394 news PER "warfarin"


NEWS

Giovedi 21 Marzo 2019

Apixaban più inibitore P2Y12, combinazione ottimale in pazienti AF con ACS o sottoposti a PCI. #ACC2019

Presentati a New Orleans in occasione del meeting annuale dell'American College of Cardiology (ACC) e pubblicati contemporaneamente sul “New England Journal of Medicine”, i risultati del trial randomizzato AUGUSTUS svolto su 4.614 pazienti dimostrano[...]

Mercoledi 20 Marzo 2019

Ablazione transcatetere della fibrillazione atriale: con edoxaban in trattamento non interrotto bassa incidenza di eventi tromboembolici ed emorragici

Il trattamento non interrotto con edoxaban 60 mg è efficace e sicuro nei pazienti affetti da fibrillazione atriale e sottoposti a procedura di ablazione transcatetere. A dimostrarlo sono i risultati di ELIMINATE –AF, uno studio prospettico, randomizz[...]

Venerdi 15 Marzo 2019

DOAC: benefici in presenza di fibrillazione atriale e stenosi mitralica. Studio osservazionale da confermare

I pazienti con stenosi mitralica e fibrillazione atriale (AF) sembrano stare meglio quando ricevono anticoagulanti orali diretti (DOAC) invece di warfarin. È quanto suggerisce un'analisi osservazionale i cui risultati sono stati pubblicati online sul[...]

Sabato 9 Marzo 2019

Ictus post-dissecazione cervicale o carotidea, simile efficacia preventiva con antiaggreganti o anticoagulanti

In pazienti con dissecazione cervicale, non è risultata alcuna differenza nei tassi di ictus, stenosi residua od occlusione a 1 anno nei soggetti trattati con anticoagulanti rispetto a quelli trattati con agenti antipiastrinici. È quanto emerso nello[...]

Venerdi 1 Marzo 2019

AF, i DOAC restano vantaggiosi rispetto al warfarin anche nei pazienti a basso peso corporeo

Gli anticoagulanti orali diretti (DOAC) sono sicuri ed efficaci anche in pazienti con fibrillazione atriale (AF) che pesano meno di 60 kg. Lo dimostra uno studio - pubblicato online sul “Journal of American College of Cardiology” (JACC) - condotto in[...]

Venerdi 22 Febbraio 2019

AF, dal sottodosaggio off-label dei DOAC nessun beneficio in termini di sicurezza (e rischio di outcome peggiori)

L'uso di una dose inferiore a quella indicata sul foglietto illustrativo è comune nei pazienti con fibrillazione atriale (AF) che assumono anticoagulanti orali diretti (DOAC) e questa pratica può peggiorare gli esiti clinici senza far ottenere benefi[...]

Domenica 3 Febbraio 2019

Fibrillazione atriale, NOAC da preferire al warfarin secondo le nuove linee guida ACC/AHA/HRS

Gli anticoagulanti orali non-vitamina K dipendenti (NOAC) sono ora considerati equivalenti e preferiti al warfarin per la gestione del rischio di ictus da fibrillazione atriale (AF) in base alle linee guida aggiornate e condivise dall'American Colleg[...]

Domenica 16 Dicembre 2018

Anticoagulanti orali, rischio di sanguinamento GI superiore ridotto di 1/3 da inibitori di pompa protonica

Secondo un'analisi retrospettiva basata su dati Medicare e pubblicata su “JAMA”, i pazienti in terapia anticoagulante a rischio di sanguinamento gastrointestinale (GI) superiore vedono il loro rischio ridotto di oltre un terzo quando un inibitore del[...]

Venerdi 7 Dicembre 2018

Sospensione dei DOAC in chirurgia sicura ed efficace grazie a una semplice strategia di gestione dei farmaci

I pazienti con fibrillazione atriale (Af) che assumono anticoagulanti orali diretti (DOAC) sono stati in grado di interrompere in modo sicuro l'assunzione prima e dopo interventi chirurgici e altre procedure invasive. Lo rivelano i risultati uno stud[...]

Domenica 4 Novembre 2018

Coronarografia, ridotti tassi di occlusione dell'arteria radiale con dosi più elevate di eparina

Affrontando una vexata quaestio, lo studio SPIRIT OF ARTEMIS – pubblicato online su “JACC Cardiovascular Interventions” - dimostra che l'uso di una dose più elevata di eparina aggiustata in base al peso durante un'angiografia coronarica transradiale [...]

Domenica 28 Ottobre 2018

Protesi totale di ginocchio, efficace prevenzione del TEV con il solo acido acetilsalicilico

Una nuova ricerca, pubblicata online su “JAMA Surgery”, dimostra che l'acido acetilsalicilico (ASA) da solo è ugualmente efficace come anticoagulante nella prevenzione dello sviluppo di tromboembolismo venoso (TEV) nei pazienti che hanno subito una p[...]

Sabato 27 Ottobre 2018

Anticorpi antifosfolipidi possibili marcatori di rischio di infarto miocardico, ricerca del Karolinska

Uno studio caso-controllo svedese, pubblicato online sugli “Annals of Internal Medicine”, ha scoperto che alcuni anticorpi antifosfolipidi hanno maggiore probabilità di essere presenti dopo un attacco cardiaco, suggerendo che potrebbero essere un mar[...]

Domenica 14 Ottobre 2018

Negli anziani con fibrillazione atriale l'uso di anticoagulanti riduce il rischio di demenza

Gli anziani con fibrillazione atriale (AF) sperimentano un più rapido declino cognitivo globale e hanno un aumentato rischio di demenza rispetto a persone di età simile che non hanno AF, sebbene l'uso di farmaci anticoagulanti possa ridurre questo ri[...]

Sabato 13 Ottobre 2018

DOAC sicuri ed efficaci nei pazienti con AF anche con trombo preesistente in appendice atriale sinistra

Gli anticoagulanti orali ad azione diretta (DOAC) possono risolvere in modo sicuro ed efficace i trombi dell'appendice atriale sinistra (LAA) in pazienti con fibrillazione atriale (AF). Lo assicura uno studio monocentrico pubblicato online sull'”Amer[...]

Domenica 7 Ottobre 2018

Triplice terapia antitrombotica in pazienti con AF e CAD, DOAC meglio dei VKA. Dati danesi real-world

Quando la triplice terapia antitrombotica viene utilizzata in pazienti con fibrillazione atriale (AF) e malattia coronarica (CAD), per affrontare questo difficile scenario clinico è preferibile utilizzare uno degli anticoagulanti orali diretti (DOAC)[...]

Martedi 2 Ottobre 2018

AF, avvio di terapia anticoagulante: criteri CHA2DS2-VASc da rivedere?

Secondo i risultati di uno studio pubblicati online su “Annals of Internal Medicine”, pur seguendo le attuali raccomandazioni delle linea guida il beneficio clinico netto nell'iniziare una terapia anticoagulante orale varia ampiamente tra i pazienti [...]

Domenica 23 Settembre 2018

AF, un buon controllo dell'INR nei pazienti trattati con warfarin è predittivo di buoni esiti clinici?

Molti pazienti in terapia anticoagulante con warfarin con un buon controllo dell'INR (International Normalized Ratio) non rimangono per un tempo elevato nel range terapeutico (TTR, Time in Therapeutic Range) persino un anno dopo, rendendo il TTR prec[...]

Martedi 4 Settembre 2018

Fibrillazione atriale: nuovi anticoagulanti battono il warfarin in termini di riduzione mortalità. Studio GARFIELD-AF

Una nuova analisi dei dati provenienti dal registro GARFIELD-AF (the Global Anticoagulant Registry in the FIELD-Atrial Fibrillation) (box 1), il più grande registro prospettico internazionale di pazienti con fibrillazione atriale (AF), presentata in [...]

Domenica 2 Settembre 2018

Nella terapia anticoagulante orale l'aderenza è tutto. Anche il packaging conta

L'aderenza alla terapia anticoagulante orale non è ancora ottimale, sebbene le cose siano migliorate con la disponibilità dei nuovi farmaci. Vari fattori possono migliorare la regolarità nell'assunzione dei farmaci, primo fra tutti il rapporto medico[...]

Giovedi 30 Agosto 2018

Scompenso senza AF, rivaroxaban a basse dosi non migliora gli esiti. #ESC2018

In pazienti con insufficienza cardiaca cronica e senza fibrillazione atriale (AF), rivaroxaban a basso dosaggio non è riuscito a migliorare gli outcome in pazienti con insufficienza cardiaca peggiorata, frazione di eiezione ridotta e coronaropatia di[...]

Mercoledi 29 Agosto 2018

Fibrillazione atriale, è l'ora della real life. Presentati all'ESC i primi dati di ETNA-AF, registro globale su edoxaban

28mila pazienti, di cui 24 mila trattati con edoxaban, 1800 centri provenienti da 13 Paesi. Sono questi alcuni dei numeri che definiscono ETNA-AF, un registro globale che intende descrivere l'uso dell'anticoagulante orale edoxaban nella pratica clini[...]

Sabato 21 Luglio 2018

Ictus ischemico acuto e FANV. Come scegliere l'anticoagulante orale per la prevenzione secondaria?

In uno studio retrospettivo – pubblicato online sul “Journal of Stroke & Cerebrovascular Diseases” – è stato analizzato come gli anticoagulanti orali (OAC) sono stati selezionati per i pazienti con ictus ischemico acuto con fibrillazione atriale non [...]

Venerdi 20 Luglio 2018

Fibrillazione atriale, maggiori benefici dai NOAC per le donne rispetto agli uomini

Le donne con fibrillazione atriale (AF) trattate con anticoagulanti orali non antagonisti della vitamina K (NOAC) possono trarre un beneficio ancora maggiore dalla terapia rispetto agli uomini. Lo suggerisce un'analisi del mondo reale pubblicata sul [...]

Sabato 14 Luglio 2018

Sicurezza dei DOAC confermata da un'analisi retrospettiva di dati del mondo reale

In una recente analisi retrospettiva – pubblicata sul “British Medical Journal” (BMJ) - condotta su database di cure primarie, gli anticoagulanti orali diretti (DOAC) sono risultati associati a un ridotto rischio di sanguinamento rispetto a warfarin.

Domenica 8 Luglio 2018

Conferme di sicurezza per rivaroxaban dal più grande insieme di dati da varie regioni del mondo reale

Il più grande insieme di dati, a livello mondiale, finora riportato sull'uso del nuovo anticoagulante orale ad azione diretta (NOAC) rivaroxaban in pazienti con fibrillazione atriale (AF) ha mostrato bassi tassi di emorragia, ictus e interruzione del[...]

Giovedi 5 Luglio 2018

Prevenzione ictale, più sicura con apixaban l'anticoagulazione in pazienti con AF e in dialisi

Nei pazienti in dialisi con irregolarità del battito cardiaco per fibrillazione atriale (AF), apixaban risulta potenzialmente più sicuro del warfarin come trattamento anticoagulante per la prevenzione dell'ictus cerebrale ischemico. Lo rivela un nuov[...]

Sabato 30 Giugno 2018

Prevenzione ictus in AF, minore rischio di infarto miocardico con DOAC rispetto a warfarin

Dati del mondo reale relativi a pazienti con fibrillazione atriale (AF) hanno riscontrato un rischio ridotto di infarto miocardico (IM) con anticoagulanti orali diretti (DOAC o NOAC) rispetto alla terapia con antagonisti della vitamina K (VKA), secon[...]

Sabato 16 Giugno 2018

Warfarin a bassa intensità, opzione anticoagulante dopo sostituzione valvolare aortica con protesi On-X

La duplice terapia antipiastrinica (DAPT) non supporta la terapia anticoagulante standard dopo la sostituzione chirurgica della valvola aortica (SAVR) con la protesi meccanica On-X (bileaflet di ultima generazione), ma per alcuni pazienti il warfarin[...]

Sabato 26 Maggio 2018

Secondo un'analisi real world il warfarin, se l'aderenza è scarsa, supera i NOAC per efficacia

Un tasso lievemente significativamente più basso di eventi tromboembolici nei pazienti trattati con warfarin rispetto a quelli in terapia con un nuovo anticoagulante orale (NOAC). Nessuno si aspettava che uno studio di confronto tra NOAC e warfarin -[...]

Venerdi 18 Maggio 2018

Fibrillazione atriale, con edoxaban meno emorragie intracraniche rispetto al warfarin

Una nuova sotto-analisi del trial ENGAGE AF-TIMI 48 dimostra che i pazienti affetti da fibrillazione atriale trattati con edoxaban per la prevenzione di ictus o eventi embolici sistemici presentano una frequenza di diverse tipologie di emorragie intr[...]

Domenica 13 Maggio 2018

Cinque aspetti-chiave per un uso sicuro dei NOAC in fase preoperatoria che i chirurghi devono sapere

Gli anticoagulanti orali non vitamina K dipendenti (NOAC) differiscono in modo importante dal warfarin e i chirurghi devono essere consapevoli di queste differenze. Per questo motivo un gruppo di esperti ha redatto una review – appena pubblicata onli[...]

Sabato 5 Maggio 2018

Cardioversione elettiva sicura in pazienti con AF in terapia anticoagulante con apixaban

Apixaban è sicuro ed efficace per l'anticoagulazione in pazienti con fibrillazione atriale (AF) programmati per la cardioversione. Lo rivelano i risultati dello studio EMANATE, pubblicati online sull' “European Heart Journal”.

Domenica 15 Aprile 2018

Ablazione AF, somministrazione ininterrotta intraprocedurale di apixaban sicura quanto il warfarin

La somministrazione ininterrotta di apixaban sembra essere altrettanto sicura del warfarin e di altri antagonisti della vitamina K (VKA) nei pazienti a rischio di ictus sottoposti ad ablazione di fibrillazione atriale (AF). Lo suggeriscono i risultat[...]

Sabato 17 Marzo 2018

Per ARISTOPHANES apixaban supera per risultato clinico netto due NOAC concorrenti nel mondo reale

Apixaban ha battuto 'superato' per prestazioni due antagonisti orali ad azione diretta (NOAC) suoi concorrenti in una vasta analisi dei dati finanziata dal produttore del farmaco e fondata sulle richieste prescrittive degli Stati Uniti, denominata AR[...]

Lunedi 5 Marzo 2018

Malattie infiammatorie croniche intestinali: farmaci attuali sicuri anche in bambini e anziani?

I farmaci attualmente utilizzati per trattare le malattie infiammatorie croniche intestinali (IBD) sono sicuri nelle popolazione pediatrica e negli anziani? Queste molecole possono essere utilizzate come negli adulti o sono necessari particolari acco[...]

Domenica 25 Febbraio 2018

AF, l'interruzione dell'anticoagulazione orale si associa ad alto rischio di MACCE nei 30 giorni seguenti

I pazienti con fibrillazione atriale (AF) che interrompono la terapia anticoagulante sono ad alto rischio di tromboembolia e morte. In base a una recente analisi dello studio ENGAGE AF-TIMI 48 (confronto randomizzato di edoxaban rispetto a warfarin) [...]

Sabato 17 Febbraio 2018

Emorragia intraoculare, con i NOAC rischio non superiore agli anticoagulanti e antipiastrinici tradizionali

Il rischio di emorragia intraoculare con anticoagulanti orali non-antagonisti della vitamina K (NOAC) è almeno tanto basso quanto quello osservato con i tradizionali anticoagulanti e antipiastrinici, secondo una ricerca pubblicata su “JAMA Ophtalmolo[...]

Domenica 11 Febbraio 2018

Terapia anticoagulante in pazienti con AF, rischio di eventi cardiaci e cerebrovascolari se vi è interruzione

L'interruzione di un farmaco anticoagulante orale risulta frequente nei pazienti con fibrillazione atriale (AF) ed è associata a un rischio sostanziale di eventi cardiaci e cerebrovascolari maggiori nei 30 giorni seguenti. Tale rischio risulta partic[...]

Domenica 14 Gennaio 2018

AF e prevenzione ictale, profilo migliorato per apixaban da meta-analisi real-world

Nei pazienti affetti da fibrillazione atriale (AF), l'uso di apixaban nella vita reale è associato a un'efficacia generale in termini di riduzione dell'ictus cerebrale e di qualsiasi evento tromboembolico rispetto al warfarin. È stato inoltre riscont[...]

Sabato 13 Gennaio 2018

AF, efficacia e sicurezza di dabigatran costanti indipendentemente dai cambi di funzionalità renale nel tempo

Viene pubblicata online sull' “American Heart Journal” una nuova analisi dello studio RE-LY volta relativa al profilo di sicurezza ed efficacia di dabigatran rispetto a warfarin in pazienti con fibrillazione atriale (AF) in termini di funzione renale[...]

Sabato 16 Dicembre 2017

La gestione dei sanguinamenti da anticoagulanti orali secondo un documento di consenso dell'ACC

L'American College of Cardiology (ACC) ha emesso un documento di consenso con "percorsi decisionali" per guidare i medici nella gestione del sanguinamento maggiore o minore nei pazienti trattati con anticoagulanti orali (OAC) – pubblicato sul “Journa[...]

Domenica 3 Dicembre 2017

Nuove rassicurazioni per dabigatran circa ictus e rischi emorragici endocranici da ampio studio real-world

Un nuovo studio ‘real-world' di confronto tra dabigatran e warfarin – pubblicato online sugli “Annals of Internal Medicine” – rassicura sui rischi emorragici complessivi e sui tassi di emorragia intracranica associati all'uso del nuovo anticoagulante[...]

Domenica 26 Novembre 2017

Warfarin possibile scudo contro diversi tumori

Assumere l'anticoagulante warfarin potrebbe avere un effetto protettivo nei confronti di una vasta gamma di tumori nelle persone di età superiore ai 50 anni. A suggerirlo è un ampio studio osservazionale condotto in Norvegia e pubblicato di recente s[...]

Sabato 18 Novembre 2017

Durante l'impianto di dispositivi elettronici si possono usare i DOAC senza interruzioni

Secondo i risultati del trial BRUISE CONTROL-2, presentati ad Anaheim in California nel corso delle American Heart Scientific Sessions 2017, l'uso continuato degli anticoagulanti orali ad azione diretta (DOAC [o NOAC o NAO]) non ha ridotto i tassi di[...]

Giovedi 16 Novembre 2017

Meno complicanze emorragiche con la duplice terapia con dabigatran, rispetto alla triplice terapia con warfarin

Sono stati presentato in occasione del Congresso AHA 2017 ad Anaheim, California, i risultati di sottoanalisi dello studio clinico RE-DUAL PCI. Lo studio RE-DUAL PCI ha valutato approcci terapeutici diversi in pazienti con fibrillazione atriale non-v[...]

Mercoledi 15 Novembre 2017

Fibrillazione atriale, edoxaban più sicuro del warfarin: doppia conferma dal congresso americano AHA

Il farmaco anticoagulante orale edoxaban, rispetto a warfarin, riduce i sanguinamenti e soprattutto quelli di maggior gravità nei pazienti con FA e riduce significativamente il numero degli eventi ischemici in pazienti con fibrillazione atriale e con[...]

Sabato 28 Ottobre 2017

DOAC in pazienti con TEV, rassicurazioni ‘real life': rischio di sanguinamento non aumentato

È stato pubblicato sul “BMJ” uno studio osservazionale ‘real world' condotto su quasi 60 mila pazienti con tromboembolismo venosa (TEV) che ha mostrato risultati rassicuranti circa il rischio di sanguinamento dei nuovi farmaci anticoagulanti orali ad[...]

Sabato 14 Ottobre 2017

NOAC, considerare i potenziali rischi da interazione con altri farmaci

Secondo uno studio pubblicato su “JAMA”, i pazienti con fibrillazione atriale non valvolare (FANV) trattati con anticoagulanti orali non-vitamina K (NOAC) hanno un rischio maggiore di emorragie maggiori quando trattati anche con vari altri farmaci, t[...]

Giovedi 12 Ottobre 2017

Attenzione all’ematuria quando si assumono antitrombotici

I soggetti che assumono farmaci antitrombotici, rispetto a coloro che non li assumono, presentano tassi più elevati di complicanze legate all’ematuria comprendenti ricoveri, visite in reparti di emergenza e procedure urologiche per gestire l'ematuria[...]

Sabato 23 Settembre 2017

Ema

Ablazione transcatetere della FA, Chmp chiede di inserire dati favorevoli a dabigatran

ll Comitato che valuta i Farmaci per Uso Umano (Chmp) dell'Agenzia Europea del Farmaco (Ema) ha espresso parere positivo all'aggiornamento del Riassunto delle Caratteristiche di Prodotto per dabigatran etexilato come terapia anticoagulante orale per [...]

Venerdi 1 Settembre 2017

Con apixaban minor rischio di ictus nei pazienti con fibrillazione atriale in attesa della cardioversione. Studio EMANATE

I pazienti con fibrillazione atriale non valvolare trattati con l'anticoagulante orale apixaban prima della cardioversione programmata sembrano avere un rischio di ictus minore rispetto a quelli trattati con la terapia standard, cioè warfarin ed epar[...]

Ictus e fibrillazione atriale, anche nei pazienti a più alto rischio edoxaban è efficace e più sicuro del warfarin

Edoxaban è altrettanto efficace e più sicuro del warfarin per tutti i pazienti affetti da fibrillazione atriale non valvolare, anche quelli a più alto rischio di ictus o eventi embolici sistemici (secondo la scala CHADS2DS2-VASc). A dimostrarlo è l'u[...]

Lunedi 28 Agosto 2017

Studio COMPASS: rivaroxaban possibile ‘game changer' in prevenzione secondaria nei pazienti con vasculopatia aterosclerotica stabile

La combinazione rivaroxaban a baso dosaggio e aspirina sembra essere un approccio vincente per migliorare gli outcome nei pazienti con malattia vascolare aterosclerotica (coronaropatia o arteriopatia periferica) stabile. Lo dimostrano i risultati del[...]

Dopo stent e in presenza di FA, dabigatran associato a un solo antiaggregante (senza ASA) meglio della triplice terapia (DAPT e warfarin)

Appena presentati al'ESC di Barcellona e pubblicati sul NEJM i dati dello stdudio clinico RE-DUAL PCI che ha valutato l'effetto anticoagulante di dabigatran etexilato in associazione con un solo antiaggregante, senza l'utilizzo di aspirina, in pazien[...]

Domenica 23 Luglio 2017

Fibrillazione atriale, sempre più diffuso l'uso dei NOAC nella cardioversione elettrica

L'uso dei nuovi anticoagulanti orali (NOAC) nella cardioversione elettrica è aumentato significativamente nel corso del periodo di uno studio condotto in un ospedale australiano e nell'esperienza clinica stessa degli operatori dell'istituto. Questi f[...]

Lunedi 17 Luglio 2017

Ema

Fibrillazione atriale, ok del CHMP per edoxaban nei pazienti sottoposti a cardioversione

Il Comitato Europeo per i Medicinali ad Uso Umano (CHMP) dell'EMA ha raccomandato l'aggiornamento del RCP autorizzando l'utilizzo dell'anticoagulante orale edoxaban, nei pazienti sottoposti a cardioversione preceduta da ecocardiogramma per via transe[...]

Sabato 15 Luglio 2017

VTE, più rischi emorragici con warfarin vs edoxaban anche per polimorfismi genetici

Le varianti genetiche possono identificare, tra i pazienti con tromboembolismo venoso (VTE), un rischio aumentato di sanguinamento in caso di trattamento con warfarin rispetto a edoxaban. Lo dimostrano i risultati – apparsi online su “Heart” - di una[...]

Sabato 1 Luglio 2017

Prevenzione ictale in caso di AF con un solo fattore di rischio: conferme per i NOAC

Uno studio danese di coorte nazionale su pazienti affetti da fibrillazione atriale (AF) e con un solo fattore di rischio per ictus non correlato al genere non mostra alcuna differenza tra nuovi anticoagulanti orali (NOAC) e warfarin nella prevenzione[...]

Sabato 24 Giugno 2017

È possibile non sospendere gli anticoagulanti orali nelle procedure di estrazione di elettrocateteri

Con le giuste precauzioni, può non essere necessario interrompere l'anticoagulazione orale (OAC) prima delle procedure per estrarre gli elettrocateteri indesiderati dei dispositivi elettronici impiantabili (CIED). È quanto suggerisce una serie retros[...]

Sabato 10 Giugno 2017

Doppia terapia antipiastrinica migliore della tripla nella fibrillazione atriale dopo interventi coronarici

Tra i pazienti sottoposti a interventi coronarici percutanei con stent a eluizione di farmaco, la fibrillazione atriale non è rara ed è associata ad aumentato rischio ischemico e di sanguinamento. Questi rischi non sono ridotti se i pazienti vengono [...]