108 news PER "trapianto epatico"


NEWS

Venerdi 12 Aprile 2019

Steatosi epatica e steatoepatite non alcolica, costi elevati per gestire la malattia in fase avanzata. Studio italiano #EASL2019

La gestione della steatosi epatica e della steatoepatite non alcolica in fase avanzata richiede costi elevati ed è necessario migliorare la diagnosi precoce per evitare l'onere economico associato alla progressione della malattia. I risultati di uno [...]

Steatosi epatica e steatoepatite non alcolica, frequente progressione della malattia epatica e mortalità elevata #EASL2019

Nei pazienti con steatosi epatica non alcolica/steatoepatite non alcolica sono stati rilevati alti tassi di progressione della malattia epatica e di esiti fatali. È quanto emerge da due studi presentati al congresso della European Association For The[...]

Giovedi 4 Aprile 2019

Ema

Tumore tenosinoviale a cellule giganti, prende il via l'iter registrativo europeo per pexidartinib

L'Ema ha convalidato la domanda di autorizzazione all'immissione in commercio di pexidartinib per il trattamento di pazienti adulti con tumore tenosinoviale a cellule giganti (TGCT) sintomatico, associato a grave morbilità o limitazioni funzionali no[...]

Mercoledi 3 Aprile 2019

Leucemia linfoblastica acuta a cellule B: CAR-T sequenziali, anti CD19 e CD22, migliorano la remissione a lungo termine

La somministrazione in sequenza della terapia CAR T che ha come bersaglio gli antigeni CD19 e CD22 ha permesso di ottenere elevate percentuali di remissione completa (CR) e di migliorare la sopravvivenza a lungo termine di pazienti con leucemia linfo[...]

Domenica 31 Marzo 2019

Leucemia linfoblastica acuta a cellule B (B-ALL) recidivata/refrattaria: la CAR-T sequenziale anti CD19 e CD22 migliora la remissione a lungo termine

La somministrazione in sequenza della terapia CAR T che ha come bersaglio gli antigeni CD19 e CD22 ha permesso di ottenere elevate percentuali di remissione completa (CR) e di migliorare la sopravvivenza a lungo termine di pazienti con leucemia linfo[...]

Mercoledi 20 Marzo 2019

Epatite C dopo trapianto epatico, virus ko grazie alla combinazione di sofosbuvir e inibitori dell'NS5A

Dodici settimane di combinazione tra sofosbuvir e inibitori dell'NS5A senza ribavirina consente il raggiungimento di alti tassi di risposta virologica sostenuta per l'epatite C ricorrente dopo trapianto di fegato. E' quanto evidenzia uno studio pubbl[...]

Giovedi 14 Marzo 2019

Atresia biliare pediatrica, esistono predittori di trapianto epatico nell'adulto?

Recenti studi hanno dimostrato che gli episodi di colangite e la presenza di ipertensione portale o varici gastroesofagee nell'adolescenza possono predire la necessità di trapianto di fegato in età adulta tra i pazienti pediatrici con atresia biliare[...]

Martedi 19 Febbraio 2019

Epatite C, l'uso dei antivirali ad azione diretta riduce anche mortalità e cancro epatico

Il trattamento con antivirali ad azione diretta (DAA) sembra ridurre il rischio di decesso e cancro del fegato tra i pazienti con infezione da virus dell'epatite C cronica (HCV), compresi quelli con cirrosi. E' quanto mostrato da un nuovo studio pubb[...]

Venerdi 8 Febbraio 2019

Steroidi a lungo termine e rischio diabete: identificato nuovo potenziale target terapeutico

Gli steroidi rappresentano ancora un'opzione di trattamento fondamentale per svariate patologie, ma il loro impiego a lungo termine comporta un maggior rischio di sviluppare diabete e steatosi epatica. Uno studio su cellule epatiche pubblicato sulla [...]

Porfiria acuta intermittente, pubblicato sul NEJM studio di fase I su givosiran

Pubblicati sul New England Journal of Medicine i risultati di uno studio di fase I condotto in pazienti con porfiria acuta intermittente trattati con givosiran. La somministrazione di givosiran ha ridotto il numero di attacchi acuti nei pazienti fino[...]

Lunedi 26 Novembre 2018

Tumori delle vie biliari, "farmaco di precisione" potenziale terapia per le forme avanzate che non rispondono più alla chemioterapia. Studio italiano

Si apre la strada a una nuova strategia di cura per il colangiocarcinoma non operabile e non più responsivo alla chemioterapia grazie a derazantinib, un inibitore selettivo di FGFR2. Lo evidenzia lo studio condotto su pazienti afferenti a importanti [...]

Mercoledi 21 Novembre 2018

Carcinoma epatico avanzato, in seconda linea nuove prospettive con regorafenib

Lo scenario di trattamento dei pazienti con epatocarcinoma avanzato sta cambiando in modo radicale, anche grazie all’approvazione da parte dell’Agenzia italiana del farmaco di un nuovo agente mirato per la terapia di seconda linea, dopo il trattament[...]

Lunedi 19 Novembre 2018

Steatoepatite non alcolica, quali sono le molecole più promettenti? Il punto dopo il congresso dell'AASLD

Diverse aziende stanno lavorando per trovare una terapia efficace per i pazienti con steatoepatite non alcolica. C'è chi è più avanti in questa ricerca con farmaci che stanno per iniziare la fase clinica III e chi è ancora all'inizio con risultati an[...]

Giovedi 15 Novembre 2018

Malattia epatica cronica, attenzione al rischio di danni al fegato indotti dai farmaci #AASLD2018

I pazienti che soffrono di alcune malattie croniche del fegato possono essere particolarmente suscettibili al danno epatico indotto dai farmaci, e l'industria farmaceutica dovrebbe tenerne conto durante lo sviluppo dei medicinali. Sono le conclusioni[...]

Epatopatie con dislipidemia: statine sicure, efficaci e importanti nella maggior parte dei casi. Update AGA

Pubblicata online su “Clinical Gastroenterology and Hepatology”, un'analisi di clinici esperti gastroenterologi ed epatologi offre consigli sulle migliori pratiche per il trattamento della dislipidemia in sei malattie del fegato - danno epatico indot[...]

Giovedi 7 Giugno 2018

Tumore tenosinoviale a cellule giganti, pexidartinib riduce le dimensioni. #ASCO2018

Il farmaco sperimentale pexidartinib, somministrato per via orale, riduce significativamente le dimensioni del tumore tenosinoviale a cellule giganti (TGCT) rispetto al placebo. All'Annual Meeting dell'American Society of Clinical Oncology in corso a[...]

Venerdi 18 Maggio 2018

Fegato grasso, il grado di fibrosi determina la pericolosità della malattia

Nella malattia del fegato grasso non alcolica, i pazienti con cirrosi hanno una probabilità più elevata di sperimentare eventi avversi a livello epatico, rispetto ai soggetti con fibrosi a ponte (stadio F3) che sono più propensi a sviluppare tumori n[...]

Venerdi 4 Maggio 2018

Maggiori benefici clinici ed economici se si tratta precocemente l'epatite C

Trattare l'epatite C nelle fasi iniziali dell'infezione può aumentare i benefici clinici e nel contempo ridurre i costi dei farmaci e dei trattamenti medici. Infatti i pazienti con HCV in stadio avanzato, anche se raggiungono una risposta virologica [...]

Martedi 24 Aprile 2018

Trapianti HCV-correlati e sopravvivenza post-trapianto nettamente migliorati in Europa grazie agli antivirali ad azione diretta. #EASL2018

In Europa, da quando sono entrati nell’armamentario terapeutico gli antivirali ad azione diretta (DAA), le percentuali di trapianto di fegato effettuato a seguito dell’infezione da virus dell'epatite C (HCV) sono diminuite nettamente e quelle di sopr[...]

Venerdi 6 Aprile 2018

Fegato grasso, attenzione alla dieta. I dati da un ampio studio americano

Uno studio appena pubblicato su Gastroenterology ha evidenziato che il miglioramento della qualità della dieta correla con un minore accumulo di grasso epatico e un rischio ridotto di insorgenza di fegato grasso.

Mercoledi 31 Gennaio 2018

Steatoepatite non alcolica, selorsertib migliora fibrosi e percezione di malattia da parte dei pazienti

Un recente lavoro americano pubblicato su Liver International ha evidenziato che i pazienti affetti da steatoepatite non alcolica trattati con selonsertib hanno miglioramenti della fibrosi epatica e degli outcome riportati dagli stessi pazienti.

Mercoledi 1 Novembre 2017

NAFLD e diabete, una cattiva combinazione migliorata dalla metformina

La somministrazione della metformina nei soggetti con fibrosi epatica avanzata, conseguente alla steatosi epatica non alcolica, e concomitante diabete di tipo 2, ha effetti migliori sul fegato rispetto alla terapia con sulfaniluree. Sono le important[...]

Mercoledi 18 Ottobre 2017

Colangite biliare primitiva, acido obeticolico in commercio in Italia

Una nuova terapia per la Colangite Biliare Primitiva (CBP) è disponibile per i pazienti Italiani; la molecola, acido obeticolico, in commercio come Ocaliva, rappresenta il primo nuovo trattamento in Europa da circa 20 anni per questa rara malattia ep[...]

Martedi 26 Settembre 2017

Fda

Acido obeticolico, dosi eccessive collegate a danni epatici, report Fda

Dosi eccessive di acido obeticolico possono causare lesioni epatiche in pazienti con colangite biliare primitiva (PBC). Questo è quanto reso noto dall'Fda in una comunicazione di sicurezza in cui viene sottolineato che il farmaco, dosato in modo scor[...]

Giovedi 20 Luglio 2017

Pegasparaginasi: da oggi in Italia un'arma in più per i pazienti con leucemia linfoblastica acuta

La pegasparaginasi è una forma pegilata della L-asparaginasi, trattamento noto della Leucemia Linfoblastica Acuta (LLA): la pegilazione prolunga l'emivita della L-asparaginasi permettendo al principio attivo di rimanere più a lungo nel sangue riduce[...]

Sabato 13 Maggio 2017

Maraviroc per 3 mesi efficace come profilassi della graft-versus-host disease dopo il trapianto allogenico di staminali

L'uso dell’antagonista del CCR5 maraviroc per 90 giorni si dimostrato sicuro ed efficace per la profilassi della malattia del trapianto contro l’ospite (in inglese, graft-versus-host disease o GVHD) nei pazienti sottoposti a trapianto allogenico di c[...]

Giovedi 30 Marzo 2017

Statine in pazienti con danno epatico, possono aiutare a rallentare la progressione della malattia?

Le statine sono dei farmaci costo-efficaci e generalmente ben tollerati. Le loro prestazioni, spesso superano il loro potenziale rischio epatotossico in pazienti con grave danno epatico cronico e con alto rischio di sviluppare malattie cardiovascolar[...]

Mercoledi 8 Marzo 2017

Epatite C: AIFA ha ampliato i criteri di trattamento con i nuovi antivirali

L'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) comunica che sono stati ridefiniti i criteri di trattamento per la terapia dell'Epatite C cronica. Elaborati nell'ambito del Piano di eradicazione dell'infezione da HCV in Italia, consentiranno di trattare tutti [...]

Lunedi 30 Gennaio 2017

Coinfetti HIV/HCV, diminuzione dei decessi e di patologie croniche grazie al trattamento dell'epatite C

L'eradicazione dell'infezione da virus dell'epatite C in pazienti co-infetti con HIV è stata associata a riduzioni del diabete e dell'insufficienza renale cronica in aggiunta alla riduzione di mortalità, progressione dell'HIV ed eventi epatici colleg[...]

Lunedi 23 Gennaio 2017

Epatite C nei bambini, non ancora disponibile il trattamento con antivirali ad azione diretta

Gli esperti parlano di una vicinissima possibilità di eradicazione del virus dell'epatite C grazie agli antivirali ad azione diretta che hanno cambiato la storia di questa malattia. Bisogna però pensare anche ai piccoli pazienti affetti da questa inf[...]

Mercoledi 12 Ottobre 2016

Una tazza di caffè allunga la vita nei casi di malattia epatica allo stadio terminale

Bere almeno 200 ml di caffè al giorno (una tazza di caffè americano) può rallentare l'avanzamento dell'epatopatia alcolica e alcuni casi di colangite sclerosante primaria nei pazienti con malattia epatica allo stadio terminale in attesa di trapianto [...]

Martedi 20 Settembre 2016

Regimi a base di sofosbuvir, vittoria anche sulle recidive dell'HCV post trapianto epatico

Le terapie combinate a base di sofosbuvir somministrate per 12 settimane hanno consentito il raggiungimento della risposta virologica sostenuta in quasi il 93% dei pazienti nuovamente infettati con il virus dell'epatite C , dopo aver ricevuto un trap[...]

Allergan entra nella cura della NASH con acquisizione da $1,7 miliardi

Dopo aver dovuto recedere dal megamerger con Pfizer, Allergan aveva detto di volersi concentrare su accordi di più limitate dimensioni. E così ha fatto. Pochi giorni fa per $660 milioni ha acquisito la società dermatologia Vitae Pharmaceuticals e ogg[...]

Martedi 28 Giugno 2016

Steatosi epatica e fibrosi del fegato, c'è un collegamento?

Gli individui con suscettibilità genetica alla steatosi epatica hanno anche suscettibilità genetica alla fibrosi epatica, secondo i risultati di un'analisi trasversale effettuata su coppie di gemelli. I risultati di questo studio sono stati pubblicat[...]

Giovedi 23 Giugno 2016

Steatoepatite non alcolica, l'antidiabetico pioglitazone potrebbe essere una cura

Un farmaco generalmente utilizzato per il diabete, il pioglitazone, potrebbe arrestare la progressione di un'altra malattia che è una delle principali cause di trapianti di fegato. Parliamo della steatoepatite non alcolica, malattia in forte crescita[...]

Mercoledi 4 Maggio 2016

Steatosi epatica non alcolica, arrivano le linee guida europee per diagnosi e gestione

Come identificare un soggetto con steatosi epatica non alcolica (NAFLD)? Quali test eseguire e come gestire il paziente per evitare la progressione verso la NASH? Per rispondere a queste domande sono state da pochi giorni rilasciate delle linee guida[...]

Lunedi 2 Maggio 2016

Liste trapianti di fegato, riduzione del 20% grazie alla potente azione degli antivirali ad azione diretta

Le liste trapianti di fegato si riducono. E' questo il dato importante che emerge da un'analisi effettuata da ricercatori italiani dell'Ospedale Niguarda di Milano che hanno evidenziato come il 35% dei pazienti con epatite C, trattato con terapia ant[...]

Mercoledi 27 Aprile 2016

Immunoglobuline sottocutanee anti-HBV post trapianto epatico, migliorano qualità di vita del paziente e aderenza alla terapia

E' importante cominciare il trattamento con immunoglobuline sottocutanee (HBIg) subito dopo il trapianto epatico per prevenire le recidive di infezione da virus dell'epatite B (HBV). E' questo quanto emerge da recenti studi ma anche dalla pratica cli[...]

Martedi 19 Aprile 2016

Immunoglobuline sottocutanee contro la reinfezione da epatite B, efficaci e sicure in fase precoce post trapianto epatico

La somministrazione sottocutanea di immunoglobuline per l'epatite B (HBIg) per 3 settimane subito dopo il trapianto di fegato è efficace e conveniente nel prevenire le recidive dell'infezione da tale virus (HBV). Questi risultati, derivanti dallo st[...]

Domenica 17 Aprile 2016

Acido obeticolico: miglior sopravvivenza dei pazienti con colangite biliare primitiva e, grazie alla titolazione, meno prurito

I pazienti con colangite biliare primitiva trattati con acido obeticolico (OCA) da solo o in combinazione con l'acido ursodesossicolico (UDCA) hanno una sopravvivenza libera da trapianto epatico significativamente migliore rispetto a quella ottenuta[...]

Acido ursodesossicolico non riduce la mortalità nella colangite biliare primaria

In occasione del Congresso dell'Associazione Europea per lo studio del fegato (EASL), in corso a Barcellona, sono stati presentati i risultati di uno studio in cui il trattamento con acido ursodesossicolico (UDCA) non ha ridotto la mortalità per tutt[...]

Venerdi 8 Aprile 2016

Steatosi epatica, aumenta nel tempo dopo un trapianto epatico ma alcuni fattori possono limitarla

Analizzando nel tempo i pazienti sottoposti a trapianto di fegato, un'analisi retrospettiva pubblicata su Liver Transplantation ha evidenziato la comparsa di steatosi e il suo aumento negli anni dopo il trapianto.

Lunedi 4 Aprile 2016

Gilead per $1,2 mld compra Nimbus Apollo e si rafforza nella steatosi epatica non alcolica

Gilead Sciences ha firmato un accordo definitivo per acquisire la società Nimbus Apollo, azienda controllata dall'americana Nimbus Therapeutics, e accaparrarsi i diritti del programma di sviluppo del suo inibitore dell'acetil-CoA Carbossilasi (ACC) i[...]

Mercoledi 17 Febbraio 2016

Fda

Epatite C, ok Fda per due nuove indicazioni a ledipasvir/sofosbuvir in pazienti con epatopatia in stadio avanzato

La Food and Drug Administration ha approvato due indicazioni supplementari per ledipasvir/sofosbuvir in pazienti affetti da epatite C cronica con epatopatia in stadio avanzato. In combinazione con ribavirina (RBV) assunto per 12 settimane, il farmaco[...]

Martedi 16 Febbraio 2016

Epatite C, oltre 32mila pazienti già trattati. Adesso serve un patto sociale

Trattare i pazienti ma nel corso del tempo è la parola d'ordine degli esperti che a più di un anno dalla disponibilità nel nostro Paese delle nuove terapie si sono riuniti per fare un bilancio nel corso dell'incontro che si è tenuto oggi a Milano dal[...]

Domenica 25 Ottobre 2015

Fda

Terapia dell'epatite C nei cirrotici, warning Fda per due farmaci

La tripletta a dose fissa ombitasvir, paritaprevir, e ritonavir insieme al dasabuvir e la combinazione di ombitasvir, paritaprevir, insieme al ritonavir, (quest'ultima approvata solo per il genotipo 4) possono causare danno epatico grave in pazienti[...]

Mercoledi 16 Settembre 2015

A un italiano il premio della Fondazione Astellas per la ricerca sui trapianti

Una sonda ecografica che cammina sul fegato e rileva, punto per punto, informazioni sulla microcircolazione epatica soprattutto per prevenire disfunzioni del microcircolo durante e dopo il trapianto di fegato. Stiamo parlando del progetto ideato dal [...]

Giovedi 3 Settembre 2015

Epatite C: un futuro senza malattia è possibile (e sostenibile)

Per il notevole incremento dei livelli di efficacia, la nuova classe di farmaci ad azione antivirale diretta rappresenta uno fra i più importanti successi finora ottenuti nella terapia medica di una malattia cronica. La lotta all'epatite C è da consi[...]

Martedi 25 Agosto 2015

Coinfezione Hcv-Hiv, ledipasvir/sofosbuvir conferme di efficacia dal Nejm

Vita dura per il virus dell'epatite C anche nei soggetti coinfetti con HIV. In un articolo apparso da pochi giorni sulla prestigiosa rivista New England Journal of Medicine, i ricercatori della sezione “Infectious Diseases del Duke Clinical Research [...]

Giovedi 2 Luglio 2015

Acido obeticolico, verso l'approvazione Europea e Americana per la cirrosi biliare primitiva

L'azienda biofarmaceutica, Intercept Pharmaceuticals, focalizzata allo sviluppo e commercializzazione di nuove terapie per il trattamento delle malattie croniche del fegato, ha annunciato oggi il raggiungimento di due importanti traguardi normativi p[...]

Venerdi 5 Giugno 2015

Epatite C, disponibile in Italia la combinazione sofosbuvir e ledipasvir

È disponibile in Italia a partire dal 3 giugno Harvoni (ledipasvir 90 mg/sofosbuvir 400 mg), il nuovo trattamento antivirale per curare l'infezione cronica da virus dell'epatite C.

Mercoledi 27 Maggio 2015

Ema

Rene policistico, approvazione europea per tolvaptan

Il 27 maggio, la Commissione Europea ha autorizzato la commercializzazione in Europa di tolvaptan per il trattamento dell'ADPKD in adulti che soffrono di malattia renale cronica (CKD) in stadio da 1 a 3 all'inizio del trattamento con evidenza di rapi[...]

Lunedi 25 Maggio 2015

Epatite C, via libera in Italia al regime senza interferone di AbbVie

AbbVie ha annunciato oggi di aver ottenuto dall' Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) l'autorizzazione all'immissione in commercio per il suo regime anti-HCV completamente orale, privo di interferone a base di Viekirax (ombitasvir/paritaprevir/ritonav[...]

Martedi 5 Maggio 2015

Epatite C: approvata da AIFA la rimborsabilità di daclatasvir

Aifa ha approvato la rimborsabilità di daclatasvir, un potente inibitore pan-genotipico del complesso di replicazione NS5A (in vitro), per l'uso in associazione con altri medicinali nei genotipi 1, 3 e 4 per il trattamento dell'infezione cronica da v[...]

Mercoledi 29 Aprile 2015

Trattamento dell'epatite C, le novità dalle nuove raccomandazione europee

Novità sul trattamento raccomandato per ogni genotipo e stadio di malattia epatica. Arrivano dalla 50esima edizione dell'”International liver congress”, conclusosi pochi giorni fa a Vienna, le nuove raccomandazioni redatte da un gruppo di esperti sce[...]

Sabato 25 Aprile 2015

Epatite C: con daclatasvir guarigione del 94% nei pazienti trapiantati. Studio presentato all'EASL

In occasione dell'International Liver Congress, il meeting annuale della Società Europea per lo Studio del Fegato (EASL) è stato annunciato da Bristol-Myers Squibb il raggiungimento degli endpoint primari nello studio ALLY-1. Si tratta di uno studio [...]

Venerdi 24 Aprile 2015

Congresso EASL, per sofosbuvir e ledipasvir conferme nell'epatopatia in stadio avanzato

Incominciano ad arrivare i primi dati dal congresso internazionale sul fegato, International Liver Congress 2015, i n corso a Vienna. Annunciati oggi i risultati derivati da diversi studi clinici di Fase II intesi a valutare alcuni usi sperimentali d[...]

Giovedi 9 Aprile 2015

Steatoepatite non alcolica in pazienti diabetici, il futuro del trattamento dai microRNA

RG-125 (AZD4076), un anti-microRNA coniugato con GalNAc (N-Acetylgalactosamine), che ha come target il microRNA-103/107 ( "miR-103/107"), è stato selezionato da Astra Zeneca come candidato per lo sviluppo clinico per il trattamento della steatoepatit[...]

Martedi 31 Marzo 2015

Simeprevir, buon controllo delle infezioni ricorrenti da HCV dopo trapianto epatico

La tripla terapia a base di simeprevir è sicura ed efficacia nelle prime 12 settimane, nella maggior parte dei soggetti, con epatite C sottoposti a trapianto di fegato da donatore vivo e con ricorrenze dell'infezione dovute al genotipo 1b.

Martedi 24 Marzo 2015

AIFA pubblica il nuovo Algoritmo per la terapia dell'Epatite C cronica

L'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) informa che è stato appena pubblicato, nella sezione dedicata del Portale istituzionale, il nuovo Algoritmo per la terapia dell'Epatite C cronica, realizzato in collaborazione con l'Associazione Italiana per lo S[...]