ieri

Giovedi 2 Aprile 2020

Amgen inizia la ricerca su anticorpi anti Coronavirus

Amgen inizierà la ricerca di trattamenti antivirali per COVID-19, attraverso una partnership con Adaptive Biotechnologies, una biotech con sede a Seattle, negli Usa. Amgen non è nota per la sua ricerca sulle malattie infettive. Ma è abile nello svilu[...]

Mieloma multiplo, Gilead sigla accordo per nuovi anticorpi anti-BCMA

Kite, una società di Gilead, ha annunciato di aver siglato un accordo con la biotech Teneobio in base al quale Kite riceverà i diritti esclusivi su alcuni anticorpi monoclonali sperimentali diretti contro il BCMA. Tali anticorpi verranno impiegati ne[...]

Covid-19, il punto sulle sperimentazioni francesi sull'idrossiclorochina. Attenzione alla safety

A distanza di una settimana l'una dall'altra, sono stati pubblicati due studi condotti in Francia sulla combinazione di idrossiclorochina e azitromicina in pazienti con Covid-19 dalla stessa equipe di ricerca del The Méditerranée Infection University[...]

Arriva dalla genetica la sfida al Covid19. Italia coordina progetto internazionale

Parte dall’Italia, con partner europei, cinesi e iraniani, il tentativo di risposta ai numerosi interrogativi generati dal virus SARS-CoV-2: prende il via uno studio genetico alla base di nuove soluzioni diagnostiche e terapeutiche. Si tratta del pro[...]

Coronavirus: quanti sono veramente i casi guariti?

La Fondazione Gimbe, in collaborazione con Youtrend, ha analizzato definizioni e discrepanze sui casi “dimessi/guariti”, categoria molto eterogenea che nella comunicazione pubblica viene fatta coincidere con le guarigioni. Emblematico il caso Lombard[...]

Leucemia mieloide acuta recidivante o refrattaria con mutazione FLT3, gilteritinib disponibile in classe C non negoziata

Novità importante per i malati di leucemia mieloide acuta. Da inizio aprile sarà disponibile in commercio, in classe Cnn, gilteritinib approvato in monoterapia orale giornaliera per il trattamento di pazienti adulti con leucemia mieloide acuta (LMA) [...]

Osteoporosi, scagionati steroidi inalatori dal rischio induzione fratture fragilità

Nelle donne in età più avanzata il rischio di frattura osteoporotica principale non si associa all'impiego di lungo corso degli steroidi inalatori e alle malattie respiratorie conseguenti. Lo dimostrano i risultati di uno studio pubblicato su Osteopo[...]