

Giovedi 7 Giugno 2018

NASH: un killer silente del nostro fegato. Appello di 150 esperti di tutto il mondo

Oltre 150 esperti internazionali in materia di malattie epatiche e metaboliche hanno lanciato oggi un appello all'azione contro la steatoepatite non alcolica (NASH), una malattia cronica, asintomatica e "silente", che si sta lentamente trasformando i[...]

Giovedi 24 Maggio 2018

Obesità: liraglutide 3 mg si conferma efficace nel ridurre il peso corporeo anche nella vita reale

I pazienti trattati con liraglutide 3 mg per la gestione del peso, in combinazione con dieta ed esercizio fisico, hanno perso una media di 8,1 kg dopo sei mesi, in un contesto di vita reale. I dati sono stati presentati al 25° congresso europeo sull'[...]

Venerdi 18 Maggio 2018

Fegato grasso, il grado di fibrosi determina la pericolosità della malattia

Nella malattia del fegato grasso non alcolica, i pazienti con cirrosi hanno una probabilità più elevata di sperimentare eventi avversi a livello epatico, rispetto ai soggetti con fibrosi a ponte (stadio F3) che sono più propensi a sviluppare tumori n[...]

Giovedi 26 Aprile 2018

Un agonista del recettore dell’ormone tiroideo riduce significativamente l’accumulo di grasso epatico

MGL-3196 è una piccola molecola agonista del recettore β dell’ormone tiroideo (THR-β), attivo per via orale e altamente selettivo per il fegato. In uno studio di fase 2 in pazienti con steatoepatite non alcolica (NASH) il trattamento con MG[...]

Domenica 22 Aprile 2018

Deficit di lipasi acida lisosomiale, l'ERT con sebelipasi alfa migliora anche i biomarcatori aterogeni

Secondo i risultati di uno studio pubblicato online sul “Journal of Clinical Lipidology”, sebelipasi alfa - trattamento enzimatico sostitutivo (enzyme replacement therapy [ERT]) approvato per la terapia a lungo termine di pazienti di tutte le età aff[...]

Domenica 15 Aprile 2018

Steatoepatite non alcoolica (NASH), prime conferme dalle terapie combinate di Gilead. #EASL2018

Presentati qualche giorno fa all'International Liver Congress 2018 di Parigi, i dati di uno studio proof-of-concept sulle terapie combinate sperimentali per i pazienti con fibrosi avanzata dovuta a steatoepatite non alcolica (NASH). Lo studio ha valu[...]

Sabato 14 Aprile 2018

Epatopatia alcolica: prima causa di trapianto di fegato negli Usa in pazienti senza carcinoma epatocellulare. #EASL2018

Durante il Congresso EASL (European Association for the Study of the Liver), tenutosi a Parigi nei giorni scorsi, sono stati presentati i risultati di due studi indipendenti che evidenziano come dal 2016 l'epatite alcolica sia diventata la causa prin[...]

Venerdi 6 Aprile 2018

Fegato grasso, attenzione alla dieta. I dati da un ampio studio americano

Uno studio appena pubblicato su Gastroenterology ha evidenziato che il miglioramento della qualità della dieta correla con un minore accumulo di grasso epatico e un rischio ridotto di insorgenza di fegato grasso.

Mercoledi 21 Marzo 2018

Fegato grasso e insulino resistenza, quanto incide il consumo di carne rossa e il metodo di cottura?

L'alto consumo di carne rossa e carne lavorata è correlato con un aumento del rischio di steatosi epatica non alcolica e di insulino-resistenza. E’ quanto evidenziato in un recente articolo pubblicato sul Journal of Hepatology. Inoltre, i ricercatori[...]

Steatosi epatica non alcolica, empaglifozin riduce il grasso epatico nei pazienti diabetici

La riduzione del grasso epatico è un punto fondamentale nella gestione dei pazienti con steatosi epatica non alcolica (NAFLD), conosciuta anche come malattia del fegato grasso. Un studio recentemente pubblicato è evidenziato che empagliflozin, un ini[...]

Venerdi 16 Febbraio 2018

Fibrosi epatica, osservati più casi dell’atteso nella popolazione generale

Un team di ricercatori dell’Università di Barcellona ha inaspettatamente osservato un’elevata prevalenza di fibrosi epatica, principalmente associata a steatosi epatica non alcolica (NAFLD), nella popolazione generale di individui con malattia epatic[...]

Venerdi 2 Febbraio 2018

Steatoepatite non alcolica, a rallentarla ci pensa il cioccolato fondente

Il cioccolato oltre ad essere un cibo/bevanda molto gradita ad adulti e bambini contiene sostanze, i polifenoli del cacao presenti nel cioccolato fondente, che migliorano la funzione endoteliale in pazienti con staeatoepatite non alcolica. E' quanto [...]

Martedi 16 Gennaio 2018

Malattie epatiche, i 5 principali avanzamenti del 2017

Le ricerche sulle malattie epatiche maggiormente presenti in questo momento storico hanno portato diversi sviluppi nel corso del 2017. I maggiori avanzamenti ci sono stati nella direzione dell'eradicazione dell'epatite C, come previsto per il 2020 da[...]

Venerdi 17 Novembre 2017

Steatosi epatica non alcolica, aumenta il rischio di alcuni tumori

La steatosi epatica non alcolica (NAFLD) è associata al carcinoma epatocellulare (HCC) sia in uomini che donne, al carcinoma del colon-retto negli uomini e al cancro al seno nelle donne, secondo quanto pubblicato di recente su Journal of Hepatology.

Mercoledi 1 Novembre 2017

NAFLD e diabete, una cattiva combinazione migliorata dalla metformina

La somministrazione della metformina nei soggetti con fibrosi epatica avanzata, conseguente alla steatosi epatica non alcolica, e concomitante diabete di tipo 2, ha effetti migliori sul fegato rispetto alla terapia con sulfaniluree. Sono le important[...]

Lunedi 30 Ottobre 2017

Steatoepatite non alcolica, inibizione dell'acetil-CoA carbossilasi diminuisce infiammazione e grasso epatico

Dal Liver Meeting di Washington arrivano promettenti dati per il trattamento dei pazienti con steatoepatite non alcolica. Parliamo del un nuovo inibitore di acetil-CoA carbossilasi, GS-0796, che ha significativamente migliorato la steatosi epatica e [...]

Lunedi 11 Settembre 2017

Sonno e steatosi epatica non alcolica, esiste un collegamento?

Uno studio recentemente pubblicato su Clinical Gastroenterology and Hepatology ha evidenziato che la durata del sonno più breve è correlata a livelli alterati (al di fuori del range di normalità) di alanina aminotransferasi nel siero e allo sviluppo [...]

Giovedi 20 Luglio 2017

NAFLD, nuova guida pratica americana fa il punto su diagnosi e gestione dei pazienti

L'AASLD (American association for the study of liver diseases) ha rilasciato un documento di orientamento pratico per la diagnosi e la gestione della malattia epatica non alcolica. Il documento, pubblicato sulla rivista Hepatology, si basa su una rev[...]

Lunedi 17 Luglio 2017

Steatosi epatica non alcolica nei pazienti con HIV, quali i fattori di rischio?

Più di un terzo delle persone affette da HIV presenta una malattia epatica alcolica (NAFLD) in assenza di epatite B o C, secondo i risultati di una meta-analisi e una revisione sistematica pubblicata sulla rivista AIDS. I disturbi metabolici tra cui [...]

Sabato 8 Luglio 2017

Malattie rare: 100 pazienti italiani con lipodistrofia attendono il farmaco disponibile solo in Usa e Giappone

Sono 100 in tutta Italia i pazienti affetti da ‘lipodistrofia', cento persone che per varie cause, non sempre conosciute, perdono grandi quantità di grasso in alcuni distretti del corpo e li accumulano in altri dove non dovrebbero essere. Il dato epi[...]

Giovedi 29 Giugno 2017

Epatite B, valori di ALT sballati per 1 paziente su 5 in trattamento prolungato

Circa un pazienti su 5 con epatite B cronica in trattamento da 5 anni nonostante il raggiungimento della soppressione virologica e la regressione della fibrosi, non raggiunge la normalizzazione dell' alanina aminotransferasi (ALT). Questo persistent[...]

Giovedi 8 Giugno 2017

Steatosi epatica non alcolica, speranza di cura da un inibitore del recettore epatico LXR

Un recente studio pubblicato sulla rivista Alimentary Pharmacology and Therapeutics ha evidenziato che oltipraz, un dithiolethione di sintesi ha effetto antisteatosico, inibendo l'attività del recettore del fegato LXR-α. Il trattamento con oltip[...]

Venerdi 26 Maggio 2017

Ruolo delle diete chetogeniche quale strumento terapeutico contro le malattie metaboliche

Le diete chetogeniche, caratterizzate da un basso contenuto di carboidrati, tornano periodicamente alla ribalta in quanto soddisfano la necessità di perdere peso in breve tempo.

Martedi 16 Maggio 2017

Predire steatosi epatica e sindrome metabolica nei pazienti diabetici, gli indici affidabili

L'indice del fegato grasso e l'indice della steatosi epatica sono marcatori efficaci per la previsione del contenuto di grasso epatico e della sindrome metabolica nei pazienti diabetici, secondo i risultati di uno studio recentemente pubblicato sulla[...]

Steatosi epatica non alcolica e consumo di alcol, quale collegamento?

Durante il Digestive Disease week in corso a Chicago sono stati presentati i risultati di uno studio che ha indagato gli effetti del consumo moderato di alcool sulla malattia epatica non alcolica. Lo studio mostra che un consumo pari a metà bevanda s[...]

Venerdi 5 Maggio 2017

Malattia del fegato grasso, aziende in gara per trovare una terapia efficace

Ambiente, fattori genetici e sociali, patologie pre esistenti quali diabete, obesità, sindrome metabolica. Sono tanti i fattori predisponenti e concatenati a quella che sarà la malattia del prossimo futuro. Parliamo della NASH, o la malattia avanzata[...]

Mercoledi 12 Aprile 2017

Rischio aumentato di steatosi epatica nei pazienti con malattie infiammatorie intestinali

Le malattie infiammatorie intestinali (malattia di Crohn e colite ulcerosa) possono contribuire allo sviluppo di steatosi epatica non alcolica; inoltre i pazienti con entrambe le patologie hanno una più lunga durata delle IBD e sviluppano NAFLD con m[...]

Venerdi 7 Aprile 2017

Steatosi epatica e steatoepatite non alcolica, a rischio i bambini nati con peso alla nascita basso o elevato

Basso e alto peso alla nascita sono stati associati con lo sviluppo di steatosi epatica non alcolica nei bambini. E' quanto mostrato da uno studio pubblicato sulla rivista The Journal of Pediatrics in cui gli autori evidenziano che altezza troppo bas[...]

Sabato 1 Aprile 2017

Steatosi epatica non alcolica, danno epatico peggiore nei bambini rispetto agli adolescenti

Al recente congresso Emerging Trends in Non-Alcoholic Fatty Liver Disease è stato presentato un lavoro che sottolinea come bambini di età tra i 7 e i 12 anni, con diagnosi di steatosi epatica non-alcolica, presentano una steatoepatite peggiore rispet[...]

Giovedi 16 Marzo 2017

Malattie epatiche croniche, torna alla ribalta il caffè come fattore di protezione

Il consumo di caffè è associato a una riduzione del rischio di sviluppare malattie epatiche croniche, in particolare la steatosi epatica non-alcolica (NAFLD), la malattia epatica alcolica (ALD) e l'epatite C cronica. E' quanto evidenziato da uno stud[...]

Martedi 6 Dicembre 2016

Steatosi epatica nel bambino, arrivano le nuove linee guida americane

La società di Gastroenterologia Pediatria, Epatologia e Nutrizione e di esperti della NAFLD (NASPGHAN) dell'America del Nord ha aggiornato le proprie linee guida di pratica clinica per riflettere le nuove raccomandazioni sullo screening, la diagnosi [...]

Sabato 19 Novembre 2016

Diabete tipo 2, analogo dell'FGF ricombinante migliora le complicanze metaboliche

BMS-986.036, un nuovo analogo pegilato ricombinante del fattore di crescita dei fibroblasti (FGF) 21, ha dimostrato di portare a miglioramenti della sensibilità all'insulina, dei trigliceridi e del colesterolo LDL e HDL nei pazienti con diabete di ti[...]

Diabete tipo 2, analogo dell’FGF ricombinante migliora le complicanze metaboliche

BMS-986.036, un nuovo analogo pegilato ricombinante del fattore di crescita dei fibroblasti (FGF) 21, ha dimostrato di portare a miglioramenti della sensibilità all'insulina, dei trigliceridi e del colesterolo LDL e HDL nei pazienti con diabete di ti[...]

Mercoledi 26 Ottobre 2016

Steatoepatite non alcolica, promettenti risultati da un inibitore del segnale dell'apoptosi chinasi 1

Il farmaco sperimentale per il trattamento della steatoepatite non alcolica, selonsertib, è risultato efficace nel migliorare lo stadio della fibrosi nella maggior parte dei pazienti affetti da NASH dopo 24 settimane di trattamento. Altri due studi s[...]

Martedi 25 Ottobre 2016

Livelli di vitamina D e steatosi epatica non alcolica, c'è un collegamento?

I livelli di vitamina D sono inversamente associati con la gravità della malattia non alcolica del fegato grasso (NAFLD o steatosi epatica non alcolica). E' quanto emerge dai dati presentati in una sessione plenaria sulle malattie epatiche durante il[...]

Mercoledi 19 Ottobre 2016

Steatosi epatica non alcolica, statine non prescritte a quasi la metà dei pazienti candidati alla terapia

Le statine risultano sottoutilizzate, in modo particolarmente marcato nei soggetti con steatosi epatica non alcolica (NAFLD). Il ricorso al trattamento con statine dovrebbe invece essere incoraggiato in questi pazienti, in quanto può migliorare il p[...]

Domenica 9 Ottobre 2016

Vitamina D, smentita l'associazione con la steatosi epatica non alcolica

La vitamina D non è associata alla gravità della steatosi epatica non alcolica (NAFLD). E' quanto emerge dai risultati di un'analisi clinica e di espressione genica pubblicati sull'American Journal of Gastroenterology. Secondo i ricercatori né la def[...]

Mercoledi 5 Ottobre 2016

Steatoepatite non alcolica, risultati di fase 2 promettenti per il macrolide solitromicina

La solitromicina è risultata efficace e sicura nei pazienti con steatoepatite non alcolica (NASH) dopo 90 giorni di trattamento. E' quanto deriva dai risultati provvisori di uno studio di fase 2 annunciati in un comunicato stampa dell'azienda che si [...]

Martedi 20 Settembre 2016

Allergan entra nella cura della NASH con acquisizione da $1,7 miliardi

Dopo aver dovuto recedere dal megamerger con Pfizer, Allergan aveva detto di volersi concentrare su accordi di più limitate dimensioni. E così ha fatto. Pochi giorni fa per $660 milioni ha acquisito la società dermatologia Vitae Pharmaceuticals e ogg[...]

Domenica 18 Settembre 2016

Steatosi epatica non alcolica, maggior danno epatico nelle donne in pre-menopausa o sotto terapia ormonale

Il sesso, maschile o femminile, può influenzare l'andamento di una patologia epatica? Nel caso della steatosi epatica non alcolica pare che sia proprio cosi. Uno studio americano ha mostrato che le donne con steatosi epatica non alcolica in pre-menop[...]

Martedi 26 Luglio 2016

Steatosi epatica non alcolica, arrivano le linee guida NICE per la gestione del paziente dall'identificazione fino al trattamento

Da qualche giorno sono state pubblicate le nuove linee guida del NICE (The National Institute for Health and Care Excellence) sulla gestione dei pazienti con steatosi epatica non alcolica. Nel documento sono contenute tutte le informazioni riguardo a[...]

Martedi 21 Giugno 2016

Grasso epatico? Fa male anche ai vasi

Steatosi epatica associata ad aterosclerosi carotidea? E' quanto sostiene uno studio retrospettivo che ha mostrato come pazienti con steatosi epatica non alcolica persistente erano ad aumentato rischio di sviluppare aterosclerosi carotidea subclinica[...]

Malattia del grasso epatico, sotto accusa obesità materna e scarso allattamento al seno

Avere un BMI nel range di normalità all'inizio della gravidanza e allattare esclusivamente al seno nei primi sei mesi di vita potrebbe ridurre il rischio di sviluppare steatosi epatica non alcolica nell'adolescenza. Questo è quanto emerge da uno stud[...]

Mercoledi 4 Maggio 2016

Steatosi epatica non alcolica, arrivano le linee guida europee per diagnosi e gestione

Come identificare un soggetto con steatosi epatica non alcolica (NAFLD)? Quali test eseguire e come gestire il paziente per evitare la progressione verso la NASH? Per rispondere a queste domande sono state da pochi giorni rilasciate delle linee guida[...]

Martedi 3 Maggio 2016

Exenatide, riduzione della resistenza all'insulina nel fegato e nel tessuto adiposo

Un trattamento utilizzato per la cura del diabete di tipo 2 è risultato benefico nel controllare il metabolismo del glucosio nel fegato e nelle cellule grasse (adipociti). E' quanto presentato a Barcellona in occasione della 51° edizione dell'Interna[...]

Lunedi 2 Maggio 2016

Steatosi epatica non alcolica, delude una molecola già usata per trattare il diabete

Il farmaco sitagliptin, utilizzato per trattare pazienti con diabete, non è risultato efficace nella cura di pazienti con steatosi epatica non alcolica (NAFLD). Questo è quanto mostrato da un gruppo di ricercatori californiani e presentato a Barcello[...]

Venerdi 22 Aprile 2016

Steatosi epatica non alcolica, un punteggio per identificare i pazienti a rischio decesso

La steatosi epatica non alcolica è una malattia che evolve lentamente nel tempo, man mano che il grasso di accumula nel fegato. Emerge, quindi, la necessità di avere un metodo per identificare i pazienti più a rischio di progressione verso il decesso[...]

Lunedi 18 Aprile 2016

Nuove speranze per il trattamento della steatoepatite non alcolica e della colangite sclerosante primitiva

Dalla 51° edizione del congresso dell' EASL di Barcellona sono emerse diverse novità soprattutto su patologie finora poco considerate e studiate. Anche l'azienda Gilead ha annunciato alcuni dati sostenendo lo sviluppo di tre agenti in sperimentazione[...]

Mercoledi 6 Aprile 2016

Steatosi epatica non alcolica, il deficit di vitamina D peggiora il quadro clinico della malattia

La carenza di vitamina D è collegata all'insorgenza e/o al peggioramento di numerose patologie. E' stata pubblicata da pochi giorni sull' American Journal of Gastroenterology uno studio clinico in cui si evidenzia che la carenza di vitamina D aumente[...]