oggi

Mercoledi 13 Giugno 2018

Linfoma non Hodgkin, interim PET predittiva della sopravvivenza nei pazienti trattati con R-CHOP

I risultati dell’interim PET possono essere predittivi della sopravvivenza, ma intensificare il trattamento sulla base di tali risultati sembra non migliorare gli outcome terapeutici tra i pazienti con linfoma non Hodgkin aggressivo, per lo meno fra [...]

Leucemia linfatica cronica, dati a 5 anni su ibrutinib mostrano un approfondimento delle risposte

L’inibitore della tirosin chinasi di Bruton (BTK) ibrutinib in monoterapia ha un'efficacia che si mantiene nel tempo e la percentuale di risposte complete aumenta via via che si prosegue la terapia. Lo dimostrano i dati di follow-up a 5 anni di una c[...]

Sindrome di Lynch, possibile effetto preventivo di vaccini e inibitori dei checkpoint

Il sequenziamento di ultima generazione dei polipi del colon-retto associati alla sindrome di Lynch ha mostrato un profilo immunitario e un repertorio antigenico distinti che potrebbero consentire l'impiego di vaccini o inibitori dei checkpoint immun[...]

Ca renale metastatico, nessun vantaggio di sopravvivenza con i FANS diversi dall’aspirina

I farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) sembrano ridurre la sopravvivenza globale (OS) e la sopravvivenza libera da progressione (PFS) nei pazienti con carcinoma a cellule renali metastatico. A suggerirlo è un'analisi retrospettiva pubblicata [...]

EULAR ridefinisce i propri obiettivi strategici per il prossimo quinquennio #EULAR2018

Presentati, nel corso della conferenza stampa di apertura dei lavori del congresso EULAR 2018, che quest'anno si tiene ad Amsterdam, gli obiettivi della strategia quinquennale di azione che la società scientifica europea intende perseguire nel prossi[...]

Sclerosi sistemica diffusa cutanea, dati promettenti in Fase 2 per lenabasum #EULAR2018

Lenabasum, agonista selettivo del recettore dei cannabinoidi di tipo 2, ha mantenuto efficacia e sicurezza in pazienti con sclerosi sistemica diffusa cutanea (dcSSc) nella fase di estensione in aperto di un trial di Fase II sul suo impiego. Queste le[...]

Trapianto di microbiota fecale, risultati deludenti nella sindrome dell'intestino irritabile

Il trapianto di microbiota fecale (FMT) ha alterato il microbiota intestinale dei pazienti con sindrome dell'intestino irritabile, ma non è stato superiore al placebo nel miglioramento dei sintomi. E' quanto evidenziato da uno studio presentato al DD[...]

La sopravvivenza nel tumore del pancreas aumenta con la chemioterapia di combinazione dopo chirurgia

Una chemioterapia di combinazione con 4 farmaci ha migliorato notevolmente la sopravvivenza rispetto a gemcitabina standard nella terapia post-operatoria di pazienti con tumore del pancreas resecato; questo è ciò che emerge dai risultati di uno studi[...]

Tumore del pancreas, chemioradioterapia neoadiuvante può migliorare l’OS rispetto a standard terapeutico adiuvante

Il trattamento preoperatorio con chemioterapia e radioterapia ha migliorato i tassi di sopravvivenza globale (OS) per i pazienti con tumore del pancreas resecabile o resecabile borderline rispetto alla chirurgia immediata e alla successiva chemiotera[...]

Clostridium difficile, bezlotoxumab efficace sulla prevenzione delle recidive

Le recidive delle infezioni batteriche sono abbastanza complicate da gestire. Un recente studio pubblicato sulla rivista Journal of Antimicrobial Chemotherapy ha evidenziato che l'anticorpo monoclonale bezlotoxumab è efficace nella prevenzione delle [...]

Diabete di tipo 2, sostituire i carboidrati con le noci può ridurre glicemia e colesterolo LDL

Secondo scienziati canadesi l'assunzione di circa 70 g di noci al giorno al posto di carboidrati ricchi di amidi migliora il controllo glicemico ed è associato negativamente ai fattori di rischio lipidico per gli eventi cardiovascolari negli adulti c[...]

Lavoro stressante? Rischio di morte pari a quello del fumo in presenza di diabete o malattie cardiache

Tra gli uomini con malattia cardiometabolica - diabete, malattia coronarica o ictus - quelli con un lavoro impegnativo ma con poco potere decisionale (quindi sotto tensione lavorativa) hanno un rischio più elevato di morire precocemente. Un rischio c[...]